La fragola sta bene con tutto: Cupcake alla fragola e mascarpone

Cupcake fragole e mascarpone

La fragola in pasticceria praticamente é come il nero per la moda: sta bene con tutto. Seriamente, ditemi con che cosa non abbinereste la fragola. Più facilmente riuscireste a dirmi con quali combinazione questo frutto gustoso risulterebbe imbattibile. In un cupcake con una glassa al mascarpone? Taaac, fatto. Ora tocca a voi e quindi diamoci da fare.

ok

INGREDIENTI PER 10 BASI PER CUPCAKE

115 gr. di burro a temperatura ambiente;

115  gr. di zucchero semolato;

2 uova a temperatura ambiente;

120 gr di farina 00;

1 cucchiaino di lievito per dolci (5 gr.);

120 gr. di fragole a dadini;

ok

Per lo sciroppo

40 ml. di acqua;

40 gr. di zucchero semolato;

4 fragole.

Per la glassa

250 gr. di mascarpone;

3 cucchiai di zucchero a velo;

200 ml. di panna da montare freddissima.

4-5 fragole per la decorazione

ok

PREPARAZIONE DELLE BASI

– accendete il forno a 170° e riempite una teglia da muffin con 10 pirottini di carta, dopodichè montate a crema con il mixer il burro e lo zucchero (circa 3 minuti) fermando almeno un paio di volte il vostro elettrodomestico così da mescolare con una spatola il fondo del cestello. Unite un uovo per volta al composto, aggiungete poi la vaniglia continuando a mescolare a velocità sostenuta. Se il burro cominciasse a separarsi dal resto dell’impasto, aggiungete un cucchiaio scarso di farina e proseguite a versare le uova. Unite ora al composto la farina setacciata in cui avrete messo il pizzico di sale e il lievito;

– infarinate le fragole grossolanamente e unitele all’impasto che infine dividerete nei 10 pirottini, avendo cura di non riempirli oltre 2/3 del loro volume. Infornate per 20-22 minuti controllando la cottura con la solita infallibile prova stecchino. Nel frattempo preparate lo sciroppo mettendo a bollire in un pentolino acqua, zucchero e le fragole precedentemente schiacciate con una forchetta. Fate sobbollire per un minuto e mezzo e filtrate così da avere uno sciroppo uniforme;

ok

– non appena avrete sfornato le vostre delizie, spennellatevi sopra lo sciroppo caldo così che venga assorbito immediatamente. Lasciate freddare completamente le basi dei vostri cupcake nella teglia. Mentre attendete che i cupcake siano freddi, preparate la glassa. Montate perciò per una trentina di secondi il mascarpone con lo zucchero a velo e unite infine la panna freddissima montando il composto ad alta velocià sino ad ottenere una glassa uniforme;

– mettete ora la glassa nella sac à poche e decorate i vostri cupcake ormai freddi completando con metà fragola in cima. Conservate in frigo ammesso che ci arrivino e che non li mangiate strada facendo…

Si, la fragola sta bene con tutto ma in questo cupcake é davvero bellissima e strepitosa che quasi viene voglia di non mangiarla. No, vabbé non scherziamo. Alla prossima e keep in touch.

ok

 

 

 

Il dolce a stecchetto: brownie al mascarpone

uno

I dolci “dietetici” mi hanno sempre trasmesso una certa diffidenza. Non voglio dire che bisogna mangiare dolci senza controllo ma semplicemente che bisognerebbe gustarli con moderazione: in altre parole, incidere sulla quantità più che sulla qualità. Detto questo però ho voluto prendere uno dei dolci americani più “ricchi” e renderli un po’ skinny riducendo lo zucchero ma conservando ugualmente il gusto e la densità caratteristica. Volete scoprire come? Diamoci da fare.

ok

INGREDIENTI (teglia da 22 X 33 cm)

175 gr. di farina 00;

un pizzico di sale;

1 cucchiaino di lievito per dolci (5 gr.);

4 uova;

200 gr. di zucchero semolato;

170 gr. di burro;

400 gr. di cioccolato fondente (non meno del 68% di cacao);

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

125 gr. di mascarpone.

ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 165° e foderate con carta forno la teglia. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato e il burro, avendo cura che l’acqua calda non tocchi la ciotola con il cioccolato. Quando il composto sarà completamente sciolto, mettetelo da parte;
  • mettete nel mixer le uova, la vaniglia, lo zucchero e il mascarpone e montate per un minuto. Nel frattempo setacciate farina, sale e lievito che terrete da parte;
  • unite ora il cioccolato fuso insieme al burro, ormai a temperatura ambiente, e mescolate ancora per circa 15 secondi avendo cura di mescolare il fondo del cestello con una spatola;
  • unite ora la farina setacciata e mescolate con una spatola il tutto. Versate nella teglia e infornate per 20-22 minuti avendo cura di verificare che, dopo aver inserito uno stecchino al centro, esca con qualche briciola di impasto (non liquido ma delle briciole). Lasciate raffreddare il brownie completamente nella teglia (un’ora e mezza o due) prima di tagliarlo a quadrotti. Gustate con gioia, cioccolatosa.

ok

ok

ok

Come vi dicevo, non so se definire questo dolce dietetico ma ha circa metà della quantità di zucchero utilizzata per 400 gr. di cioccolato fondente ed è ugualmente gustoso. Verifico solo con un altro pezzo di brownie ma, sì: sono certo che non ci sia differenza alcuna.

Alla prossima e keep in touch.

Se nel vivo dell’autunno vuoi entrare, un Pecan pie cupcake devi mangiare

Pecan Pie CupcakeCi conosciamo da un po’ e quindi saprete che la mia stagione preferita è l’autunno. I suoi colori, profumi e anche il clima. Si, il clima uggioso e freddino che fa venire voglia di stare sotto le coperte in compagnia di un dolcino. Forse mi piace così tanto perchè mi ricorda il clima dell’Inghilterra, chissà. L’autunno per me ha il sapore dello sciroppo d’acero e delle noci. In questa ricetta ho suato le noci pecan che hanno un gusto più ricco rispetto a quelle tradizionali e che sono il pezzo forte della pecan pie, che voglio rievocare con questi cupcake. Ci riuscirò? Scopriamolo insieme

ok

INGREDIENTI PER 24 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

290 gr. di farina 00

100 gr. di burro morbido

200 gr. di zucchero

3 uovo

75 gr. di olio di semi (non di oliva!)

70 ml di brandy

50 ml di sciroppo d’acero

150 gr. di latte intero

2 cucchiainidi lievito in polvere (10 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

150 gr. di noci pecan.

Per lo sciroppo

60 gr. di acqua

30 gr. di zucchero

2 cucchiai di sciroppo d’acero

Per la glassa

250 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia

125 gr. di burro a temperatura ambiente

280 gr. di zucchero a velo setacciato

4 cucchiai di sciroppo d’acero

ok

PREPARAZIONE

  • Togliete 24 noci dai 150 gr. previsti dalla ricetta e metteteli da parte perchè serviranno per la decorazione finale. Tostate le rimanenti sulla padella (ci vorranno 3 o 4 minuti), tritate finemente e mettete da parte. Preriscaldate il forno a 170°, foderate 2 teglie da muffin con i pirottini per cupcake;
  • in una ciotola mescolate l’olio, il latte, la vaniglia, le uova e il brandy mentre nel mixer metterete la farina setacciata, il lievito, il sale, il burro a pezzetti, lo zucchero e lo sciroppo d’acero. Mescolate fino ad ottenere un composto sabbioso, dopodichè versate poco per volta il composto liquido nel mixer che attiverete a velocità media. Unite ora le noci pecan al composto e amalgamate il tutto.
  • quando tutto il composto liquido sarà stato versato, mescolate il fondo della ciotola con una spatola e mescolate per 30-40 secondi a velocità media. Versate ora l’impasto nei pirottini non oltre i 2/3 del loro volume. Infornate per 22 minuti e in ogni caso verificando la cottura con la celeberrima prova stecchino;

ok

  • mentre i cupcake cuociono, preparate lo sciroppo portanto a bollore l’acqua e lo zucchero. Fate sobbollire per un minuto e unite lo sciroppo d’acero. Quando i cupcake saranno cotti, sfornateli e bucherellate delicatamente la superficie così da irrorarla con lo sciroppo caldo in modo che penetri in profondità. Lasciate i cupcake nella teglia per altri 10 minuti prima di adagiarli su una gratella da forno perchè freddino completamente;
  • nel frattempo preparate la glassa montando burro, sciroppo d’acero e zucchero per circa 4 minuti fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite ora il formaggio mescolando a bassa velocità e per non oltre 30 secondi (NB se la glassa dovesse risultare troppo liquida mettetela in frigo a rassodare per una mezz’oretta). Glassate con aria autunnale adagiando una noce su ogni cupcake.

ok

Non sentite l’autunno esplodervi in bocca ad ogni morso di questa delizia? Si, dai non dite di no e mangiatene tranquillamente un altro. Alla prossima e keep in touch.

ok

Missing fico: torta al caffè, nocciole e fichi.

Coffe, Figs and Hazelnut

Non so voi, ma io a settembre ho faticato come non mai per trovare dei fichi. Non so come sia possibile ma tant’è. Ho girato come un matto tra i banchi del mio mercato di fiducia, ho mobilitato amici ed ero a un passo dal chiedere aiuto a una medium. Perché tutto questo accanimento per trovare dei fichi freschi? Perché cerco di essere il più aderente possibile alle stagionalità quando preparo i miei dolci e in terza elementare mi avevano spiegato che a settembre si mangiano i fichi. In realtà avevo letto che fichi, caffè e nocciole stanno bene insieme ma questa è un’altra storia. Anyway, i fichi li ho e quindi possiamo metterci a preparare la tanto agognata torta.

ok

INGREDIENTI PER DUE TORTIERE RETTANGOLARI 15 x 20 cm.

4 fichi secchi

75 ml di caffè caldo

100 gr. di nocciole tostate

200 gr. di burro morbido

225 gr. di zucchero semolato

10 gr. di lievito per dolci

2 cucchiaini di estratto naturale di vaniglia

50 gr. di yogurt naturale

4 uova

200 gr. di farina 00

un pizzico di sale

PER LA GLASSA

3- 4 cucchiai di marmellata di fichi

10 fichi freschi divisi in 4 parti

100 gr. di burro morbido

100 gr. di zucchero a velo

150 gr. di mascarpone a temperatura ambiente

ok

ok

PREPARAZIONE

  • Mettete i fichi secchi a mollo nel caffè bollente per 30 minuti. Foderate le teglie con carta forno e preriscaldate il forno a 180°. Tritate nel mixer con le lame 75 gr. di nocciole (senza però ridurle in farina);
  • nello stesso mixer unite i fichi con il caffè a formare una sorta di pasta. Dopodichè, sempre nel mixer, aggiungete tutti gli altri ingredienti per l’impasto. Azionate il mixer avendo cura di mescolare per un paio di volte il fondo con una spatola. Quando avrete ottenuto un impasto omogeneo dividetelo nelle due teglie in parti uguali e infornate per 23-30 minuti (o in ogni caso quando uno stecchino inserito nella torta uscirà completamente asciutto):
  • sfornate le due torte e lasciatele a temperatura ambiente 15 minuti prima di adagiarle su una gratella perché freddino completamente. Nel frattempo preparate la glassa.
  • mettete in una ciotola il burro morbido e lo zucchero a velo e montate con le fruste elettriche fino a formare un composto gonfio e spumoso (ci vorranno 3-4 minuti circa). Unite a questo punto il mascarpone e mescolate a velocità bassissima e il minino indispensabile per amalgamare il tutto (non oltre i 30 secondi). NB Se per qualche ragione la glassa dovesse essere troppo liquida e poco spalmabile, mettetela in frigo per una ventina di minuti. Tritate i restanti 25 gr. di nocciole nel mixer fino a ottenere una granella;

ok

  • adagiate il primo strato di torta ormai fredda sul piatto da portata, spalmate uno strato sottile di glassa e sopra di essa la marmellata. Mettetevi sopra il secondo strato di torta che ricoprirete con la glassa.
  • Potete decidere di ricoprirla completamente (lungo i bordi non avete necessità di essere eccessivamente precisi) livellando la superficie con una spatola; oppure potete fare come me e lasciare la superficie scoperta, decorandola magari con del zucchero a velo.
  • Ora ricoprite i lati della torta con la granella e adagiate gli spicchi di fichi freschi per tutto il perimetro della torta. Mettete la torta in frigo un’oretta per poi servirla a temperatura ambiente. Gustate con aria autunnale.

ok

Si, alla fine la torta era azzeccata e strepitosa e la fatica per cercare i fichi freschi è stata assolutamente ripagata. Come dite? Dove ho trovato i fichi? Dal fruttivendolo sotto casa. Alla prossima e keep in touch.

Da Londra con furore: torta caffé e noci pralinata

IMG_6505

Qui il freddo non arriva, facciamocene una ragione. Mi riferisco a quel freddo pungente che ti entra nelle ossa e da cui a fatica riesci a difenderti. Quelle sferzate taglienti che solo il pensiero di un tè caldo può mitigare. Il fatto é che la voglia di mettere a scaldare l’acqua per il tè a me non viene poiché fa troppo caldo. Si, il clima non é quello gelido che invoglia a stringere la tazza calda e fumante. Visto che però i dolci da tè sono i miei preferiti, che fare? Me ne infischio e anche senza tè li cucino ugualmente: semplice, no? Uno dei classici che più classico non c’è è la torta caffé e noci che gli inglesi però a mio avviso decorano in maniera un tantinello “rustica”. La mia versione pertanto é fedelissima alla tradizione ma più posh grazie al pralinato di noci pecan con cui l’ho decorata. Volete saperne di più? Allacciate il grembiule e partiamo.

INGREDIENTI (due tortiere da 20 cm.)

Per le basi

150 gr. di burro morbido;

150 gr. di zucchero semolato;

un pizzico di sale;

3 uova a temperatura ambiente;

175 gr. di farina 00;

50 gr. di noci tritate grossolanamente;

1 cucchiaio di caffè solubile (15 gr.);

1 e 1/2 cucchiaini di lievito (8 gr.);

IMG_6511

Per lo sciroppo al caffé

75 gr. di zucchero;

75 ml. di acqua;

1 cucchiaio di caffè solubile;

Per la glassa al mascarpone

100 gr. di burro morbido;

un cucchiaino di caffè solubile;

100 gr. di zucchero a velo setacciato;

200 gr. di mascarpone;

Per le noci pralinate

60 gr. di noci (più 5 o 6 come guarnizione);

60 gr. di zucchero semolato.

IMG_6507

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 180 gradi e foderate le tortiere con carta forno. In un mixer elettrico montate a crema per circa 2 minuti il burro con lo zucchero. Nel frattempo sciogliete il caffè in un cucchiaio abbondante di acqua calda. Unite un uovo per volta, avendo cura di mescolare di tanto in tanto il fondo del cestello del mixer con una spatola;

– unite a questo punto le noci e il caffè e mescolate ancora. Nel frattempo setacciate la farina con il lievito e il sale e unitela al composto nel mixer mescolando a bassa velocità e quel tanto che basta per incorporare il tutto. Dividete il composto in parti uguali nelle teglie e infornate per 30 minuti (vale al solito la prova stecchino);

– mentre le torte cuociono preparate lo sciroppo, portanto a bollore l’acqua con lo zucchero dopodichè scioglietevi dentro il caffè e tenete da parte. Appena sfornate le torte, spennellatele con lo sciroppo in modo che venga completamente assorbito. Lasciate le torte 20 minuti a temperatura ambiente prima di sformarle e farle completamente freddare su una gratella da forno;

– preparate le noci pralinate mettendo lo zucchero in una padella antiaderente così da scioglierlo ma senza girarlo con cucchiai o altro (potete di tanto in tanto far roteare leggermente la padella). Appena lo zucchero sara sciolto e brunito, versatevi dentro le noci in modo da ricoprirle. Fatele cuocere per 20 secondi e poi rovesciate il tutto su una teglia coperta di carta forno così che possa freddare completamente;

– mettete le noci nel mixer e rendetele una granella. Nel frattempo preparate il frosting al mascarpone montando a crema il burro con lo zucchero a velo, per tre o quattro minuti, dopodichè aggiungete il caffè e montate ancora per un minuto. Unite il mascarpone e amalgamate il tutto per 30 secondi con il mixer a bassa velocità e mettete da parte;

IMG_6515

– mettete la prima torta sul piatto da portata e spalmate un generoso strato di crema al mascarpone e una manciata di pralinato di noci, dopodiché adagiatevi sopra l’altro strato di torta e cospargete il top e i lati con altra glassa. Coprite i lati della torta con il pralinato e il top con dei ciuffi di frosting e le noci tenute da parte. La torta di conserva in frigo per 3 giorni ma non arriva a due, credetemi 🙂

L’abbinamento noci e caffè é un classico inglese ma generalmente con un estetica rustica che io non amo e ho quindi voluto dare un tocco più classy: che ne pensate? Alla prossima e keep in touch.

 

 

 

Il dolce per non scordarsi mai di me: Banoffee Whoopie Pies

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

Prima di partire per il mio ultimo viaggio negli Stati Uniti (LINK), ho salutato alcuni amici che avrei rivisto dopo molto tempo: detto così, sembra che fossi in procinto di prendere parte a una missione dall’esito incerto ma, tant’è. Volevo pertanto offrire un dolce che fosse carico di sapore e che gli tenesse compagnia fino al mio ritorno: nella mente e nello stomaco, s’intende. Mi sono orientato sul banoffee (banane e caramello) che di per se é goloso e memorabile in ogni sua forma. Ecco, proprio la forma in cui presentarlo doveva essere “nuova” ed originale e pertanto ho pensato alle whoopie pie. Ricordate i dolci della tradizione hamish che trasmettono subito allegria? Ecco proprio loro ma in pieno stile banoffee. Volete anche voi una dolce e memorabile ricordo? Mettiamoci al lavoro, allora.

INGREDIENTI PER 10 Whoopie pies

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

275 gr. di farina 00

150 gr. di zucchero

1 uovo

75 gr. di burro

125 ml di yogurt magro

30 ml. di latte intero

1/2 cucchiaino di lievito in polvere (2,5 gr.)

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio (2,5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia (5 ml.)

2 banane mature

Per il ripieno

4 cucchiai di dulce de leche (più altri due per farcire ogni singola whoopie pie)

160 gr di mascarpone

80 gr. di burro morbido

60 gr. di zucchero a velo setacciato

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

PREPARAZIONE

– Montate nel mixer a velocità bassa l’uovo con lo zucchero (2 minuti circa) e nel frattempo mescolate in una ciotola lo yogurt, il latte e la vaniglia. Versate il composto appena mescolato nella ciotola dentro il mixer aumentando la velocità. Nel frattempo sciogliete (al microonde) il burro e fatelo freddare;

– versate il burro nel mixer sempre a velocità media e nel frattempo setacciate insieme la farina, il lievito e il sale. Versate il mix di farina appena setacciato al composto nel mixer in due volte amalgamando quel tanto che basta per incorporare il tutto. Unite ora le banane precedentemente schiacciate grossolanamente (non devono essere ridotte in purea). Mettete il composto così ottenuto per 15 minuti nel frigo;

– nel frattempo che il composto fredda, preriscaldate il forno a 180° e foderate una leccarda con carta forno su cui disegnerete dei cerchi di 5 cm di diametro distanziati l’uno dall’altro di almeno 3 cm. Girate la carta forno e create 20 palline di impasto ormai freddo entro i confini di ciascun cerchio. Con le dita inumidite di acqua fredda livellate la superficie di ogni pallina, così da avere un risultato il più regolare possibile. Su ogni pallina mettete alcuni pinoli, precedentemente tostati. Infornate per 10-13 minuti e fintanto che i bordi delle whoopie pies non cominciano a brunire. Sfornate e fate freddare su una gratella da forno;

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

– mentre le woopie pie freddano, preparate la farcitura montando con il mixer a velocità alta, per circa 5 minuti, il burro con lo zucchero a velo così da ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungete 4 cucchiai di dulce de leche e montate ancora finchè il tutto non sarà amalgamato, dopodichè unite il mascarpone freddo di frigo e montate per un minuto circa (se volete addensarlo,  potete metterlo per una quindicina di minuti in frigo);

– versate un cucchiaino di dulce de leche nel centro di una whoopie pie ormai fredda e farcite il resto con la crema al mascarpone. Coprite esercitando una leggera pressione con un’altra whoopie e via di seguito fino a esaurimento. Divorate senza senso di colpa alcuno.

Io il viaggio, come sapete, l’ho fatto e i miei amici sono mancato molto; ma il gusto di queste banofee delizie gli ha tenuto compagni in pieno mycakeisluka’s style.

Alla prossima e keep in touch.

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

 

A merenda con Sua Altezza Victoria Sandwich

Victoria Sandwich

Victoria Sandwich

Durante uno dei miei ultimi viaggi a Londra, il mio amico Bruno mi fece vedere un film sulla storia d’amore tra la Regina Vittoria e il Principe Alberto. Il film parlava della giovane Regina, decisamente lontana dall’immaginario che ne avevo io, vale a dire una signora piuttosto corpulenta e di buona forchetta. Io la voglio ricordare così: a tavola mentre addenta la terza fetta della sua torta preferita, la Victoria sponge. E’ un classico dei dolci da tè inglesi al quale io ho apportato un paio di novità per darle un tocco nostrano e ancora più goloso. Mettiamoci all’opera così scoprirete perché Sua Altezza ne andava matta.

INGREDIENTI PER LE BASI (DA DIVIDERE IN 2 TORTIERE DA 20 CM)

200 gr. di burro a temperatura ambiente (più un cucchiaio circa per ungere le teglie)

75 ml. di yogurt magro

225 gr .di zucchero semolato

4 uova a temperatura ambiente

225 gr. di farina autolievitante  (nel caso non abbiate la farina autolievitante potete usare lo stesso quantitativo di farina 00 con 8 gr. di lievito in polvere)

1 pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

125 gr. di marmellata di fragole

12 fragole fresche

INGREDIENTI PER LA GLASSA

100 gr. di burro morbido

un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

100 gr. di zucchero a velo setacciato

200 gr. di mascarpone

Victoria Sandwich

Victoria Sandwich

PREPARAZIONE

-Ungete le teglie con del burro fuso e foderatene le basi con carta forno. Preriscaldate il forno a 170°;

– montate a velocità media con l’aiuto di un mixer il burro e lo zucchero (4 – 5 minuti) fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Nel frattempo mescolate a parte le uova con la vaniglia e in una seconda ciotola setacciate la farina a cui aggiungerete il sale;

– unite lo yogurt e mescolate ancora a velocità media per un minuto circa;

– versate altenando la farina e le uova nel composto del mixer, iniziando e terminando con la farina, avendo cura di abbassare ulteriormente la velocità (dovrete esaurire il composto delle uova in 6 – 7 volte);

Victoria Sandwich

Victoria Sandwich

– dividete il composto in due parti uguali e versatelo nelle teglie che infornerete per 25-30 minuti (vale come sempre l’infallibile prova stecchino). Quando saranno cotte, sfornatele e, trascorsi 10 minuti, sformatele per farle freddare completamente adagiandole su una gratella da forno;

– mentre le torte freddano, preparate la glassa. Montate quindi a crema il burro con lo zucchero a velo, per tre o quattro minuti, dopodichè aggiungete la vaniglia e continuate a montare il composto;

– a questo punto, aggiungete il mascarpone e montate per un minuto circa. Quando le torte saranno completamente fredde, capovolgete la prima e adagiatela sul piatto da portata. Cospargetela con la marmellata e le fragole fresche avendo cura che spuntino leggermente oltre il bordo;

Victoria Sandwich

Victoria Sandwich

– versate ora la crema al mascarpone sulle fragole fresche e coprite con la seconda torta che cospargerete di zucchero a velo.  Divorate senza colpo ferire.

Il film che ho citato é “The young Victoria” ed è assolutamente gradevole e interessante ma lo é ancor di più se lo guarderete gustando una, magari due, fette di questa delizia. Alla prossim e keep in touch.

Victoria Sandwich

Victoria Sandwich

 

 

Con la Curly-Whirly-cake, Mycakeisluka rocks!

Curly Whirly Cake

Curly Whirly Cake

Sono appena tornato da una eccitante masterclass tenuta dal fondatore di Konditor & Cook, Gerhard Jenne. Gerhard fondò la sua società vent’anni fa a Londra, ed ora vanta 5 negozi e un curriculum di celebrity per le quali ha preparato torte che, ad ascoltarlo, sembra l’elenco degli ospiti stranieri al festival di Sanremo. Lo stile di Konditor & Cook é stravagante, moderno e ironico: potevo non andare alla lezione che il suo fondatore tiene una volta ogni tre o quattro mesi all’anno? Certo che no e pertanto ho fatto un salto a Londra che é pur sempre una gran bella esperienza. Le decorazioni sulle torte e sui biscotti sono tutte fatte di ghiaccia reale con la tecnica della doppia scrittura che dà un effetto 3D molto scenografico. Da sempre Gerhard Jenne prepara fiori da applicare sulle torte con la pasta di mandorle invece di quella di zucchero perchè più gradevole al gusto: vi confesso che condivido in pieno. Dopo averci insegnato trucchi e malizie della sua tecnica, abbiamo preparato e decorato la sua tora più famosa vale a dire la Curly Whirly (pare che Tina Turner ne vada matta). Si tratta di una torta a due strati molto cioccolatosa, dalla consistenza umida e ricoperta di un frosting alla vaniglia con mascarpone. La decorazione tradizionale si ispira a un  motivo astratto presente in un quadro del pittore Gustav Klimt. Quella che ho, preparato io é decisamente più pop e non posso non condividerla con voi. Pronte/i? Partiamo.

INGREDIENTI PER UNA TORTA DEL DIAMETRO DI  17 cm. (utilizzando due tortiere da 17 cm)

100 gr. di burro a temperatura ambiente (più un altro cucchiaio per ungere la teglia)

175 gr. di farina 00

275 gr. di zucchero

2 uova a temperatura ambiente

1 cucchiaino (5 gr.) di lievito in polvere

un pizzico di sale

250 ml. di latte intero

100 gr. di cioccolato fondente diviso a pezzetti

30 gr. di cacao amaro

Curly Whirly Cake

Curly Whirly Cake

Per il frosting alla vaniglia

200 gr. di mascarpone

400 gr. di zucchero a velo

2 cucchiaini di estratto naturale di vaniglia

50 gr. di burro sciolto a microonde

PROCEDIMENTO 

– Accendete il forno a 190° e imburrate; ricoprite di carta forno le basi delle due teglie. Mettete un pentolino sul fuoco con metà del latte e metà dello zucchero e portate a bollore, a quel punto versatevi dentro il cioccolato e scioglietelo completamente. Togliete dal fuoco il pentolino e lasciate a temperatura ambiente;

– montate a velocità medio-alta con il mixer elettrico il burro e la restante metà dello zucchero finché il composto non sarà gonfio e spumoso (vi ci vorranno circa 3 minuti). Nel frattempo setacciate a parte la farina, il lievito, il sale e il cacao;

– unite a questo punto, una per volta ,le uova continuando ad amalgamare ad alta velocità, avendo cura di unire il secondo uovo solo dopo aver amalgamato il primo e mescolando di tanto in tanto il fondo del cestello con una spatola. Nel caso doveste accorgervi che il composto tende a “stracciare”, vale a dire a separarsi eccessivamente, unite un cucchiaio scarso del composto con la farina;

– versate nel mixer alternativamente la farina e il composto con il latte ormai freddo: iniziate e terminate sempre con la farina (in tre volte) intervallata dal latte (due volte). Mescolate sempre quel tanto che basta perché tutto si amalgami per bene;

– il composto ottenuto sarà piuttosto liquido il che é assolutamente normale. Distribuitelo in parti uguali tra le due teglie e livellatene la superficie. Infornate per 20-25 minuti (vale come sempre la prova stecchino). Sfornate e lasciate le teglie a temperatura ambiente per circa 10 minuti trascorsi i quali potrete sformare le torte e farle freddare a temperatura ambiente così che possano essere glassate. E’ giunto il momento di preparare il frosting;

– montate nel mixer a velocità media lo zucchero a velo setacciato con il mascarpone e la vaniglia fino a un composto omogeneo. Unite il burro sciolto ma ormai a temperatura ambiente e continuate a montare fino ad avere un composto uniformemente amalgamato. Potete leggermente variare la quantità di zucchero a piacere in questo caso. Siete ora pronte/i per la glassatura;

– prendete le torte ormai fredde e appoggiate la prima sul piatto di servizio (se possibile a sua volta poggiato su un supporto girevole per decorazioni). Farcite il primo strato di torta con la crema e poggiatevi sopra il secondo. Ricoprite ora i lati e il top della torta, mettetela in frigo per un’ora circa trascorsa la quale potrete rivestirla di un secondo strato così che sia completamente, e in maniera uniforme, ricoperta di glassa. Conservate la torta  in frigo avendo cura di portarla a temperatura ambiente almeno 20 minuti prima di servirla;

La torta é  irresistibile e farà sentire anche voi una celebrity mentre la magerete: Tina Turner, Sting, Mary Quant e forse anche qualcun’altra. Alla prossima e keep in touch.

Con la glassa al mascarpone ho decorato due cupcake

Con la glassa al mascarpone ho decorato due cupcake

K&C_cookies2

Non potevo non fare dei biscotti con la guida di Gerard

Non potevo non fare dei biscotti con la guida di Gerard

Spalancate le finestre e dite “cheese” alla cheesecake con miele e fragole

Strowberry Cheesecake

Io non amo parlare del tempo, a meno che non mi trovi in ascensore carico di imbarazzo. Ora però non posso non farlo: piove da un sacco di tempo e non se ne può più. Mi mancano le giornate di sole, il caldo, poter indossare finalmente una maglietta e tenere sempre le finestre aperte. Si, quello che mi manca di più é poter tenere le finestre aperte in casa ma improvvisamente qualcosa é cambiato ed é spuntato il sole e si é portato dietro un gran caldo. Bisogna celebrare a dovere questa gradita novità con una cheesecake delicata grazie alle fragole e al miele. Non potrete resisterle e quindi iniziamo a prepararla.

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA APRIBILE DA 20 CM

100 gr. di burro sciolto;

220 gr. di biscotti Digestive;

600 gr. di formaggio tipo Philadelphia® a temperatura ambiente;

2 uova a temperatura ambiente

150 gr. di zucchero;

30 ml. di miele (io ho usato il millefiori);

25 gr. di maizena o farina 00;

1 cucchiaino (5 ml.) di estratto di vaniglia;

200 gr. di fragole a dadini.

Strowberries Cheesecake

INGREDIENTI PER IL TOPPING

– 100 ml. di panna da montare;

– 20 gr. di zucchero a velo;

– 100 gr. di mascarpone;

– fragole per la decorazione.

Cheescake alle fragole e miele

PREPARAZIONE 

– Mettete in un pentolino 80 gr. di zucchero e 30 ml. di acqua e portate a bollore.  Appena inizierà a bollire, unite le fragole a dadini e fate cuocere a fuoco medio finché il liquido non si sarà dimezzato. Dopodiché togliete dal fuoco e fate freddare a temperatura ambiente e nel frattempo preparate il guscio di pasta;

– accendete il forno a 180° e intanto frullate nel robot da cucina i biscotti e riduceteli in polvere . Aggiungetevi il burro sciolto a microonde. Distribuite uniformemente il composto sul fondo  e sulle pareti della tortiera foderata di carta forno (fondo e pareti interne mi raccomando!). Infornate ora la teglia per 10 minuti. Questo passaggio impedirà alla base di risultare eccessivamente “inzuppata” quando sfornerete la cheesecake. Trascorsi i 10 minuti, sfornate e lasciate freddare il guscio;

– in un mixer elettrico mescolate il formaggio, lo zucchero e il miele. Di tanto in tanto, fermate il robot e con una spatola mescolate il fondo del cestello del mixer. Non montate troppo il composto se non volete che cresca eccessivamente in cottura creando delle antiestetiche crepe e rigonfiamenti sulla superficie. Aggiungete un uovo per volta e continuate ad amalgamare il composto con il mixer (quel tanto che basta per incorporare ogni singolo uovo);

– quando avrete unito il secondo uovo, unite  la vaniglia e il miele al composto e  amalgamateli per bene. Unite ora la maizena (o la farina) setacciata e le fragole ormai freddate, versate il composto nel guscio ormai freddo e infornate per 40-45 minuti a 18o° minuti fin tanto che i bordi esterni della torta saranno ben fermi e il centro ancora leggermente “ballerino”;

– spegnete il forno e lasciatevi la torta dentro con lo sportello socchiuso. Dopo circa mezz’ora, sfornate definitivamente la cheesecake e lasciate freddare a temperatura ambiente e dopodiché mettetela in frigo per almeno 4 ore o ancor meglio per tutta la notte;

Fragole e miele cheesecake

– quando la torta sarà fredda, preparate il topping. Montate con un mixer elettrico il mascarpone con lo zucchero a velo (un minuto sarà sufficiente). A parte montate la panna montata ben ferma e unitela alla crema di mascarpone. Coprite la superficie della torta con la crema ottenuta e, se volete, con delle decorazioni utilizzando una sac à poche e la punta a stella di una bocchetta. Sui lati della torta, ho applicato delle fettine sottili di fragole mentre altre divise a metà le ho messe sul top della cheesecake. Mettete di nuovo in frigo per un’ora prima di servire.

Cheesecake fragole e miele

Una fetta di questa cheesecake scalda il cuore anche se in questa bella giornata assolata non ce ne sarebbe bisogno. Vabbé basta parlare del tempo e addentiamo un’altra fetta. Alla prossima e keep in touch.

Metti un tiramisù a cena… dentro una whoopie pie.

Woopie Pie Tiramisù

Sono in vena di confessioni e quindi ho deciso di farvene un’altra: io non amo il tiramisù. Non odiatemi per questo e continuate ad apprezzarmi, mi raccomando 😉 Non é che proprio non mi piaccia, piuttosto non ci vedo niente di speciale. Confessarvelo é stata dura perché a volte quando dico che non mi piace il tiramisù i commensali mi guardano come se stessi parlando male della loro mamma. Ho pensato di “rivisitare” questo dolce classico della tradizione italiana alla maniera di mycakeisluka, american style in altri termini. Ho perciò preparato degli whoopie al tiramisù: facilissimi, buonissimi ed evocativi del dolce tradizionale. Dai, partiamo con gli ingredienti e il procedimento.

INGREDIENTI PER LE WHOOPIE PIES

Tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente

230 gr. di farina 00;

45 gr. di amido di mais;

150 gr. di zucchero;

1 uovo;

75 gr. di burro;

1 cucchiaino (5 gr.) di caffè solubile;

125 ml di yogurt magro;

25 ml. di latte intero;

1/2 cucchiaino di lievito in polvere;

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

un pizzico di sale;

Woopie Pie Tiramisù

INGREDIENTI PER LA CREMA AL MASCARPONE

2 tuorli;

2 cucchiai di zucchero;

125 gr. di mascarpone;

200 ml. di panna da montare (freddissima direttamente dal frigo);

100 ml. di caffé espresso;

cacao amaro per decorare.

PROCEDIMENTO PER GLI WHOOPIE

– Accendete il forno a 180° e foderate la leccarda con carta forno. Montate con il mixer ad alta velocità (un paio di minuti almeno) lo zucchero con l’uovo. Intanto setacciate in una ciotola la farina, l’amido di mais, il lievito, il bicarbonato e il sale. In un’altra ciotola mescolate il latte, lo yogurt e la vaniglia. Sciogliete (sul fuoco o al microonde) il burro e fatelo freddare;

– unite all’impasto di uova e zucchero 1/3 circa delle farine e amalgamate con in mixer a bassa velocità. Unite ora metà del composto di latte e yogurt e amalgamate sempre a bassa velocità. Proseguite ad aggiungere alternativamente farine e liquidi sempre usando il mixer a bassa velocità. Dopodiché unite il burro sciolto ormai freddato e amalgamate con una spatola il composto che riporrete in frigo per 30 minuti;

– trascorsa la mezz’ora, prendete l’impasto e fatene dei mucchietti di forma tondeggiante e più regolare possibili del diametro di 4-5 cm e distanziati e separati l’un l’altro di altrettanti 5 cm. Con le dita inumidite di acqua fredda livellate la superficie di ciascun mucchietto. Infornate per 12-13 minuti (appena saranno dorati in superficie sono pronti altrimenti vale la solita prova stecchino);

– fate freddare su una gratella da forno prima di farcire con la crema;

PROCEDIMENTO PER LA CREMA AL MASCARPONE

– spennellate le basi di ciascun whoopie con del caffè freddo e fate asciugare mentre preparerete la crema al mascarpone. Mettete una ciotola su una pentola con acqua calda bollente (la ciotola non deve però toccare l’acqua) e montate fino a raggiungere la temperatura di 70° così da pastorizzare l’uovo;

– fate freddare la crema e dopodiché unite il mascarpone delicatamente. Intanto montate la panna molto soda (tenete le fruste e il cestello del mixer in frigo una decina di minuti prima di lavorare la panna) e unitela alla crema di mascarpone con movimenti dal basso verso l’alto. Mettete la crema ottenuta mezz’ora in frigo prima di usarla per farcire gli whoopies. Dopo averli farciti e poco prima di servirli spolverizzateli con il cacao amaro.

Vedete, basta trasformare il tiramisù in un whoopie ed é subito pace tra tradizioni apparentemente diverse… bé con l’intermediazione di mycakeisluka, s’intende. Alla prossima e keep in touch.

Woopie pie tiramisù