Gingerbread tart delle Feste

gingerbread-tart

Tanto per iniziare, buon 2017 di cose belle e dolci a tutte e tutti. Se dico Pan di zenzero evoco nell’immaginario collettivo i simpatici omini fatti di biscotto tradizionalmente preparati a Natale in nord Europa. Mi sono chiesto perché non realizzarne una versione crostata e la risposta è proprio nella ricetta qui sotto.

OK

INGREDIENTI (tortiera da crostata rotonda da 20 cm con bordo alto 2 cm)

Per la pasta

200 gr. di farina 00;

60 gr. di zucchero di canna;

scorza e succo di mezza arancia;

3 cucchiai di miele;

un pizzico di sale;

60 gr. di burro;

1/2 cucchiaino di cannella;

1/2 cucchiaino di zenzero;

1/4 di cucchiaino di chiodi di garofano;

un pizzico di sale.

Per il ripieno

150 ml di panna;

6 tuorli;

3 cucchiai di rum o di brandy;

50 gr. di zucchero.

ok

PREPARAZIONE

  • Sciogliete in un pentolino senza portare a bollore, il burro, lo zucchero e il miele; dopodiché mettete da parte. In una ciotola setacciate la farina, il sale, le spezie a cui aggiungerete il composto con il burro, la scorza e il succo d’arancia così da compattare il tutto in una palla da avvolgere nella pellicola trasparente e far riposare in frigo per almeno un’ora (NB impastate il composto il minino indispensabile, altrimenti risulterà duro in cottura. Se il composto fosse troppo asciutto, aggiungete un paio di cucchiai di latte freddo);
  • stendete la pasta dello spessore di mezzo centimetro e foderate la teglia che metterete in freezer per 20 minuti, nel frattempo preriscaldate il forno a 190°. Coprite la teglia con carta alluminio su cui adagerete fagioli secchi o sfere di ceramica, infornate per 15 minuti dopodiché scoprite la teglia e infornate per altri 6 minuti. Sfornate a temperatura ambiente e abbassate la temperatura del forno a 140°;
  • nel frattempo, mettete in un pentolino tutti gli ingredienti del ripieno che mescolerete e farete riscaldare senza portare a bollore (NB non appena inizierà ad addensare, togliete dal fuoco). Versate delicatamente il ripieno nella base ( dopo aver tolto i fagioli secchi o le sfere!) e cuocete per 25 minuti o comunque fintanto che il composto sarà sodo fatta eccezione per il centro che dovrà risultare leggermente tremulo (NB la torta rassoderà raffreddandosi con il calore residuo);
  • lasciate freddare completamente prima di togliere la torta dalla teglia e, se volete, decorate prima di gustare.

ok

Questa crostata vi lascerà sempre il gusto delle feste o quantomeno fino all’estate: non è poco, dai. Alla prossima e keep in touch.

ok

 

La rossa chiffon cake di Natale

red-chiffon-cake

La chiffon cake é una preparazione di base, vale a dire uno di quegli impasti per fare torte adatte alla farcitura e alla decorazione ma anche buonissima da sola. Io qui la preparo colorandola di rosso perchè a Natale non potrei fare diversamente e voi neppure, scommetto.

ok

INGREDIENTI (tortiera a ciambella da 25 cm.)

6 albumi;

170 gr. di zucchero semolato;

un pizzico di sale;

130 gr. di farina 00;

la scorza di un limone;

100 gr. di lamponi ridotti in purea e setacciati;

25 gr. di lamponi per la decorazione

2 tuorli;

1 cucchiaino di lievito per dolci (5 gr.);

colorante alimentare rosso.

150 ml. di panna da montare;

un cucchaino di estratto naturale di vaniglia;

un cucchaio di zucchero a velo.

ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 170° mentre a parte setacciate farina, lievito, sale a cui aggiungerete 130 gr. di zucchero. A parte mescolate i tuorli, l’olio, la scorza di limone e la purea di lamponi setacciata avendo cura infine di aggiungerla al composto con la farina creando un impasto omogeneo;
  • montate l’albume a temperatura ambiente con le fruste elettriche e quando inizierà ad aumentare di volume aggiungete un cucchiaio di zucchero per volta come se doveste preparare la meringa. Quando avrà raggiunto una consistenza bella soda, unite la meringa al composto di farina e tuorli con movimenti dal basso verso l’alto senza smontare il composto;
  • versate delicatamente il tutto nella teglia NON precedentemente unta nè infarinata, infornate per 45 minuti e appena avrete sfornato il dolce capovolgetelo per farlo raffreddare (NB se non aveste la teglia adatta con appositi “piedini” che la tengono sollevata, potete adagiare la teglia sul collo di una bottiglia) per circa un paio d’ore;
  • nel frattempo montate la panna con lo zucchero a velo e la vaniglia con la quale ricoprirete la torta ormai fredda e tolta dalla teglia. Decorate con i lamponi e con una spolverata di zucchero a velo, con aria natalizia.

ok

Questo dolce trasuda Natale sia dentro che fuori ed è soprattutto buonissimo. Alla prossima e keep in touch.

ok

La crostata dal cuore granata: tart alla melagrana e mandorle

granata-cake

Mio suocero é granata. Mio suocero è cioè un tifoso sfegatato del Torino calcio il cui colore della maglia é appunto granata. Mi sono chiesto quindi quale dolce potrebbe celebrare adeguatamente questa passione con il clima natalizio alle porte: taaaac, ecco la soluzione in questo golosa versione della inglesissima Bakewell tart. Mettiamoci insieme all’opera così da prepararla con spirito granata ma anche Natalizio.

ok

 

INGREDIENTI (tortiera da crostata 35 X 11 cm)

Per la pasta

250 gr. di farina 00;

125 gr. di zucchero;

scorza di un’arancia;

3 tuorli;

un pizzico di sale;

125 gr. di burro freddo  a dadini.

ok

Per la crema frangipane

75 gr. di burro morbido;

1 uovo più un tuorlo;

75 gr. di zucchero semolato;

75 gr. di farina di mandorle;

200 gr. di marmellata di fragole o lamponi;

125 gr di chicchi di melagrana (più un cucchiaio per la decorazione);

zucchero a velo;

25 gr. di lamelle di mandorle.

ok

PREPARAZIONE

– Per la pasta mettete zucchero, burro e i tuorli nel robot con le lame e azionate fino ad ottenere una crema omogenea. Unite ora la scorza d’arancia e la farina e azionate il robot fino ad ottenere una crema omogenea che compatterete in una palla da avvolgere nella pellicola trasparente e metterete nel frigo per almeno 2 ore;

  • stendete la pasta dello spessore di mezzo centimetro con la quale fodererete la teglia che metterete in freezer fino a che il forno che avrete acceso per preriscaldarlo non avrà raggiunto la temperatura di 190°. Dopodiché bucherellate la pasta con i rebbi della forchetta, coprite con un foglio di carta alluminio su cui avrete adagiato delle sfere di ceramica alimentare o di fagioli secchi. Infornate per 18 minuti trascorsi i quali togliete il foglio di alluminio con le sfere  e proseguite a cuocere per altri 5 minuti. Abbassate la temperatura a 180°;

ok

  • mentre attendete che la pasta raffreddi, preparate il ripieno mettendo in una ciotola tutti gli ingredienti tranne la marmellata, la melagrana, le lamelle di mandorle e lo zucchero a velo in una ciotola così da mescolare il tutto con le fruste elettriche per un paio di minuti. A parte invece mescolate la marmellata con la melagrana così da stenderla sulla base della crostata, dopodiché versate il ripieno al frangipane sulla marmellata e cospargete infine con le lamelle di mandorle. Cuocete per 35 minuti o comunque finché il ripieno non sarà solidificato;
  • sfornate e lasciate a temperatura ambiente per almeno 20 minuti, dopodiché fate cadere sulla superficie della torta dei chicchi di melagrana e una leggera spolverata di zucchero a velo. Gustate con aria granata.

ok

Come dite? Anche a voi é montata la passione granata? Non poteva essere diversamente dopo questa torta che in ogni caso è perfetta per il pranzo di Natale. Alla prossima e keep in touch.

Il più dolce albero di Natale che c’è: berry and orange bun tree

berry-and-orange-bun-tree-1

Vi siete mai chiesti qual è la colazione ideale la mattina di Natale? Io si e la risposta é l’albero di Natale. No, non è uno scherzo e vi basterà preparare questo dolce per capire cosa intendo.

INGREDIENTI PER L’IMPASTO (11 Chelsea buns)

275 ml. di latte;

450 gr. di farina forte (quella utilizzata per panificare);

50 gr. di burro;

50 gr. di zucchero semolato;

1 pizzico di sale;

7 gr. di lievito di birra disidratato;

1/2 cucchiaino di cannella;

ok

PER IL RIPIENO

225 gr. di marzapane o pasta di mandorle;

scorza di un’arancia;

100 gr. di mirtilli;

100 gr di mirtilli rossi disidratati;

40 gr. di granella di pistacchi (più un cucchiaio per la decorazione);

ciliegie candite;

un paio di cucchiai di marmellata di albicocche leggermente riscaldata;

tre cucchiai di zucchero a velo.

ok

PREPARAZIONE

  • Mettete il latte e il burro in un pentolino sul fuoco fino a che il burro sia completamente sciolto, dopodiché mettete da parte fino a che il latte non intiepidisce. Nel frattempo mettete la farina, lo zucchero e il lievito nell’impastatrice o in una ciotola capiente se non ne aveste una. Aggiungete alla farina il latte intiepidito e iniziate a impastare per un paio di minuti, aggiungete il sale e proseguite a impastare per altri 3 minuti (NB nel caso impastaste a mano dovrete farlo per 10 minuti);
  • mettete l’impasto in una ciotola coperta così che possa lievitare per almeno due ore (se preferite potete mettere la ciotola in frigo per tutta la notte) trascorse le quali lo sgonfierete “a suon di pugni” e lo stenderete a formare un rettangolo 40 X 30 cm;

ok

  • grattugiate il marzapane con la grattugia a formare delle scaglie con cui cospargerete l’impasto, versatevi sopra sia i mirtilli sia quelli rossi disidratati. Grattugiate la scorza d’arancia su tutta la superficie dell’impasto e a seguire coprite con la granella di pistacchi. Arrotolate ora l’impasto per il lato lungo a formare una sorta di salame da cui ricaverete 11 “girelle” di egual misura;
  • adagiate le 11 girelle sulla leccarda da forno a formare l’albero di Natale come nella foto, dopodiché lasciate lievitare per 40 minuti. Preriscaldate il forno a 180°. Trascorsi 40 minuti, infornate per 22 minuti dopodiché sfornate e cospargete la superficie del vostro albero con la marmellata leggermente riscaldata;
  • cospargete ora il dolce alberello con la granella residua, le ciliegie candite e la glassa ottenuta mescolando lo zucchero a velo con un cucchiaio d’acqua. Gustate con aria natalizia (NB Tenete conto che questo dolce é ottimo se gustato il giorno stesso in cui lo preparerete. Per i giorni successivi, consiglio di riscaldare i vostri panini dolci nel forno a microonde).

ok

Come dite? Non vedete l’ora che arrivi la mattina del 25 dicembre per fare colazione? Come vi capisco. Alla prossima e keep in touch.

ok

Natale a Manchester con le Eccles cake

eccles-cake

Le Eccles cake sono un dolce nato nella zona di Manchester ricco di frutta secca, come la maggior parte dei dolci natalizi britannici. E’ di una semplicità disarmante e di una bontà senza pari: se appartenete alla categoria di coloro che non amano la frutta secca, sfidate la vostra diffidenza in nome di queste piccole delizie. Mettiamoci all’opera perché Natale é alle porte.

ok

INGREDIENTI (12 Eccles cake)

Per la pasta

225 gr. di farina 00;

175 gr. di burro freddissimo;

un pizzico di sale;

120 ml. di acqua freddissima

ok

Per il ripieno

50 gr. di burro;

100 gr. di zucchero (più un cucchiaio per decorazione);

200 gr. di mirtilli neri disidratati o uva passa;

50 gr. di scorza di cedro o di arancia candita;

scorza di un limone;

50 ml. di Porto o Marsala;

un cucchiaio di latte.

ok

PREPARAZIONE

  • Iniziate con la pasta mettendo per mezz’ora il burro in freezer e nel frattempo setacciate la farina e il sale. Trascorsi trenta minuti, grattugiate il burro nella farina e immediatamente versate l’acqua fredda così da compattare rapidamente il tutto in una palla e avvolgerete nella pellicola e lascerete in frigo per due ore;
  • nel frattempo preparate il ripieno mettendo in un pentolino il burro, lo zucchero, i mirtilli, il cedro candito, la scorza di limone e il liquore che porterete a bollore fino a che il composto non risulterà appiccicoso. Mettete da parte e fate freddare fino alla temperatura ambiente;

ok

  • stendete la pasta sul piano infarinato dello spessore di mezzo centimetro e ricavate dei dischi del diametro di 10 cm che farcirete con un cucchiaio di ripieno. Ripiegate i bordi verso il ripieno fino a coprirlo completamente, capovolgete il dolce e adagiatelo sulla teglia foderata di carta forno. Proseguite così fino ad esaurire la pasta e il ripieno, dopodiché mettete le teglie in frigo per 20 minuti;
  • preriscaldate il forno a 200°, praticate due o tre tagli sulla sommittà delle Eccles cake spennellerete con del latte freddo e infine spolverate con dello zucchero. Cuocete per 25 minuti, dopodichè sfornate e lasciate i dolci per almeno 10 minuti sulla teglia prima di adagiarli su una gratella in modo che freddino completamente

 

ok

Pavlova di Natale, Pavlova tutto l’anno

Christmas

Per le Feste mi ero ripromesso di dedicarmi alla preparazione dei dolci con minimo sforzo ma con il massimo del risultato. Non perché non ami preparare dolcezze, bensì perché sono arrivato alla vigilia di Natale un po’ stanchino come direbbe Forrest Gump. Nonostante ciò, desideravo ugualmente preparare dolci che fossero buonissimi e d’effetto. In questo caso mi è venuto in mente di preparare la Pavlova che è il dolce nazionale neozelandese ma non ditelo agli australiani che pensano sia il loro. E’ semplice perché in realtà è più un lavoro di assemblaggio che altro e potrete (dovrete) preparare alcune cose in anticipo. La base é infatti una sorta di meringa con il cuore morbido di un marshmallow e il top una crema chantilly da farcire con la frutta che più vi piace. Pronti? Via allora con la preparazione

ok

INGREDIENTI per una pavlova a ciambella di 24 cm di diametro

4 albumi a temperatura ambiente;

225 gr. di zucchero semolato;

5 gr. di amido di mais;

un cucchiaino di aceto;

400 ml di panna da montare;

2 cucchiai di zucchero a velo (più un cucchiaino per spolverizzare);

frutta fresca (lamponi, mirtilli, kiwi, ribes, fragole);

granella di pistacchio.

ok

PREPARAZIONE

  • Disegnate su un foglio di carta forno un cerchio del diametro di 24 cm e al suo interno in centro un ulteriore cerchio più piccolo del diametro di 9 cm. Capovolgete il foglio e adagiatelo sulla leccarda così da avere una traccia da seguire quando verserete la meringa senza il rischio che entri in contatto con l’inchiostro. Preriscaldate il forno a 150°;
  • montate con il mixer ad alta velocità gli albumi e quando inizieranno ad aumentare di volume e a fare una sorta di schiuma in superficie, aggiungete lo zucchero semolato un cucchiaio per volta continuando a montare ad alta velocità;
  • quando tutto lo zucchero sarò unito e la meringa solida al punto che capovolgendo il cestello del mixer non cadrà, mescolate rapidamente l’amido con l’aceto in una ciotolina e versate rapidamente il composto nella meringa. Amalgamate con una spatola;

ok

  • versate il composto sulla carta forno rispettando il più possibile i contorni dei cerchi disegnati precedentemente. Quando l’avrete versata tutta praticate con una spatola lungo tutto l’interno dell’anello di meringa una sorta di avvallamento che vi servirà per versare la crema quando il composto sarà cotto;

IMG_5890

  • infornate nel livello più basso del forno (non a metà) la leccarda e immediatamente abbassate al temperatura a 130°, cuocete per un’ora e quindici minuti (la pavlova dovrà assumere un color avorio). Non appena cotta, spegnete il forno e lasciate il dolce nel forno con lo sportello socchiuso per almeno 4 ore (meglio tutta la notte);
  • trascorso il tempo necessario, delicatamente adagiate la meringa su un piatto da portata togliendola dalla carta forno. Montate ora la panna (freddissima) con lo zucchero a velo e la vaniglia e non appena pronta usatela per riempire l’interno dell’anello della pavlova. Cospargete ora la crema chantilly con la frutta e una spolverata di zucchero a velo. Servite immediatamente.

ok

Vi confesso che io ho sempre snobbato questo dolce perché pensavo fosse troppo semplice e che fosse puro assemblaggio: baggianate. E’ una delizia ed è perfetto come dolce delle feste con la sua consistenza croccante fuori e morbida all’interno, tanta frutta fresca e una crema delicata senza essere troppo zuccherina. La Pavlova ora occupa un posto d’onore tra i miei dolci e non solo a Natale, bensì tutto l’anno. Alla prossima ma soprattutto al prossimo anno insieme e come sempre Keep in touch.

ok

 

Rosso, il Natale é proprio rosso: red velvet roll

Red velvet

Mi è successo in più di un occasione di discutere rispetto a quale sia il colore che più rappresenta il Natale. Non esattamente una discussione che avrebbe determinato le sorti del mondo ma avvincente a suo modo. Io ero e rimango fermo nella convinzione che rosso sia il colore che più di tutti racconta il Natale: è caldo, emozionante e rassicurante. Niente oro o sberluccichii vari per me ma solo rosso, tanto e dappertutto. I dolci pertanto non potevano essere esclusi da questa logica cromatica che caratterizza il mio Natale. Ho pertanto preso in prestito un classico americano rosso che ho farcito con un frutto rosso e che ho farcito con una crema bianca: vabbè, non sono così rigoroso. Pronti? Via con la ricetta.

ok

INGREDIENTI per il rotolo (teglia rettangolare cm. 32X23X2)

45 gr. di farina 00;

5 gr. di lievito in polvere per dolci;

un pizzico di sale;

15 gr. di cacao amaro in polvere;

4 uova a temperatura ambiente;

165 gr. di zucchero semolato

un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

1 cucchiaio di colorante alimentare rosso (io ho usato quello della marca Lorran Professional Kitchen);

Per la glassa;

50 gr. di burro morbido;

100 gr. di mascarpone;

100 gr. di zucchero a velo

100 gr. di lamponi freschi.

ok

PREPARAZIONE

– Preriscaldata il forno a 190° e foderate la teglia con carta forno. Montate in una ciotola i tuorli con la vaniglia e 65 gr. di zucchero (per circa 4 minuti), dopodiché unitevi il colorante.  In un’altra ciotola intanto montate gli albumi aggiungendovi un cucchiaio per volta  i restanti 100 gr. di zucchero fino ad ottenere dei bianchi d’uovo ben fermi. Setacciate a parte la farina, il lievito, il cacao e il sale;

– unite a questo punto il composto dei tuorli con quello degli albumi, mescolando dall’alto verso il basso per conservare quanta più aria possibile. Aggiungete ora la farina e il resto degli ingredienti setacciati, mescolando il tanto che basta per amalgamare il tutto;

ok

– versate il composto nella teglia livellando leggermente la superficie e informate per 13-15 minuti (per controllare la cottura non sbaglierete con l’infallibile prova stecchino). Nel frattempo cospargete un foglio di carta forno, leggermente più grande della teglia, di zucchero semolato e non appena sfornerete la teglia capovolgete il dolce sulla carta forno. Togliete delicatamente il foglio di carta forno che avete messo precedentemente nella teglia e arrotolate il dolce ancora caldo che metterete da parte a freddare

– montate il burro per la glassa con lo zucchero fino ad avere un composto omogeneo a cui unirete il mascarpone (NB non mescolate troppo o la glassa diventerà grumoso). Srotolate il dolce ormai freddo e farcitelo con la glassa e 2/3 dei lamponi avendo cura di restare a circa un centimetro dal bordo del dolce. Riarrolotolate il dolce e mettete in frigo per un’ora prima di tagliare una delle estremità, cospargere di zucchero a velo e adagiare accanto i lamponi rimasti. Gustate con aria natalizia.

ok

Come dite? Qual è il vostro colore natalizio? Il verde? Non avete ancora finito di preparare questo red velvet roll altrimenti la risposta sarebbe una sola: rosso. Buon Natala di dolcezze e keep in touch, as usual.

ok

Mince pies viennesi

Mince Pies

Natale è tradizione, è più forte di me. Il punto è quale tradizione. Italiana? Inglese? Tedesca? Di tutto un po’? Senza fare caotici “mischioni”, ho messo insieme un dolce tipico della tradizione inglese rivisto in chiave austriaca: mi spiego meglio.  Il dolce in questione sono le mince pies, delle tortine ripiene di frutta candita, secca e fresca profumata agli agrumi e spezie. Generalmente queste delizie hanno una stella di biscotto in cima ma io ho voluto aggiungere un tocco goloso. Si tratta di un biscotto di frolla montata che gli inglesi chiamano Viennese Whirls. Esiste anche da noi in Italia tra la pasticceria secca ed è un tipico biscotto gustato mentre si sorseggia il tè. Io qui l’ho messo come tocco finale delle già perfette mince pies. Come? Scopritelo con me.

ok

INGREDIENTI (16 mince pies del diametro di 7-8 cm.)

Per la pasta

125 gr. di burro freddissimo ridotto a dadini;

1 tuorlo;

200 gr. di farina 00;

un pizzico di sale;

20 gr. di farina di mandorle;

40 gr. di zucchero a velo.

un cucchiaio di latte freddo.

ok

Per il ripieno

30 gr. di burro;

100 ml. di succo di mela non zuccherato;

1 mela (tipo Granny Smith) pelata e tagliata a dadini;

90 gr. di uva passa;

70 gr. di mirtilli rossi disidratati;

50 gr. di prugne secche (vanno bene anche i fichi o i datteri);

70 gr. di zucchero di canna;

80 ml. di Brandy o rum;

scorza e succo di un limone o arancia;

1/4 cucchiaini di chiodi di garofano in polvere;

1/2 cucchiaino di zenzero;

1/2 cucchiaino di cannella;

Per il biscotto viennese

150 gr. di burro morbido;

150 gr. di farina 00;

30 gr. di amido di mais o maizena che dir si voglia;

30 gr. di zucchero a velo più un altro cucchiaio per decorare.

ok

PREPARAZIONE

  • Iniziate preparando il ripieno almeno due giorni prima di cuocere le mince pies. Mettete tutti gli ingredienti in una pentola e fate cuocere sobbollendo per mezz’ora. Fate freddare e mettete il tutto in un recipiente coperto con pellicola trasparente che terrete in frigo per un minimo di due giorni ma anche fino a due settimane;
  • Preparate ora la pasta, mettendo tutti gli ingredienti tranne il tuorlo e il latte nel mixer con le lame. Azionate il mixer così da ottenere un composto sabbioso a cui unirete tuorlo e latte. Amalgamate il tutto sempre con l’elettrodomestico senza aggiungere altri liquidi e non appena il composto inizierà a compattarsi, impastate leggermente (5 o 6 secondi al massimo) così da ottenere una palla che avvolgerete nella pellicola e metterete in frigo per almeno 45 minuti;
  • Stendete la pasta del diametro di 4 mm e ricavate dei dischi di 10 cm di diametro ciascuno che adagerete in una teglia da muffin (NB potete inserire in ciascun incavo una striscia di carta forno che spunterà dai lati così che sarà più agevole togliere le mince pies quando saranno fredde). Ricavate con un apposito cookie cutter dei biscotti a forma di stella ampi quanto il diametro delle mince pies;
  • Mettete la teglia con i dischi di pasta in frigo insieme alle stelle  mentre preparate il topping viennese. Montate quindi il burro con lo zucchero nel mixer così da ottenere un composto gonfio e spumoso (2-3 minuti circa). Unite ora il resto degli ingredienti e amalgamate a bassa velocità quel tanto che basta per ottenere un impasto omogeneo;
  • inserite il composto appena montato in una sac à poche con bocchetta a stella piuttosto grande (NB se il composto non uscisse agevolmente dalla sac à poche, lasciatelo qualche minuti a temperatura ambiente così che si ammorbidisca);
  • togliete le mince pies dal frigo e decoratene alcune con la stella di biscotto e altri con un riccio di biscotto viennese in cima: forza con quella sac à poche!

ok

  • mettete ora la teglia in frigo per mezz’ora e nel frattempo preriscaldate il forno a 200°. Trascorsi trenta minuti, mettete le teglie nel ripiano più basso del forno e cuocete per 20 minuti. Sfornate e fate freddare queste delizie completamente nella teglia prima di adagiarle su un piatto da portata. Cospargete con zucchero a velo.
  • Gustate con aria natalizia come solo in Austria sanno fare.

Credetemi farete un figurone con queste mince pies perchè sono natalizie, gustose ed eleganti: insomma sono il Natale di mycakeisluka. Alla prossima e keep in touch.

Più Stollen per tutti

Stollen

Chi segue la pagina Facebook oltre al blog di mycakeisluka sa che mi sono cimentato nella preparazione del panettone: tanta soddisfazione ma anche un vero e proprio inferno, credetemi. Un lavoraccio in termini di preparazioni, lievitazioni, cottura e riposo. Il risulato però ripaga ampiamente della fatica. Mi ha tuttavia sempre intrigato un dolce tradizionale tedesco preparato a Natale: lo stollen. Sembra la versione sdraiata del nostrano panettone ma con un suo carattere e un gusto speciale e con tanto di sorpresa all’interno. Scoprite con me come si prepara, dai.

stollen

INGREDIENTI

Per la frutta secca

60 gr. di uva passa;

25 gr. di mandorle a lamelle;

il succo e la scorza di un’arancia;

70 gr. di scorza d’arancia o cedro candita;

il succo e la scorza di un limone;

un cucchiaio di rum.

Per l’impasto

5 gr. di lievito secco (quello per pane o pizza) in alternativa 10 gr. di lievito di birra fresco;

20 ml. di latte tiepido;

20 gr. di farina per il pane;

50 gr. di burro ammorbidito;

20 gr. di zucchero semolato;

2 gr. di sale;

un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

un uovo medio sbattuto;

100 gr. di pasta di mandorle o marzapane;

150 gr. di farina forte (quella usata per il pane o la pizza);

100 gr. di burro sciolto.

Per la glassa

30 gr. di marmellata di albicocche;

30 gr. di zucchero semolato;

zucchero a velo.

stollen

PREPARAZIONE

  • Una settimana prima mettete tutti gli ingredienti con la frutta secca  in una ciotola che lascerete in frigo a macerare;
  • mescolate nella ciotola del mixer il lievito, il latte, 20 gr. di zucchero semolato e 20 gr. di farina che lascerete prefermentare per 30 minuti;
  • trascorsa mezz’ora montate con una frusta a mano il burro morbido, la vaniglia, il sale, e l’uovo (NB Se il composto dovesse separarsi, aggiungete un paio di cucchiai di farina ai 150 gr. previsti);
  • aggiungete il composto montato al prefermento e unite la farina, impastate 2-3 minuti, dopodichè unite la frutta macerata strizzata dell’eventuale succo rimasto. Impastate per altri 2-3 minuti;
  • lasciate lievitare il composto coperto fino a che non raddoppi di volume (un paio d’ore circa), dopodichè sgonfiatelo con un pugno e stendetelo a formare un rettangolo. Stendete a parte il marzapane a formare un salame lungo quanto il rettangolo di pasta che metterete al centro dell’impasto;
  • ripiegate i lembi dell’impasto a ricoprire completamente il marzapane, dopodichè capovolgete l’impasto e mettetelo a lievitare per altri 30 minuti. Preriscaldate il forno a 180° e trascorsi 30 minuti infornate per 25-30 minuti (lo stollen dovrà aver un bel colore scuro);

stollen

  • nel frattempo sciogliete i 100 gr. di burro previsti dalla ricetta e, non appena sfornerete il dolce, usateli per spenellare la superficie dello stollen. Ripetete quest’operazione tre volte aspettando che tutto il burro sia stato completamente assorbito. Completata la copertura di burro, lasciate freddare il dolce completamente;
  • al burro eventualmente avanzato dalla copertura, aggiungete  la marmellata di albicocche che scalderete e con la quale glasserete lo stollen e sulla quale verserete lo zucchero semolato. Quando la glassa sarà completamente fredda ricoprite con zucchero a velo.

Stollen

Gustate con aria natalizia ma tedesca.

Non fate paragoni con il panettone, perchè sarebbero ingiusti, ma date una chance a questo stollen perchè ve ne innamorerete. Frohes Weihnachtsfest e keep in touch.

Tu scendi dalle stelle…alla cannella

Cinnamom

Inizio con questi dolcini tedeschi, ma che ho assaggiato in Uk, le ricette di Natale. Quest’anno mi sono anche cimentato nella preparazione del panettone e sono già sfiancato: una soddisfazione ma anche una faticaccia. Il dolcino che invece prepariamo insieme ora é tipico della tradizione tedesca e si tratta di una sorta di amaretto morbido glassato e profumato alla cannella: gustoso, veloce, natalizio e gluten free. Insomma, le ha tutte per essere perfetto. Mettiamoci al lavoro, senza indugio.

ok

INGREDIENTI per 25 di biscotti

2 albumi a temperatura ambiente;

1 cucchiaino di succo di limone;

200 gr. di zucchero a velo (se volete preparare una ricetta per celiaci, ricordate di procurarvi lo zucchero a velo gluten free);

la scorza di mezzo limone;

250 gr. di farina di mandorle;

2 cucchiaini di cannella in polvere.

ok

PREPARAZIONE

  • Foderate due teglie con carta forno e mettete gli albumi e il succo di limone in una ciotola così da montare il tutto con il frullino elettrico. Appena il composto inizierà a fare una prima schiuma versate un cucchiaio per volta lo zucchero a velo fino ad ottenere una glassa uniforme;
  • a parte mescolate in una ciotola la farina di mandorle, la scorza di limone, la cannella. Togliete 1/4 della glassa e mettetela in un contenitore coperto mentre la restante parte versatela insieme al composto con la farina di mandorle;
  • mescolate così da ottenere un composto omgeneo che stenderete dello spessore di 0,8 cm (si, piuttosto spesso) e con il quale ricaverete i biscotti a forma di stella (potete leggermente immergere il cookie cutter nello zucchero a velo). Spennellate ora ciascun biscotto con la glassa e adagiatelo sulla teglia che metterete in frigo fino a che il forno non si sarà preriscaldato;
  • preriscaldate quindi il forno a 150° e appena avrà raggiunto questa temperatura infornate i biscotti che avrete conservato in frigo ponendo la teglia al livello più basso del forno. Cuocete per 10-12 minuti avendo cura di non far scurire la glassa;
  • sfornate e lasciate freddare completamente nella teglia prima di gustare con aria natalizia (NB dovrete ottenere una consistenza piuttosto morbida).

ok

Sentite il Natale avvolgervi? No, é solo la bontà di questi biscotti che vi ha completamente stregato. Alla prossima e keep in touch.