Un (cupcake) macchiato al banco, grazie.

I coffee shop americani sono una delle mie trasgressioni vacanziere negli Stati Uniti. Raramente il caffè é accettabile ma l’atmosfera é sempre accogliente ed entrarci é una vera coccola mentre da noi é tutto più frettoloso. Ho deciso quindi di celebrare il caffè “macchiato” in chiave cupcake. Provateli insieme a me.

INGREDIENTI PER 30 mini cupcake o 14-16 cupcake normali

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

Per le basi

175  gr. di farina

200 gr. di zucchero

2 uova

75 gr. di burro

90 ml di latte intero

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

10 gr. di caffé solubile

Per la glassa

80 gr. di burro a temperatura ambiente

160 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia

160 gr. di zucchero a velo setacciato

10 gr. di caffé solubile.

Per la salsa al caramello

200 gr. di zucchero semolato

25 gr. di burro

50 gr. di panna.

  • Preparate il caramello, mettete lo zucchero in un pentolino insieme a 4 cucchiai di acqua e fate sciogliere fino a che raggiunge la temperatura di 165° con un bel colore ambrato, togliete dal fuoco e aggiungete il burro dopodichè mescolate velocemente. Unite infine la panna precedentemente riscaldata e amalgamate per bene, fate poi freddare a temperatura ambiente fino a che raggiunga una consistenza spalmabile (NB attenti perchè non appena aggiungerete il burro, il caramello inizierà a schizzare per cui siate accorti. Se il caramello dovesse rapprendersi, riportatelo sul fuco fino a farlo sciogliere di nuovo);
  • accendete il forno a 180° e inserite i pirottini in carta per mini cupcake nella teglia apposita. Mettete in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale, il lievito e il burro morbido a dadini, usando i polpastrelli delle mani mescolate fino ad ottenere un composto sabbioso;
  •  a parte mescolate il latte, la vaniglia, le uova e il caffé che ggiungete al composto mescolando con l’ausilio di un mixer elettrico a velocità bassa. MISCHIATE SEMPRE IL MINIMO INDISPENSABILE PER AMALGAMARE GLI INGREDIENTI (vi basterà un minuto in questo caso). Mettete un cuchiaino di impasto per ciascun pirottino e infornate per 10 minuti, verificando la cottura con la solita prova stecchino;

  • sfornate e fate freddare un paio di minuti prima di togliere i pirottini dalla teglia e adagiarli su una gratella da forno perchè freddino completamente. Nel frattempo preparate la glassa mettendo il burro e lo zucchero a velo setacciato nel mixer che coprirete con un canovaccio per evitare di essere avvolti da una nuvola zuccherina.
  • Mescolate il tutto a velocità media per circa 3-4 minuti finché non sarà amalgamato e inizierà a montare. Aggiungete  a questo punto il caffé e il formaggio mescolando a velocità bassa per trenta secondi N.B. Se per qualunque ragione la glassa dovesse risultare lenta, mettetela in frigo a rassodare prima di decorare i cupcake;
  • decorate ora i cupcake con della glassa aiutandovi con una sac à poche con punta a stella e del caramello aiutandovi con un cucchiaino. Gustate con aria di chi aspetta un bar al bancone.

Il gusto deciso del caffé, lo sprint del caramello e la coccola che sta in un cupcake mignon che libera anche da ogni senso di colpa: enjoy your macchiato. Alla prossima e keep in touch.

Cheesecake al caramello salato: non una ma dodici volte, si.

MiniSaltedCaramelCheesecake

La filosofia americana del bigger is better non sempre é condivisibile in materia di dolci, per quanto mi riguarda. A volte lo stesso dolce presentato in tante piccole monoporzioni, concilia gusto e coscienza.  Talvolta, ci si sente meno in colpa a mangiare uno o due dolcetti invece che una fetta vera e propria della stessa delizia. Per rendere l’idea di come questa filosofia faccia parte del mio approccio alla pasticceria, ho deciso di raccontarlo attraverso un dolce diviso in 12 piccole porzioni guilt-free: cheesecake al caramello salato. Volete anche voi abbattere i sensi di colpa e gustare non una,
ma due (forse anche tre) piccole cheesecake? Mettiamoci all’opera.

ok

INGREDIENTI PER 12 mini cheesecake

Per la base

120 gr. di biscotti tipo Digestive®

65 gr. di burro sciolto

15 gr. di zucchero semolato

INGREDIENTI PER LA CREMA

450 gr. di formaggio fresco tipo Philadelphia® (rigorosamente a temperatura ambiente);

120 gr. di zucchero semolato;

2 uova;

125 gr. yogurt magro;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

1/4 di cucchiaino di sale;

15 gr. di farina 00;

ok

INGREDIENTI PER IL CARAMELLO SALATO

100 gr. di zucchero semolato;

45 gr. di burro a dadini;

100 ml. di panna liquida (quella da montare mi raccomando, non quella da cucina);

2 gr. di sale (l’ideale é il sale Maldon o il Fleur de sel. Se non l’aveste, utilizzate tranquillamente quello fino)

PREPARAZIONE

  •  Tritate finemente con il mixer i biscotti e amalgamateli con il burro fuso (NB non caldo!) e lo zucchero. Inserite nella teglia per muffin 12 pirottini di carta e distribuite circa un cucchiaio di impasto sul fondo di ciascuno di essi. Premete con il dorso di un cucchiaio così da avere una base compatta e omogenea. Mettete la teglia in freezer per 30 minuti. Preriscaldate il forno a 150°;
  •  amalgamante con un cucchiaio di legno o una spatola il formaggio, lo zucchero, la farina, il pizzico di sale e la vaniglia fino ad ottenere un composto omogeneo. Unite un uovo per volta continuando ad amalgamare e terminate con lo yogurt mescolando il tutto con una spatola. (NB: i trucchi per un’ottima cheesecake sono la temperatura ambiente degli ingredienti soprattutto del formaggioed evitare di incorporare troppa aria quando mescolate così da impedire alle cheesecake di gonfiare in cottura procurando delle antiestetiche crepe in superficie);
  • mettete a scaldare un pentolino con circa due bicchieri di acqua mentre nel frattempo avrete tolto la teglia dal freezer e riempito i pirottini quasi fino all’orlo con la crema. Adagiate la teglia sulla leccarda da forno sulla quale infine verserete l’acqua bollente (NB fate attenzione a che l’acqua non entri in contatto con la crema dei pirottini) creando così una sorta di bagno maria;

ok

  • infornate per 25 minuti avendo cura che il centro delle vostre mini cheesecake sia leggermente tremolante quando le sfornerete. Lasciate freddare a temperatura ambiente per poi mettere la teglia in frigo per almeno 4 ore. Nel frattempo preparate il vostro caramello salato;
  • mettete pertanto in un pentolino antiaderente basso e largo lo zucchero che farete sciogliere a fuoco basso (NB non mescolate lo zucchero finchè non sarà completamento sciolto ma roteate solo di tanto in tanto il pentolino). Quando lo zucchero sarà completamente sciolto, aggiungete il burro e mescolate velocemente. Non appena il burro sarà sciolto, togliete il pentolino dal fuoco e aggiungete la panna (NB mescolate velocemente ma attente/i agli schizzi) e mescolate ad ottenere una salsa densa. Unite infine il sale e mescolate ancora, versate dunque in un barattolo così che freddi e addensi ulteriormente (il caramello salato si conserverà in frigo fino a due settimane). Se il caramello quando aggiungerete la panna tenderà a cristallizzare, rimettetelo sul fuoco per pochi secondi mescolandolo e otterrete la salsa della giusta consistenza o eventualmente aggiungete semplicemente uno o due cucchiai di panna in più e mescolate ancora;
  • togliete ora le minicheesecake dai pirottini e versatevi sopra un cucchiaio scarso di caramello salato: servite senza senso di colpa alcuno. NB (Nel caso non aveste la teglia da muffin, potete usarne una della dimensione di 20 cm. di diametro con le medesime dosi indicate nella ricetta).

ok

Così piccole ed eleganti non possono che essere innocenti: provo a mangiarne un’altra per capire se sono davvero non mi suscitano alcun senso di colpa. Alla prossima e keep in touch.

C’è qualcosa di più inglese della “Apple crumble cake”?

ok

La risposta alla domanda é si, esiste qualcosa di più inglese ma per me la apple crumble cake con crema inglese e una puntina di salsa toffee, é il dolce più britannico che c’è. Ho un ricordo preciso della prima volta che lo mangiai: ero a Londra, of course, da solo, in un coffee shop e fuori pioveva. Detta così la storia prende un taglio triste ma non lo é, credetemi. Il coffee shop in questione é nell’East end vicino alla fermata della metro di Aldgate east e io volevo una coccola gastronomica. Non una di quelle cose chic e raffinate ma rustica e verace come un abbraccio inaspettato magari un tantinello energico ma alla fine piacevole. La risposta stava in una porzione di una apple crumbe cake coperta di custard tart che la mia vinica di tavolo stava gustando e tra poco anche io, anzi anche voi. Quindi pronte/i con grembiule e ciotola che si comincia.

ok

INGREDIENTI (una tortiera 30×30 cm.)

Per la torta

200 gr. di mele (tipo renette o Granny smith);

200 gr. di burro morbido;

180 gr. di zucchero di canna;

un pizzico di sale;

2 uova a temperatura ambiente;

succo di mezzo limone;

200 gr. di farina 00;

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (5 gr.);

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.);

Per la crema inglese

250 ml. di panna;

3 uova;

50 gr. di zucchero semolato;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

Per il crumble

80 gr. di zucchero di canna;

80 gr. di burro freddissimo tagliato a dadini;

150 gr. di farina;

2 cucchiai di latte freddissimo;

Per la salsa toffee

65 gr. di zucchero di canna;

65 gr. di burro tagliato a dadini;

4 cucchiai di panna.

ok

PREPARAZIONE

– Cominciate dal crumble mettendo farina, zucchero e burro in una ciotola, quindi  lavorate il tutto con i polpastrelli o una forchetta, fino ad ottenere un composto sbriciolato. Unite il latte e compattate il composto in briciole leggermente più grosse e mettete da parte. Pelate e tagliate le mele a fettine sottili, mettetele in una ciotola e irrorate con il succo di limone;

– foderate la teglia con carta forno, preriscaldate il forno a 160° mentre in un mixer montate a crema burro e zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite un uovo per volta e continuate a mescolare a velocità medio alta e alla fine unite la farina, il lievito, il bicarbonato ed il sale setacciati, mescolando il minimo indispensabile per ottenere un composto omogenea;

– versate il composto nella teglia, coprite la superficie con le mele che a loro volta coprirete con il crumble. Infornate per 45 – 55 minuti, tenete presente che in ogni caso vale la prova stecchino. Sfornate e fate freddare per 10-15 minuti prima di togliere dalla teglia e far freddare;

ok

– nel frattempo preparate la salsa toffee mettendo lo zucchero e il burro in un pentolino sul fuoco avendo cura di non mescolare ma semplicemente facendo roteare la pentola. Appena inizierà a bollire unite la panna, mescolate velocemente e togliete dal fuoco;

– per la salsa inglese, mescolate in una ciotola tutti gli ingredienti che metterete poi in un pentolino a fuoco medio – basso finché addensi leggermente (NB non deve in nessun caso bollire!);

– tagliate ora la torta a quadrati, versate su ciascuna porzione  un cucchiaio salsa toffee e uno di crema inglese tiepida: provate resistere se riuscitie.

ok

Dite la verità, volete già la tessera onoraria del fun club “Io amo la apple crumble cake”. D’accordo, vi cedo la mia ma solo in prestito. Alla prossima e keep in touch.

Uk vuol dire Sticky toffee cupcake con glassa al caramello

Sticky Toffee Cupcake

Parto per Londra a far torte, glasse e decorazioni. Come per il precedente viaggio-studio alla Peggy Porschen Academy, anche questa volta vi racconterò tutti i segreti e i trucchi che apprenderò altrimenti che foodblogger sarei? La scuola in questione questa volta sarà la Squires Kitchen  internazionalmente accreditata e professionalmente quotata. Prima di dirci arrivederci, vi ho dedicato questo cupcake ispirato a un pudding inglese: dolce, soffice e carico di tentazioni.

INGREDIENTI PER 14 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

180 gr. di farina autolievitante

140 gr. di zucchero di canna

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

2 uovo

80 gr. di burro

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

180 gr. di datteri

un pizzico di sale

60 gr. di gherigli di noci tagliati grossolanamente

Union Jack

INGREDIENTI PER LA GLASSA

160 gr. di burro a temperatura ambiente

120 gr. di zucchero a velo setacciato

40 gr. di caramello (più un paio di cucchiai a parte)

IMG_6957

PREPARAZIONE

– Mettete a bagno i datteri in 170 ml di acqua calda per 30 minuti. Accendete il forno a 190° e inserite i pirottini da muffin dentro la teglia apposita. Montate a crema con il mixer a velocità alta per 5 minuti circa, il burro con lo zucchero. Aggiungete un uovo per volta avendo cura di fermare il mixer ogni tanto e mescolare con una spatola il fondo del cestello. Abbiate cura inoltre di aggiungere il secondo uovo solo dopo aver completamente amalgamato il primo. Dovrete mescolare per 2-3 minuti almeno ottenendo un composto chiaro e gonfio;

– unite la vaniglia e mescolate. Mescolate in una ciotola a parte la farina, il sale e il bicarbonato che aggiungerete in due volte mescolando a bassa velocità e quel tanto che basta per amalgamare la farina. Strizzate grossolanamente i datteri e uniteli al composto. Mescolate con una spatola. Unite le noci e mescolate ancora;

– versate nei pirottini e infornate per 16-18 minuti (vale la solita prova stecchino). Sfornate e dopo circa 5 minuti togliete i pirottini e fate freddare i cupcake completamente a temperatura ambiente;

– per il frosting, montate a crema il burro finchè non diventa gonfio e spumoso. Unite il caramello e continuate a montare per un paio di minuti. Unite lo zucchero a velo setacciato e continuate a montare (se desideraste un composto più dolce, unite tranquillamente del caramello);

– spennellate leggermente il top dei cupcake con del caramello e procedete ora con la decorazione usando il frosting al caramello e una sac à poche con punta a stella.

IMG_6955