I mille rotoli blu: swiss roll ai mirtilli

Blueberry swiss roll

Ognuno ha la sua bestia nera e io non faccio eccezione. La mia sono i rotoli o roulade o swiss roll: mi piacciono ma allo stesso tempo mi spaventano. Mi é infatti successo più di una volta che il mio rotolo si crepasse mentre lo arrotolavo se non addirittura si sbriciolasse miseramente davanti ai miei occhi. Il trucco é quello di pre-arrotolare il dolce ancora caldo e far si che trattenga a lungo l’umidità in modo che sia sufficientemente elastico per essere arrotolato, srotolato e ancora una volta riarrotolato. In questa versione ho aggiunto una complessità in più, una decorazione colorata così dal rendere il dolce un po’ funky. Avete voglia di rischiare con me? Mettiamoci al lavoro.

ok

INGREDIENTI per il rotolo (teglia rettangolare cm. 32X23X2)

Per le strisce decorative blu

70 gr. di burro morbido;

70 gr. di zucchero a velo;

2 albumi;

un pizzico di sale;

1 cucchiaino di colorante alimentare blu;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

ok

Per l’impasto

75 gr. di zucchero semolato;

75 gr. di farina 00;

4 gr. di lievito in polvere per dolci;

Per il ripieno

120 gr. di formaggio spalmabile (tipo Philadelphia);

140 gr. di zucchero a velo;

60 gr. di burro;

6 generosi cucchiai di marmellata di mirtilli;

100 gr. di mirtilli freschi.

ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 200° e foderate con carta forno la teglia precedentemente unta con un velo di burro. Iniziate a preparare le strisce, montando a crema nel mixer il burro, lo zucchero a velo e la vaniglia. Gradualmente unite gli albumi e, quando saranno tutti amalgamati, aggiungete la farina e il sale così da ottenere una pasta densa. Infine unite il colorante e mescolate con una spatola così da ottenere un colore uniforme;
  • mettete la pasta appena ottenuta in una sac à poche con una bocchetta liscia del diametro di cirma un centimetro e dopodichè tracciate sei strice in diagonale lungo tutta la teglia che ora metterete nel congelatore. Preparate nel frattempo l’impasto per il roll;
  • montate con il mixer e la frusta le uova e lo zucchero per 3-4 minuti fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso al quale unirete in due volte la farina con il lievito precedentemente setacciata. Mescolate delicatamente con una spatola avendo cura di non smontare l’impasto;
  • versate il composto nella teglia che avrete tolto dal congelatore e distibuitelo uniformemente. Infornate per 10-11 minuti finchè cioè la torta non avrà un colore dorato e inizierà a staccarsi leggermente dai bordi della teglia. Nel frattempo stendete due fogli di carta forno leggermente più grandi della teglia su uno dei quali verserete anche una cucchiaiata di zucchero semolato;

ok

  • sfornate il dolce e rovesciatelo immediatamente (attente/i a non bruciarvi mi raccomando) sul primo foglio di carta, togliete la carta forno dal dolce e rivoltate subito la torta sul secondo foglio di carta forno con lo zucchero semolato in modo che le strisce colorate siano a diretto contatto con lo zucchero. Con delicatezza arrotolate il dolce e chiudete le estremità come se fosse una caramella. Mettete da parte a freddare mentre preparerete la farcitura;
  • montate quindi il burro con lo zucchero a velo fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite il formaggio e mescolate per non più di trenta secondi a velocità bassa. Srotolate delicatamente il dolce sul quale spalmerete uniformemente  in un unico strato la crema, dopodichè la marmellata e infine i mirtilli freschi. Riarrotolate il dolce piuttosto stretto e mettete in frigo per 40 minuti;
  • portate il dolce a temperatura ambiente dopo averlo adagiato su un piatto da portata e tagliate una estremità così da avere una presentazione elegante e precisa. Gustate striscia dopo striscia.

ok

Troppo difficile? No, dai troppo buono in verità. Il risultato é uno di quelli che lascerà i commensali stupefatti e voi potrete dire di preparare questo dolce di continuo e senza alcuna incertezza: magari non é vero ma resterà solo tra me e voi. Alla prossima e keep in touch.

ok

Tart alle Pere color rosso mirtillo

Tart alle Pere

La torta alle pere e frangipane é un classico francese ma io gli ho dato in questo caso un tocco di colore e di sapore grazie ai miritilli rossi. Sto parlando di quelli disidratati perchè per quelli freschi devo avere un po’ di pazienza. Ho infatti comprato una pianta di cranberries che tengo in balcone sperando che a tempo debito dia i suoi frutti. Ora come ora é lì che mi guarda con aria stanca ma conto di vederla esplodere di rosso color mirtillo. Per ora ho colorato di rosso questa tart e se volete scoprire come, mettiamoci all’opera insieme.

ok

 

ok

INGREDIENTI (tortiera da crostata 35 X 11 cm)

Per la pasta

200 gr. di farina 00;

40 gr. di zucchero a velo;

15 gr. di farina di mandorle;

un pizzico di sale;

125 gr. di burro freddo  a dadini;

1 cucchiaio di latte freddo;

1 tuorlo.

ok

Per la crema frangipane

100 gr. di burro morbido;

2 uova;

100 gr. di zucchero semolato;

100 gr. di farina di mandorle;

80 gr. di mirtilli rossi disidratati;

ok

Per le pere

6-7 pere non troppo mature e piuttosto piccole;

150 gr. di zucchero semolato;

1 limone;

5oo ml. di acqua.

Per la decorazione

mandorle a scaglie;

un paio di cucchiai di marmellata di albicocche.

ok

PREPARAZIONE

  • Iniziate preparando la pasta per la tart mettendo le farine, lo zucchero, il sale e il burro a dadini nel robot con le lame. Azionate il robot così da ottenere un composto sabbioso a cui aggiungerete il tuorlo e il latte. Non appena il composto addenserà in briciole piuttosto grosse, fermate l’elettrodomestico e compattate il tutto in una palla che avvolgerete nella pellicola trasparente che metterete a riposare in frigo per un’ora. Preriscaldate il forno a 180° e nel frattempo mettete in ammollo i mirtilli in acqua calda;
  • trascorsa un’ora, stendete la pasta dello spessore di poco meno di mezzo centimetro e ricoprite la teglia. Bucherellate la pasta su cui adagerete un foglio di carta alluminio sopra il quale verserete dei fagioli secchio delle sfere di ceramica. Cuocete per 20 minuti, dopodichè togliete il foglio di alluminio con i fagioli e cuocete per altri 5 minuti. Sfornate e fate freddare a temperatura ambiente mentre preparate il ripieno.

ok

  • mettete a bollire l’acqua con lo zucchero, il succo e la scorza di limone e far sobbollire le pere precedentemente pelate, senza torsolo e divise a metà per 15 minuti. Scolatele e mettete da parte;
  • per la crema frangipane, montate con le fruste a velocità media il burro con lo zucchero per un paio di minuti. Unite a questo punto un uovo per volta continuando a montare e infine aggiungete la farina di mandorle mescolando con una spatola. Infine strizzate i mirtilli del liquido in eccesso e aggiungeteli alla crema;

ok

  • versate la crema nel guscio di tart ormai freddo e livellate per bene, dopodichè adagiatevi dentro le pere anch’esse raffreddate. Cuocete per 25-27 minuti circa o finchè la torta avrà un colore dorato lungo i bordi. Sfornate e fate freddare completamente nella teglia;
  • nel frattempo scaldate leggermente la marmellata di albicocche che spargerete lungo i bordi della tart su cui farete cadere alcune scaglie di mandorle. Servite con aria fiera e tronfia.

ok

La teglia lunga e stretta che ho utilizzato contribuisce a dare a questa tart un aspetto elegante e inusuale ma sentitevi libere/i di preparare questo dolce in una teglia circolare. Allas prossima e keep in touch.

ok

 

Torta o biscotto? Shortcake nocciole e mirtilli!

Hezelnut & Blueberry

Credo di aver già affrontato la questione shortcake ma ritengo utile ritornare sull’argomento (non è vero volevo solo mangiare questo dolce). Dunque, la parola inglese short in questo caso non sta per “breve” o “corto” bensì è la troncatura di shortening (che sta per “grasso da usare in cucina”): capite vero che direzione sta prendendo la ricetta? Gli shortcake sono torte, sì,  ma dalla consistenza piuttosto burrosa come un biscotto friabile. Credetemi: il mix è interessante. Questa versione mette insieme il gusto ricco delle nocciole con quello più fresco dei mirtilli. Come si fa? E’ facilissimo, credetemi. Allacciate il grembiule che iniziamo.

ok

INGREDIENTI per una tortiera da 20 cm.

100 gr. di nocciole tostate;

1 cucchiaino di cannella in polvere;

280 gr. di farina 00;

1 cucchiaino e mezzo di lievito in polvere per dolci;

165 gr. di zucchero di canna;

un pizzico di sale;

2 uova;

150 gr. di burro freddo e diviso a dadini;

160 gr. di marmellata di mirtilli;

100 gr. di mirtilli freschi.

zucchero a velo per decorare.

ok

PREPARAZIONE

  • Foderate il fondo della teglia con carta forno e preriscaldate il forno a 180°. Frullate grossolanamente nel mixer con le lame le nocciole e mettetene metà da parte. Aggiungete quindi alle nocciole nel mixer farina, cannella, zucchero, burro e sale;
  • azionate il mixer fino ad ottenere un composto sabbioso a cui unirete le uova che amalgamerete sempre con il mixer. Dividete ora l’impasto in due parti uguali;
  • stendente la prima parte nella teglia in maniera uniforme e fino ai bordi della teglia (NB il composto è appiccicoso e pertanto inumiditevi di tanto in tanto le mani per livellarlo);
  • versate le nocciole tenute da parte nella seconda parte di impasto e amalgamatele. Stendete sul composto nella teglia la marmellata e 50 gr. di mirtilli (NB tenete la marmellata almeno 2 cm. distanti dal bordo del composto);
  • stendete ora la restante parte di impasto sopra lo strato già steso nella teglia facendo attenzione a coprire completamente la marmellata di mirtilli;
  • infornate per 45 minuti o comunque fino a che uno stecchino inserito nel centro della torta non esca asciutto. Sfornate il dolce e, trascorsi 15 minuti, togliete la torta dalla teglia perchè freddi completamente su una gratella da forno. Decorate con zucchero a velo e qualche mirtillo fresco.

ok

Tutte le volte che addento una fetta di questo shortcake mi chiedo se sia più un biscotto o una torta e non riesco a trovare la risposta. Ora però a forza di mangiarne capirò da che parte sta questo shortcake. Alla prossima e keep in touch.

ok

 

Frutta piccina picciò per un dolce piccino picciò: mini cheesecake ai frutti di bosco

Mini Berry Cheescake

Non so come la pensiate voi, ma io fatico a capire quando la frutta sia davvero di stagione. A grandi linee so che le ciliegie le trovo a maggio e i fichi a settembre ma quelli che proprio mi disorientano sono i frutti di bosco: sono estivi? Invernali? Sempreverdi. Proprio mi confondono, poi ci si mette pure la Scozia. Si, perchè ho letto un articolo in cui si dice che la Scozia ha il clima ideale per la crescita e maturazione dei lamponi: non troppo caldo e sufficientemente umido. Ma insomma, qualcuno o qualcosa mi venga in aiuto! Un dolcino a tema potrebbe chiarirmi le idee e allora mettiamoci al lavoro.

ok

INGREDIENTI PER 12 mini cheesecake

Per la base

100 gr. di biscotti tipo Digestive®

60 gr. di burro sciolto

15 gr. di zucchero semolato

un cucchiaino di scorza di limone

INGREDIENTI PER LA CREMA

450 gr. di formaggio fresco tipo Philadelphia® (rigorosamente a temperatura ambiente)

140 gr. di zucchero semolato

2 uova

125 gr. yogurt magro ai frutti di bosco

1 cucchiaino di scorza di limone

1/4 di cucchiaino di sale

15 gr. di farina 00

INGREDIENTI PER LA GELATINA

125 gr. di lamponi

2 fogli di gelatina (colla di pesce)

mirtilli.

ok

PREPARAZIONE

– Tritate finemente con il mixer i biscotti e amalgamateli con il burro fuso, la scorza di limone e lo zucchero. Inserite nella teglia per muffin 12 pirottini di carta e distribuite circa un cucchiaio di impasto sul fondo di ciascuno di essi. Premete con il dorso di un cucchiaio così da avere una base compatta e omogenea. Mettete la teglia in freezer per 30 minuti. Preriscaldate il forno a 150°;

– amalgamante con un cucchiaio di legno o una spatola il formaggio, lo zucchero, la farina, il pizzico di sale e la scorza di limone fino ad ottenere un composto omogeneo. Unite un uovo per volta continuando ad amalgamare e terminate con lo yogurt mescolando il tutto con una spatola.

NB: i trucchi per un’ottima cheesecake sono la temperatura ambiente degli ingredienti (soprattutto del formaggio) ed evitare di incorporare troppa aria quando mescolate così da impedire alle cheesecake di gonfiare in cottura procurando delle antiestetiche crepe in superficie;

ok

– Infornate per 25 minuti, fate freddare a temperatura ambiente e, dopodiché, mettete la teglia in frigo per almeno 4 ore. Trascorso questo tempo, preparate la gelatina. Frullate i lamponi e setacciatene il succo così da eliminare i semi. Mettete la colla di pesce in ammollo  in acqua fredda per un paio di minuti e scaldate in un pentolino il succo di lamponi. Appena avrà raggiunto il bollore, strizzate la gelatina dall’acqua in eccesso e versatela nel pentolino che avrete precedentemente tolto dal fuoco. Mescolate accuratamente e fate freddare a temperatura ambiente;

–  ricoprirete ciascuna cheesecake con un cucchiaio di gelatina ormai fredda e rimettete la teglia  in frigo per almeno un’ora  così che la gelatina si addensi. Trascorso questo tempo, togliete le cheesecake dalla teglia ed estraetele dal pirottino decorandole con alcuni lamponi. Queste delizie si conservano in frigo per 4 giorni (ammesso che ci arrivino).

ok

Cupcake blu crunch ai mirtilli e amaretti

Cupcake mirtilli e amaretti

Fior di programmi televisivi ci insegnano il valore dei contrasti in cucina, dolci compresi. I contrasti sia in termini di consistenze diverse sia in termini di sapori. Io esagero questa volta: consistenze crunchy insieme a quelle più soffici e sapori dolci ad altri più pungenti: et voilà il mio cupcake mirtilli e amaretti, croccanti e morbidi. Come si fanno? Come sono? Mettiamoci all’opera e scopriamolo insieme.

INGREDIENTI PER 16-18 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

210 gr. di farina

140 gr. di zucchero

2 uova

70 gr. di burro

210 ml di latte intero

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

125 gr. di mirtilli freschi

80 gr. di amaretti

IMG_6703

Per la glassa

80 gr. di burro a temperatura ambiente

160 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia

160 gr. di zucchero a velo setacciato

mirtilli freschi per la decorazione

50 gr. di amaretti sbriciolati.

PREPARAZIONE DELLE BASI

– accendete il forno a 180° e inserite i pirottini in carta per cupcake nella teglia da muffin;

– mettete in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale, il lievito e il burro morbido a dadini. Mischiate con una forchetta fino ad ottenere un composto con molte briciole;

– aggiungete ora il latte al composto  e mescolate con l’ausilio di un mixer elettrico a velocità bassa. MISCHIATE SEMPRE IL MINIMO INDISPENSABILE PER AMALGAMARE GLI INGREDIENTI (vi basterà un minuto in questo caso);

– aggiungete ora la vaniglia e l’uovo. Amalgamate a velocità medio-alta per non più di un minuto e avendo cura di mescolare di tanto in tanto il composto con l’ausilio di una spatola, in particolare il fondo della ciotola. N.B. Se mescolate eccessivamente rischierete che risultino duri come il legno quando saranno cotti;

–  infarinate leggermente i mirtilli e sbriciolate grossolanamente gli amaretti;

IMG_6711

– versate l’impasto in ciascun pirottino fino a 2/3 del proprio volume, cospargete ora ciascun cupcake con un po’ di amaretti e qualche mirtillo senza spingerli nell’impasto  ;

– fate cuocere per 20-22 minuti. Vale la regola dello stecchino: se quando lo inserite uscirà asciutto, potete togliere la teglia dal forno;

– lasciate riposare le basi per i cupcake una decina di minuti e poi metteteli a freddare su una gratella. Al tatto li sentirete morbidi e quella é la garanzia che saranno umidi al punto giusto quando li mangerete. Mentre aspettate che i cupcake freddino, preparate la glassa.

– Mettete il burro e lo zucchero a velo setacciato nel mixer che coprirete con un canovaccio per evitare di essere avvolti da una nuvola zuccherina. Mescolate il tutto a velocità media per circa 3-4 minuti finché non sarà amalgamato e inizierà a montare. Aggiungete  a questo punti gli amaretti sbriciolati e amalgamate ancora. Dopodiché unite il formaggio e mescolate a velocità bassa per trenta secondi N.B. Se per qualunque ragione la glassa dovesse risultare lenta, mettetela in frigo a rassodare prima di decorare i cupcake.

IMG_6704

– Armatevi di sac à poche e iniziate a decorare i cupcake ormai freddi con la glassa bella soda. Ornate la sommità delle vostre piccole delizie con un paio di mirtilli: gustate gioiosamente.

Non sono il paradiso? Vabbè non esageriamo però ci vanno molto vicino. Alla prossima e keep in touch.

IMG_6708

 

Al cenone di capodanno ci si prepara con i muffin al muesli

IMG_5993

Natale é passato e Capodanno alle porte. Tutti a far dolci e piatti delle feste che hanno in comune  il fatto di essere ipercalorici: meno male. No, sul serio le feste sono l’alibi per mangiare tante cose e tutte “belle cariche”: ci siamo capiti vero? Gustosi, saporiti e giganteschi: queste sono le parole chiave che hanno caratterizzato i miei banchetti delle feste. E alle colazioni delle feste chi ci pensa? Gli avanzi, risponderete voi. Io ho messo a punto questi muffin per le feste pensati proprio per essere gustosi ma anche un tantinello (solo un tantinello) depurativi. In questi muffin ho pensato di mettere del muesli e di togliere sia olio sia burro così da lasciare il gusto e mettere da parte il senso di colpa così da essere pronti per i bagordi di Capodanno. Mettiamoci al lavoro perché il 31 dicembre é alle porte e io ho di nuovo fame.

INGREDIENTI PER  10- 12 Muffin 

300 gr. di farina 00;

150 gr. di zucchero;

2 uova;

100 ml. di latte;

150 gr. di carote grattugiate;

120 ml. di latte intero;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

2 1/2 cucchiaini di lievito in polvere;

un pizzico di sale;

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio;

200 gr. di frutti di mirtilli freschi;

2 banane mature;

100 gr. di fiocchi d’avena (oltre a tre cucchiai da spargere sopra);

150 gr di mele renette pelate e grattugiate.

IMG_5987

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 180° e inserite i pirottini da muffin nell’apposita teglia. In una ciotola schiacciate le banane e aggiungete le carote e le mele, le uova infine unite il latte e la vaniglia. In una seconda ciotola mescolate la farina con lo zucchero, il lievito, il bicarbonato, il sale, l’avena e i mirtilli avendo cura che non si spappolino;

– unite ora il composto liquido a quello con la farina mescolando il minimo indispensabile per amalgamare il tutto N.B. se monterete l’impasto o anche solo lo amalgamerete troppo, i muffin diventeranno duri come pietre;

IMG_5997

– dividete il composto nei pirottini e spolverizzate la superficie con l’avena tenuta da parte, dopodiché  infornate per 20-23 minuti (vale come sempre la prova stecchino).

La ricetta é facile, veloce e leggera senza per questo essere triste come spesso sono i dolci “dietetici” che per quanto mi riguarda é una contraddizione in termini specie a Capodanno. Buon anno di dolcezze e keep in touch.

IMG_5992

 

E’ fiorita la torta ai mirtilli e lavanda.

Torta Mirtilli e lavanda

Torta Mirtilli e lavanda

Io non ho il pollice verde, ce l’ho grigio: sfioro una pianta e questa decide proprio di suicidarsi per quanto poco io abbia dimestichezza con la cura di geranei o margherite che siano. Tuttavia ho una certa manualità con i dolci e quindi perchè non provare a mettere insieme le due cose sperando di farne uscire qualcosa di buono. A Londra vidi degli shortbread alla lavanda che avevano un sapore fresco e invitante e mi ripromisi si utilizzare questa essenza anche in un mio dolce. Tuttavia la lavanda come la rosa e altri fiori sono delicati quando aggiunti ad un dolce pocihè facilmente possono alterare o coprire il sapore e rendere tutto un po al gusto di sapone. Questo però non mi ha fermato e non fermerà neanche voi.

INGREDIENTI (tre tortiere da 15 cm)

175 gr. di burro morbido;

175 gr. di zucchero semolato;

un pizzico di sale;

3 uova a temperatura ambiente;

225 gr. di farina 00;

150 gr. di yogurt ai mirtilli;

2 cucchiaini di lievito (10 gr.);

150 gr. di mirtilli freschi (più un’altra decina per la decorazione);

Per lo sciroppo

40 gr. di zucchero;

40 ml. di acqua;

10 gocce di estratto naturale di lavanda (in alternativa due cucchiaini di lavanda per alimenti);

Per la glassa

150 gr. di burro morbido;

300 gr. di mascarpone;

150 gr. di zucchero a velo setacciato;

alcune gocce di colorante viola;

Torta Mirtilli e lavanda

Torta Mirtilli e lavanda

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 180° e foderate le teglie con carta forno. Montate nel mixer per tre minuti circa il burro con lo zucchero così da ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite a questo punto un uovo per volta, avendo cura dopo il secondo di aggiungere un cucchiaio di farina per evitare che il composto si separi eccessivamente;

– intanto setacciate la farina con il lievito e il sale e unite il tutto, in due volte,  al composto nel mixer a velocità medio-bassa. Solo a questo punto unite prima lo yogurt e poi, mescolando con una spatola, unite i mirtilli (evitate di frantumare la frutta);

– dividete il composto nelle teglie e infornate per 25-28 minuti (vale la solita infallibile prova stecchino per verificare la cottura). Nel frattempo preparate lo sciroppo portando a bollore tutti gli ingredienti necessari e lasciando sobbollire fino a quando non avrà dimezzato il suo volume e tenete da parte. Sfornate e immediatamente spennellate lo sciroppo sulle torte calde. Lasciate le teglie a temperatura ambiente per 10  minuti trascorsi i quali sformate e fate freddare, sempre a temperatura ambiente. Nel caso aveste usato i fiori di lavanda, filtrate lo sciroppo prima di utilizzarlo. N.B. (le torte sarebbe meglio prepararle la sera prima e farcirle il giorno dopo);

Torta Mirtilli e lavanda

Torta Mirtilli e lavanda

– mentre la torta si raffredda, preparate la glassa montando per cinque minuti circa il burro e lo  zucchero a velo in modo da ottenere un composto bello spumoso. Unite a questo punto il colorante viola e il mascarpone mescolando quel tanto che basta per incorporare il tutto. Montate a velocità non troppo alta e per non più di un minuto, altrimenti rischierete di rendere la glassa  liquida;

– prendete il primo disco di pasta e adagiatelo sul piatto di portata o sul portatorte. Cospargete con uno strato di crema, coprite con il secondo disco che coprirete con altra crema. Coprite ora con il terzo disco, l’ultimo strato  e con una spatola glassate i lati e il top della torta (non avrete necessità di essere troppo precisi). Mettete in frigo per 15 minuti;

– mettete nella sac à poche la restante crema avendo precedentemente messo una punta a stella (Wilton 1M).  Partendo dal basso verso l’alto, disegnate delle rose sui lati della torta e via via sino ad arrivare al top dove lascerete uno spazio centrale per i mirtilli tenuti da parte proprio come decorazione. Fare riposare in frigo per un’ora, avendo cura di riportare la torta a temperatura ambiente per almeno 20 minuti prima di servire.

Torta Mirtilli e lavanda

Torta Mirtilli e lavanda

Io trovo questa torta bella, buona e profumata come un fiore di campo o una rosa selvatica. No, vabbé lasciamo stare e mangiamoci una seconda fetta di torta che io e le piante continuiamo a non essere amiche. Alla prossima e keep in touch.

 

 

 

Il gusto che ti porta via: Flapjack ai mirtilli

Flapjack ai mirtilli

Flapjack ai mirtilli

Il dolcino inglese protagonista di questo post appartiene a quelli che tradizionalmente vengono serviti per il té delle 5. In realtà io li ho sempre trovati un tantinello “rustici” per i miei gusti e quindi trascurati. Mi é capitato però di assaggiarli alla caffetteria della Tate Modern di Londra (oltre al museo non dimenticate di visitare il coffee shop) e ho dovuto immediatamente ricredermi. Mi sono pertanto ripromesso che anche voi avreste dovuto ricredervi su queste golose barrette, i flapjack: non posso fallire, aiutatemi e mettiamoci all’opera.

INGREDIENTI

85 gr . di farina 00;

1/2 cucchiaino di lievito (5 gr.);

340 gr. di fiocchi d’avena;

200 gr. di mirtilli freschi;

85 gr. di miele;

la scorza di un limone;

120 gr di zucchero;

250 gr. di burro;

120 gr. di noci o nocciole ridotte in briciole;

un pizzico di sale.

Flapjack ai mirtilli

Flapjack ai mirtilli

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 160° e foderate una tortiera 20 X 20 cm con carta forno.  Mettete in un pentolino antiaderetene il burro, lo zucchero, il sale e il miele finchè il burro non sarà sciolto e il composto completamente amalgamato (non portatelo a bollore, mi raccomando) !;

– nel frattempo mescolate l’avena, la farina, il lievito,  la scorza di limone e la frutta secca in una ciotola. Togliete il pentolino dal fuoco e versatevi dentro il composto appena mescolato nella ciotola, amalgamando il tutto. Unite a questo punto, con molta delicatezza, i mirtilli freschi avendo cura di non ridurli in poltiglia ma di lasciarli il più possibile interi;

Flapjack ai mirtilli

Flapjack ai mirtilli

– versate il composto nella teglia livellando delicatamente la superficie ed informate per 45 minuti fin tanto che non avrà assunto un bel colorre bruno. Sfornate e lasciate la teglia a temperatura ambiente fino a completo raffreddamento. Dopodichè mettete la teglia in frigo per un paio d’ore trascorse le quali potrete definitivamente sformare il dolce e tagliarlo a quadrotti che servirete a temperatura ambiente.

Io sono un blogger piuttosto diffidente, ve lo confesso e pertanto prima di ricredermi ho bisogno di molte conferme. No, vabbé tutte storie: voglio mangiare un altro di questi flapjack. Alla prossima e keep in touch.

Flapjack ai mirtilli

Flapjack ai mirtilli

 

 

 

 

Il muffin ingordo con mirtilli, limone e semi di papavero.

Muffin Everytihing

Muffin Everytihing

Quando ero nel Surrey per frequentare una prestigiosa scuola di pasticceria, correvo tutte le mattine alla stazione Waterloo di Londra per prendere il treno “navigando” nella marea di pendolari inglesi che affollano la stazione nelle ore di punta. Tempo per la colazione? Zero. Nel senso che la facevo al volo ma non volevo rinunciare  al sacrosanto diritto al dolcetto del mattino. Tra le delizie che più affollavano le vetrine dei coffee shop per un dolce take away, la facevano da padrone i muffin. Due in particolare: ai mirtilli e al limone con semi di papavero. Io apprezzavo l’uno e l’altro ma perché dover scegliere e non poterli avere entrambe? Ci penso io e voi con me. Mettiamoci al lavoro.

INGREDIENTI PER 12 Muffin 

325 gr. di farina 00

175 gr. di zucchero semolato

2 uova

100 ml. di olio di semi vari o di girasole (MAI quello di oliva)

200 ml di latte intero (più un ulteriore cucchiaio)

scorza di un limone e mezzo

2 cucchiaini di lievito in polvere (10 gr.)

un pizzico di sale

2 cucchiaini di semi di papavero (10 gr.)

150 gr. di mirtilli freschi

100 gr. di zucchero a velo setacciato

1 cucchiaio di succo di limone

Muffin Everytihing

Muffin Everytihing

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 190° e foderate la leccarda con carta forno. Mescolate le uova con l’olio e il latte mentre a parte setacciate la farina, il lievito e il sale unite a questo composto lo zucchero e i semi di papavero;

_ aggiungete ora la scorza di limone e i mirtilli (precedentemente infarinati) al composto di farina. Unite ora gli ingredienti liquidi alla farina amalgamando il composto il minimo indispensabile (non preoccupatevi se alla fine risulterà ancora piuttosto grumoso);

– dividete il composto nei 12 pirottini e informate per 20 minuti (vale la solita prova stecchino per verificare l’avvenuta cottura. Sfornate e lasciate la teglia a temperatura ambiente per 10 minuti prima di togliere i pirottini e farli freddare completamente così da procedere con la glassatura;

Muffin Everytihing

Muffin Everytihing

– mescolate lo zucchero a velo con il limone fino ad ottenere un composto omogeneo che distribuirete con una forchetta sulla superficie di ciascun muffin. Fate addensare a temperatura ambiente e divorate senza senso di colpa alcuno.

Si, non c’è che dire: il matrimonio tra i due classici dei muffìn funziona. Funziona così tanto che li ho quasi finiti? Voi? Alla prossima e keep in touch.

Muffin Everytihing

Muffin Everytihing

Tradizione VS innovazione: pace fatta con la caramel berry upside down

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

Sono sempre combattuto e affascinato dalla tradizione e dall’innovazione. L’upside down cake é una torta tradizionale americana rovesciata, vale a dire la base (generalmente di ananas) diventa il top non appena sfornata. La vidi per caso in una bella vetrina di una bakery in New Hampshire l’anno scorso e la trascurai perché mi ricordava l’unica (dico l’unica) torta che a mia madre riuscisse e pertanto faceva molto frequentemente.  Ho poi deciso di prepararla, utilizzando però i frutti di bosco addolciti da uno strato di caramello, in nome dell’innovazione s’intende.

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA DEL DIAMETRO DI  24 cm.

175 gr. di burro (più un cucchiaio per ungere la teglia)

240 gr. di farina 00

200 gr. di zucchero semolato

140 gr. di zucchero di canna

60 ml di acqua

3 uova a temperatura ambiente

2 cucchiaini (10 gr.) di lievito in polvere

1 cucchiaio di melassa (facoltativo)

un pizzico di sale

40 ml. di latte intero

200 ml di panna acida

1 cucchiaio di melassa

230 gr. di frutti di bosco freschi

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

PROCEDIMENTO 

– Sciogliete un cucchiaio di burro al microonde e ungete la base e i lati della teglia. Dopodiché foderate la base con carta forno. Mettete da parte mentre preparate il caramello;

– in un pentolino mettete 60 gr. di burro, lo zucchero di canna, l’acqua e, se l’avete, la melassa. Mettete sul fuoco medio-basso fino a portare a bollore e fate bollire per un paio di minuti avendo cura di non mescolare MAI con un cucchiaio il contenuto, fate solo di tanto in tanto roteare il pentolino. Appena pronto, versate il caramello sulla base della teglia foderata di carta forno. Mettete da parte e nel frattempo preparate la torta;

– accendete il forno a 180°  e foderate la leccarda con la carta forno, o pellicola di alluminio, sulla quale adagerete la teglia. Setacciate la farina con il lievito, lo zucchero semolato ed il sale e mettete da parte. Versate nella ciotola del mixer  la panna acida, il latte e il primo uovo montando a velocità media. Aggiungete via via le altre uova avendo cura che la precedente sia completamente assorbita. Intanto sciogliete i restanti 115 gr. di burro nel microonde e unitelo al composto nel mixer. Montate per un paio di minuti;

– unite metà del misto di farina al composto nel cestello del mixer e mescolate a velocità bassa, quel tanto che basta per far amalgamare il tutto. Fate lo stesso con la restante metà del composto. Nel frattempo mettete i frutti di bosco sul caramello ormai freddo, avendo cura di non lasciare spazi vuoti, dopodiché versate l’impasto del mixer sui frutti di bosco. Infornate per 50-55 minuti: come sempre vale la prova stecchino;

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

– sfornate e lasciate a temperatura ambiente per circa 15 minuti ma quando la torta è ancora calda passate lungo i bordi la lama di un coltello, così che sarà più facile estrarla dalla teglia. Trascorsi i 15 minuti sfornate e lasciate raffreddare ma sappiate che tiepida è strepitosa. Conservate a temperatura ambiente.

N.B. Se non trovaste la panna acida potete prepararla montando metà parte di panna fresca a cui aggiungerete metà parte di yogurt (preferibilmente greco)ed un un cucchiaino di succo di limone.

Il risultato é incredibilmente umido, dolce e dai sapori contrastanti: insomma eccezionale. No, non é vero che sono combattuto tra innovazione e tradizione:  punto all’innovazione lasciandomi ispirare dalla tradizione.  In realtà non sono così sicuro e credo di dover mangiare un’altra fetta di questa torta per capirlo. Alla prossima e keep in touch.

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down