Muffin del buon risveglio.

Breakfast muffin

Il risveglio é un momento importante della giornata ma a volte anche un tantinello complicato. Io quindi ho pensato a come dare uno sprint goloso alle vostre mattine e alle vostre colazioni: come? Scopritelo preparando con me questi muffin golosissisimi,

ok

INGREDIENTI (per 8 muffin)

225 gr. di farina 00;

un pizzico di sale;

2 cucchiaini di lievito in polvere (10 gr.);

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (5 gr.)

1 uov0;

180 gr. di yogurt intero;

40 ml. di latte;

130 gr. di zucchero semolato;

un paio di cucchiai di miele;

50 gr. di fiocchi d’avena;

125 gr. di lamponi e/o mirtilli freschi.

ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 200° e  inserite i pirottini da muffin nell’apposita teglia. In una ciotola mescolate yogurt, latte, l’uovo. In una seconda ciotola mescolate la farina con lo zucchero, il lievito, il bicarbonato, il sale e i frutti rossi avendo cura che non si spappolino (NB Tenete da parte una decina di mirtilli o lamponi che adagerete sulla cima del muffin crudo prima di infornarlo);
  • unite ora il composto liquido a quello con la farina mescolando il minimo indispensabile per amalgamare il tutto N.B. se monterete l’impasto o anche solo lo amalgamerete troppo, i muffin diventeranno duri come pietre. Mettete ora il composto in frigo per 30 minuti;

ok

  • trascorsa mezz’ora, dividete il composto negli otto pirottini sulla cui sommità cospargerete l’avena e un paio di frutti rossi. Infornate per 10 minuti trascorsi i quali abbasserete la temperatura del forno a 180° e cuocerete per altri 15 minuti o comunque fino a cottura ultimata che verificherete con l’infallibile prova stecchino;
  • sfornate e immediatamente fate cadere su ciascun muffin caldo un cucchiaino di miele. Gustate con aria mattiniera.

ok

La colazione senza senso di colpa: Muffin allo sciroppo d’acero e lamponi

muffin lamponi

Nella mia testa lo sciroppo d’acero rende tutto più salutare e mi fa sentire meno colpevole se mangio un dolcino di troppo a colazione. Non sono sicuro che lo sciroppo d’acero sia più salutare dello zucchero ma mi piace tanto pensarlo e poi un sapore così avvolgente fa sicuramente bene quantomeno all’anima. Ecco, in un paio di righe vi ho riassunto il mio stato d’animo stamattina al termine della colazione. Volete scoprire come e perché? Allacciate il grembiule e partiamo.

ok

INGREDIENTI (per 9 muffin)

250 gr. di farina 00;

un pizzico di sale;

2 cucchiaini di lievito in polvere (10 gr.);

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (5 gr.)

2 uova;

50 ml. di sciroppo d’acero (se non l’aveste, sostituitelo con del miele) + un cucchaio e mezzo per fare la glassa;

140 gr. di zucchero semolato;

2 cucchiai di olio di semi (non di oliva);

50 gr. di yogurt magro;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

100 gr. di burro sciolto a microonde;

150 gr. di lamponi freschi;

3 cucchiai di zucchero a velo.

ok

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 180° e inserite i pirottini nell’apposita teglia. In una ciotola setacciate la farina, il lievito, il sale, il bircabonato e  lo zucchero con la scorza d’arancia. In un’altra ciotola mescolate le uova, il burro sciolto, lo yogurt, 50 ml. di sciroppo d’acero (miele nel caso non aveste lo sciroppo d’acero) e la vaniglia. Aggiungete 2/3 dei mirtilli nel composto con la farina;

– versate ora il composto liquido in quello con la farina e mescolate il minimo indispensabile per amalgamare il tutto. NB l’impasto dovrà essere grossolano e amalgamato pochissimo altrimenti rischiate di avere un risultato pesante. Versate ora un paio di cucchiai “generosi” in ciascun pirottino e aggiungete infine i restanti mirtilli;

ok

– infornate per 22-25 minuti e verificate la cottura con la tradizionale prova stecchino. Sfornate e lasciate i muffin nella teglia 5 minuti prima di adagiarli su una gratella da forno perchè freddino completamente. Nel frattempo preparate una glassa densa mescolando lo zucchero a velo con un cucchiaio e mezzo di zucchero a velo che verserete sopra i muffin lasciando che addensi a temperatura ambiente. Decorate con un mirtillo se ve ne foste avanzato uno.

ok

Io li trovo buonissimi, invitanti e poi il profumo dello sciroppo d’acero  ( o di miele…) gli dona un’aria innocente al punto da non poter che mangiarne un altro. Alla prossima e keep in touch

Miss Berry Cheesecake

Berry Cheesecake

Se dovessi pensare ad un frutto che meglio rappresenta questo periodo dell’anno a metà tra la primavera e l’estate, mi verrebbero in mente subito i frutti rossi: fanno tanto gita in camporella, no? Se poi mi chiedete come celebrarli a dovere, vi rispondo in una cheesecake ma non limitandomi ad usarli come decorazione bensì anche nell’impasto: un’esplosione di gusto. Non ci credete? Allacciate il grembiule perchè si parte.

ok

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA APRIBILE DA 20 CM

100 gr. di burro sciolto;

220 gr. di biscotti Digestive;

600 gr. di formaggio tipo Philadelphia® a temperatura ambiente;

3 uova a temperatura ambiente;

125 gr. di zucchero;

25 gr. di maizena o farina 00;

1 cucchiaino (5 ml.) di estratto di vaniglia;

100 gr. di frutti di bosco (io ho usato lamponi e mirtilli) oltre ad altri 70 gr. circa per la decorazione;

un paio di cucchiai di marmellata di lamponi o ai frutti di bosco;

un cucchiaio di succo di limone;

5 o 6 fragole per la decorazione.

ok

 

PREPARAZIONE 

– accendete il forno a 160° e intanto frullate nel robot da cucina i biscotti e riduceteli in polvere . Aggiungetevi il burro sciolto a microonde o a bagno maria amalgamando uniformemente il tutto che distribuirete uniformemente  sul fondo  e sulle pareti della tortiera foderata precedentemente con carta forno . Mettete ora la teglia nel freezer per 30 minuti mentre preparerete il ripieno;

– Mescolate con una frusta preferibilmente a mano il formaggio, lo zucchero e la maizena o farina così da ottenere un composto omogeneo. (NB non montate troppo il composto se non volete che cresca eccessivamente in cottura creando delle antiestetiche crepe e rigonfiamenti sulla superficie). Aggiungete un uovo per volta e continuate ad amalgamare con la frusta (quel tanto che basta per incorporare ogni singolo uovo) e infine unite la vaniglia. Mettete ora un pentolino sul fuoco con due bicchieri d’acqua a sobbollire;

– ricoprite grossolanamente 100 gr. di frutti di bosco con della farina, versate 2/3 dell’impasto nella teglia che avrete tolto dal freezer dopodichè versatevi sopra i frutti di bosco che ricoprirete con il restante impasto. Foderate l’esterno della tortiera con della carta alluminio e adagiatela in una tortiera più grande dentro cui verserete l’acqua bollente così da far cuocere la vostra cheesecake a bagno maria;

ok

–  infornate per 50-60 minuti fin tanto che i bordi esterni della torta saranno ben fermi e il centro ancora leggermente “tremolante”, spegnete il forno e lasciatevi la torta dentro con lo sportello socchiuso. Dopo circa un’ora, togliete la teglia dal forno e lasciatela freddare a temperatura ambiente per poi mettetela in frigo per almeno 6 ore o ancor meglio per tutta la notte;

– potete quindi togliere la cheesecake dalla teglia (NB Io dopo aver tolto l’anello, capovolgo la teglia su un piatto  così da togliere la base e la carta forno e infine ricapovolgo il dolce sul piatto da portata. Se temete quest’operazione, potete tranquillamente lasciare la cheesecake nella base della tortiera), mescolare a parte la marmellata e il succo di limone che spalmerete nel centro della torta e su cui infine adagerete i restanti frutti rossi. Gustate con gioia primaverile.

ok

Che dite un gusto più primaverile o estivo? Ne mangio un’altra fetta per scoprirlo. Alla prossima e keep in touch.

Crumble cake ai lamponi

Raspberry

Un dolcino veloce con la seconda frutta che preferisco: i lamponi. Si, la seconda dopo il limone perchè mi sa che io preferisco i gusti pungenti purchè ricoperti di zucchero: sono dolcemente complicato, insomma. Il dolce in questione è un crumble adagiato su una soffice torta alla vaniglia con un sapore aspro, dato proprio dai lamponi, che rende questa delizia una vera armonia di sapori. Non ci credete? Legate il grembiule e tirate fuori le ciotole.

ok

INGREDIENTI per un teglia quadrato da 20 cm

225 gr. di farina 00;

30 ml di olio di semi;

110 gr. di zucchero semolato;

1 uovo a temperatura ambiente;

120 ml. di latte intero;

un pizzico di sale;

170 gr. di lamponi freschi;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

2 cucchiaini di lievito per dolci (10 gr.).

Per il crumble

375 gr. di farina;

175 gr. di zucchero;

1-2 cucchiai di latte freddo.

225 gr. di burro morbido a dadini;

ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 170° e foderate la teglia con carta forno. Iniziate dalla preparazione del crumble mettendo farina, zucchero e burro in una ciotola che ridurrede a un composto con delle briciole grossolane impastando con i polpastrelli. Unite uno o al massimo due cucchiai di latte per avere briciole più compatte. Mettete da parte;
  • preparate la torta mettendo in una ciotola farina setacciata, lievito, sale e zucchero mentre in un’altra mescolate uova, vaniglia, latte e olio. Versate il contenuto di questa seconda ciotola nella prima e amalgamate quel tanto che basta per avere un composto omogeneo a cui aggiungerete i lamponi amalgamando ancora senza schiacciare la frutta;
  • versate il composto ottenuto nella teglia e ricoprite con il crumble, infornate per 25-30 minuti (verificate con la buona vecchia prova stecchino). Sfornate e lasciate la teglia a temperatura ambiente per 10 minuti prima di togliere il dolce e adagiarlo su una gratella perchè freddi completamente. Gustate con aria pungente.

ok

Veloce, buono e goloso: davvero volete qualcosa di più da un dolce. E’ anche asprigno quindi fossi in voi non lo farei arrabbiare. Alla prossima e keep in touch.

ok

 

Frutta piccina picciò per un dolce piccino picciò: mini cheesecake ai frutti di bosco

Mini Berry Cheescake

Non so come la pensiate voi, ma io fatico a capire quando la frutta sia davvero di stagione. A grandi linee so che le ciliegie le trovo a maggio e i fichi a settembre ma quelli che proprio mi disorientano sono i frutti di bosco: sono estivi? Invernali? Sempreverdi. Proprio mi confondono, poi ci si mette pure la Scozia. Si, perchè ho letto un articolo in cui si dice che la Scozia ha il clima ideale per la crescita e maturazione dei lamponi: non troppo caldo e sufficientemente umido. Ma insomma, qualcuno o qualcosa mi venga in aiuto! Un dolcino a tema potrebbe chiarirmi le idee e allora mettiamoci al lavoro.

ok

INGREDIENTI PER 12 mini cheesecake

Per la base

100 gr. di biscotti tipo Digestive®

60 gr. di burro sciolto

15 gr. di zucchero semolato

un cucchiaino di scorza di limone

INGREDIENTI PER LA CREMA

450 gr. di formaggio fresco tipo Philadelphia® (rigorosamente a temperatura ambiente)

140 gr. di zucchero semolato

2 uova

125 gr. yogurt magro ai frutti di bosco

1 cucchiaino di scorza di limone

1/4 di cucchiaino di sale

15 gr. di farina 00

INGREDIENTI PER LA GELATINA

125 gr. di lamponi

2 fogli di gelatina (colla di pesce)

mirtilli.

ok

PREPARAZIONE

– Tritate finemente con il mixer i biscotti e amalgamateli con il burro fuso, la scorza di limone e lo zucchero. Inserite nella teglia per muffin 12 pirottini di carta e distribuite circa un cucchiaio di impasto sul fondo di ciascuno di essi. Premete con il dorso di un cucchiaio così da avere una base compatta e omogenea. Mettete la teglia in freezer per 30 minuti. Preriscaldate il forno a 150°;

– amalgamante con un cucchiaio di legno o una spatola il formaggio, lo zucchero, la farina, il pizzico di sale e la scorza di limone fino ad ottenere un composto omogeneo. Unite un uovo per volta continuando ad amalgamare e terminate con lo yogurt mescolando il tutto con una spatola.

NB: i trucchi per un’ottima cheesecake sono la temperatura ambiente degli ingredienti (soprattutto del formaggio) ed evitare di incorporare troppa aria quando mescolate così da impedire alle cheesecake di gonfiare in cottura procurando delle antiestetiche crepe in superficie;

ok

– Infornate per 25 minuti, fate freddare a temperatura ambiente e, dopodiché, mettete la teglia in frigo per almeno 4 ore. Trascorso questo tempo, preparate la gelatina. Frullate i lamponi e setacciatene il succo così da eliminare i semi. Mettete la colla di pesce in ammollo  in acqua fredda per un paio di minuti e scaldate in un pentolino il succo di lamponi. Appena avrà raggiunto il bollore, strizzate la gelatina dall’acqua in eccesso e versatela nel pentolino che avrete precedentemente tolto dal fuoco. Mescolate accuratamente e fate freddare a temperatura ambiente;

–  ricoprirete ciascuna cheesecake con un cucchiaio di gelatina ormai fredda e rimettete la teglia  in frigo per almeno un’ora  così che la gelatina si addensi. Trascorso questo tempo, togliete le cheesecake dalla teglia ed estraetele dal pirottino decorandole con alcuni lamponi. Queste delizie si conservano in frigo per 4 giorni (ammesso che ci arrivino).

ok

Tradizione VS innovazione: pace fatta con la caramel berry upside down

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

Sono sempre combattuto e affascinato dalla tradizione e dall’innovazione. L’upside down cake é una torta tradizionale americana rovesciata, vale a dire la base (generalmente di ananas) diventa il top non appena sfornata. La vidi per caso in una bella vetrina di una bakery in New Hampshire l’anno scorso e la trascurai perché mi ricordava l’unica (dico l’unica) torta che a mia madre riuscisse e pertanto faceva molto frequentemente.  Ho poi deciso di prepararla, utilizzando però i frutti di bosco addolciti da uno strato di caramello, in nome dell’innovazione s’intende.

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA DEL DIAMETRO DI  24 cm.

175 gr. di burro (più un cucchiaio per ungere la teglia)

240 gr. di farina 00

200 gr. di zucchero semolato

140 gr. di zucchero di canna

60 ml di acqua

3 uova a temperatura ambiente

2 cucchiaini (10 gr.) di lievito in polvere

1 cucchiaio di melassa (facoltativo)

un pizzico di sale

40 ml. di latte intero

200 ml di panna acida

1 cucchiaio di melassa

230 gr. di frutti di bosco freschi

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

PROCEDIMENTO 

– Sciogliete un cucchiaio di burro al microonde e ungete la base e i lati della teglia. Dopodiché foderate la base con carta forno. Mettete da parte mentre preparate il caramello;

– in un pentolino mettete 60 gr. di burro, lo zucchero di canna, l’acqua e, se l’avete, la melassa. Mettete sul fuoco medio-basso fino a portare a bollore e fate bollire per un paio di minuti avendo cura di non mescolare MAI con un cucchiaio il contenuto, fate solo di tanto in tanto roteare il pentolino. Appena pronto, versate il caramello sulla base della teglia foderata di carta forno. Mettete da parte e nel frattempo preparate la torta;

– accendete il forno a 180°  e foderate la leccarda con la carta forno, o pellicola di alluminio, sulla quale adagerete la teglia. Setacciate la farina con il lievito, lo zucchero semolato ed il sale e mettete da parte. Versate nella ciotola del mixer  la panna acida, il latte e il primo uovo montando a velocità media. Aggiungete via via le altre uova avendo cura che la precedente sia completamente assorbita. Intanto sciogliete i restanti 115 gr. di burro nel microonde e unitelo al composto nel mixer. Montate per un paio di minuti;

– unite metà del misto di farina al composto nel cestello del mixer e mescolate a velocità bassa, quel tanto che basta per far amalgamare il tutto. Fate lo stesso con la restante metà del composto. Nel frattempo mettete i frutti di bosco sul caramello ormai freddo, avendo cura di non lasciare spazi vuoti, dopodiché versate l’impasto del mixer sui frutti di bosco. Infornate per 50-55 minuti: come sempre vale la prova stecchino;

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

– sfornate e lasciate a temperatura ambiente per circa 15 minuti ma quando la torta è ancora calda passate lungo i bordi la lama di un coltello, così che sarà più facile estrarla dalla teglia. Trascorsi i 15 minuti sfornate e lasciate raffreddare ma sappiate che tiepida è strepitosa. Conservate a temperatura ambiente.

N.B. Se non trovaste la panna acida potete prepararla montando metà parte di panna fresca a cui aggiungerete metà parte di yogurt (preferibilmente greco)ed un un cucchiaino di succo di limone.

Il risultato é incredibilmente umido, dolce e dai sapori contrastanti: insomma eccezionale. No, non é vero che sono combattuto tra innovazione e tradizione:  punto all’innovazione lasciandomi ispirare dalla tradizione.  In realtà non sono così sicuro e credo di dover mangiare un’altra fetta di questa torta per capirlo. Alla prossima e keep in touch.

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

Le parole dolci che girano in testa: Swirl

A volte mi capita di innamorarmi di alcune parole e faccio di tutto per usarle. Mi é successo con “sfizioso”, poi con “stoccare” e ora é la volta della parola inglese swirl (letteralmente turbine o ricciolo). Ho messo insieme questa passione linguistica con una bella alzatina monoporzione per cupcake e ho creato questo Raspberry Swirl Cheesecake Cupcake adagiato su una purea di lamponi. Come le altre volte, seguono gli ingredienti il procedimento e regole d’oro da urlo.

INGREDIENTI PER LE BASI

100 gr. di biscotti al cioccolato

65 gr. di burro sciolto

15 gr. di zucchero

INGREDIENTI PER LA CREMA

450 gr. di formaggio Philadelphia

130 gr di zucchero

2 uova

1/2 cucchiaino di vaniglia

120 gr. di panna acida (in caso non la trovaste, usate lo yogurt naturale)

1 pizzico di sale

15 gr. di farina 00

INGREDIENTI PER LA PUREA DI LAMPONI

180 gr. di lamponi freschi

30 gr. di zucchero

PROCEDIMENTO

– accendete il forno a 180° e inserite 12 pirottini da cupcake in una teglia per muffin;

– mettete i biscotti nel mixer insieme allo zucchero e sminuzzateli fino a farli diventare una polvere;

– versate il burro sciolto nel composto di biscotti ed amalgamatelo;

– mettete ora una cucchiata circa dell’impasto appena fatto sul fondo di ciascun pirottino e premete con il cucchiaio, o con il fondo di un bicchiere, per livellarlo bene;

– mettete la teglia con le sole basi di biscotto nel forno per 8 minuti. (A differenza di molte ricette che prevedono un passaggio in frigo delle sole basi, io le passo invece in forno. Questo renderà le basi più croccanti ed eviterà che si inzuppino troppo dando un effetto “bagnato” al dolce. Regola d’oro n° 1 delle cheesecake: passare le basi in forno);

– trascorsi gli 8 minuti, tirate la teglia fuori dal forno e lasciate freddare;

– abbassate il forno a 160°;

– nel frattempo, lavorate il formaggio Philadelphia a temperatura ambiente (mai usare per le cheesecake nessun ingrediente freddo ma sempre a temperatura ambiente, compreso il formaggio Philadelphia. Regola d’oro n° 2 delle cheesecake) rendendololo una crema;

– aggiungete lo zucchero e proseguite a mescolare. Di tanto in tanto fermate il mixer e mescolate con una spatola per essere sicuri che tutto il composto sia ben amalgamato;

– aggiungete un uovo per volta e proseguite a mescolare fin tanto che il composto si ben mescolato senza eccedere perché non dovrà montare, cioé non dovrà incorporare troppa aria (Regola d’oro n° 3 delle cheesecake);

– aggiungete la vaniglia e la panna acida (o lo yogurt) e mescolate ancora un pò;

– unite ora la farina setacciata e mescolate con una spatola;

– per la purea di lamponi, dovrete mettere i lamponi lavati e asciugati in un mixer insieme allo zucchero e frullare finché completamente amalgamati. Passate il composto al setaccio per eliminare evetuali semi;

– mettete un cucchiaio di crema sulla base di biscotto e fateci cadere sopra due o tre gocce di purea;

– ricoprite con altra crema fino quasi al bordo del pirottino (non rischiate come per i cupcake che strabordi);

– versate ancora delle gocce di purea e poi con un stecchino fate dei ghirigori astratti facendo attenzione a non bucare la base di biscotto;

– dopo che avrete fatto questa operazione per tutte le cheesecake mettete la teglia in forno per 20 minuti e fin tanto che la crema sarà rappresa (non scurendo, mi raccomando) ma ancora un pò morbida nel centro;

– togliete la teglia dal forno e fate freddare a temperatura ambiente e poi almeno tre ore in frigo;

– togliete le cheesecake dal pirottino e servite con la purea oppure senza tanto sono eccezionali in ogni caso

Allora, qual é la vostra parola del momento? Se me la dite, prometto che provo a fare un dolcetto con quella più carina e ardita. Keep in touch.