Dall’australia con le more: friand

FRIAND

L’Australia, come la Nuova Zelanda, non hanno una particolare tradizione dolciaria, poichè di fatto le loro torte e biscotti sono pressoché gli stessi che si possono trovare in Inghilterra. Non è stato quindi facile trovare un dolce speciale e davvero australiano ma alla fine ce l’ho fatta e ho scovato i friand, dolcetti gustosi al profumo di mandorle che io arricchito con le more. Il risultato? Scopriamolo insieme mettendoci al lavoro.

OK

INGREDIENTI (7-8 friand)

85 gr. di farina 00 (più un cucchiaio per le more);

85 gr. di farina di mandorle;

100 gr. di granella di pistacchi;

200 gr. di zucchero a velo (oltre a un cucchiaio per spolverare i dolci finiti);

140 gr. di burro (più un cucchiaio per ungere le teglie);

5 albumi;

120 gr. di more.

ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 180°, ungete le mini teglie da friand (NB nel caso non le aveste, usate tranquillamente una teglia da muffin con i relativi pirottini) con un cucchiaio di burro precedentemente sciolto. Mettete il burro in un pentolino e scioglietelo a fuoco basso avendo cura di non farlo mai bollire, dopodiché mettetelo da parte a freddare;
  • Montate a neve ben ferma gli albumi con le fruste elettriche, mentre a parte in una ciotola mescolerete le farine, lo zucchero a velo e la granella di pistacchi. Unite un paio di cucchiai di albume alle farine e amalgamate vigorosamente così da rendere l’impasto più liquido prima di aggiungere il resto dell’albume con movimenti dall’alto verso il basso:

ok

  • versate ora il burro nel composto e mescolate con una spatola fino ad amalgamare tutto per bene. A questo punto unite all’impasto le more precedentemente infarinate e amalgamate delicatamente per poi  riempire i pirottini per 2/3 del loro volume;
  • infornate per 25 minuti controllando l’avvenuta cottura con la solita infallibile prova stecchino. Sfornate e fate freddare i pirottini nella teglia (nel caso abbiate usato i pirottini da muffin) per poi decorare i vostri friand con una spolverata di zucchero a velo. Gustate con aria australiana.

ok

Questo dolce riscatterà l’Australia in nome della dolcezza.

Alla prossima e keep in touch.

ok

Il biscotto viennese che parla inglese: viennese whirls

viennese-wirls

A volte i nomi ingannano, specie in gastronomia. Succede infatti che alcuni dolci come la zuppa inglese o i danesi in realtà poco abbiano a che fare con la Gran Bretagna o la Danimarca. Vale la stessa cosa per i biscotti viennesi che da un lato sono immancabili durante la cerimonia del tè in Inghilterra ma sconosciuti in Austria, o quantomeno non li chiameranno così. Sono gustosi e burrosissimi quindi dall’animo profondamente inglese: volete saperne di più? Pronti con il mixer e diamo il via alle dolcezze.

OK

INGREDIENTI PER 16-18 BISCOTTI

200 gr. di farina 00;

25 gr. di farina di mais;

200 gr. di  burro morbidissimo;

80 gr. di zucchero a velo;

30 gr. di amido di mais o maizena;

1 cucchiaino di estratto naturale di vanglia;

un pizzico di sale;

un cucchiaino di latte freddo.

Per la decorazione

100 gr. di cioccolato fondente;

granella di nocciole e/o pistacchi;

zucchero a velo

OK

PREPARAZIONE

  • Accertatevi che il burro sia morbidissimo ed eventualmente fategli intiempiditelo ulteriormente per 10 secondi nel forno a microonde. Montate per tre minuti il burro con lo zucchero fino a che non otterrete un composto gonfio e spumoso. Unite la vaniglia e mescolate ancora;
  • aggiungete ora la farina e l’amido setacciati e mescolate quel tanto che basta per amalgamare il tutto. Unite ora un cucchiaino di latte fredda e mescolate ancora. Dressate l’impasto con una sac à poche usando una bocchetta a stella sulla teglia precedentemente foderata di carta forno (NB il composto potrebbe essere un po’ duro quindi scaldate di tanto in tanto la sac à poche con le mani per aiutarvi);

OK

  • Mettete le teglie in freezer per 25 minuti e nel frattempo preriscaldate il forno a 170°. Trascorsi i 25 minuti, infornate per 12 minuti circa o finchè i biscotti inizieranno a dorarsi lungo i bordi. Sfornate e lasciate i biscotti nella teglia per almeno 5 minuti prima di adagiarli su una gratella da forno così che freddino completamente;

 

OK

  • per la decorazione, spolverate alcuni biscotti semplicemente con zucchero a velo mentre altri intingenteli per una parte nel cioccolato sciolto a bagno maria e ricoperti di granella. Lascite freddare questi ultimi magari un paio di minuti in frigo prima di gustarli.

OK

Quando si dice “si sciolgono in bocca” credo che facciano sempre riferimento a questi biscotti. Certo, per esserne assolutamente certo dovrei mangiarne ancora un paio. Alla prossima e keep in touch.

Mai una grana con la Tart cioccolato bianco, lamponi e melagrana

PomegranateMi è successo solo una volta di bere il succo di melagrana e non mi è piaciuto affatto. Ero a Londra ed ero curioso di assaggiarlo: ho quasi pianto per quanto fosse aspro e ho da quel momento coltivato una certa diffidenza nei confronti della melagrana. Voglio superare pertanto questa difficoltà celebrando questo frutto autunnale in un dolce elegante che intravidi proprio nella vetrina di una pasticceria inglese. Proviamo tutti insieme a sfatare la diffidenza nei confronti della melagrana: prendete il grembiule ed accendete il forno.

INGREDIENTI (tortiera da crostata diametro 26 cm)

Per la pasta

215 gr. di farina 00;

30 gr. di zucchero a velo;

un pizzico di sale;

120 gr. di burro freddo  a dadini;

2 cucchiai di latte freddo;

2 tuorli.

fetta1

Per il ripieno

100 gr. di cioccolato bianco;

200 ml di panna;

200 gr. di mascarpone;

3 uova;

200 gr. di lamponi;

75 gr. di pistacchi non salati;

mezza melagrana;

un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia.

NB Non c’è lo zucchero tra gli ingredienti e non è una dimenticanza, credetemi.

insieme

PREPARAZIONE

  • Per la pasta mettete nel mixer la farina, il sale, lo zucchero a velo e il burro riducendo l’impasto a un composto sabbioso. Unite a questo punto i tuorli e il latte azionando il mixer solo finché il composto non inizia ad addensare. Dopodiché compattate l’impasto a formare una palla che avvolgerete nella pellicola trasparente e lascerete in frigo per un’ora. Preriscaldate il forno a 180°;
  • trascorsa un’ora, stendete l’impasto dello spessore di mezzo centimetro e foderate la tortiera (preferibilmente con fondo rimovibile). Bucherellate la pasta con i rebbi di una forchetta e  ricopritela con carta alluminio su cui adagerete dei fagioli secchi o delle sfere di ceramica. Cuocete la torta per 12 minuti, rimuovete l’alluminio e i fagioli e proseguite la cottura per altri 10 minuti o finché il fondo non inizia leggermente a scurire;
  • sfornate e fate freddare mentre preparate il ripieno. Mettete sul fuoco la panna e appena inizierà a bollire spegnete il fuoco e versatevi dento il cioccolato che scioglierete completamente e metterete da parte. In una ciotola intanto mescolate con una spatola il mascarpone, le uova e la vaniglia. Unite ora il cioccolato intiepidito e mescolate per bene. Versate 2/3 del composto nella teglia e a seguire i lamponi che ricoprirete con la restante parte del ripieno;
  • infornate per 25-30 minuti o comunque fino alla prima doratura dei bordi (la torta continuerà a cuocere anche quando la sfornerete grazie al calore residuo quindi non cuocetela troppa). Sfornate e fate freddare, nel frattempo tagliate a lamelle i pistacchi e  sgranate la melagrana (NB sarà sufficiente dare dei colpi decisi al dorso della frutta con il cucchiaio di legno) cos’ da decorate la superficie della torta. Gustate con aria sussiegosa.

frutto

Questo dolce ha decisamente carattere, nel senso che tiene dentro di se tanti aspetti: la nota pungente dei lamponi e della melagrana ma anche il sapore ricco del cioccolato bianco e quello saporito dei pistacchi.

fettat2

Sembra quasi ingioiellata questa tart da quanto sberluccica. Naturalmente non significa che non potremo mangiare un’altra fetta e un’altra ancora. Alla prossima e keep in touch.

monoprozione