E’ fiorita la torta al cioccolato bianco e passion fruit

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

Per la merenda di Pasquetta neanche a dirlo il dolce l’ho preparato io. Una cosina semplice semplice, giusto per una scampagnata… seee, come no. Ho preparato una torta a tre strati con un curd al frutto della passione e cioccolato bianco. Ho preso la ricetta da sua Maestà Peggy Porschen, l’ho leggermente ritoccata: voi, non diteglielo. Ho pensato che sebbene si tratti di una scampagnata uno non deve necessariamente perdere stile e classe: voi che dite? Mettiamoci al lavoro che, come sempre, l’eleganza costa un pò di fatica.

INGREDIENTI PER LE BASI (DA DIVIDERE IN 3 TORTIERE DA 16 CM)

125 gr. di cioccolato bianco

105 gr. di burro a temperatura ambiente (più un cucchiao circa per ungere le teglie)

175 ml. di latte intero

60 gr. di zucchero di canna

225 gr .di zucchero semolato

2 uova a temperatura ambiente

215 gr. di farina 00

1 pizzico di sale

1 cucchiaio di lievito in polvere (5 gr.)

fiori di zucchero per la decorazione

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

INGREDIENTI PER LA GLASSA

100 ml. di panna

100 gr. di zucchero a velo setacciato

100 gr. di burro morbido

110 gr. di cioccolato bianco a dadini

INGREDIENTI PER IL PASSION FRUIT CURD

200 gr. di polpa di passion fruit (circa 7-8 frutti)

3 tuorli d’uovo

140 gr. di burro

250 gr. di zucchero

2 cucchiai di maizena (amido di mais)

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

PREPARAZIONE (Da fare 24 ore prima)

 Passion fruit curd

– Ricavate la polpa dai frutti della passione e filtratela in modo da togliere la maggior parte dei semi (non necessariamente tutti). Mettete ora la frutta filtrata in un pentolino a passa temperatura e portate a bollore;

– nel frattempo mescolate i tuorli con lo zucchero e la maizena con l’aiuto di una frusta. Versatevi sopra  la polpa calda e rapidamente mescolate evitando di cuocere le uova. Rimettete sul fuoco per far addensare esattamente come fareste con una crema pasticcera e quando il cucchiaio di legno con il quale state girando il curd inizierà a velare, togliete dal fuoco e unite il burro a dadini;

– coprite il curd con della pellicola a contatto direttamente della crema, fate freddare a temperatura ambiente e mettete nel frigo per tutta la notte ad addensare.

Glassa

– Portate a bollore la panna e versatevi dentro il cioccolato bianco a dadini. Spegenete il fuoco e mescolate con una spatola in modo da ottenere una crema liscia e omogenea. Lasciate a temperatura ambiente diverse ore finchè la crema non avrà ottenuto la consistenza del burro morbido;

– montate con il mixer a velocità medio-alta il burro con lo zucchero a velo setacciato fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. A questo punto unite a cucchiaiate la ganache di cioccolato bianco ormai addensata fino ad incorporarla al composto. Conservare a temperatura ambiente (solo nel caso la giornata fosse eccessivamente calda, potete far rassodare la glassa un3 minuti circa in frigorifero).

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

PREPARAZIONE DELLE TORTE E FARCITURA (Da fare il giorno stesso)

-Ungete le tre teglie con del burro fuso e foderatene le basi con carta forno. Preriscaldate il forno a 170°;

– mettete in un pentolino il cioccolato bianco, lo zucchero di canna, il latte e 85 gr.di zucchero semolato portando il tutto a bollore mescolando con una spatola. Dopodiché spegnete e lasciate che il composto raggiunga la temperatura ambiente. Nel frattempo, montate nel mixer il burro e il restante zucchero semolato così da ottenere un composto gonfio e spumoso (vi ci vorranno 6-7 minuti);

– nel frattempo, setacciate in una ciotola la farina, il lievito e il sale;

– unite un uovo per volta al composto del mixer, continuando a mescolare a velocità medio alta. Unite ora in due volte il composto con la farina avendo cura di amalgamare il tutto a velocità bassa e quel tanto che basta per incorporare il tutto. Unite ora a filo il composto sciolto nel pentolino ormai a temperatura ambiente;

– dividete il composto nelle tre teglie e livellatene la superficie prima di infornare per 30 minuti circa (vale la solita prova stecchino). Sfornate e lasciate le teglie per 15 minuti prima di sformare e far freddare completamente su una gratella da forno;

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

– adagiate il primo strato di torta e farcitelo generosamente con il curd ormai rassodato. Coprite con il secondo strato di torta e anche qusto farcitelo con altrettano curd. Coprite con l’ultimo strato e iniziate a ricoprire i lati e il top della torta con la glassa alla cioccolata bianca. Dopodichè, decorate con i fiori di zucchero e con l’aiuto di una sac à poche… sbizzarritevi.  Tenete per una mezz’ora circa la torta in frigo, dopodichè servitela rigorosamente a temperatura ambiente.

La passione per il passion fruit é tutt’altro che inconsueta nella pasticceria inglese e io non potevo che lasciarmi affascinare dal suo sapore pungente e aspro. In questa torta il contrasto con la dolcezza del cioccolato bianco crea un’armonia irresistibile. Date sfogo alla vostra passione per il passion fruit e keep in touch.

 

 

 

Truffle chocolate cake coi fiocchi (fatti con il cuore)

Chocolate truffle cake

Chocolate truffle cake

Sono tornato fresco fresco da Londra dopo aver seguito un altro corso di aggiornamento alla Peggy Porschen Academy. La tutor Naomi Lee ha tenuto un corso sulla lavorazione del cioccolato: temperaggio, decorazioni con fogli trasferibili edibili, tartufi e ganache: il paradiso. Il temperaggio in particolare é un procedimento che serve a ottenere il cioccolato brillante, lucido e plastico, grazie a una particolare cristallizzazione che avviene portando il cioccolato (amaro nel mio caso) prima alla temperatura di 48° e poi, lavorandolo con le spatole sul marmo, a 32°. Tra le altre cose, il cioccolato temperato viene usato per fare splendide decorazioni come questo fiocco realizzato a mano e colorato usando fogli di burro di cacao trasferibili. Durante il corso abbiamo infiocchettato una deliziosa truffle chocolate cake che oltre ad essere buona é risultata irresistibilmente bella. Mettiamoci allora all’opera per un risultato sarà con i controfiocchi.

INGREDIENTI PER LE BASI (DA DIVIDERE IN 3 TORTIERE DA 16 CM.)

210 gr. di burro a temperatura ambiente

250 gr .di zucchero bianco

250 gr. di zucchero di canna

4 uova a temperatura ambiente

365 gr. di farina 00

250 gr. di cioccolato amaro ridotto in tocchetti

1 pizzico di sale

335 ml. di latte intero

1 cucchiaio di estratto naturale di vaniglia

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (5 gr.)

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.)

15 gr. di cacao in polvere

Chocolate truffle cake

Chocolate truffle cake

INGREDIENTI PER LA GANACHE

275 ml. di panna

350 gr. di cioccolato amaro

30 gr. di glucosio

PER LA DECORAZIONE

150 gr. di cioccolato amaro temperato

fogli di burro di cacao trasferibili

PROCEDIMENTO PER LE TORTE (da preparare fino a 24 ore prima)

– Accendete il forno a 170° e foderate le basi delle tortiere con la carta forno mentre i lati interni basterà ungerli bene. Mettete in una pentola il cioccolato, il latte e lo zucchero di canna, dopodiché portate a bollore mescolando con una spatola. Togliete dal fuoco e lasciate che il composto raggiunga la temperatura ambiente ma ricordate di mescolare di tanto in tanto;

– mettete il burro e lo zucchero semolato nel cestello del mixer e montate a velocità medio-alta fino a ottenere un composto gonfio e spumoso (vi ci vorranno 4-5 minuti). Battete leggermente le 4 uova a parte e versatene via via un po’  nel mixer mentre continuerete a montare ricordando di tanto in tanto di mescolare la base del cestello con una spatola;

Chocolate truffle cake

Chocolate truffle cake

– setacciate a parte in una ciotola la farina, il cacao, il bicarbonato, il sale e il lievito e unitelo in due volte al composto del mixer avendo cura di mescolare il tutto con una spatola a mano. Lentamente aggiungete ora il mix di cioccolato e latte che ormai avrà raggiunto la temperatura ambiente avendo cura di tenere la velocità del mixer bassa. Anche in questo caso, mescolate di tanto in tanto il fondo del cestello con una spatola;

– infornate per 35 minuti circa fino alla perfetta cottura che verificherete con la solita infallibile prova stecchino. Sfornate e lasciate le teglie a temperatura ambiente per circa 30 minuti, trascorsi i quali sformate e fate completamente freddare su una gratella da forno.

– Per la ganache, mettete in un pentolino la panna e il glucosio e, non appena inizierà a bollire, versatevi dentro il cioccolato a pezzi. Spegnete immediatamente il fuoco e mescolate fino a ottenere un composto liscio che lascerete a temperatura ambiente diverse ore così da ottenere una consistenza come quella della crema al burro;

Chocolate truffle cake

Chocolate truffle cake

– livellate le tre torte nel caso vi fossero delle gobbe o delle imprecisioni e ponete il primo strato sul piatto da portata. Farcite con della crema sopra la quale adagerete il secondo strato della torta che farcirete con altra crema e completate con il terzo strato anch’esso farcito di ganache. Coprite i lati della torta così come il top ottenendo uno strato liscio;

– riscaldate la ganache avanzata nel microonde per pochi minuti fino a che ritorni allo stato liquido e rendetela perfettamente liscia mischiandola con un mixer elettrico a immersione. Partendo dal centro verso i lati, versate la ganache sulla torta livellando il top con un unico movimento con una spatola. Lasciate rassodare la ganache a temperatura ambiente per alcune ore.

Chocolate truffle cake

Chocolate truffle cake

Chocolate truffle cake

Chocolate truffle cake

– il fiocco è fatto con cioccolato amaro temperato e fogli trasferibili di burro di cacao da applicare quando la ganache sarà rassodata e che terrete insieme con della glassa avanzata come se fosse colla. Divorate…con il cuore

Come dite? Qual è stata la torta più bella tra la mia e quella delle mie classmates? Che domande, la mia! Alla prossima e keep in touch.

Chocolate truffle cake

Chocolate truffle cake

 

Silenzio in sala e che il compleanno cominci! Con la vanilla birthday cake.

Vanilla Birthday cake

Vanilla Birthday cake

Mi hanno chiesto di preparare una torta di compleanno per la mia amica Laura. Laura ha compiuto un’età importante, di quelle che vanno celebrate a dovere. Dovevo mettere insieme un dolce speciale, un compleanno importante e il ruolo di Laura. Si perché  lei dirige un coro gospel a cui sono molto affezionato. Ho deciso di andare sul tradizionale con la vanilla birthday cake  con una farcitura alla cheese cream e Nutella®. Se date un’occhiata alle esibizioni o al sito del Free Voices Gospel Choir capirete il perché del colore blu per la glassa e le stelle argentate. Mi date una mano? Lo prendo per un si e quindi armiamoci di buona volontà e iniziamo.

INGREDIENTI PER LA TORTA (tre tortiere del diametro di 20 cm.)

225 gr. di burro a temperatura ambiente

345 gr. di farina 00

360 gr. di zucchero

4 uova a temperatura ambiente

1 cucchiaino (5 gr.) di lievito in polvere

2 cucchiaini di estratto naturale di vaniglia

un pizzico di sale

250 ml. di latte intero

Vanilla Birthday cake

Vanilla Birthday cake

INGREDIENTI PER LA GLASSA E LA FARCITURA

–  400 gr. di zucchero a velo setacciato

– granella di nocciola

– Nutella ®

– 1/2 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

– 220 gr. di burro a temperatura ambiente

– 350 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia®

– colorante alimentare blu (facoltativo)

– glitter alimentare (facoltativo)

– pasta di zucchero bianca

Vanilla Birthday cake

Vanilla Birthday cake

PROCEDIMENTO 

– Accendete il forno a 180° e imburrate e ricoprite di carta forno le basi delle teglie mentre potrete limitavi a imburrare le pareti.  Montate  con il mixer il burro e lo zucchero finché diventa gonfio, chiaro e raddoppia di volume. Ricordate di tanto in tanto di fermare il mixer e mescolare la base del cestello con una spatola;

– unite al composto, una per volta, le uova e continuate ad amalgamare sempre a velocità alta. Unite anche la vaniglia e amalgamate ancora.  Mescolate – a parte, mi raccomando- la farina setacciata, il lievito e il sale. Unite  alternativamente la farina e il latte (iniziando e finendo sempre con la farina) al composto nel mixer e mescolate a velocità medio bassa quel tanto che basti perché il tutto si amalgami;

– dividete il composto nelle tre teglie e infornate per 25-27 minuti o fin tanto che uno stecchino inserito al centro della teglia non esca completamente pulito. Quando saranno pronte, sfornate le teglie e lasciatele a temperatura ambiente per 10 minuti trascorsi i quali potrete sformare le torte e farle freddare completamente su una gratella. Mentre aspettate che le torte si raffreddino completamente, preparate la glassa (frosting).

– Per la preparazione del frosting, montate il burro e lo zucchero a velo con il mixer a velocità bassa (coprite il cestello con un canovaccio per evitare di essere coperti da una nuvola zuccherina). Quando lo zucchero sarà amalgamato, aumentate la velocità così da montare il composto per 6-8 minuti finché non sarà raddoppiato e risulti gonfio e spumoso. Unite la vaniglia e amalgamate ancora. Unite ora il formaggio spalmabile freddo di frigo e amalgamate per un minuto. (Sentitevi liberi di aumentare o diminuire la quantità di zucchero a velo a piacimento);

– spalmate un primo strato di glassa su uno dei tre strati di torta e cospargete con la granella di nocciola. Adagiatevi sopra un secondo strato di torta che ricoprirete di uno strato di glassa e alcune cucchiaiate di crema tipo Nutella. Mettete ora il terzo strato di torta e preparatevi a coprire la torta esternamente. Se lo desiderate potete colorare la glassa a questo punto (io ho dato un tono blu);

Note e stelle

Note e stelle

Blue Free Voices!

Blue Free Voices!

– cominciate la glassatura con i lati e poi passate al “top” della torta, togliete l’eccesso così da renderla liscia e omogenea. Conservatela in frigo avendo cura di portarla a temperatura ambiente almeno un’ora prima di servirla. Se lo desiderate la potete decorare con dei motivi in pasta di zucchero e del glitter alimentare, ma devo dire che è favolosa già così. Ricordate di applicare le decorazioni in pasta di zucchero dopo che avrete tolto la torta dal frigo.

Devo dire che appena ho completato la torta ho pensato che era talmente bella che non volevo più separarmene, ma poi Laura chi l’avrebbe sentita.

Vanilla Birthday cake

Vanilla Birthday cake

Alla prossima e keep in touch.

I love Brooklyn…Blackout Cake

Black Out Brooklyn CakeDal mio ultimo viaggio negli States ho portato via molte cose: gadget, attrezzi per la pasticceria ma anche colori, profumi, sensazioni e scoperte. Scoperte come quella che ho fatto addentrandomi, da tutti i punti di vista, dentro Brooklyn.  E’ uno dei cinque distretti di New York City ed é vivace, dinamico e ricco di contraddizioni: mille quartieri dentro uno solo. Vabbé, é un pò l’anima di New York. Abbiamo gironzolato per Dumbo e Brooklyn heights, due quartieri vicini al ponte di Brooklyn che dalla fine degli anni ’70 sono passati da aree trascurate a molto chic e trandy conservando però ancora un’anima  bohemien che caratterizza la vita del quartiere. Sono rimasto colpito dalla versione “rustica” di Central Park : Prospect Park. Prospect Park confina con l’elegante zona di Park Slope ricca di negozi ristoranti alla moda. Avevamo voglia anche di una Brooklyn autentica, lontana dai turisti e un pò underground (che linguaggio giovane, eh?). Ci siamo pertanto addentrati in Bushwich seguendo un itinerario alla ricerca di murales suggerito dall’eccellente sito http://www.nuok.it. Bushwich é molto grunge ma si percepisce forte un grande cambiamento: gallerie d’arte e caffé originali che non vedrete mai in altre parti di New York. La trasformazione é però solo agli inizi e questo la rende affascinante (di giorno) un pò pericolosa (di notte). Insomma, tempo 4 o 5 anni sarà la nuova Soho. Tutto questo spiegone per dire che I love Brooklyn e che solo con una torta posso esprimere il mio sentimento per questo distretto. La torta in questione è supercioccolatosa, umida e con una crema leggera e originale: non potrete non amarla come non potrete non amare Brooklyn. Dai, mettiamoci al lavoro

INGREDIENTI PER LA TORTA (tre tortiere del diametro di 20 cm.)

100 gr. di burro a temperatura ambiente

170 gr. di farina 00

260 gr. di zucchero

2 uova a temperatura ambiente

1 cucchiaino (5 gr.) di bicarbonato di soda

1 cucchiaino (5 gr.) di lievito in polvere

1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia

un pizzico di sale

160 ml. di latte intero

45 gr. di cacao amaro in polvere

Black Out Brooklyn Cake

INGREDIENTI PER LA GLASSA

500 gr. di zucchero semolato

un cucchiaio di golden syrup (se non lo aveste sostituitelo con la stessa quantità di sciroppo d’acero o miele millefiori o acacia purché non di castagno)

125 gr. di cacao amaro in polvere

200 gr. di amido di mais (maizena che dir si voglia)

85 gr. di burro a dadini

1/2 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

600 ml. di acqua + altri 200-250 ml. (al massimo)

PROCEDIMENTO PER LA TORTA

– Accendete il forno a 180° e imburrate e ricoprite di carta forno le basi delle teglie (sarà sufficiente invece imburrare le pareti).  Montate intanto con il mixer il burro e lo zucchero finché diventa gonfio, chiaro e raddoppi di volume. Ricordate di tanto in tanto di fermare il mixer e mescolare la base del cestello con una spatola;

– unite una per volta le uova e continuate ad amalgamare sempre a velocità alta.  Dopo aver aggiunto il secondo uovo, unite al composto la vaniglia e mescolate. Setacciate a parte la farina, il cacao, il bicarbonato, il lievito e il sale;

– unite ora all’impasto nel mixer metà del composto appena setacciato e amalgamate ancora a velocità medio-bassa. Dopodichè versate tutto il latte e continuate a mescolare ancora. Finite con la restante farina e mescolate fino a ottenere un composto omogeneo (non eccedete con la velocità del mixer e per non troppo tempo).

– dividete il composto in parti uguali nelle tre teglie e infornate per 25 minuti circa (vale la solita prova stecchino). Sfornate e lasciate freddare per circa un quarto d’ora dopo toglierle definitivamente dalle teglie per farle completamente freddare su una gratella da forno. Nel frattempo preparate la glassa.

Black Out Brooklyn Cake

PROCEDIMENTO PER LA GLASSA

– Mettete in un pentolino 600 ml. di acqua, lo zucchero, il golden syrup (o il sostituto) e il cacao. Mettete sul fuoco e portate a bollore e nel frattempo a parte mescolate in una ciotola la maizena con 200 ml. di acqua fredda (tenetene da parte altri 50 ml. per diluire eventualmente il composto finale);

– appena il composto sul fuoco inizierà a bollire versatevi dentro quello con la maizena mescolando molto velocemente: rapprenderà immediatamente.  Appena rapprende, toglietelo dal fuoco e versatevi dentro il burro a dadini. Mescolate molto e molto velocemente per eliminare ogni grumo e averne un risultato il più liscio possibile (se volete potete aiutarvi anche con un mixer a immersione). Se la crema fosse eccessivamente dura (tenete conto che il risultato deve essere una crema compatta e spalmabile) potete aggiungere 50 ml. di acqua tenuta precedentemente da parte. Versate ora il tutto in una ciotola e fate freddare completamente;

– da ciascuna delle tre torte orma fredde, tagliare un sottile strato di impasto e mettetelo in un frullatore così da ottenere delle briciole. Mettete ora il primo strato di torta sul piatto di portata e farcitelo generosamente. Premete sopra la glassa appena spalmata il secondo disco di torta e farcite anche questo. Terminate con il terzo disco di torta. Ricoprite completamente la superficie e i lati della torta di glassa. Cospargetela con le briciole e ponetela in frigo per un paio d’ore. Servite fette generose da lasciare tutte/i senza fiato.

Black Out Brooklyn Cake

Siete già innamorate/i? Ma no, non di Brooklyn ma della torta? No, vabbé anche di Brooklyn. Alla prossima e keep in touch.

L’antivigilia di Natale é una torta a tre strati, alle fragole e champagne

pink

Il tour de force per le feste è stancante lo so e vi sono vicino, credetemi. Regali, parenti, cibo a non finire. Ecco, però il dolce va fatto da noi lasciando da parte per il momento panettoni e pandori (quelli magari a colazione). Io non solo celebro la vigilia di Natale e il 25 dicembre ma anche l’antivigilia di Natale. Per quest’occasione ho perciò deciso di preparare una torta a tre strati grazie alla tecnica che ho appreso alla Peggy Porschen Academy. Ho però deciso di farla con fragole e champagne perché é di classe e soprattutto perché pochi giorni fa ho rivisto in televisione “Pretty woman” e ne sono rimasto condizionato, diciamo così. La preparazione è un po’ impegnativa ma di sicuro successo.

INGREDIENTI PER LE BASI (DA DIVIDERE IN 3 TORTIERE DA 16 CM.)

240 gr. di burro a temperatura ambiente

240 gr .di zucchero bianco

4 uova a temperatura ambiente

240 gr. di farina autolievitante

1 pizzico di sale

250 ml. di champagne di ottima qualità

1 cucchiaio di estratto naturale di vaniglia

Fragole e champagne

INGREDIENTI PER LA CHEESECREAM

125 gr di burro a temperatura ambiente

300 gr. zucchero a velo setacciato

500 gr. di di formaggio tipo Philadelphia® freddo

marmellata di fragole

colorante alimentare rosa

fragole fresche per decorare

PROCEDIMENTO PER LE TORTE

– Accendete il forno a 180° e foderate le basi delle tortiere con la carta forno mentre i lati interni basterà ungerle bene. Mettete il burro, lo zucchero, la vaniglia e il pizzico di sale nel mixer e montate per bene per almeno 4-5 minuti. Di tanto in tanto fermate il mixer e con una spatola mescolate il fondo del cestello;

– in un caraffa a parte mescolate le uova e cominciate a versarne poco per volta (circa un cucchiaio e mezzo) nell’impasto appena montato mantenendo il mixer a velocità medio-alta. Quando avrete terminato, unite la farina in due volte con il mixer a bassa velocità e quel tanto che basta per unirla al composto;

– dividete il composto nelle tortiere e aiutatevi con una bilancia così da versare esattamente la stessa quantità di impasto in ciascuna delle tre. Livellate il composto appena versato in modo da creare un dislivello nell’area centrale della tortiera così da farla lievitare omogeneamente. Infornate e cuocete per 25 minuti (vale la prova stecchino, secondo la quale se ne inserirete uno dopo i primi 25 e ne uscirà completamente asciutto vorrà dire che le torte sono pronte);

– appena sfornate, bucherellate le torte e spennellatevi sopra ciascuna circa 1 cucchiaio e mezzo di champagne. Lasciate freddare le torte per circa 20 minuti, sformate e fate freddare completamente su una gratella da forno. Lasciate riposare le torte per tutta la notte.

Si stelle

PROCEDIMENTO PER IL FROSTING ALLO CHAMPAGNE

– Montare il burro nel mixer a velocità alta finché diventa spumoso. Aggiungete lo zucchero a velo setacciato e montate per bene per 3 minuti circa (all’inizio amalgamate con il mixer a bassissima velocità altrimenti vi ritroverete immersi in una nuvola zuccherosa). Unite due cucchiai di champagne e montate ancora;

– quando sarà ben montato, unite il formaggio freddissimo e amalgamate a bassa velocità quel tanto che basta per unirlo al composto di burro.

COMPOSIZIONE DELLA TORTA

– se necessario livellate le torte con un coltello in modo da eliminare eventuali irregolarità. Prendete ora il piatto su cui poggerete la torta e spalmatevi un cucchiaio di crema così da fissare la torta. Poggiatevi la prima torta sopra e versatevi due cucchiai di champagne così da inumidirla (con particolare attenzione alle parti più esterne). Versatevi quattro cucchiai di crema e livellate. Poggiate sopra la crema appena spalmata la seconda torta e inumiditela con lo champagne come appena fatto per il primo strato. Versate su questa seconda torta quattro cucchiai di marmellata di fragole. Adagiatevi sopra la terza torta e inumiditela con lo champagne;

IMG_1393

– mescolate del colorante alimentare rosa e un cucchiaio di marmellata di fragole nella restante cheesecream che ora userete per decorare la torta appena assemblata. Iniziate dai bordi e con un spatola lunga, adagiatevi una generosa quantità di crema che spalmerete grossolanamente (in questa fase l’importante è ricoprire la torta non spatolarla). Passate ora al top della torta e ricopritelo con la crema;

– ora che la torta è completamente ricoperta, con l’aiuto di una spatola rimuovete delicatamente l’eccesso di crema dai lati fino ad avere un effetto liscio e preciso. Fate lo stesso con il top. E’ fondamentale fare queste operazioni in un unico movimento per evitare solchi o righe. Queste operazioni hanno bisogno di pratica e manualità per cui non vi dirò che è una banalità farle, ma se vi eserciterete e seguirete mycakeisluka.com non avrete problemi;

– con la crema rimasta fate delle deliziose decorazioni usando una sac à poche con punta a stella. Potete farne lungo la torta o sui lati. Io ho poi adagiato delle lamelle di fragola lungo i lati.

Questa torta è decisamente di classe, stilosa e buonissima. Provatele perché sarà un ottimo esercizio per diventare decoratori e decoratrici da far invidiare suocere, cognate, ecc. Secondo me se Richard Gere  avesse offerto  a Julia Roberts questa torta invece delle sole fragole con lo champagne, il film sarebbe finito in quattro e quattr’otto: chi potrebbe dire di no alla mia torta? Alla prossima e auguri di buon Natale ma soprattutto, keep in touch.

fettainterno