Una treccia bianca, rossa e marrone.

Qui la citazione é d’obbligo anche se di fatto non c’entra niente con il dolce in questione. Si tratta infatti di una delizia lievitata che richiede un tantinello di tempo nella tecnica e nella preparazione ma voi e le persone con cui fate colazione al mattino ve ne saranno grati in eterno. Nel caso non amaste il cioccolato fondente, potete tranquillamente sostituirlo con i mirtilli rossi disidratati.

INGREDIENTI

Per l’impasto

225 gr. di farina forte;

7 gr. di lievito di birra disidratato;

un uovo;

90 ml. di latte freddissimo;

30 gr. di zucchero semolato;

225 gr. di burro freddissimo.

Per il ripieno

2 pere mature;

55 gr. di burro;

50 gr. di farina di mandorle;

45 gr. di zucchero semolato;

50 gr. di cioccolato fondente a pezzetti;

1 tuorlo;

lamelle di mandorle.

un cucchiaio di zucchero a velo.

PREPARAZIONE

  • Mettete il burro in freezer per almeno 15 minuti mentre in una ciotola capiente metterete la farina, lo zucchero e il lievito. Utilizzando il lato delle scaglie, grattugiate il burro nella ciotola e ricopritelo per bene con la farina. Versate ora nella ciotola il latte e l’uovo e amalgamate il tutto rapidamente senza impastare ma compattando in modo da ottenere una palla avendo cura di non sciogliere il burro;
  •  avvolgete il tutto nella pellicola e mettete in frigo per un paio d’ore durante le quali preparerete il ripieno. Pelate le pere e tagliatele a fettine sottili, nel frattempo mettete in una padella sul fuoco dove avrete scaldato 15 gr. di burro con 15 gr. di zucchero. Fate cuocere per 20 minuti e dopodichè mettete da parte a freddare a temperatura ambiente;
  • trascorse le due ore, togliete l’impasto dal frigo e rovesciatelo su una spianatoia infarinata (se di marmo ancora meglio) e rapidamente stendete a formare un rettangolo 45X15 cm, ripiegate ora il composto su se stesso prendendo un terzo dell’impasto a partire dal basso fino a metà e il terzo a partire dall’altro sopra di esso. Avvolgete il tutto nella pellicola e mettete in frigo per 20 minuti;
  •  trascorsi 20 minuti, togliete l’impasto dal frigo e tenendo il composto avendo la parte aperta alla vostra destra (esattamente come per un libro), stendente il composto sempre a formare un rettangolo 45X15 cm e ripiegatelo in tre parti come avete fatto prima. Riponete in frigo per altri 20 minuti e rifate di nuovo lo stesso procedimento di stesura e piegatura sempre ruotando di 90° e tenendo l’apertura dell’impasto alla vostra destra. NB se per qualunque motivo mentre stendete la pasta vi accorgeste che il burro tende a sciogliersi, mettete l’impasto nuovamente in frigo per altri 15 minuti e poi proseguite a stendere e piegare. Quando avrete completato le stesure e piegature, avvolgete l’impasto con la pellicola e mettetelo in frigo per 1 ora;

  •  nel frattempo preparate la crema frangipane montando con una frusta elettrica il tuorlo, la farina di mandorle, 30 gr. di zucchero e 40 di burro fino ad ottenere una crema densa.  Stendente ora l’impasto a formare un rettangolo cm. 31 X 36 al cui centro metterete la crema frangipane, su cui adagerete il cioccolato a pezzetti e infine le pere. Tagliate ora delle stringe a formare delle frange lungo tutti e due i lati dell’impasto che intreccerete a ricoprire il ripieno;
  • lasciate lievitare a temperatura ambiente per un’ora e nel frattempo preriscaldate il forno a 200° e, completata la lievitazione, infornate per 20 minuti. Sfornate e fate freddare a temperatura ambiente adagiandolo su una gratella da forno. Quando sarà fredda decorate con zucchero a velo e lamelle di mandorle.

Posso darvi un consiglio? Non appena il dolce sarà completamente freddo, assaggiatene subito una fetta. Anche se buonissimo il giorno dopo, la fragranza e il gusto che sprigiona non appena fatto é decisamente unico. Alla prossima e keep in touch.

Torta o biscotto? Shortcake nocciole e mirtilli!

Hezelnut & Blueberry

Credo di aver già affrontato la questione shortcake ma ritengo utile ritornare sull’argomento (non è vero volevo solo mangiare questo dolce). Dunque, la parola inglese short in questo caso non sta per “breve” o “corto” bensì è la troncatura di shortening (che sta per “grasso da usare in cucina”): capite vero che direzione sta prendendo la ricetta? Gli shortcake sono torte, sì,  ma dalla consistenza piuttosto burrosa come un biscotto friabile. Credetemi: il mix è interessante. Questa versione mette insieme il gusto ricco delle nocciole con quello più fresco dei mirtilli. Come si fa? E’ facilissimo, credetemi. Allacciate il grembiule che iniziamo.

ok

INGREDIENTI per una tortiera da 20 cm.

100 gr. di nocciole tostate;

1 cucchiaino di cannella in polvere;

280 gr. di farina 00;

1 cucchiaino e mezzo di lievito in polvere per dolci;

165 gr. di zucchero di canna;

un pizzico di sale;

2 uova;

150 gr. di burro freddo e diviso a dadini;

160 gr. di marmellata di mirtilli;

100 gr. di mirtilli freschi.

zucchero a velo per decorare.

ok

PREPARAZIONE

  • Foderate il fondo della teglia con carta forno e preriscaldate il forno a 180°. Frullate grossolanamente nel mixer con le lame le nocciole e mettetene metà da parte. Aggiungete quindi alle nocciole nel mixer farina, cannella, zucchero, burro e sale;
  • azionate il mixer fino ad ottenere un composto sabbioso a cui unirete le uova che amalgamerete sempre con il mixer. Dividete ora l’impasto in due parti uguali;
  • stendente la prima parte nella teglia in maniera uniforme e fino ai bordi della teglia (NB il composto è appiccicoso e pertanto inumiditevi di tanto in tanto le mani per livellarlo);
  • versate le nocciole tenute da parte nella seconda parte di impasto e amalgamatele. Stendete sul composto nella teglia la marmellata e 50 gr. di mirtilli (NB tenete la marmellata almeno 2 cm. distanti dal bordo del composto);
  • stendete ora la restante parte di impasto sopra lo strato già steso nella teglia facendo attenzione a coprire completamente la marmellata di mirtilli;
  • infornate per 45 minuti o comunque fino a che uno stecchino inserito nel centro della torta non esca asciutto. Sfornate il dolce e, trascorsi 15 minuti, togliete la torta dalla teglia perchè freddi completamente su una gratella da forno. Decorate con zucchero a velo e qualche mirtillo fresco.

ok

Tutte le volte che addento una fetta di questo shortcake mi chiedo se sia più un biscotto o una torta e non riesco a trovare la risposta. Ora però a forza di mangiarne capirò da che parte sta questo shortcake. Alla prossima e keep in touch.

ok

 

I biscotti di Agatha Christie sono i chocolate crinkle cookies

Crinkle Cookies 1

Era da un pò che volevo provarli ma non capivo come fare a personalizzarli. Questi cookies hanno un non so che di elegante ma anche di sinistro: lo so non dovrei parlare male dei dolci, le mie bambine, ma é la sensazione che mi hanno suscitato fin ora. Quella deliziosa spolveratura biancastra li fa sembrare appena usciti da un film di  Agatha Christie. Sono di fatto dei cookies ma crinkle (spiegazzati) e truffle (tartufati, nel senso di morbidi al centro non perché li ha trovati un cane nel bosco). Io li ho aromatizzati con del Grand Marnier per dare un’aggiunta profumata ma potete tranquillamente eliminare il liquore se desiderate. Pronte/i? Partiamo.

INGREDIENTI

80 gr di  farina 00

90 gr. di zucchero semolato

25 gr. cacao amaro in polvere

1 uov0 a temperatura ambiente

25 gr. di burro freddo a cubetti

10 ml. di Grand Marnier

1/2 cucchiaino di lievito in polvere (3 gr.)

50 gr. di zucchero a velo

Crinlke Cookies 3Crinkle Cookies 2

PREPARAZIONE

– Mettete in una ciotola la farina e il cacao setacciati. Unite lo zucchero e il lievito: mescolate il tutto. Unite il burro a dadini e con l’aiuto di una forchetta rendete il composto sabbioso;

– mescolate a parte l’uovo e il liquore (potete cambiare liquore o sostituirlo con un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia). Unite ora il composto liquido a quello solido e mescolate fino ad amalgamare il tutto (non impastate o montate). Mettete il composto ottenuto in frigo per 40 minuti a rassodare;

– accendete il forno a 180° e foderate la leccarda con carta forno. Trascorsi 40 minuti, prendete il composto dal frigo e formatene delle palline grosse come una noce che appiattirete del diametro di 3-4 cm. Versate ciascuna pallina nello zucchero a velo in modo che ne sia perfettamente ricoperta;

– infornate per 12 minuti e ricordate che dovranno restare morbidi al centro. Sfornate e togliete delicatamente dalla leccarda per farli freddare su di una gratella da forno.

Crinkle Cookies 5

Sono decisamente dei biscottini stilosi e soprattutto gustosi. Cielo é andata via la luce, sono un po’ spaventato: mi stringo forte ai miei chocolate crinkle cookies. Alla prossima e keep in touch.

Crinkle Cookies 4