L’impronta del gusto: apricot thumbprint cookies

Tra i biscotti più veloci ma più d’effetto che si possano fare, certamente rientrano i cookies con l’impronta. Quelli cioè per i quali é necessario praticare un buco al centro da riempire con marmellata o altro prima di gustarli. Questa versione prevede un abbinamento classico ma infallibile: mandorle e albicocche. Pronte/i? Via con la dolcezza.

INGREDIENTI (per 20 biscotti circa)

200 gr. di farina 00;

80 gr. di farina di mandorle;

un pizzico di sale;

un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

200 gr. zucchero semolato;

150  gr. di burro morbido;

1 uovo;

1/2 cucchiaino di lievito per dolci;

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio;

4-5 cucchiai circa di marmellata di albicocche;

zucchero a velo per decorare.

PREPARAZIONE

  • Montate nel mixer il burro e lo zucchero per circa tre minuti fino ad ottenere un composto bello gonfio. Unite ora l’uovo e la vaniglia montando ancora il tutto per circa un minuto. Unite ora le farine con il pizzico di sale, il bicarbonato e il lievito e amalgamate a bassa velocità il minimo indispensabile perchè il composto sia omogeneo. Mettete l’impasto in frigo per due ore;
  • preriscaldate il forno a 180° e foderate due teglie con carta forno. Trascorse le due ore togliete il composto dal frigo, e ricavate delle palline di circa 35 gr. grosse più o meno come una pallina da golf che adagerete sulla teglia distanziandole le une dalle altre di 4 cm;
  • praticate un foro al centro di ciascuna pallina con il vostro pollice, che riempirete poi con la marmellata di albicocche. Infornate per 13 minuti circa avendo cura di lasciarli freddare completamente nella teglia prima di gustarli. Se volete potete spolverizzare queste delizie con un po’ di zucchero a velo.

Che vi dicevo? In quattro e quattr’otto vi ritroverete un mondo di delizie. Alla prossima e keep in touch.

Batida cupcake con cocco e limone

batida-cupcake

L’estate fatica ad andare via. Si, lo so che molte/i di voi ora mi odieranno ma io penso che quando una stagione come l’estate termina e arriva l’autunno c’è bisogno di uno strappo netto tra la stagione calda e quella più fredda: addio estate e benvenuto autunno. Tuttavia le temperature ancora alte non ci fanno sentire veramente l’atmosfera autunnale e quindi ho deciso di dare un segnale forte e chiaro con un dolcino che saluti definitivamente l’estate. Come? Scopritelo con me.

ok

INGREDIENTI PER 12 CUPCAKE

80 gr. di burro a temperatura ambiente;

160  gr. di zucchero semolato;

70 gr. di cocco in scaglie;

la scorza di un limone;

1 uovo a temperatura ambiente;

200 gr di farina 00;

1 cucchiaino di lievito per dolci (5 gr.);

180 ml. di latte.

Per la glassa

200 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia;

100 gr. di burro a temperatura ambiente

230 gr. di zucchero a velo setacciato;

20 gr. di cocco il scaglie;

ciliegie da cocktail

ok

PREPARAZIONE DELLE BASI

– accendete il forno a 180° e riempite una teglia da muffin con 12 pirottini di carta, dopodichè montate a crema con il mixer il burro e lo zucchero (circa 3 minuti) fermando almeno un paio di volte il vostro elettrodomestico così da mescolare con una spatola il fondo del cestello. Unite l’uovo  al composto continuando a mescolare a velocità sostenuta. Se il burro cominciasse a separarsi dal resto dell’impasto, aggiungete un cucchiaio scarso di farina e proseguite a versare le uova.

– unite, alternandoli in tre fasi, il latte e la farina precedentemente setacciata insieme al lievito e al sale, iniziando e finendo con la farina mescolando a velocità bassa e quel tanto che basta per amalgamare il tutto. Unite infine 70 gr. di cocco in scaglie e la scorza di un limone. Dividete l’impasto ottenuto nei pirottini avendo cura di non riempirli oltre 2/3 della loro capacità;

ok

– infornate per 18 minuti verificando l’avvenuta cottura con l’infallibile prova stecchino. Sfornate e lasciate i pirottini nella teglia per 5 minuti dopodichè adagiateli su una gratella da forno perché raffreddino completamente;

– mentre i cupcake raffreddano, preparate la glassa montando burro e lo zucchero per circa 2 minuti fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite ora il formaggio mescolando a bassa velocità e per non oltre 30 secondi (NB se la glassa dovesse risultare troppo liquida mettetela in frigo a rassodare per una mezz’oretta).

– Glassate con aria fresca i cupcake ormai freddi spolverizzandoli con le scaglie di cocco e adagiando infine una ciliegia per ciascun dolcetto. Conservate in frigo avendo però cura di lasciarli a temperatura ambiente almeno mezz’ora prima di gustarli.

ok

Adesso che abbiamo salutato a dovere l’estate diamo l’avvio alle vere e proprie ricette autunnali: stay tuned! Alla prossima e keep in touch.

Sacher hot cross buns pasquali

Sacher Hot cross

Ho già parlato precedentemente degli hot cross buns, cioè di uno dei dolci pasquali della tradizione inglese. La versione che ho preparato conserva l’aspetto tradizionale ma con un tocco mitteleuropeo.  Ho cioè aggiunto albicocche nell’impasto oltre a glassarle con della marmellata sempre di albicocche. Insomma ho cercato di creare un crossover di sapori sempre però partendo dalla tradizione. Volete sapere com’è andata a finire? Mettetevi al lavoro con me.

ok

INGREDIENTI (10 panini)

1 uovo sbattuto;

300 ml. di latte tiepido;

400 gr. di farina manitoba;

50 gr. di cacao in polvere;

70 gr. di zucchero semolato;

1/2  cucchiaino di cannella in polvere;

1/2 cucchiaino di sale;

100 gr. di albicocche disidratate tagliate a pezzetti;

7 gr. di lievito di birra disidratato;

100 gr. di cioccolato al latte a quadretti;

3 cucchiai di marmellata di albicocche.

PER LA DECORAZIONE:

50 gr. di farina 00

2-3 cucchiai di acqua fredda

70 gr. di zucchero semolato.

ok

PREPARAZIONE

– Mettete in una ciotola la farina manitoba, il cacao, la cannella, lo zucchero e il lievito, dopodichè mescolate per bene. Fate una sorta di buco in mezzo e versatevi dentro l’uovo e il latte tiepido. Mescolate fino ad incorporare tutta la farina e a quel punto unite il sale;

– impastate vigorosamente il composto per almeno 10 minuti (NB poichè il composto sarà molto molto umido vi consiglio di utili l’impastatrice), dopodiché mettete l’impasto a riposare per 2 ore a temperatura ambiente. Trascorso questo tempo prendete a pugni l’impasto in modo da sgonfiarlo, versatevi dentro il cioccolato a pezzetti  e reimpastatelo per un minuto circa dopo aver aggiunto al composto il cioccolato al latte a pezzetti. Preriscaldate il forno a 190°;

– dividete il composto in 10 palline di ugual peso e misura, adagiatele in una teglia foderata di carta forno e lasciate riposare a temperatura ambiente, coperte con della pellicola, per 30-40 minuti finchè non avranno raddoppiato di volume. Nel frattempo, preparate la decorazione mescolando la farina oo e l’acqua in modo da ottenere una pasta piuttosto densa. Poco prima di infornare le palline ormai lievitate, praticate con un coltello una croce su ciascuna di esse che userete come guida. Mettete la pasta per la decorazione in una sac à poche e fate una croce piuttosto spessa;

ok apertura

– infornate per 20 minuti e nel frattempo mettete in un pentolno 70 gr. di zucchero semolato con 70 ml di acqua che farete sobbollire così da ottenere uno sciroppo. Non appena avrete sfornato i panini, spennellateli con lo sciroppo caldo così che venga assorbito rapidamente. Lasciate freddare i panini nella teglia e, quando saranno freddi, spennellateli ulteriormente con la marmellata riscaldata. Gustate con aria pasquale.

ok ok

Come tutti i lievitati, anche questi hanno una vita relativamente breve e sarebbe meglio gustarli entro 24 ore. Tuttavia, nei giorni successvi vi sarà sufficiente riscaldare leggermente queste delizie per riassaporarne il gusto e la fragranza. Alla prossima e keep in touch.

 

Tutto va bene, madama la madeleine

Choco

La teglia da madeleine é uno dei regali che ho ricevuto per Natale e credetemi l’aspettavo come quando da bambino aspettavo il Dolce Forno. A dirla tutta, io il dolce forno ancora lo aspetto perchè non me l’hanno mai regalato ma la teglia da Madeleine si, e non è poco. Ho quindi deciso di inaugurare con oggi una serie di ricette per le madeleine. Oggi stiamo su qualcosa di tradizionale: cioccolato e pistacchi. Il procedimento é pressoché sempre lo stesso ma cambieranno le decorazioni e l’aroma. Non é lunga la preparazione ma l’impasto come vedrete deve riposare un pò. Pronte/i allora? Diamo il benvenuto alle madeleine.

ok

INGREDIENTI (12-14 madeleine)

90 gr. di farina 00;

10 gr. di cacao amaro in polvere;

100 gr. di zucchero semolato;

5 gr. di lievito in polvere per dolci;

2 uova;

100 gr. di burro (più un paio di cucchiai per ungere la teglia);

70 gr. di cioccolato fondente;

due cucchiai di granella di pistacchi.

ok

PREPARAZIONE

  • Sciogliete in un pentolino il burro e mettete da parte mentre nella ciotola con il mixer e la frusta monterete per 4 minuti circa le uova con lo zucchero. A parte intanto setacciate farina, cacao, lievito;
  • unite al composto montato quello setacciato in due volte amalgamando dal basso verso l’alto con una spatola. Unite infine il burro ormai freddo sempre mescolando dal basso verso l’altro. Mettete il composto in frigo coperto per 3 ore. Ungete la teglia da madeleine di media grandezza con del burro e mettetela in freezer per almeno un’ora;
  • preriscaldate il forno a 190°, dividete l’impasto negli spazi della teglia avendo cura di occupare al massimo 2/3 del volume a disposizione (NB non riempiteli troppo, mi raccomando!). Infornate per 8-9 minuti, sfornate e immediatamente togliete le madeleine dalla teglia con un colpo deciso della teglia stessa;
  • fate freddare le madeleine e nel frattempo sciogliete il cioccolato a bagno maria. Intingete una parte delle madeleine nel cioccolato su cui farete cadere della granella di pistacchi. Fate freddare e gustate con classe.

ok

ok

Sono piccine ma eleganti al punto giusto e oltretutto irresistibili. Credetemi non potrete resistere all’idea di mangiarne una dopo l’altra e di prepararne ancora e ancora  e ancora. Alla prossima e keep in touch.

ok

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Shortbread al cioccolato portami via.

Chocolate Shortbread

Una volta mi spiegarono che il modo migliore per cuocere gli shortbread (di fatto dei biscotti burrosi) é in una teglia da crostata. No dai, non ha senso, pensai. E invece eccomi qua a spiegare alla mia teglia preferita che dovrà preparare dei biscotti: no, non le ho davvero parlato ma ho solo pensato di farlo. Mettiamoci al lavoro.

 

ok

INGREDIENTI per una tortiera rotonda con fondo estraibile da 20 cm.

125 gr. di farina 00 (mai la manitoba in questo caso!);

20 gr. di semola;

60 gr. di zucchero semolato (più un cucchiaio a parte);

una pizzico di sale;

100 gr. di burro a temperatura ambiente;

70 gr. di cioccolato fondente a pezzetti.

ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 150° e ungete leggermente la teglia. Nel frattempo montate per 4 minuti circa il burro con lo zucchero fino a che diventa un composto gonfio e spumoso. Unite a questo punto farina, semola, sale e il cioccolato amalgamando fino a che addensa in grosse briciole;
  • compattate le briciole in un unico impasto che stenderete, con le mani leggermente inumidite, nella teglia. Incidete con la punta del coltello otto spicchi che bucherellerete con la forchetta. Infornate per 35 minuti fino a che il dolce avrà un colore dorato ma non scuro;
  • sfornate, immediatamente incidete il dolce lungo i solchi fatti con il coltello e cospargete con un cucchiaio di zucchero semolato. Fate freddare completamente nella teglia prima di gustare senza indugio.

ok

Non so se gli shortbread siano più o meno buoni cuocendoli nella teglia da crostata o meno, ma sono certo che sia più facile prepararli e prepararli ancora. No, aspettate perché forse questo potrebbe diventare un problema. Alla prossima e keep in touch.

ok

F come Fraisier

ok

Questo 2016 é iniziato con una voglia di sperimentare sempre più i dolci della tradizione francese. Non temete, non intendo dire che trascurerò la mia passione per le delizie inglesi e americane ma ogni tanto faremo insieme un dolcissimo giro in Francia. La torta che oggi voglio raccontarvi é infatti francese ma ho imparato a  preparala a Londra: stranezze da mycakeisluka. Si tratta della Fraisier, una golosa torta farcita di crema mousseline e ricca di fragole. E’ piuttosto elaborata in termini di preparazioni ma di sicuro effetto: mettiamoci all’opera.

 

ok

INGREDIENTI per un teglia da 18 cm

Per il pan di spagna Génoise

12 gr. di burro sciolto;

2 uova intere più un tuorlo;

75 gr. di farina 00

un pizzico di sale;

75 gr. di zucchero semolato;

Per lo sciroppo

90 gr. di zucchero;

65 ml. di acqua;

25 ml. di liquore (kirsch, Cointreau, Grand Marnier);

Per la Crema mousseline

250 ml. di latte;

1 bacca di vaniglia;

2 tuorli;

60 gr. di zucchero semolato;

20 gr. di farina;

20 gr. di amido di mais;

125 gr. di burro a temperatura ambiente;

250 gr. di fragole fresche:

100 gr. di marzapane;

prep0prep1prep2

PREPARAZIONE

  • Iniziate dal pan di spagna foderando la tortiera alla base con carta forno senza ungere le pareti. Preriscaldate il forno a 175° in modalità ventilata. Mettete in una ciotola a bagno maria le uova, il tuorlo e lo zucchero e montate con una frusta circa 2 minuti o finchè lo zucchero non sarà completamente sciolto;
  • A questo punto togliete la ciotola dal bagno maria e montate con le fruste elettriche o ancor meglio con la planetaria a velocità alta per almeno 10 minuti.  Dodopodichè versate il burro sciolto ma non caldo ai lati della ciotola e mescolate il minimo indispensabile. Unite ora la farina e il sale in tre volte, mescolando solo quel tanto che basta per non disperdere le bolle d’aria del composto;
  • versate il tutto nella teglia e infornate per 22-25 minuti (vale la solita prova stecchino per verificare la cottura). Sfornate e lasciate la teglia a temperatura ambiente per una decina di minuti prima di togliere il dolce dalla teglia e far freddar completamente;
  • preparate la crema pasticcera mettendo il latte, metà dello zucchero e la vaniglia sul fuoco e, a parte, mescolate in una ciotola i tuorli; l’altra metà dello zucchero, amido di mais e farina. Non appena il latte inizierà a sobbollire versatelo nella ciotola e mescolate velocemente, rimettete tutto sul fuoco a fiamma bassa e mescolate continuamente finchè la crema addenserà. Fate cuocere per circa tre minuti così da avere una crema piuttosto densa ma avendo cura di continuare a mescolare per evitare che attacchi sul fondo della pentola;

ok

  • versate ora la crema in una ciotola affinchè raffreddi e addensi avendo cura di coprirla con pellicola trasparente direttamente a contatto. Nel frattempo preparate lo sciroppo, mettendo tutti gli ingredienti sul fuoco a sobbollire fino a che non dimezzeranno il loro volume;
  • foderate ora la parete interna della teglia con carta forno o un foglio di acetato e tagliate a metà fragole della stessa altezza così da averne a sufficienza per coprire tutta la circonferenza della teglia. Con un coltello seghettato, tagliate in due la torta ormai fredda così da avere due strati identici;
  • adagiate il primo strato alla base della tortiera e imbevetelo con metà dello sciroppo, ricoprite la circonferenza della tortiera con le fragole premendo energicamente sulla carta forno. Se la crema sarà densa e fredda (NB se non lo fosse mettetela una mezz’oretta in frigo), versatela nel mixer e con la frusta a media velocità montate leggermente e a mano a mano aggiungete il burro a pezzetti (NB il burro dovrà avere la stessa consistenza della crema);
  • quando tutto il burro sarà stato aggiunto, mettete la crema in frigo per circa 15 minuti. Nel frattempo tagliate 8 o 9 fragole a dadini e mettete da parte. Prendete la crema dal frigo e mettetela in una sac à poche con punta circolare;
  • versate un primo strato di crema sul primo strato di torta e negli spazi tra una fragola e l’altra. Versate ora le fragole a dadini sulla crema e ricoprite con altra mousseline. Adagiate ora il secondo strato di torta sulla crema e premete delicatamente, bagnate anche questo secondo strato con il restante sciroppo;
  • mettete ora la torta in frigo per almeno 4 ore o ancor meglio per tutta la notte, dopodichè stendete il marzapane in uno strato sottile e ricavate un disco del diametro di 18 cm. Trascorse almeno 4 ore, spenellate la superficie della torta con marmellata di albicocche e adagiatevi sopra il disco di marzapane. Rimettete in frigo per un’altra ora dopodichè togliete il cerchio della tortiera e la carta forno per ammirare la vostra meravigliosa fraisier. Gustate con aria parigina.

ok

Come vi ho detto, non tradirò la cifra del nostro blog ma ogni tanto un dolcino francese lo inserirò perchè diciamolo: sono meravigliosi. A’ tout à l’heure no, volevo dire keep in touch.

Girandole biscottate: biscuits ai lamponi e vaniglia

Biscuits Lamponi e Vaniglia-1

Fare i biscotti mi fa tornare bambino più di qualunque altro dolce. Come vi ho già raccontato, io non ho una romantica storia familiare per cui io e la mia mamma trascorrevamo pomeriggi a far dolci. O meglio, spesso facevamo dolci insieme ma non ci venivamo mai e poi MAI. C’era tuttavia un’eccezione:i biscotti con l’ammoniaca per dolci. Era una vecchia ricetta che prevedeva appunto l’uso di ammoniaca per dolci (ormai raramente utilizzata) per fare questi biscottoni (si perchè erano piuttosto bassi e larghi) che tanta soddisfazione ci davano. Io da lì ho fatto tanta strada, gastronomicamente parlando, ma penso sempre che i biscotti siano l’ideale da preparare per un genitore con il proprio figlio. Quelli che vi propongo sono colorati, saporiti e divertenti: chiamate i bambini e iniziamo ad impastare.

Biscuits le v

INGREDIENTI (per 24 biscotti circa)

250 gr. di farina 00;

un pizzico di sale;

100 gr. zucchero a velo;

140 gr. di burro freddo;

50 gr. lamponi disidratati (se non li trovaste, usate le fragole);

1 tuorlo d’uovo;

mezzo cucchiaino di colorante rosso;

un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

2 cucchiai di latte freddo.

Biscuits L e v

PREPARAZIONE

  • In un mixer elettrico con le lame mettete la farina, lo zucchero e il burro freddissimo ridotto a dadini grossolani. Otterrete un impasto sabbioso a cui unirete il tuorlo e il latte. Azionate di nuovo il mixer fino a che il composto non inizierà ad addensare (non unite altro liquido in nessun caso). A parte frullate finemente i lamponi;
  • dividete il composto in due parti uguali, così che nel primo aggiungerete la vaniglia e nel secondo i lamponi e il colorante rosso. Avvolgete i due impasti nella pellicola trasparente e metteteli in frigo ad addensare per 45 minuti;
  • trascosi tre quarti d’ora, stendete i due impasti ottenendo due rettangoli della misura ciascuno di 25 X 20 cm, sovrapponeteli uno all’altro e arrotolateli stretti nella pellicola trasparente a formare un salame che farete freddare in frigo per meza’ora; Preriscaldate ora il forno a 180°;
  • trascorsi trenta minuti, togliete l’impasto dal frigo e tagliate dei dischi dello spessore di un centimentro (dovreste ottenerne dai 20 ai 24 biscotti) che adagerete nella teglia (se doveste fare più infornate, tenete le teglie in frigo e non a temperatura ambiente);
  • sfornate e lasciate i biscotti nella teglia per almeno 5 minuti prima di farli freddare completamente su una gratella da forno.

biscuits lamponi e vaniglia

Vi sentite un po’ bambini? No? Vabbé non è che faccia davvero la differenza per apprezzare questi biscotti, quindi dateci dentro con serenità. Alla prossima e keep in touch.

Biscuits l e v

Halloween in chiave irlandese: Barmbrack

BarmbrackSebbene Halloween in Italia sia puro modernariato poichè non esattamente una tradizione nostrana, è molto affascinante nei suoi aspetti più tradizionali. Mosso dalla curiosità, ho cercato di documentarmi sulla cultura celtica dentro cui Halloween è nata. Mi sono imbattuto quindi in questa ricetta irlandese che oltre ad essere gustosa prevede anche uno di quei riti che ricorrono nei dolci propiziatori italiani. Il rito cioè di nascondere un oggetto all’interno del dolce che per colui o colei che lo troverà significherà fortuno o meno. In questo dolce però gli oggetti sono tre: un anello (prossimo matrimonio), una moneta (denaro imminente) e un pezzo di straccio o stecchino (sfortuna). Io, non ho rispettato la tradizione fino in fondo e nella mia versione non ci ho messo un bel niente ma scoprite con me quanto è buono in ogni caso.

ok

INGREDIENTI (teglia rotonda da 20 cm)

350 gr. di farina forte (quella che si usa per panificare);

un cucchiaino di sale (5 gr.);

250 gr di frutta disidratata (albicocche secche, uva sultanina, ecc);

1 uovo;

40 gr. di zucchero di canna;

25 gr. di burro morbido;

40 ml di acqua tiepida;

80 ml. di latte intero tiepido

250 ml di tè caldo (io ho usato il tè nero, ma scegliete quello che preferite);

1/2 cucchiaino di cannella in polvere;

1/2 cucchiaino di zenzero in polvere.

due cucchiai di marmellata di albicocche.

ok

PREPARAZIONE

  • La sera prima mettete a bagno la frutta secca nel tè caldo e lasciate in infusione. Il mattino seguente mettete la farina, lo zucchero, le spezie, il latte, l’acqua e il lievito, il burro e l’uovo nell’impastatrice (si, credetemi lavorare a mano questo impasto non è una buona idea poichè umidissimo) e lavorate per almeno 5 minuti;
  • unite a questo punto il sale e la frutta secca privata del tè di infusione e lavorate per altri 3-4 minuti o finchè l’impasto non si staccherà dalle pareti del mixer;

Ok

  • fate lievitare 3 ore a temperatura ambiente coprendo la ciotola di lievitazione con della pellicola trasparente così che non secchi la superficie dell’impasto compromettendone la crescita;
  • trascorse le tre ore preriscaldate il forno a 220°, sgonfiate l’impasto e adagiatelo nella teglia che infornerete per 25 minuti. Sfornate e spennellate la superficie con la marmellata precedentemente riscaldata con un cucchiaio di acqua. Servite scaldando leggermente le fette di questo dolce così che sprigionino tutto il loro profumo.

ok

A vederlo devo essere onesto ricorda il nostro panettone anche se il Barmbrack ha un gusto più aromatico e speziato che scaccia la paura. No, quella no perchè Halloween deve pur conservare il suo spirito pauroso. Nel caso, i brividi vi percorrano mangiate una seconda fetta di questa delizia e vi passa tutto…credo. Alla prossima e keep in touch.

ok

A Natale o si ama o si odia: Gingerbread cupcake

IMG_6397

Natale divide: c’è chi lo ama e chi lo odia, chi si stressa e chi si eccita, chi ne coglie l’essenza sincera e chi ne vede solo gli aspetti commerciali e ipocriti. Io non so bene dove mi colloco a riguardo: un pò dappertutto. Si, perché mi piace l’atmosfera ma non alcune forzature  che il Natale si porta dietro. Mi piace fare regali ma non sempre e non a tutti i costi. Insomma, c’è confusione intorno al mio concetto di Natale. Spesso sento però la stessa incertezza anche rispetto al gingerbread (pan di zenzero): troppo speziato, poco dolce, ecc. A me piace, ve lo dico subito perché é uno di quei sapori che profumano di Natale e che mi trasmettono il senso della festa. Bando agli indugi e prepariamo dei gingerbread cupcake perché il Natale é alle porte.

IMG_6400

INGREDIENTI (20-22 Cupcake)

140 gr burro morbido

100 gr zucchero semolato

60 gr di melassa

60 gr golden syrup

2 uova

2 tuorli

310 gr farina 00

15 gr. di cacao amaro in polvere

1 cucchiaino di zenzero

1 cucchiaino di cannella

1 cucchiaino di noce moscata

10 gr. di lievito in polvere

un pizzico di sale

240 ml. di latte tiepido.

Ingredienti per la glassa

420 gr.  zucchero a velo setacciato

200 gr. burro morbido

400 g formaggio tipo Philadelphia

1 cucchiaino di scorza d’arancia.

IMG_6414

– Preriscaldate il forno a 180° e inserite i pirottini da cupcake nell’apposita teglia. In un mixer  elettrico montate a crema lo zucchero e il burro (3-4 minuti, circa). Aggiungete ora uova, tuorli, golden syrup, melassa e mescolate per un altro minuto;

– a parte setacciate farina, cacao, lievito, zenzero, noce moscata, sale, cannella mentre scaldate leggermente il latte (60-70°).  Iniziando e finendo con il composto di farina, aggiungetelo alternandolo con il  latte all’impasto nel mixer (verserete pertanto il composto di farina in tre volte e il latte in due);

– distribuite il composto nei pirottini (non oltre i 2/3 del loro volume) e infornate per 20 minuti. Come sempre vale la prova stecchino per verificare la cottura perfetta. Sfornate e lasciate la teglia a temperaruta ambiente per 10 minuti prima di mettere i cupcake su una gratella da forno in modo che freddino completamente;

IMG_6408

– nel frattempo preparate la glassa montando a velocità alta lo zucchero a velo setacciato e il burro insieme alla scorza d’arancia. NB All’inizio azionate il mixer a velocità bassa o almeno copritelo con un canovacci per evitare di trovarvi coperti di zucchero a velo. Quando il composto sarà gonfio e spumoso (5 minuti circa) unite il formaggio e mescolate a velocità bassa quel tanto che basta per ottenere un composto omogeneo (non più di un minuto in ogni caso). NB Se la glassa a questo punto dovesse essere troppo lenta, mettetela in frigo per una decina di minuti in modo che rassodi;

ok

– glassate ora i vostri cupcake e decorateli con dei tenerissimi gingerbread men di zucchero. Divorate festosamente.

E’ migliorato il vostro rapporto con il Natale? Forse non ne avevate affatto bisogno ma di questi cupcake invece si: c’è sempre un buon motivo per gustare un cupcake. Alla prossima e keep in touch.

IMG_6414

Facciamo casino a scuola con l’Eton mess cupcake

Eton Mess Cupcake

Eton Mess Cupcake

Giornata di caldo, fine della scuola, pigrizia estiva: come faccio a farne uscire un dolce? Come? Come? E’ anche una giornata con un pò di avanzi in frigo: panna montata e crema pasticcera in particolare. Che fare? Come creare una delizia inglese senza farne un pasticcio o addirittura un casino? Ecco la parola magica: casino (mess, in inglese).  E allora non ho potuto non pensare all’Eton mess. Si tratta di una merenda classica inglese molto estiva, a base di panna, fragole e meringa. Io ho reso questa dolcezza ancora più golosa creando una crema diplomatica, mescolando panna montata e crema pasticcera. Dopo averne creato una merenda, mi sono chiesto se non potesse anche diventare un cupcake: sure!  Scopriamo insieme come poter fare un dolce mess senza essere messy, mi raccomando.

INGREDIENTI PER 10-12 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

120 gr. di farina

140 gr. di zucchero

1 uovo

40 gr. di burro

120 ml di latte intero

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

INGREDIENTI PER IL FROSTING

400 ml. di panna da montare freddissima

un cucchiaio di zucchero a velo

meringhe

150 gr. fragole fresche

eventuale crema pasticcera

 

Eton Mess Cupcake

Eton Mess Cupcake

PREPARAZIONE DELLE BASI

– accendete il forno a 180° e inserite i pirottini in carta per cupcake nella teglia da muffin;

– mettete in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale, il lievito, la scorza di limone e il burro morbido a dadini. Mischiate con una forchetta fino ad ottenere un composto con molte briciole;

–  mescolate l’uovo e il latte  e  aggiungetene metà al composto con la farina montando con l’ausilio di un mixer elettrico a velocità bassa. MISCHIATE SEMPRE IL MINIMO INDISPENSABILE PER AMALGAMARE GLI INGREDIENTI (vi basterà un minuto in questo caso);

– unite ora la restante metà del composto con il latte, mescolando a velocità medio-alta per non più di un paio di minuti e avendo cura di amalgamare di tanto in tanto il composto con l’ausilio di una spatola. Se mescolate eccessivamente rischierete che i cupcake risultino duri come il legno quando saranno cotti;

–  il composto ora risulta piuttosto liquido? Perfetto. Versate l’impasto in ciascun pirottino fino a 2/3 del proprio volume e infornate per 20-22 minuti. Vale la regola dello stecchino: se quando lo inserite uscirà asciutto, potete togliere la teglia dal forno;

Eton Mess Cupcake

Eton Mess Cupcake

– appena pronti, sfornate e lasciate riposare le basi per i cupcake una decina di minuti dopodiché metteteli a freddare su una gratella. Mentre aspettate che i cupcake freddino preparate il ripieno e il frosting;

– tagliate a pezzetti piccoli le fragole, mescolatele con un cucchiaio di crema pasticcera. Ricavate un foro all’interno dei cupcake ormai freddi (aiutatevi con un levatorsoli) e riempiteli con le fragole a pezzetti. Montate la panna avendo cura che sia freddissima (mettete eventualmente anche la ciotola e le fruste in frigo 15 per 15 minuti), aggiungendo a pioggia lo zucchero a velo.

Eton Mess Cupcake

Eton Mess Cupcake

– mettete la panna in una sac à poche con punta a stella e decorate i vostri cupcake guarnendoli con delle meringhe sbriciolate, qualche fragola e una goccia di crema pasticcera. E adessso… casinoooooo, con gusto mi raccomando.

Allora che ne dite di questo Eton mess cupcake? Ne siete già innamorati? Come dite? Vi piace un casino? Allora ci siamo perchè é proprio l’effetto che devono fare queste piccole e graziose dolcezze. Alla prossima e keep in touch.

IMG_3432