Una treccia bianca, rossa e marrone.

Qui la citazione é d’obbligo anche se di fatto non c’entra niente con il dolce in questione. Si tratta infatti di una delizia lievitata che richiede un tantinello di tempo nella tecnica e nella preparazione ma voi e le persone con cui fate colazione al mattino ve ne saranno grati in eterno. Nel caso non amaste il cioccolato fondente, potete tranquillamente sostituirlo con i mirtilli rossi disidratati.

INGREDIENTI

Per l’impasto

225 gr. di farina forte;

7 gr. di lievito di birra disidratato;

un uovo;

90 ml. di latte freddissimo;

30 gr. di zucchero semolato;

225 gr. di burro freddissimo.

Per il ripieno

2 pere mature;

55 gr. di burro;

50 gr. di farina di mandorle;

45 gr. di zucchero semolato;

50 gr. di cioccolato fondente a pezzetti;

1 tuorlo;

lamelle di mandorle.

un cucchiaio di zucchero a velo.

PREPARAZIONE

  • Mettete il burro in freezer per almeno 15 minuti mentre in una ciotola capiente metterete la farina, lo zucchero e il lievito. Utilizzando il lato delle scaglie, grattugiate il burro nella ciotola e ricopritelo per bene con la farina. Versate ora nella ciotola il latte e l’uovo e amalgamate il tutto rapidamente senza impastare ma compattando in modo da ottenere una palla avendo cura di non sciogliere il burro;
  •  avvolgete il tutto nella pellicola e mettete in frigo per un paio d’ore durante le quali preparerete il ripieno. Pelate le pere e tagliatele a fettine sottili, nel frattempo mettete in una padella sul fuoco dove avrete scaldato 15 gr. di burro con 15 gr. di zucchero. Fate cuocere per 20 minuti e dopodichè mettete da parte a freddare a temperatura ambiente;
  • trascorse le due ore, togliete l’impasto dal frigo e rovesciatelo su una spianatoia infarinata (se di marmo ancora meglio) e rapidamente stendete a formare un rettangolo 45X15 cm, ripiegate ora il composto su se stesso prendendo un terzo dell’impasto a partire dal basso fino a metà e il terzo a partire dall’altro sopra di esso. Avvolgete il tutto nella pellicola e mettete in frigo per 20 minuti;
  •  trascorsi 20 minuti, togliete l’impasto dal frigo e tenendo il composto avendo la parte aperta alla vostra destra (esattamente come per un libro), stendente il composto sempre a formare un rettangolo 45X15 cm e ripiegatelo in tre parti come avete fatto prima. Riponete in frigo per altri 20 minuti e rifate di nuovo lo stesso procedimento di stesura e piegatura sempre ruotando di 90° e tenendo l’apertura dell’impasto alla vostra destra. NB se per qualunque motivo mentre stendete la pasta vi accorgeste che il burro tende a sciogliersi, mettete l’impasto nuovamente in frigo per altri 15 minuti e poi proseguite a stendere e piegare. Quando avrete completato le stesure e piegature, avvolgete l’impasto con la pellicola e mettetelo in frigo per 1 ora;

  •  nel frattempo preparate la crema frangipane montando con una frusta elettrica il tuorlo, la farina di mandorle, 30 gr. di zucchero e 40 di burro fino ad ottenere una crema densa.  Stendente ora l’impasto a formare un rettangolo cm. 31 X 36 al cui centro metterete la crema frangipane, su cui adagerete il cioccolato a pezzetti e infine le pere. Tagliate ora delle stringe a formare delle frange lungo tutti e due i lati dell’impasto che intreccerete a ricoprire il ripieno;
  • lasciate lievitare a temperatura ambiente per un’ora e nel frattempo preriscaldate il forno a 200° e, completata la lievitazione, infornate per 20 minuti. Sfornate e fate freddare a temperatura ambiente adagiandolo su una gratella da forno. Quando sarà fredda decorate con zucchero a velo e lamelle di mandorle.

Posso darvi un consiglio? Non appena il dolce sarà completamente freddo, assaggiatene subito una fetta. Anche se buonissimo il giorno dopo, la fragranza e il gusto che sprigiona non appena fatto é decisamente unico. Alla prossima e keep in touch.

La crostata dal cuore granata: tart alla melagrana e mandorle

granata-cake

Mio suocero é granata. Mio suocero è cioè un tifoso sfegatato del Torino calcio il cui colore della maglia é appunto granata. Mi sono chiesto quindi quale dolce potrebbe celebrare adeguatamente questa passione con il clima natalizio alle porte: taaaac, ecco la soluzione in questo golosa versione della inglesissima Bakewell tart. Mettiamoci insieme all’opera così da prepararla con spirito granata ma anche Natalizio.

ok

 

INGREDIENTI (tortiera da crostata 35 X 11 cm)

Per la pasta

250 gr. di farina 00;

125 gr. di zucchero;

scorza di un’arancia;

3 tuorli;

un pizzico di sale;

125 gr. di burro freddo  a dadini.

ok

Per la crema frangipane

75 gr. di burro morbido;

1 uovo più un tuorlo;

75 gr. di zucchero semolato;

75 gr. di farina di mandorle;

200 gr. di marmellata di fragole o lamponi;

125 gr di chicchi di melagrana (più un cucchiaio per la decorazione);

zucchero a velo;

25 gr. di lamelle di mandorle.

ok

PREPARAZIONE

– Per la pasta mettete zucchero, burro e i tuorli nel robot con le lame e azionate fino ad ottenere una crema omogenea. Unite ora la scorza d’arancia e la farina e azionate il robot fino ad ottenere una crema omogenea che compatterete in una palla da avvolgere nella pellicola trasparente e metterete nel frigo per almeno 2 ore;

  • stendete la pasta dello spessore di mezzo centimetro con la quale fodererete la teglia che metterete in freezer fino a che il forno che avrete acceso per preriscaldarlo non avrà raggiunto la temperatura di 190°. Dopodiché bucherellate la pasta con i rebbi della forchetta, coprite con un foglio di carta alluminio su cui avrete adagiato delle sfere di ceramica alimentare o di fagioli secchi. Infornate per 18 minuti trascorsi i quali togliete il foglio di alluminio con le sfere  e proseguite a cuocere per altri 5 minuti. Abbassate la temperatura a 180°;

ok

  • mentre attendete che la pasta raffreddi, preparate il ripieno mettendo in una ciotola tutti gli ingredienti tranne la marmellata, la melagrana, le lamelle di mandorle e lo zucchero a velo in una ciotola così da mescolare il tutto con le fruste elettriche per un paio di minuti. A parte invece mescolate la marmellata con la melagrana così da stenderla sulla base della crostata, dopodiché versate il ripieno al frangipane sulla marmellata e cospargete infine con le lamelle di mandorle. Cuocete per 35 minuti o comunque finché il ripieno non sarà solidificato;
  • sfornate e lasciate a temperatura ambiente per almeno 20 minuti, dopodiché fate cadere sulla superficie della torta dei chicchi di melagrana e una leggera spolverata di zucchero a velo. Gustate con aria granata.

ok

Come dite? Anche a voi é montata la passione granata? Non poteva essere diversamente dopo questa torta che in ogni caso è perfetta per il pranzo di Natale. Alla prossima e keep in touch.

La più cool delle crostate: frangipane tart ai fichi

fig-tart

Arriva settembre e io sono tutto contento. Sono felice almeno per quanto riguarda l’aspetto dolciario perchè in effetti fa più freddo e io posso accendere il forno in maniera disinvolta oltre al fatto che i colori autunnali sono quelli che preferisco anche per quanto concerne i dolci. Per quanto riguarda la frutta, bisogna accontentarsi nel senso che la primavera e l’estate certamente offrono più varietà fatta eccezione per una cosa: i fichi. Si, signore e signori i fichi sono un regalo che settembre fa a tutti noi regolarmente e non posso non celebrarli a dovere. La ricetta in questo caso é francese ma so che perdonerete la trasgressione dopo aver assaggiato questa tart che mette insieme sia i fichi freschi sia quelli secchi. Pronte/i con il mattarello? Allora mettiamoci al lavoro.

ok

INGREDIENTI (tortiera da crostata 35 X 11 cm)

Per la pasta

200 gr. di farina 00;

40 gr. di zucchero a velo;

15 gr. di farina di mandorle;

un pizzico di sale;

125 gr. di burro freddo  a dadini;

1 cucchiaio di latte freddo;

1 tuorlo.

ok

Per la crema frangipane

100 gr. di burro morbido;

2 uova;

100 gr. di zucchero semolato;

100 gr. di farina di mandorle;

Per il ripieno

125 gr. di fichi secchi grossolanamente tagliati;

2 cucchiai di zucchero;

3 fichi freschi;

2 cucchiai di marmellata di albicocche leggermente riscaldata;

lamelle di mandorle.

ok

PREPARAZIONE

  • Iniziate preparando la pasta per la tart mettendo le farine, lo zucchero, il sale e il burro a dadini nel robot con le lame. Azionate il robot così da ottenere un composto sabbioso a cui aggiungerete il tuorlo e il latte. Non appena il composto addenserà in briciole piuttosto grosse, fermate l’elettrodomestico e compattate il tutto in una palla che avvolgerete nella pellicola trasparente che metterete a riposare in frigo per un’ora. Preriscaldate il forno a 180° e nel frattempo mettete i fichi secchi a sobbollire in 125 ml di acqua e con due cucchiai di zucchero fino a che l’acqua non sarà completamente assorbita (25 minuti circa). Tenete da parte a temperatura ambiente;
  • trascorsa un’ora, stendete la pasta dello spessore di poco meno di mezzo centimetro e ricoprite la teglia. Bucherellate la pasta su cui adagerete un foglio di carta alluminio sopra il quale verserete dei fagioli secchio delle sfere di ceramica. Cuocete per 20 minuti, dopodichè togliete il foglio di alluminio con i fagioli e cuocete per altri 6 minuti. Sfornate e fate freddare a temperatura per 5 minuti senza spegnere il forno e nel frattempo preparate la crema frangipane;
  • per la crema frangipane, montate con le fruste a velocità media il burro con lo zucchero per un paio di minuti. Unite a questo punto un uovo per volta continuando a montare e infine aggiungete la farina di mandorle mescolando con una spatola;

ok

  • versate la pasta con i fichi secchi uniformemente sul fondo della torta, ricoprite con la crema frangipane su cui adagerete i fichi freschi tagliati a spicchi. Cuocete 25 minuti e sfornate lasciando il dolce nella teglia fino a che non sarà freddato completamente;
  • riscaldate leggermente la marmellata con cui spennellerete i lati della tart per renderla lucente e su un lato farete cadere le scaglie di mandorle. Gustate con aria settembrina.

Il periodo dei fichi é generalmente piuttosto breve per cui non esitate e mettetevi all’opera appena possibile. Alla prossima e keep in touch.

Una mela in rosa: tart mele e frangipane

 

Apple rose tart

Come rendere una torta alle mele carina-carina-in-modo-assurdo? Con una rosa, mi sono detto, e perchè non farla proprio di mele? Ho preparato questa torta alle mele e frangipane che non delude mai, ma ho deciso di renderla ancora più graziosa con una rosa tra i capelli…ohps tra le mandole. Come fare? Scopriamolo insieme.

ok

INGREDIENTI (tortiera rotonda di 23 cm. di diametro)

Per la pasta

200 gr. di farina 00;

20 gr. di zucchero semolato;

15 gr. di farina di mandorle;

un pizzico di sale;

un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

100 gr. di burro freddo  a dadini;

1 uovo separato.

Per il ripieno

3 mele;

il succo di mezzo limone;

100 gr. di burro;

100 gr. di zucchero semolato;

75 gr. di farina 00;

140 gr. di farina di mandorle;

un cucchiaio di latte;

4 cucchiai di marmellata di albicocche.

40 gr. di marzapane.

ok

PREPARAZIONE

  • Iniziate preparando la pasta per la tart mettendo la farine, lo zucchero, il sale e il burro a dadini nel robot con le lame. Azionate il robot così da ottenere un composto sabbioso a cui aggiungerete il tuorlo, la vaniglia e un paio di cucchiai di acqua fredda (quel tanto che basta per far addensare il tutto in briciole grossolane). Fermate a questo punto l’elettrodomestico e compattate il tutto in una palla che avvolgerete nella pellicola trasparente che metterete a riposare in frigo per un’ora. Preriscaldate il forno a 190°;
  • trascorsa un’ora, stendete la pasta dello spessore di poco meno di mezzo centimetro e ricoprite la teglia. Bucherellate la pasta su cui adagerete un foglio di carta alluminio sopra il quale verserete dei fagioli secchio delle sfere di ceramica. Cuocete per 15 minuti, dopodichè togliete il foglio di alluminio con i fagioli e cuocete per altri 5 minuti. Sfornate e fate freddare a temperatura ambiente mentre preparate il ripieno.
  • lavate quindi le mele e tagliatele a spicchi avendo cura di tenere da parte cira una decina di fettine tagliate molto molto sottilmente. Irrorate ora tutti gli spicchi con il succo di limone così che non anneriscano mentre preparate la crema. Con un frullino elettrico montate a crema il burro morbido e lo zucchero per circa un paio di minuti. Unite a questo punto un uovo per volta e infine entrambe le farine con il cucchiaio di latte montando solo quel tanto che basta perchè il composto amalgami uniformemente;

ok

  • mettete ora le sole fettine di mela sottilisime (le altre scolatele e asciugatele con carta da cucina) in una ciotola con un bicchiere di acqua e riscaldatele nel forno a microonde alla massima temperatura per 4 minuti così che diventino morbide e lavorabili. Stendete il marzapane in una striscia alta 5 cm e lunga 20 spennellatelo con un cucchiaio di marmellata di albicocche e adagiatevi gli spicchi di mela leggermente sovrapposte, dopodichè arrotolate il marzapane con le mele a formare una rosa che metterete al centro della torta prima di infornarla;
  • stendente metà della crema sul fondo della torta, ricoprite con quasi tutte le mele, versate la restante parte di crema e decorate con la rosa al marzapane in centro e altri spicchi di mele tutti intorno. Infornate ora per 40 minuti, sfornate e lasciate il dolce nella teglia per 10 minuti. Dopodiché spennellate la superficie del dolce con la restante marmellata di albicocche leggermente riscaldata. Gustate con aria floreale.

ok

E’ carina da matti questa torta ed é anche buona da impazzire. Si, merito anche di un fiore al marzapane. Alla prossima e keep in touch.

ok

Frangitart alle prugne tutta per voi

Frangitart alle prugne

Frangitart alle prugne

Sono appena tortanto da Londra. “Di nuovoooooo !?”, direte voi ed ebbene si: sono andato per la quattromilaventicinquesima volta  nella capitale britannica. Ho seguito un corso meraviglioso sulla decorazione dei biscotti di cui vi racconterò tutto in un post ad hoc ma qui voglio parlarvi invece di una sensazione forte che ho avvertito gironzolando. Nonostante infatti io vada a Londra spessissimo, questa città ha il potere di sembrarmi sembre molto diversa e profondamente cambiata ogni volta che ci metto piede: “Quel palazzo non c’era!”, “Quella strada non era chiusa?”, “Quel locale era a Soho e ora é identico ma a Primrose”. Questo aspetto di Londra la rende speciale rispetto ad altre grandi città come Parigi o Madrid che invece sono più statiche ma di certo non meno affascinanti. Parlando poi di dolci e torte io non ricordo di aver mai visto tante delizie con le prugne. Generalmente questo frutto non suscita il mio interesse ma se ha Londra se ne fa un grande uso non posso non celebrarlo a dovere insieme a voi. Come? Mettiamoci al lavoro e lo scoprirete.

Frangitart alle prugne

Frangitart alle prugne

INGREDIENTI (per una tortiera da crostata di 25 cm. preferibilmente con fondo estraibile)

200 gr. di pasta sfoglia;

250 gr. di prugne secche;

scorza di un’arancia;

100 gr. di farina di mandorle;

100 gr. di burro;

10 gr. di farina 00;

2 uova;

zucchero semolato;

100 gr. di marmellata di albicocche;

25 ml. di Grand Marnier o Cointreau.

Frangitart alle prugne

Frangitart alle prugne

PREPARAZIONE

– Stendete la pasta sfoglia nella tortiera e lasciatela riposare in frigo. Nel frattempo preparate il frangipane montando in una ciotola il burro con lo zucchero per un paio di minuti circa. Unite alternativamente le uova e la farina di mandorle, continuando a montare il composto con una frusta a mano. Quando avrete aggiunto tutta la farina di mandorle, unite la scorza d’arancia e la farina 00;

– preriscaldate il forno a 190°, dividete ciascuna prugna in quattro parti dopodichè versate la crema sulla pasta sfoglia e adagiatevi le prugne. Cuocete la torta per 30 minuti e fino a doratura;

– sfornate e fate freddare completamente la torta prima di sformarla. Scaldate la confettura e, versandovi dentro il liquore, ricoprite delicatamente la superficie della torta con tutta la glassa appena preparata. Gustate gioiosamente.

Frangitart alle prugne

Frangitart alle prugne

Ha un aspetto di classe ma vagamente malinconico: praticamente il mio stato d’animo tutte le volte che lascio Londra. Un’altra fetta di torta mi farà sentire meglio. Alla prossima e keep in touch.

 

Preparate le valigie che vi porto a Bakewell.

Bakewell tart

Bakewell é una località nel Derbyshire che io non ho mai visto. Come premessa non é delle migliori, me ne rendo conto. Ho però conosciuto la Bakewell tart durante il mio ultimo corso di pasticceria inglese. Quando abbiamo iniziato a farla ho nutrito un pò di diffidenza e ho pensato fra me e me “che sarà mai?”: pasta frolla, crema frangipane e lamponi. Quando però abbiamo finito e abbiamo potuto assaggiarla mi sono quasi commosso per quanto fosse buona. Ho perciò deciso di rifarvela perché dovete, ripeto dovete provare anche voi. Guradiamoci negli occhi: promesso? Allora partiamo con gli ingredienti.

INGREDIENTI PER LA PASTA FROLLA

PER UNA TORTIERA CON FONDO ESTRAIBLE DA 20 CM

100 gr. di burro freddo;

250 gr. di farina 00;

100 gr. di zucchero a velo;

pizzico di sale;

2 uova

INGREDIENTI PER LA CREMA FRANGIPANE

100 gr. di burro morbido;

75 gr. di farina di mandorle;

100 gr. di zucchero semolato;

2 uova;

25 gr. di farina 00;

marmellata di lamponi;

100 gr. di lamponi freschi.

INGREDIENTI PER LA GLASSATURA

Marmellata di albicocche;

acqua;

lamelle di mandorle

Bakewell slice

PREPARAZIONE 

– In un mixer elettrico a bassa velocità mettete farina,  sale, zucchero e burro diviso a tocchetti. Quando avrete ottenuto un composto sabbioso, unite le uova e attivate il mixer per ottenere un composto morbido che avvolgerete nella pellicola e terrete in frigo per almeno un’ora;

– trascorso questo tempo, stendete la pasta dello spessore di almeno 4 mm e foderate la teglia che rimetterete in frigo per altri 40 minuti;

– mentre la teglia é in frigo, preparate la crema frangipane.

– Accendete il forno a 180°. Montate a crema in un mixer elettrico, il burro e lo zucchero (3 minuti circa) finché non avrete un composto gonfio e spumoso;

– unite un uovo per volta e continuate a mescolare. Quando avrete incorporato anche il secondo uovo, unite la farina di mandole e quella 00 mescolando con una spatola;

– spalmate un paio di cucchiai di marmellata sul fondo della pasta frolla, versatevi sopra la crema frangipane che livellerete delicatamente con una spatola o con il dorso di un cucchiaio. Mettete ora nella crema frangipane i lamponi freschi facendo una leggere pressione. Infornate ora per 30 minuti circa finché la torta non sarà ben colorita lungo i bordi ma leggermente “tremolante” in centro;

inprogress

– sfornatela e fate raffreddare completamente. Dopodichè preparate la glassa mettendo in un pentolino due cucchiai scarsi di marmellata di albicocche e uno di acqua. Lasciate bollire per una decina di secondi e dopodiché spennellate la superficie della torta in modo che risulti bella lucida. Versate a pioggia delle lamelle di mandorla.

Bakewell_fetta

Dite la verità, non é bella e buonissima. Sapete già dove andare le prossime vacanze estive? Che ve lo chiedo a fare, naturalmente a Bakewell. Alla prossima e keep in touch.