Che festa sarebbe senza la torta alla carota?

Pia CarrotDire che se non ci fosse una carrot cake non sarebbe una vera festa mi pare un po’ troppo ma è la prima torta a cui ho pensato quando mi è stato chiesto di preparare il dolce per il pranzo di Pasqua. La carrot cake non è particolarmente dolce e ha un sapore fresco che concilia gusto e coscienza: insomma, non ci si sente troppo in colpa a mangiarne due fette. Per accentuare questa freschezza e dare alla torta un tocco esotico ho aggiunto anche dell’ananas. Come dite? Qual è stato il risultato? Scopriamolo insieme mettendoci subito al lavoro.

 

ok

 

INGREDIENTI PER DUE TORTIERE DA 20 cm.

290 gr. di farina 00;

140 ml. di olio di semi (in nessun caso di oliva!);

2 cucchiainI (10 gr.) di lievito in polvere;

2 uova;

1/2 cucchiaino di bicarbonato di soda;

3/4 cucchiaino di cannella;

un pizzico di sale;

80 gr. di noci briciolate;

250  gr di carote già affettate finemente;

200 gr di zucchero di canna;

un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

280 gr. di ananas sciroppate (sgoccilato e tagliato a dadini).

ok

Per la glassa

150 gr. di burro morbido;

300 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia;

325 gr. di zucchero a velo setacciato;

scorza di un limone.

 

ok

 

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 180°, ungete le due teglie con burro fuso e foderate il fondo con carta forno. Mettete nel mixer lo zucchero e l’olio che monterete con le fruste elettriche per un paio di minuti. Unite un uovo per volta e continuate a mescolare ad alta velocità per un minuto circa. Unite a questo punto tutte le carote e mescolate ancora a velocità bassa quel tanto che basta perchè si incorporino;
  • setacciate a parte farina, lievito, cannella, sale e aggiungete in due volte al composto del mixer. Unite infine la vaniglia, le noci e l’ananas e amalgamate con una spatola. Dividede il composto in due parti uguali nelle teglie e infornate per 40 minuti circa, verificando l’avvenuta cottura con la tradizionale prova stecchino;

ok

  • lasciate freddare le torte completamente nelle teglie e nel frattempo preparate la glassa. Montate perciò nel mixer a velocità alta il burro con lo zucchero a velo e la scora di limone fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso (NB ci vorronno circa 4 minuti). Unite ora il formaggio spalmabile e mescolate per 30 secondi a velocità bassa;
  • adagiate ora uno dei due strati di torta sul piatto da portata e farcitelo con un generoso strato di crema. Coprite con la restante crema i lati e il top della torta che infine metterete in frigo per mezz’ora prima di servire.

ok

 

 

 

Oh My Darling, Clementine: torta mandarini e semi di papavero

Clementine

Vi confesso che faccio un po’ di confusione tra mandarini, mandaranci e clementine. So per certo che tra queste tre preferisco di gran lunga quelle senza semi ma generalmente gli agrumi sono i mei frutti preferiti. Li amo nei dolci perché danno la possibilità di creare mille contrasti. Per il dolce che vi sto per raccontare ho usato delle clementine (me lo ha anche confermato il fruttivendolo) e i semi di papavero che danno croccantezza. Ho anche aggiunto una glassa perché se è vero che ho pensato a questo dolce ideale per la colazione, non vuol dire che non possa essere anche elegante e goloso. Pronte/i? Cominciamo senza indugio alcuno.

ok

INGREDIENTI per un teglia da plumcake

140 gr. di burro morbido (oltre a un paio di cucchiai di burro completamente sciolto per ungere la teglia);

200 gr. di zucchero semolato;

10 gr. di lievito in polvere per dolci;

un pizzico di sale;

225 gr. di farina 00;

3 uova a temperatura ambiente;

50 gr. di yogurt magro;

2 cucchiai di semi di papavero;

125 ml. di succo di clementine;

scorza di tre clementine.

Per la glassa

70 gr. di burro morbido;

140 gr. di zucchero a velo;

scorza di un mandarino;

2 cucchiai di yogurt magro;

arancia candita (facoltativa)

ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 160° e ungete la teglia con un paio di cucchiai di burro sciolto. Mescolate con le fruste elettriche il burro con lo zucchero e lo yogurt per circa 3 minuti fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Nel frattempo setacciate la farina con il lievito e il sale;
  • aggiungete ora un uovo per volta continuando a mescolare ad alta velocità (NB se l’impasto dovesse iniziare a separarsi unite un cucchiaio di farina dal composto appena setacciato);
  • unite ora il succo e la scorza delle clementine oltre ai semi di papavero amalgamando il minimo indispensabile e per ultimo il composto con la farina sempre mescolando quel tanto che basta per ottenere un impasto omogeneo. Versate il tutto nella teglia e infornate per un’ora (per verificare la cottura perfetta, utilizzate l’infallibile prova stecchino);
  • sfornate e lasciate la teglia un quarto d’ora a temperatura ambiente prima di togliere il dolce e adagiarlo su una gratella da forno perché freddi completamente. Nel frattempo preparate la glassa;

ok

  • montate con le fruste elettriche il burro con lo zucchero a velo e la scorza d’arancia per circa due minuti fino ad ottenere un composto omogeneo. Unite lo yogurt e montate ancora così da ottenere una glassa uniforme (NB se la glassa dovesse risultare troppo morbida per essere spalmata mettetela una decina di minuti in frigo a rassodare);
  • cospargete la superficie del dolce con la glassa e le scorze di arancia candita. Gustate con aria agrumata.

ok

Questo dolce è ideale per la colazione ma anche per una merenda o un dopocena in compagnia e non preoccupatevi se non trovate le clementine perché vanno bene anche i mandarini o i mandaranci: speriamo non mi abbia sentito il fruttivendolo. Alla prossima e keep in touch.

 

 

Se nel vivo dell’autunno vuoi entrare, un Pecan pie cupcake devi mangiare

Pecan Pie CupcakeCi conosciamo da un po’ e quindi saprete che la mia stagione preferita è l’autunno. I suoi colori, profumi e anche il clima. Si, il clima uggioso e freddino che fa venire voglia di stare sotto le coperte in compagnia di un dolcino. Forse mi piace così tanto perchè mi ricorda il clima dell’Inghilterra, chissà. L’autunno per me ha il sapore dello sciroppo d’acero e delle noci. In questa ricetta ho suato le noci pecan che hanno un gusto più ricco rispetto a quelle tradizionali e che sono il pezzo forte della pecan pie, che voglio rievocare con questi cupcake. Ci riuscirò? Scopriamolo insieme

ok

INGREDIENTI PER 24 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

290 gr. di farina 00

100 gr. di burro morbido

200 gr. di zucchero

3 uovo

75 gr. di olio di semi (non di oliva!)

70 ml di brandy

50 ml di sciroppo d’acero

150 gr. di latte intero

2 cucchiainidi lievito in polvere (10 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

150 gr. di noci pecan.

Per lo sciroppo

60 gr. di acqua

30 gr. di zucchero

2 cucchiai di sciroppo d’acero

Per la glassa

250 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia

125 gr. di burro a temperatura ambiente

280 gr. di zucchero a velo setacciato

4 cucchiai di sciroppo d’acero

ok

PREPARAZIONE

  • Togliete 24 noci dai 150 gr. previsti dalla ricetta e metteteli da parte perchè serviranno per la decorazione finale. Tostate le rimanenti sulla padella (ci vorranno 3 o 4 minuti), tritate finemente e mettete da parte. Preriscaldate il forno a 170°, foderate 2 teglie da muffin con i pirottini per cupcake;
  • in una ciotola mescolate l’olio, il latte, la vaniglia, le uova e il brandy mentre nel mixer metterete la farina setacciata, il lievito, il sale, il burro a pezzetti, lo zucchero e lo sciroppo d’acero. Mescolate fino ad ottenere un composto sabbioso, dopodichè versate poco per volta il composto liquido nel mixer che attiverete a velocità media. Unite ora le noci pecan al composto e amalgamate il tutto.
  • quando tutto il composto liquido sarà stato versato, mescolate il fondo della ciotola con una spatola e mescolate per 30-40 secondi a velocità media. Versate ora l’impasto nei pirottini non oltre i 2/3 del loro volume. Infornate per 22 minuti e in ogni caso verificando la cottura con la celeberrima prova stecchino;

ok

  • mentre i cupcake cuociono, preparate lo sciroppo portanto a bollore l’acqua e lo zucchero. Fate sobbollire per un minuto e unite lo sciroppo d’acero. Quando i cupcake saranno cotti, sfornateli e bucherellate delicatamente la superficie così da irrorarla con lo sciroppo caldo in modo che penetri in profondità. Lasciate i cupcake nella teglia per altri 10 minuti prima di adagiarli su una gratella da forno perchè freddino completamente;
  • nel frattempo preparate la glassa montando burro, sciroppo d’acero e zucchero per circa 4 minuti fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite ora il formaggio mescolando a bassa velocità e per non oltre 30 secondi (NB se la glassa dovesse risultare troppo liquida mettetela in frigo a rassodare per una mezz’oretta). Glassate con aria autunnale adagiando una noce su ogni cupcake.

ok

Non sentite l’autunno esplodervi in bocca ad ogni morso di questa delizia? Si, dai non dite di no e mangiatene tranquillamente un altro. Alla prossima e keep in touch.

ok

Coniglietto pasquale dentro un maltesers cupcake.

okAppena tornato da Londra non potevo che mettermi all’opera con una ricetta che mi é stata ispirata dalla mia solita tappa al supermercato. Si, io ho la fissa di fare un giro nei supermarket quando sono all’estero. Proprio a Londra ho trovato dei deliziosi coniglietti di Maltesers® (cioccolatini di honeycomb ricoperti di cioccolato) e mi sono detto “vuoi non farci un cupcake pasquale con questi?” Detto fatto e quindi care/i miei mettiamoci all’opera.

INGREDIENTI PER 14 – 16 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

240 gr. di farina

330 gr. di zucchero

25 gr. di cacao in polvere

1 uovo

150 gr. di olio di semi (non di oliva!)

75 ml di yogurt

75 ml. di latte

150 ml. di acqua bollente

1 cucchiaino e mezzo di lievito in polvere (7 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

ok

Per la glassa

200 gr. di cioccolato amaro

250 ml di panna da montare

115 gr. di Ovomaltina®

50 gr. di formaggio fresco tipo Philadelphia®

35 gr. di zucchero a velo

cioccolatini maltesers al cioccolato

ok

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 190° e inserite i pirottini nell’apposita teglia da cupcake. Con il mixer a bassa velocità mescolate insieme il latte, l’olio, lo yogurt, la vaniglia mentre a parte setacciate la farina, il cacao, il sale, il lievito e lo zucchero;

– unite un terzo del composto con la farina a quello liquido mescolando a bassa velocità, dopodichè versate nel mixer un terzo dell’acqua bollente seguito da un terzo del composto con la farina e via di seguito fino ad aver terminato con l’ultimo terzo delle farine. (NB ricordate di mescolare a velocità medio-bassa e di tanto in tanto di mescolare il fondo del cestello con una spatola);

– infornate per 20 minuti verificando la cottura con la solita prova stecchino, sfornate e lasciate la teglia a temperatura ambiente per 10 minuti prima di togliere i pirottini e adagiarli su una gratella da forno perchè freddino completamente;

ok

– nel frattempo preparate la glassa, sciogliendo a bagno maria il cioccolato ridotto a pezzetti e facendolo leggermente raffreddare a temperatura ambiente. In una ciotola mescolate con il mixer lo zucchero e il formaggio per un minuto circa, aggiungete il cioccolato ormai freddo e mettete in frigo a riposare mentre in un’altra ciotola ancora monterete la panna con l’Ovomaltina;

– delicatamente unite la panna al composto con il cioccolato e con l’aiuto di una sac à poche glassate generosamente. Decorate con un cioccolatino pasquale.

ok

 

Quei coniglietti sono davvero perfetti come decorazione per i cupcake, vero? Spiace un po’ sbranarli ma tant’è. Alla prossima e keep in touch.

 

Cupcake blu crunch ai mirtilli e amaretti

Cupcake mirtilli e amaretti

Fior di programmi televisivi ci insegnano il valore dei contrasti in cucina, dolci compresi. I contrasti sia in termini di consistenze diverse sia in termini di sapori. Io esagero questa volta: consistenze crunchy insieme a quelle più soffici e sapori dolci ad altri più pungenti: et voilà il mio cupcake mirtilli e amaretti, croccanti e morbidi. Come si fanno? Come sono? Mettiamoci all’opera e scopriamolo insieme.

INGREDIENTI PER 16-18 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

210 gr. di farina

140 gr. di zucchero

2 uova

70 gr. di burro

210 ml di latte intero

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

125 gr. di mirtilli freschi

80 gr. di amaretti

IMG_6703

Per la glassa

80 gr. di burro a temperatura ambiente

160 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia

160 gr. di zucchero a velo setacciato

mirtilli freschi per la decorazione

50 gr. di amaretti sbriciolati.

PREPARAZIONE DELLE BASI

– accendete il forno a 180° e inserite i pirottini in carta per cupcake nella teglia da muffin;

– mettete in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale, il lievito e il burro morbido a dadini. Mischiate con una forchetta fino ad ottenere un composto con molte briciole;

– aggiungete ora il latte al composto  e mescolate con l’ausilio di un mixer elettrico a velocità bassa. MISCHIATE SEMPRE IL MINIMO INDISPENSABILE PER AMALGAMARE GLI INGREDIENTI (vi basterà un minuto in questo caso);

– aggiungete ora la vaniglia e l’uovo. Amalgamate a velocità medio-alta per non più di un minuto e avendo cura di mescolare di tanto in tanto il composto con l’ausilio di una spatola, in particolare il fondo della ciotola. N.B. Se mescolate eccessivamente rischierete che risultino duri come il legno quando saranno cotti;

–  infarinate leggermente i mirtilli e sbriciolate grossolanamente gli amaretti;

IMG_6711

– versate l’impasto in ciascun pirottino fino a 2/3 del proprio volume, cospargete ora ciascun cupcake con un po’ di amaretti e qualche mirtillo senza spingerli nell’impasto  ;

– fate cuocere per 20-22 minuti. Vale la regola dello stecchino: se quando lo inserite uscirà asciutto, potete togliere la teglia dal forno;

– lasciate riposare le basi per i cupcake una decina di minuti e poi metteteli a freddare su una gratella. Al tatto li sentirete morbidi e quella é la garanzia che saranno umidi al punto giusto quando li mangerete. Mentre aspettate che i cupcake freddino, preparate la glassa.

– Mettete il burro e lo zucchero a velo setacciato nel mixer che coprirete con un canovaccio per evitare di essere avvolti da una nuvola zuccherina. Mescolate il tutto a velocità media per circa 3-4 minuti finché non sarà amalgamato e inizierà a montare. Aggiungete  a questo punti gli amaretti sbriciolati e amalgamate ancora. Dopodiché unite il formaggio e mescolate a velocità bassa per trenta secondi N.B. Se per qualunque ragione la glassa dovesse risultare lenta, mettetela in frigo a rassodare prima di decorare i cupcake.

IMG_6704

– Armatevi di sac à poche e iniziate a decorare i cupcake ormai freddi con la glassa bella soda. Ornate la sommità delle vostre piccole delizie con un paio di mirtilli: gustate gioiosamente.

Non sono il paradiso? Vabbè non esageriamo però ci vanno molto vicino. Alla prossima e keep in touch.

IMG_6708

 

A Natale o si ama o si odia: Gingerbread cupcake

IMG_6397

Natale divide: c’è chi lo ama e chi lo odia, chi si stressa e chi si eccita, chi ne coglie l’essenza sincera e chi ne vede solo gli aspetti commerciali e ipocriti. Io non so bene dove mi colloco a riguardo: un pò dappertutto. Si, perché mi piace l’atmosfera ma non alcune forzature  che il Natale si porta dietro. Mi piace fare regali ma non sempre e non a tutti i costi. Insomma, c’è confusione intorno al mio concetto di Natale. Spesso sento però la stessa incertezza anche rispetto al gingerbread (pan di zenzero): troppo speziato, poco dolce, ecc. A me piace, ve lo dico subito perché é uno di quei sapori che profumano di Natale e che mi trasmettono il senso della festa. Bando agli indugi e prepariamo dei gingerbread cupcake perché il Natale é alle porte.

IMG_6400

INGREDIENTI (20-22 Cupcake)

140 gr burro morbido

100 gr zucchero semolato

60 gr di melassa

60 gr golden syrup

2 uova

2 tuorli

310 gr farina 00

15 gr. di cacao amaro in polvere

1 cucchiaino di zenzero

1 cucchiaino di cannella

1 cucchiaino di noce moscata

10 gr. di lievito in polvere

un pizzico di sale

240 ml. di latte tiepido.

Ingredienti per la glassa

420 gr.  zucchero a velo setacciato

200 gr. burro morbido

400 g formaggio tipo Philadelphia

1 cucchiaino di scorza d’arancia.

IMG_6414

– Preriscaldate il forno a 180° e inserite i pirottini da cupcake nell’apposita teglia. In un mixer  elettrico montate a crema lo zucchero e il burro (3-4 minuti, circa). Aggiungete ora uova, tuorli, golden syrup, melassa e mescolate per un altro minuto;

– a parte setacciate farina, cacao, lievito, zenzero, noce moscata, sale, cannella mentre scaldate leggermente il latte (60-70°).  Iniziando e finendo con il composto di farina, aggiungetelo alternandolo con il  latte all’impasto nel mixer (verserete pertanto il composto di farina in tre volte e il latte in due);

– distribuite il composto nei pirottini (non oltre i 2/3 del loro volume) e infornate per 20 minuti. Come sempre vale la prova stecchino per verificare la cottura perfetta. Sfornate e lasciate la teglia a temperaruta ambiente per 10 minuti prima di mettere i cupcake su una gratella da forno in modo che freddino completamente;

IMG_6408

– nel frattempo preparate la glassa montando a velocità alta lo zucchero a velo setacciato e il burro insieme alla scorza d’arancia. NB All’inizio azionate il mixer a velocità bassa o almeno copritelo con un canovacci per evitare di trovarvi coperti di zucchero a velo. Quando il composto sarà gonfio e spumoso (5 minuti circa) unite il formaggio e mescolate a velocità bassa quel tanto che basta per ottenere un composto omogeneo (non più di un minuto in ogni caso). NB Se la glassa a questo punto dovesse essere troppo lenta, mettetela in frigo per una decina di minuti in modo che rassodi;

ok

– glassate ora i vostri cupcake e decorateli con dei tenerissimi gingerbread men di zucchero. Divorate festosamente.

E’ migliorato il vostro rapporto con il Natale? Forse non ne avevate affatto bisogno ma di questi cupcake invece si: c’è sempre un buon motivo per gustare un cupcake. Alla prossima e keep in touch.

IMG_6414

L’apparenza non é tutto ma conta con la ombre cake cioccolato, pesca e amaretti.

Ombre cake alla pesca, cioccolato e amaretto.

Ombre cake alla pesca, cioccolato e amaretto.

Spesso sento dire che le torte particolarmente decorate son più belle che buone: pregiudizio? Maldicenza? Snobberia? Un pò di tutto, secondo me. Intendo dire che di alcune torte si dice siano molto scenografiche , ma che in realtà di buono abbiano poco: stucchevoli, asciutte e dal retrogusto artificiale e chimico. Insomma, il pregiudizio della torta “bella che non balla” affonda le proprie radici in un fondo di verità. Tocca a me pertanto sgombrare il campo da luoghi comuni e ingiustizie con questa torta scenografica ma buonissima. L’abbinamento é un classico italiano  (cioccolato, amaretto e pesca) ma la decorazione e le dimensioni appartengono alla tradizione britannica e americana. Si tratta della ombre tecnique, molto in voga in questo periodo sulle riviste del settore e le vetrine delle pasticcerie più spettacolari. Mettiamoci al lavoro che i diffidenti da convicere sono molti.

INGREDIENTI PER LA TORTA (tre tortiere del diametro di 20 cm.)

100 gr. di burro a temperatura ambiente

170 gr. di farina 00

260 gr. di zucchero

2 uova a temperatura ambiente

1 cucchiaino (5 gr.) di bicarbonato di soda

1 cucchiaino (5 gr.) di lievito in polvere

1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia

un pizzico di sale

160 ml. di latte intero

45 gr. di cacao amaro in polvere

1 latta da 450 gr. di pesche sciroppate (tenetene da parte una metà per la decorazione)

200 gr. di amaretti (tenetene alcuni da parte per la decorazione)

Ombre cake alla pesca, cioccolato e amaretto.

Ombre cake alla pesca, cioccolato e amaretto.

INGREDIENTI PER LA GLASSA

400 gr. di mascarpone;

400 gr. di zucchero a velo;

200 gr. di burro morbido;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

colorante alimentare arancione

Ombre cake alla pesca, cioccolato e amaretto.

Ombre cake alla pesca, cioccolato e amaretto.

PROCEDIMENTO PER LA TORTA

– Accendete il forno a 180° e imburrate e ricoprite di carta forno le basi delle teglie (sarà sufficiente invece imburrare le pareti).  Montate intanto con il mixer il burro e lo zucchero finché diventa gonfio, chiaro e raddoppi di volume. Ricordate di tanto in tanto di fermare il mixer e mescolare la base del cestello con una spatola;

– unite una per volta le uova e continuate ad amalgamare sempre a velocità alta.  Dopo aver aggiunto il secondo uovo, unite al composto la vaniglia e mescolate. Mescolate a parte il cacao, il bicarbonato, il lievito e il sale. Unite  tutto in una volta questo composto a quello nel mixer e mescolate a velocità medio bassa quel tanto che basti perché il tutto si amalgami;

– unite ora al composto metà della farina setacciata e amalgamate ancora a velocità medio-bassa. Dopodichè versate tutto il latte e continuate a mescolare ancora. Finite con la restante farina e mescolate fino a ottenere un composto omogeneo (non eccedete con la velocità del mixer e per non troppo tempo).

– dividete il composto in parti uguali nelle tre teglie e infornate per 25 minuti circa (vale la solita prova stecchino). Sfornate e lasciate freddare per circa un quarto d’ora dopo toglietele definitivamente dalle teglie per farle completamente freddare su una gratella da forno.

Nel frattempo preparate la glassa:

– montate il burro morbido a crema per un paio di minuti, aggiungete un cucchiaio per volta lo zucchero a velo e la vaniglia così da ottenere un composto gonfio e spumoso (3-4 minuti circa). Solo a questo punto unite il mascarpone montando poco (non più di un minuto) altrimenti la glassa risulterebbe grumosa. Unite ora il colorante in modo da ottenere un color pesca;

Ombre cake alla pesca, cioccolato e amaretto.

Ombre cake alla pesca, cioccolato e amaretto.

– asciugate le pesche di tutto il liquido in eccesso con carta per alimenti e dividetele a dadini, dopodiché a parte sbriciolate grossolanamente gli amaretti. Mettete ora il primo strato di torta sul piatto di portata e farcitelo generosamente con la glassa, metà delle pesche e metà degli amaretti sbriciolati. Premete sopra la glassa appena spalmata il secondo disco di torta e farcitelo esattamente come avete appena fatto  con il primo;

– “foderate” l’esterno e il top della torta con un sottile strato di glassa così da fare il crumb coat, vale a dire uno strato che isoli la glassa esterna dalle briciole della torta. Mettete la torta in frigo per almeno 30 minuti;

– mettete la glassa avanzata in una sac à poche con bocchetta a punta liscia e praticate delle bolle di glassa una sopra l’altra verticalmente. Con l’uso di una spatola  o un cucchiaio spalmate circa metà di ciascuna bolla. Dopodiché fate la stessa operazione in corrispondenza della striatura appena praticata e via di seguito fino a completare l’intera torta e, se volete anche con il top.

 

Lavorazione1lavorazione3

Lavorazione2

 

Decorate con gli amaretti avanzati e la pesca centrale (il baffo é un regalo per il festeggiato). Conservate in frigo per circa 45 minuti prima di servire a temperatura ambiente.

 

Ombre cake alla pesca, cioccolato e amaretto.

Ombre cake alla pesca, cioccolato e amaretto.

Dopo questa torta sfido chiunque a dire che bello e buono non sono conciliabili, alla prossima e keep in touch!

 

 

Cupcake Woooow cioccolato e lamponi

IMG_0829

Non ho dovuto pensare molto a come battezzare questi cupcake visto che mi é bastato semplicemnte pensare alla reazione che hanno suscitato quando sono stati assaggiati: woow, waaaw, oooohhhh. Detto così, sembra che io frequenti solo personaggi dei cartoni animati ma credetemi il contrasto tra il cioccolato denso e forte (tipo brownie, per intenderci) e i lamponi ha davvero dato una “botta” gastronomica agli assaggiatori sempre disponibili quanto legittimamente critici. I cupcake pertanto non potevo che chiamarli, woooow. Mettiamoci al lavoro quindi e diciamo tutti insieme, woooow.

INGREDIENTI PER 20-24 CUPCAKE

105 gr. di burro morbido;

290 gr. di zucchero di canna;

2 uova a temperatura ambiente;

185 gr. di farina;

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio;

1/2 cucchiaino di lievito;

10 gr. di cacao amaro in polvere;

125 gr. di cioccolato amaro;

150 ml. di latte;

250 gr. di lamponi (tenetene da parte alcuni per la decorazione).

IMG_0845

INGREDIENTI PER IL FROSTING AL CIOCCOLATO

250 gr. di mascarpone;

125 gr. di burro morbido;

125 gr. di zucchero a velo setacciato;

75 gr. di cioccolato fuso e freddato;

15 gr. di cacao setacciato

 

PREPARAZIONE

-Mettete in un pentolino metà dello zucchero, il latte e il cioccolato a pezzetti e scaldate (senza far bollire) così da ottenere un composto omogeneo. Lasciate intiepidire;

– preriscaldate il forno a 170° e mettete i pirottini da cupcake nelle apposite teglie. Montate con il mixer elettrico a velocità alta metà dello zucchero con il burro per due-tre minuti così da ottenere un composto gonfio e spumoso. Nel frattempo setacciate la farina, il cacao, il bicarbonato, il lievito e il sale;

-unite all’impasto del mixer un uovo per volta continuando a montare (tra un uovo e l’altro unite un cucchiaio del mix di farine appena setacciato).  Unite in due volte il composto con la farina a quello nel mixer, avendo cura di amalgamare il tutto con una spatola;

IMG_0838

– unite ora il composto con il cioccolato fuso ormai a temperatura ambiente all’impasto sempre mescolando con una spatola. Versate l’impasto nei pirottini avendo cura di non riempirli oltre i 2/3 del proprio volume. Lasciate cadere (senza spingerli dentro il composto) un paio di lamponi in ogni pirottino e infornate le teglie per 20 minuti (vale la solita infallibile prova stecchino);

– sfornate e fate lasciate il tutto per una decina di minuti a temperatura ambiente, dopodichè togliete i pirottini dalle teglie e fate freddare completamente su una gratella da forno. Nel frattempo preparate il frosting al cioccolato;

– per il frosting, montate il burro con lo zucchero a velo utilizzando il mixer a velocità media. Unite ora il cacao setacciato e il cioccolato fuso ma a temperatura ambiente e montate per un altro minuto. Aggiungete solo a questo punto il mascarpone e montate a velocità bassa per meno di un minuto ma in modo da amalgamare il tutto;

– utilizzate il frosting per glassare  i vostri cupcake ormai freddi decorandoli con un lampone.

IMG_0832

Come dite? Siete senza parole? Sicuri? Una ce l’avete ed è woooooow. Alla prossima e keep in touch.

 

 

 

Il dolce per non scordarsi mai di me: Banoffee Whoopie Pies

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

Prima di partire per il mio ultimo viaggio negli Stati Uniti (LINK), ho salutato alcuni amici che avrei rivisto dopo molto tempo: detto così, sembra che fossi in procinto di prendere parte a una missione dall’esito incerto ma, tant’è. Volevo pertanto offrire un dolce che fosse carico di sapore e che gli tenesse compagnia fino al mio ritorno: nella mente e nello stomaco, s’intende. Mi sono orientato sul banoffee (banane e caramello) che di per se é goloso e memorabile in ogni sua forma. Ecco, proprio la forma in cui presentarlo doveva essere “nuova” ed originale e pertanto ho pensato alle whoopie pie. Ricordate i dolci della tradizione hamish che trasmettono subito allegria? Ecco proprio loro ma in pieno stile banoffee. Volete anche voi una dolce e memorabile ricordo? Mettiamoci al lavoro, allora.

INGREDIENTI PER 10 Whoopie pies

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

275 gr. di farina 00

150 gr. di zucchero

1 uovo

75 gr. di burro

125 ml di yogurt magro

30 ml. di latte intero

1/2 cucchiaino di lievito in polvere (2,5 gr.)

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio (2,5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia (5 ml.)

2 banane mature

Per il ripieno

4 cucchiai di dulce de leche (più altri due per farcire ogni singola whoopie pie)

160 gr di mascarpone

80 gr. di burro morbido

60 gr. di zucchero a velo setacciato

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

PREPARAZIONE

– Montate nel mixer a velocità bassa l’uovo con lo zucchero (2 minuti circa) e nel frattempo mescolate in una ciotola lo yogurt, il latte e la vaniglia. Versate il composto appena mescolato nella ciotola dentro il mixer aumentando la velocità. Nel frattempo sciogliete (al microonde) il burro e fatelo freddare;

– versate il burro nel mixer sempre a velocità media e nel frattempo setacciate insieme la farina, il lievito e il sale. Versate il mix di farina appena setacciato al composto nel mixer in due volte amalgamando quel tanto che basta per incorporare il tutto. Unite ora le banane precedentemente schiacciate grossolanamente (non devono essere ridotte in purea). Mettete il composto così ottenuto per 15 minuti nel frigo;

– nel frattempo che il composto fredda, preriscaldate il forno a 180° e foderate una leccarda con carta forno su cui disegnerete dei cerchi di 5 cm di diametro distanziati l’uno dall’altro di almeno 3 cm. Girate la carta forno e create 20 palline di impasto ormai freddo entro i confini di ciascun cerchio. Con le dita inumidite di acqua fredda livellate la superficie di ogni pallina, così da avere un risultato il più regolare possibile. Su ogni pallina mettete alcuni pinoli, precedentemente tostati. Infornate per 10-13 minuti e fintanto che i bordi delle whoopie pies non cominciano a brunire. Sfornate e fate freddare su una gratella da forno;

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

– mentre le woopie pie freddano, preparate la farcitura montando con il mixer a velocità alta, per circa 5 minuti, il burro con lo zucchero a velo così da ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungete 4 cucchiai di dulce de leche e montate ancora finchè il tutto non sarà amalgamato, dopodichè unite il mascarpone freddo di frigo e montate per un minuto circa (se volete addensarlo,  potete metterlo per una quindicina di minuti in frigo);

– versate un cucchiaino di dulce de leche nel centro di una whoopie pie ormai fredda e farcite il resto con la crema al mascarpone. Coprite esercitando una leggera pressione con un’altra whoopie e via di seguito fino a esaurimento. Divorate senza senso di colpa alcuno.

Io il viaggio, come sapete, l’ho fatto e i miei amici sono mancato molto; ma il gusto di queste banofee delizie gli ha tenuto compagni in pieno mycakeisluka’s style.

Alla prossima e keep in touch.

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

 

E’ fiorita la torta al cioccolato bianco e passion fruit

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

Per la merenda di Pasquetta neanche a dirlo il dolce l’ho preparato io. Una cosina semplice semplice, giusto per una scampagnata… seee, come no. Ho preparato una torta a tre strati con un curd al frutto della passione e cioccolato bianco. Ho preso la ricetta da sua Maestà Peggy Porschen, l’ho leggermente ritoccata: voi, non diteglielo. Ho pensato che sebbene si tratti di una scampagnata uno non deve necessariamente perdere stile e classe: voi che dite? Mettiamoci al lavoro che, come sempre, l’eleganza costa un pò di fatica.

INGREDIENTI PER LE BASI (DA DIVIDERE IN 3 TORTIERE DA 16 CM)

125 gr. di cioccolato bianco

105 gr. di burro a temperatura ambiente (più un cucchiao circa per ungere le teglie)

175 ml. di latte intero

60 gr. di zucchero di canna

225 gr .di zucchero semolato

2 uova a temperatura ambiente

215 gr. di farina 00

1 pizzico di sale

1 cucchiaio di lievito in polvere (5 gr.)

fiori di zucchero per la decorazione

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

INGREDIENTI PER LA GLASSA

100 ml. di panna

100 gr. di zucchero a velo setacciato

100 gr. di burro morbido

110 gr. di cioccolato bianco a dadini

INGREDIENTI PER IL PASSION FRUIT CURD

200 gr. di polpa di passion fruit (circa 7-8 frutti)

3 tuorli d’uovo

140 gr. di burro

250 gr. di zucchero

2 cucchiai di maizena (amido di mais)

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

PREPARAZIONE (Da fare 24 ore prima)

 Passion fruit curd

– Ricavate la polpa dai frutti della passione e filtratela in modo da togliere la maggior parte dei semi (non necessariamente tutti). Mettete ora la frutta filtrata in un pentolino a passa temperatura e portate a bollore;

– nel frattempo mescolate i tuorli con lo zucchero e la maizena con l’aiuto di una frusta. Versatevi sopra  la polpa calda e rapidamente mescolate evitando di cuocere le uova. Rimettete sul fuoco per far addensare esattamente come fareste con una crema pasticcera e quando il cucchiaio di legno con il quale state girando il curd inizierà a velare, togliete dal fuoco e unite il burro a dadini;

– coprite il curd con della pellicola a contatto direttamente della crema, fate freddare a temperatura ambiente e mettete nel frigo per tutta la notte ad addensare.

Glassa

– Portate a bollore la panna e versatevi dentro il cioccolato bianco a dadini. Spegenete il fuoco e mescolate con una spatola in modo da ottenere una crema liscia e omogenea. Lasciate a temperatura ambiente diverse ore finchè la crema non avrà ottenuto la consistenza del burro morbido;

– montate con il mixer a velocità medio-alta il burro con lo zucchero a velo setacciato fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. A questo punto unite a cucchiaiate la ganache di cioccolato bianco ormai addensata fino ad incorporarla al composto. Conservare a temperatura ambiente (solo nel caso la giornata fosse eccessivamente calda, potete far rassodare la glassa un3 minuti circa in frigorifero).

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

PREPARAZIONE DELLE TORTE E FARCITURA (Da fare il giorno stesso)

-Ungete le tre teglie con del burro fuso e foderatene le basi con carta forno. Preriscaldate il forno a 170°;

– mettete in un pentolino il cioccolato bianco, lo zucchero di canna, il latte e 85 gr.di zucchero semolato portando il tutto a bollore mescolando con una spatola. Dopodiché spegnete e lasciate che il composto raggiunga la temperatura ambiente. Nel frattempo, montate nel mixer il burro e il restante zucchero semolato così da ottenere un composto gonfio e spumoso (vi ci vorranno 6-7 minuti);

– nel frattempo, setacciate in una ciotola la farina, il lievito e il sale;

– unite un uovo per volta al composto del mixer, continuando a mescolare a velocità medio alta. Unite ora in due volte il composto con la farina avendo cura di amalgamare il tutto a velocità bassa e quel tanto che basta per incorporare il tutto. Unite ora a filo il composto sciolto nel pentolino ormai a temperatura ambiente;

– dividete il composto nelle tre teglie e livellatene la superficie prima di infornare per 30 minuti circa (vale la solita prova stecchino). Sfornate e lasciate le teglie per 15 minuti prima di sformare e far freddare completamente su una gratella da forno;

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

torta al cioccolato bianco e passion fruit curd

– adagiate il primo strato di torta e farcitelo generosamente con il curd ormai rassodato. Coprite con il secondo strato di torta e anche qusto farcitelo con altrettano curd. Coprite con l’ultimo strato e iniziate a ricoprire i lati e il top della torta con la glassa alla cioccolata bianca. Dopodichè, decorate con i fiori di zucchero e con l’aiuto di una sac à poche… sbizzarritevi.  Tenete per una mezz’ora circa la torta in frigo, dopodichè servitela rigorosamente a temperatura ambiente.

La passione per il passion fruit é tutt’altro che inconsueta nella pasticceria inglese e io non potevo che lasciarmi affascinare dal suo sapore pungente e aspro. In questa torta il contrasto con la dolcezza del cioccolato bianco crea un’armonia irresistibile. Date sfogo alla vostra passione per il passion fruit e keep in touch.