Solo il meglio per la Galette alle mele e crema al limone

So che può sembrare scontato ma non mi stancherò mai di ripeterlo: per ottenere i dolci migliori servono i prodotti migliori. La prima qualità vi garantirà un risultato eccezionale ed é per questo che ho quindi deciso di preparare un dolce semplice ma che per diventare straordinario ha bisogno dell’eccellenza: mele renette croccanti, panna e burro gustosi e saporiti. Per questo ho quindi usato i prodotti Giglio che fa latte, burro e yogurt come una volta: buonissimi, insomma. Mettiamoci al lavoro perchè la bontà non aspetta.

INGREDIENTI (tortiera da crostata 36 X 10 cm)

Per la pasta

150 gr. di farina 00;

75 gr. di burro freddissimo a dadini;

25 gr. di zucchero;

1 uovo separato;

un pizzico di sale

Per il ripieno

150 ml. di panna da montare;

100 gr. di zucchero semolato;

2 uova;

succo di mezzo limone;

2 mele;

un paio di cucchiai di marmellata di albicocche.

PREPARAZIONE

  • Iniziate dalla pasta mettendo zucchero, la farina e il sale insieme al burro freddissimo nel robot con le lame e azionate fino ad ottenere un impasto sabbioso. Unite a questo punto il tuorlo e un paio di cucchiai di albume, azionate di nuovo il robot e non appena il composto inizierà ad addensare fermate l’elettrodomestico e compattate il tutto in una palla che avvolgerete nella pellicola trasparente così da mettete il composto in frigo a freddare per 45 minuti;
  • stendete la pasta dello spessore di mezzo centimetro con la quale fodererete la teglia che metterete in freezer fino a che il forno che avrete acceso per preriscaldarlo non avrà raggiunto la temperatura di 190°. Dopodiché bucherellate la pasta con i rebbi della forchetta, coprite con un foglio di carta alluminio su cui avrete adagiato delle sfere di ceramica alimentare o di fagioli secchi. Infornate per 15 minuti trascorsi i quali togliete il foglio di alluminio con le sfere, spennellate con l’albume avanzato  e proseguite a cuocere per altri 5 minuti. Abbassate la temperatura a 180° e nel frattempo preparate il ripieno;

  • dividete le mele in fettine sottili non pelate e mettete da parte, mescolate tutti gli altri ingredienti previsti per il ripieno in una brocca. Versate ora il ripieno nella teglia e dopodichè adagiatevi sopra le fettine di mele delicatamente, infine infornate per 25 minuti. Sfornate e fate freddare il dolce prima di spennellare la superficie con la marmellata leggermente riscaldata. Gustate con aria compiaciuta.

Questa torta, o come la chiamano i francesi: galette, é adatta per la colazione, la merenda e anche come dessert; tanto adatta che rischierete di finirla lo stesso giorno in cui l’avrete preparata. Toccherà rifarla ancora e ancora purchè sempre e solo con i prodotti migliori, mi raccomando. Alla prossima e keep in touch.

 

 

 

 

 

Autumn roll: rotoli alle mele e sciroppo d’acero

autumn-roll

L’autunno non ha solo colori che amo ma anche sapori e profumi speciali, che sanno di caminetto e copertina. Tra questi certamente rientrano lo sciroppo d’acero e le mele con una spolverata di spezie. Se avete già l’acquolina in bocca, immaginate il tutto avvolto in un soffice rotolo e sarete direttamente in paradiso. Smettetela di sbavare e allacciate il grembiule così iniziamo a preparare queste delizie.

ok

PREPARAZIONE (9 roll)

IMPASTO

280 ml. di latte tiepido;

450 gr. di farina manitoba;

50 gr. di burro sciolto;

1/2 cucchiaino di cannella in polvere;

1/2 cucchiaino di zenzero in polvere;

1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere;

60  gr. di di zucchero;

1 pizzico di sale;

7 gr. di lievito di birra disidratato;

1 tuorlo;

3 cucchiai di sciroppo d’acero;

ok

RIPIENO

60 gr. di burro morbido;

80 gr. di zucchero di canna;

3 cucchiai di sciroppo d’acero;

2 mele pelate e ridotte a dadini;

50 gr. di noci tritate grossolanamente;

50 gr. di uva passa;

1/2 cucchiaino di cannella in polvere;

1/2 cucchiaino di zenzero in polvere.

Per la glassa

due cucchiai di zucchero a velo;

un cucchiaio e mezzo di sciroppo d’acero.

ok

PREPARAZIONE

– Mescolate la farina, lo zucchero, le spezie e il lievito in una ciotola, fate una fontana in mezzo e versate il latte, il tuorlo e i tre cucchiai di sciroppo d’acero continuando a mescolare per un minuto circa. Unite a questo punto il sale e mescolate ancora: avrete un impasto piuttosto appiccicoso. Versate nel cestello dell’impastatrice e iniziate a mescolare a velocità bassa per 5 minuti, dopodiché versate a filo il burro sciolto e mescolate ancora per altri 3  minuti;

ok

– formate una palla e mettetela in una ciotola posta in un luogo lontano da correnti (non eccessivamente caldo!) così che lieviti per due ore e almeno raddoppi di volume. Trascorso questo tempo, prendete “a pugni” l’impasto così da sgonfiarlo e stendetelo con un matterello ottenendo un rettangolo 30X20 e dello spessore di 1,5 cm. In una ciotola formate una pasta con il burro morbido, lo zucchero, le spezie e un cucchiaio di sciroppo d’acero che stenderete uniformemente sulla pasta avendo cura di restare a un cm. dal bordo;

– adagiate ora le mele, l’uvetta e le noci sulla pasta appena stesa e arrotolatela stretta , partendo dal lato lungo. Tagliate le due estremità e dopodichè ricavate 9 rondelle della medesima misura che adagerete su una teglia rettangolare foderata di carta forno su cui avrete versato due cucchiai di sciroppo d’acero (NB fate in modo che le “girelle” si tocchino le une con le altre);

ok

– lasciate lievitare le girelle per 30 minuti e nel frattempo preriscaldate il forno a 180°. Infornate per 25 minuti, dopodichè sfornate e fate freddare per 10 minuti prima di glassare le vostre piccole delizie. Mescolate perciò in una ciotola gli ingredienti della glassa così da decorare le vostre girelle. Gustate con aria autunnale.

ok

Nel caso non trovaste lo sciroppo d’acero potete sostituirlo con il miele: non sarà lo stesso ma perchè rinunciare alla bontà? A presto e keep in touch.

La torta della città degli angeli é la Apple crumble cheesecake

Apple crumble cheesecake

Apple crumble cheesecake

Di Los Angeles (semplicemente LA per i locali) mi sono rimaste impresse molte cose: la maestosità, le grandi distanze, quartieri grandi come città, Beverly Hills, i bellissimi teatri, l’emozionante Hollywood Walk of Fame e il cheesecake. Si, nella città degli angeli ho mangiato il più buono cheesecake della mia vita. Me lo presentarono come lo special del giorno, vale a dire un apple crumble cheesecake: non potevo non provarlo. Il sapore era un vero e proprio esercizio di equilibrio tra il cheesecake e una apple pie realmente irresistibile. Dovevo riprodurre quella delizia a tutti i costi perché volevo riprovare quel piacere angelico. Volete provarci insieme a me? Mettiamoci al lavoro.

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA APRIBILE DA 22 CM

PER LA BASE

80 gr. di burro sciolto;

200 gr. di biscotti Spéculos (se non li aveste, usate la stessa quantità di digestive a cui aggiungerete 1/2 cucchiaino di cannella in polvere);

PER IL RIPIENO

400 gr. di formaggio tipo Philadelphia® a temperatura ambiente;

200 gr. di mascarpone a temperatura ambiente;

100 gr. di zucchero semolato;

90 ml. di sciroppo d’acero;

60 gr. di burro;

3 mele renette;

3 uova a temperatura ambiente;

25 gr. di farina 00;

120 ml. di yogurt magro;

PER IL CRUMBLE

100 gr. di farina 00;

100 gr. di zucchero di canna;

50 gr. di burro freddo a dadini;

1/2 cucchiaino di cannella in polvere;

1 cucchiaino di latte freddo;

Apple crumble cheesecake

Apple crumble cheesecake

PREPARAZIONE

– Pelate le mele,  tagliatele a dadini e nel frattempo mettete 60 gr. di burro e 40 ml. di sciroppo d’acero in un pentolino che porterete  a bollore. Mettete le mele nel composto di burro e sciroppo d’acero e lasciate sobbollire per 10 minuti circa o finché tutto il liquido non sarà assorbito e le mele morbide ma ancora compatte. Togliete dal fuoco e lasciate freddare;

– tritate i biscotti finemente e versatevi sopra 80 gr. di burro sciolto al microonde, dopodichè pressate questo composto sul fondo della tortiera a cerniera. Mettete la tortiera almeno mezz’ora in frigo;

– accendete il forno a 180° e nel frattempo mescolate nel mixer a velocità media i due tipi di formaggio con lo zucchero semolato e lo sciroppo d’acero. Quando avrete ottenuto un composto omogeneo (2-3 minuti al massimo) unite un uovo per volta. Dopo aver amalgamato il terzo uovo, unite lo yogurt e la farina setacciata e mescolate ancora a velocità media;

– unite a questo punto le mele ormai fredde e mescolate con una spatola. Togliete la tortiera dal frigo e informate. Nel frattempo preparate il crumble mettendo la farina, lo zucchero, la cannella e il burro in una ciotole e, con le punta delle dita, create delle briciole grossolane. Unite ora il latte e finite di preparate le briciole;

– trascorsi 30 minuti, togliete la torta dal forno e delicatamente cospargete la superficie con il crumble avendo cura di lasciare circa 1/2 cm. dal bordo. Infornate di nuovo per altri 20 minuti circa o finché il bordo non sarà leggermente brunito ma il centro della cheesecake ancora tremolante;

– sfornate la torta e fatela freddare a temperatura ambiente, dopodichè mettetela in frigo per almeno 4 ore. Servite a temperatura ambiente.

Ho riprovato quella sensazione a metà tra il comfort food e un dessert elegante ma soprattutto più la mangio e più mi ritorna la voglia di tornare nella città degli angeli: venite con me? Alla prossima e keep in touch.

Apple crumble cheesecake

Apple crumble cheesecake

Tra un roll e un twist io mi fermo ad assaggiare un Chelsea bun

Chelsea Bun

Chelsea Bun

Nelle mie colazioni americane non mancava quasi mai un cinnamon roll: una coccola dal vago sapore natalizio. Ho quindi pensato di rivivere le stesse sensazioni in giro per Londra. Bello, bello chiedo pertanto un cinnamon roll indicando il display di una bakery di South Kensignton. La cameriera scuote la testa e mi dice “no way”! Come? Voglio il mio cinnamon roll che vedo in bella vista davanti a me. Lei mi spiega che si tratta di un Chelsea bun profondamente diverso dalla sua versione americana. Vediamo chi la spunta. L’ha spuntata  la saggia cameriera. Il profumo di  cannella é meno intenso rispetto ai roll americani, più umidi e delicatamente glassati. Le chiedo il segreto e lei mi dice solo “apple”. Eh? Mmmmm, mettiamoci all’opera perché anche voi dovete provare la sensazione di sorpresa mista a gioia che ha caratterizzato le mie colazioni londinesi.

INGREDIENTI PER I BUNS

1 uov0 sbattuto;

150 ml. di latte tiepido;

250 gr. di farina manitoba;

20 gr. di burro sciolto a microonde;

1 cucchiaio di zucchero;

1 cucchiaino di sale;

7 gr. di lievito di birra disidratato;

Chelsea Bun, prima della glassatura

Chelsea Bun, prima della glassatura

INGREDIENTI PER IL RIPIENO

1 mela renetta pelata e grattugiata finemente;

50 gr. di zucchero di canna;

80 gr. di uva passa;

30 gr. di burro;

INGREDIENTI PER LA GLASSATURA

3 cucchiai di marmellata di albicocche

3 cucchiai di zucchero a velo

3-4 cucchiaini di acqua calda

cannella in polvere

PREPARAZIONE

– mescolate la farina, lo zucchero e il lievito in una ciotola. Aggiungete ora il burro e mescolate bene. Unite ora il latte e l’uovo, continuando a mescolare. Unite il sale e mescolate ancora: avrete un impasto piuttosto appiccicoso;

– rovesciatelo su un piano di lavoro infarinato e impastate come se doveste fare il pane per circa 10 minuti. Formate una palla e mettetela in una ciotola posta in un luogo lontano da correnti (non eccessivamente caldo!) così che lieviti per un’ora e raddoppi di volume;

– preparate il ripieno mettendo il burro e lo zucchero in un pentolino su fuoco basso. Appena il burro sarà sciolto, togliete il pentolino dal fuoco e versatevi dentro l’uva passa e la mela. Mescolate per bene e lasciate intiepidire a temperatura ambiente;

Chelsea Bun

Chelsea Bun

– trascorso questo tempo, rovesciate l’impasto sul piano di lavoro e “sgonfiatelo” con un paio di pugni ben assestati. Stendete ora l’impasto con l’uso di un mattarello ottenendo un rettangolo 30X20 cm. Rovesciate il ripieno sull’impasto avendo cura di lasciare almeno 2 cm. dai bordi, dopodiché arrotolatelo a partire dal lato più lungo.

– tagliate ora il rotolo in 9 porzioni della lunghezza di 4.5 cm e adagiarli su una teglia a circa 4-5 cm di distanza. Coprite nuovamente e fate lievitare una seconda volta per 35-40 minuti o in ogni caso fino a raddoppio del volume. Accendete il forno a 180° così da preriscaldarlo;

– infornate per 15.18 minuti finché i chelsea buns non saranno dorati in superficie e uniti tra loro. Nel frattempo scaldate in un pentolino la marmellata fino e a una consistenza gelatinosa;

– sfornate i buns, e spennellate immediatamente sulla superficie la marmellata. Lasciate freddare a temperatura ambiente così che possiate spolverizzarli con della cannella in polvere. Dopodiché separate i buns così da glassarli;

– mischiate lo zucchero a velo con l’acqua calda fino a ottenere una glassa lucente e spalmabile. Con un cucchiaino o una sac à poche decorate i vostri Chelsea buns ormai freddi. Lasciate addensare la glassa a temperatura ambiente.

Chelsea Bun

Chelsea Bun

Addentate sentendovi a metà strada da Londra e New York.

Questi Chelsea buns sono una coccola da domenica mattina ma chissà che effetto daranno al lunedì, al martedì e al resto della settimana? Scopriamolo insieme. Alla prossima e keep in touch.

Una mela al giorno fa l’apple and oat cookie irresistibile

Cookies Apple and Oat

Apple and Oat Cookie

Ho già i primi malanni. Certo, direte voi, vai sempre in giro tra Londra, Parigi e New York. Vabbé però proprio quando ero a Londra sono entrato in un coffee shop di una nota multinazionale (quella con il marchio della sirena su sfondo verde) per una colazione al volo. Oltre a prodotti che già conoscevo, mi ha colpito un cookie sul quale  ho chiesto informazioni.

Si trattadi un biscotto healthy, salutare in altri termini. Prevede infatti l’uso dell’avena e delle mele al suo interno. Li ho assaggiati son rimasto piacevolmente sorpreso e appagato (anche se inizialmente ero scettico perché orientato verso qualcosa di più tradizionale) . Ora che ho un pò di raffreddore e mal di gola ho proprio bisogno di una botta di energia e salute senza rinunciare al gusto e alla voglia di sentirmi di nuovo seduto in quel coffee shop all’uscita della fermata Monument della tube di Londra. Pronte/i a fare questo viaggio salutista-londinese insieme a me? Iniziamo.

Cookies Apple and Oat

Apple and Oat Cookie

INGREDIENTI

90 gr. di zucchero semolato

90 gr. di zucchero di canna

135 gr. di burro a temperatura ambiente

1 uovo a temperatura ambiente

1 cucchiaino (5 ml) di vaniglia

195gr farina (in questo caso meglio la Manitoba altrimenti 00)

60 gr. di fiocchi d’avena

1/4 di cucchiaino di cannella

un pizzico di sale

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

2 mele granny Smith sbucciate e grattugiate finemente

Cookies Apple and Oat

Apple and Oat Cookie

– Accendete il forno a 180° e foderate una teglia o la leccarda con carta forno;

– mescolate con un mixer elettrico il burro, i due tipi di zucchero fino ad ottenere una a crema. Aggiungete la vaniglia e mescolate ancora. Fate lo stesso con l’uovo avendo cura di tanto in tanto di fermare il mixer e mescolare il fondo del cestello con una spatola;

– setacciate la farina e unitevi la cannella, il sale e il bicarbonato. Unitelo in due volte al composto mescolando a velocità medio-bassa. Dopodiché unite a mano l’avena e le mele grattuggiate. Prima di fare quest’operazione, scolate e asciugate quanta più acqua possibile dalle mele;

– mettete della palline di composto della quantità di circa due cucchiai sulla teglia avendo cura di distanziarle di 5-6 cm. le une dalle altre.  Appiattite per bene le palline prima di infornarle;

– lasciatele cuocere per 20-22 minuti (saranno cotte quando i cookies risulteranno dorati ai bordi e morbidi al centro). Lasciateli freddare completamente prima di “aggredirli”.

ok 2 IMG_9432

Io sto già meglio dopo i primi due cookies ma,  per esigenze da foodblogger, devo capire quanti dovrò mangiarne per essere completamente in forma e quindi proseguirò con l’assaggio.  Lo faccio per voi, s’intende 😉

Alla prossima e keep in touch.

Metti una apple pie dentro uno scone e la colazione sarà servita

Scones 1

Il tè delle 5 fa tanto british, diciamocelo. Io però alle 5 lavoro e mi sa che qualcuno storcerebbe il naso se, bello bello, tirassi fuori teiera e servizio buono per mettermi a spalmare burro e sorseggiare Earl Grey. A tutto c’è rimedio però: spostare questa bella tradizione al mattino con la colazione. Detto fatto, ho preparato il tè, il burro, la marmellata e naturalmente gli scones. Cosa sono? Trattasi di facili “panini” la cui lievitazione avviene in forno. Ne esistono diverse versioni ma io vi propongo questa evocativa della apple pie. Dai, mettete su il tè che in pochi minuti prepareremo gli scones.

ok-2

INGREDIENTI PER UNA DECINA DI SCONE

50 gr. di burro freddo;

250 gr. di farina 00;

16 gr. di lievito in polvere per dolci;

30 gr. di zucchero semolato;

150 ml. di latte intero;

50 gr. di uva sultanina;

2 mele renette o Granny Smith;

1/4 cucchiaino di cannella;

1 uovo sbattuto.

ok_1

PREPARAZIONE

– Accendete il forno a 200°, foderate una teglia con carta forno e immergete l’uva sultanina nel latte;

– in una ciotola mescolate la farina, il lievito e la cannella. Versatevi il burro freddo a dadini e mescolatelo con le dita o una forchetta sino a ottenere un composto sabbioso. Aggiungete lo zucchero e mescolate il tutto. Unite ora le mele pelate e fatte a dadini piuttosto piccoli;

– versate nel composto fin qui amalgamato il latte e l’uvetta. Mescolate il tutto quel tanto che basta per ottenere un composto denso che stenderete grossolanamente su un piano di lavoro. Infarinate leggermente il piano e appiattite il composto dell’altezza di circa 3 cm;

– ricavatene delle porzioni rotonde di 5 cm di diametro (infarinate il coppapasta prima di incidere l’impasto) e spennellatele leggermente prima di infornarle;

– infornate ora per 18 minuti, sfornate e fate freddare su una gratella da forno. Tagliateli a metà e farciteli con marmellata e del burro.

Questi scones sono così buoni che non capisco più se é ora di fare colazione o del tè delle 5.

ok

Uh, devo scappare al lavoro: é decisamente ora di colazione.

Alla prossima e keep in touch.

IMG_7366