Brownie “alticcio” con fichi e whisky

whiskyfigsbrownie

A me i dolci con un profumo alcolico piacciono fin da bambino. Non fraintendetemi, i miei genitori non mi facevano neanche lontanamente assaggiare dolci che contenessero alcol ma io avevo un fiuto infallibile e ne ero più che attratto. Questo desiderio infantile mi ha accompagnato per anni al punto da mettete qua e là dei super alcolici in alcune ricette, così: per tornare bambino dal gusto trasgressivo. Il brownie poi è perfatto per una spruzzata di whisky, credetemi. Mettiamoci all’opera senza indugio.

ok

INGREDIENTI (teglia da 21 X 21 cm)

175 gr. di farina 00;

un pizzico di sale;

3 uova;

275 gr. di zucchero semolato;

175 gr. di burro;

200 gr. di cioccolato fondente (non meno del 68% di cacao);

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

150 gr. di fichi secchi;

75 gr. di cioccolato al latte diviso a pezzetti;

50 ml di whisky;

1 cucchiaio di cacao amaro in polvere;

ok

PREPARAZIONE

  • La sera prima di preparare il brownie, mettete a macerare i fichi divisi in 4 parti parti con il wisky. Il giorno dopo cominciate preriscaldando il forno a 180° dopo aver foderato la tortiera con carta forno. Sciogliete quindi a fuoco basso in un pentolino il cioccolato fondente con il burro avendo cura di non portarlo a ebollizione, dopodichè mettete da parte;
  • montate ora con le fruste elettriche per 4-5 minuti le uova con lo zucchero e la vaniglia fino ad ottenere un composto spumoso. Unite ora la farina setacciata insieme al cacao e al sale ma mescolate il mimino indispensabile perchè il tutto amalgami in maniera uniforme, aggiungete infine il composto con il cioccolato fondente a filo sempre mescolando con le fruste elettriche;

ok

  • unite infine i fichi con l’eventuale wisky residuo insieme al cioccolato bianco mescolando il tutto con una spatola. Versate il composto nella teglia e infornate per 25-28 minuti, avendo cura di controllare che lo stecchino inserito nel centro del brownie esca fuori con un po’ di impasto attaccato (solo un po’, non dovrete cioè avere il composto liquido grondante dallo stecchino che significherebbe che il vostro brownie é crudo invece che umido);
  • sfornate e lasciate il dolce a temperatura ambiente fino a che non sarà completamente freddo: non toglietelo rigorosamente dalla teglia per circa 2 o 3 ore ma vi garantisco che la pazienza vi ripagherà. Quando sarà completamente fredda, mettete la teglia in frigo per un’ora così da tagliarlo in quadrotti più agevolmente. Gustate con aria alticcia.

ok

Del whisky in questo dolce sentirete solo un profumo aromatico poichè l’alcol evaporerà quasi tutto in cottura ma credetemi farà la differenza. Alla prossima e keep in touch.

ok

 

La più cool delle crostate: frangipane tart ai fichi

fig-tart

Arriva settembre e io sono tutto contento. Sono felice almeno per quanto riguarda l’aspetto dolciario perchè in effetti fa più freddo e io posso accendere il forno in maniera disinvolta oltre al fatto che i colori autunnali sono quelli che preferisco anche per quanto concerne i dolci. Per quanto riguarda la frutta, bisogna accontentarsi nel senso che la primavera e l’estate certamente offrono più varietà fatta eccezione per una cosa: i fichi. Si, signore e signori i fichi sono un regalo che settembre fa a tutti noi regolarmente e non posso non celebrarli a dovere. La ricetta in questo caso é francese ma so che perdonerete la trasgressione dopo aver assaggiato questa tart che mette insieme sia i fichi freschi sia quelli secchi. Pronte/i con il mattarello? Allora mettiamoci al lavoro.

ok

INGREDIENTI (tortiera da crostata 35 X 11 cm)

Per la pasta

200 gr. di farina 00;

40 gr. di zucchero a velo;

15 gr. di farina di mandorle;

un pizzico di sale;

125 gr. di burro freddo  a dadini;

1 cucchiaio di latte freddo;

1 tuorlo.

ok

Per la crema frangipane

100 gr. di burro morbido;

2 uova;

100 gr. di zucchero semolato;

100 gr. di farina di mandorle;

Per il ripieno

125 gr. di fichi secchi grossolanamente tagliati;

2 cucchiai di zucchero;

3 fichi freschi;

2 cucchiai di marmellata di albicocche leggermente riscaldata;

lamelle di mandorle.

ok

PREPARAZIONE

  • Iniziate preparando la pasta per la tart mettendo le farine, lo zucchero, il sale e il burro a dadini nel robot con le lame. Azionate il robot così da ottenere un composto sabbioso a cui aggiungerete il tuorlo e il latte. Non appena il composto addenserà in briciole piuttosto grosse, fermate l’elettrodomestico e compattate il tutto in una palla che avvolgerete nella pellicola trasparente che metterete a riposare in frigo per un’ora. Preriscaldate il forno a 180° e nel frattempo mettete i fichi secchi a sobbollire in 125 ml di acqua e con due cucchiai di zucchero fino a che l’acqua non sarà completamente assorbita (25 minuti circa). Tenete da parte a temperatura ambiente;
  • trascorsa un’ora, stendete la pasta dello spessore di poco meno di mezzo centimetro e ricoprite la teglia. Bucherellate la pasta su cui adagerete un foglio di carta alluminio sopra il quale verserete dei fagioli secchio delle sfere di ceramica. Cuocete per 20 minuti, dopodichè togliete il foglio di alluminio con i fagioli e cuocete per altri 6 minuti. Sfornate e fate freddare a temperatura per 5 minuti senza spegnere il forno e nel frattempo preparate la crema frangipane;
  • per la crema frangipane, montate con le fruste a velocità media il burro con lo zucchero per un paio di minuti. Unite a questo punto un uovo per volta continuando a montare e infine aggiungete la farina di mandorle mescolando con una spatola;

ok

  • versate la pasta con i fichi secchi uniformemente sul fondo della torta, ricoprite con la crema frangipane su cui adagerete i fichi freschi tagliati a spicchi. Cuocete 25 minuti e sfornate lasciando il dolce nella teglia fino a che non sarà freddato completamente;
  • riscaldate leggermente la marmellata con cui spennellerete i lati della tart per renderla lucente e su un lato farete cadere le scaglie di mandorle. Gustate con aria settembrina.

Il periodo dei fichi é generalmente piuttosto breve per cui non esitate e mettetevi all’opera appena possibile. Alla prossima e keep in touch.

Missing fico: torta al caffè, nocciole e fichi.

Coffe, Figs and Hazelnut

Non so voi, ma io a settembre ho faticato come non mai per trovare dei fichi. Non so come sia possibile ma tant’è. Ho girato come un matto tra i banchi del mio mercato di fiducia, ho mobilitato amici ed ero a un passo dal chiedere aiuto a una medium. Perché tutto questo accanimento per trovare dei fichi freschi? Perché cerco di essere il più aderente possibile alle stagionalità quando preparo i miei dolci e in terza elementare mi avevano spiegato che a settembre si mangiano i fichi. In realtà avevo letto che fichi, caffè e nocciole stanno bene insieme ma questa è un’altra storia. Anyway, i fichi li ho e quindi possiamo metterci a preparare la tanto agognata torta.

ok

INGREDIENTI PER DUE TORTIERE RETTANGOLARI 15 x 20 cm.

4 fichi secchi

75 ml di caffè caldo

100 gr. di nocciole tostate

200 gr. di burro morbido

225 gr. di zucchero semolato

10 gr. di lievito per dolci

2 cucchiaini di estratto naturale di vaniglia

50 gr. di yogurt naturale

4 uova

200 gr. di farina 00

un pizzico di sale

PER LA GLASSA

3- 4 cucchiai di marmellata di fichi

10 fichi freschi divisi in 4 parti

100 gr. di burro morbido

100 gr. di zucchero a velo

150 gr. di mascarpone a temperatura ambiente

ok

ok

PREPARAZIONE

  • Mettete i fichi secchi a mollo nel caffè bollente per 30 minuti. Foderate le teglie con carta forno e preriscaldate il forno a 180°. Tritate nel mixer con le lame 75 gr. di nocciole (senza però ridurle in farina);
  • nello stesso mixer unite i fichi con il caffè a formare una sorta di pasta. Dopodichè, sempre nel mixer, aggiungete tutti gli altri ingredienti per l’impasto. Azionate il mixer avendo cura di mescolare per un paio di volte il fondo con una spatola. Quando avrete ottenuto un impasto omogeneo dividetelo nelle due teglie in parti uguali e infornate per 23-30 minuti (o in ogni caso quando uno stecchino inserito nella torta uscirà completamente asciutto):
  • sfornate le due torte e lasciatele a temperatura ambiente 15 minuti prima di adagiarle su una gratella perché freddino completamente. Nel frattempo preparate la glassa.
  • mettete in una ciotola il burro morbido e lo zucchero a velo e montate con le fruste elettriche fino a formare un composto gonfio e spumoso (ci vorranno 3-4 minuti circa). Unite a questo punto il mascarpone e mescolate a velocità bassissima e il minino indispensabile per amalgamare il tutto (non oltre i 30 secondi). NB Se per qualche ragione la glassa dovesse essere troppo liquida e poco spalmabile, mettetela in frigo per una ventina di minuti. Tritate i restanti 25 gr. di nocciole nel mixer fino a ottenere una granella;

ok

  • adagiate il primo strato di torta ormai fredda sul piatto da portata, spalmate uno strato sottile di glassa e sopra di essa la marmellata. Mettetevi sopra il secondo strato di torta che ricoprirete con la glassa.
  • Potete decidere di ricoprirla completamente (lungo i bordi non avete necessità di essere eccessivamente precisi) livellando la superficie con una spatola; oppure potete fare come me e lasciare la superficie scoperta, decorandola magari con del zucchero a velo.
  • Ora ricoprite i lati della torta con la granella e adagiate gli spicchi di fichi freschi per tutto il perimetro della torta. Mettete la torta in frigo un’oretta per poi servirla a temperatura ambiente. Gustate con aria autunnale.

ok

Si, alla fine la torta era azzeccata e strepitosa e la fatica per cercare i fichi freschi è stata assolutamente ripagata. Come dite? Dove ho trovato i fichi? Dal fruttivendolo sotto casa. Alla prossima e keep in touch.

Swinging London grazie a uno Sticky muffin con fichi e arance

Sticky Figs and Orange Muffins Apertura

Sono stato a Londra. “Di nuovoooo” direte voi, ebbene si ho fatto una scappata in occasione del Cake and Bake Show, un interessante e ricco festival di pasticceria inglese giusto per capire le nuove tendenze e le novità che importo sul mio blog. Quando ero in giro nella capitale britannica, ho fatto colazione in un bel coffee shop dell’East End. Entro quando vedo dei muffin ai fichi, anzi a dire il vero l’ultimo rimasto nella vetrina. Fatalmente la ragazza davanti a me ordina proprio il mio muffin. Ripiego, per così dire, su una apple crumble cake ma estorco al cuoco i segreti di quel muffin che mi era praticamente dovuto. Io naturalmente mi sono ripromesso di raccontare anche a voi i segreti di questi muffin ai fichi glassati con un profumato sciroppo di miele e arancia.

INGREDIENTI PER  9 Muffin (se non avete i pirottini grandi come i miei fatene tranquillamente 12) 

174 gr. di farina autolievitante

175 gr. di zucchero

4 uova

175 gr. di burro morbido (tenetelo a temperatura ambiente per una mezz’ora prima di utilizzarlo)

un pizzico di sale

il succo e la scorza di un arancia

250 gr. di fichi freschi

2 cucchiai di miele chiaro (non di castagno)

Sticky Figs and orange Muffins

PREPARAZIONE 

–  Accendete il forno a 190° e mettete i pirottini nella teglia per muffin. Montate il burro e lo zucchero nel mixer per circa 5 minuti e finché il composto non raddoppia di volume e diventa gonfio e chiaro;

– unite al composto un uovo per volta amalgamando con il mixer a velocità media (ricordate di mescolare il fondo del cestello con una spatola di tanto in tanto). Prima di aggiungere un altro uovo, unite al composto circa un paio di cucchiai di farina che amalgamerete al tutto;

– quando avrete aggiunto l’ultimo uovo, unite la farina restante senza utilizzare il mixer ma con la spatola. Unite al composto ora la scorza di arancia e i fichi pelati e divisi a dadini. Ricordate di tenere da parte uno dei fichi che taglierete a spicchi ciascuno dei quali lo adagerete sulla sommità di ciascun muffin prima di infornarlo;

Sticky Figs and orange Muffins interno

– infornate per 35 minuti (se utilizzerete 12 pirottini invece di 8 riducete la temperatura a 25-27 minuti). Sfornate quando saranno ben bruniti nella sommità (fate tranquillamente la prova stecchino anche in questo caso);

– mentre i muffin sono in forno, preparate lo scrioppo con cui glasserete i muffin.  Mettete il miele e l’arancia in un pentolino a fuoco basso fino a portarlo a bollore in modo che dimezzi il suo volume e assuma una consistenza sciropposa;

Sticky Figs and Orange Muffins dettaglio

– non appena avrete sfornato i muffin (non toglieteli dalla teglia, mi raccomando) spennellateli con lo sciroppo in modo che diventino lucidi e profumati.  Trascorsi circa 25 minuti, togliete i muffin dalla teglia così che possano freddare completamente. Divorate come se non ci fosse un domani 😉

Sticky figs and orange muffins 2Keep in touch!

Oh, autunno quanto mi sei mancato. Brownie ai fichi e uva

In un altro post, ricordo di avervi preannunciato che ho una stagione preferita e che non é l’estate. E’ venuto il momento, letteralmente, di svelare il mistero: la stagione che più amo é l’autunno. Non fa troppo freddo ma quel freschino che fa proprio piacere, tutto sembra ricominciare dopo la pausa estiva (io non vedevo l’ora di tornare a scuola, figuratevi) e i colori in giro sono straordinariamente romantici. Ho quindi deciso di provare questo brownie cioccolatoso ma con due  frutti tipicamente autunnali, vale a dire i fichi e l’uva. E’ facile e buonissimo grazie anche ad una dritta per i brownie che mi ha svelato la mia insegnante di cucina americana, Laurel. Io ve la rivelerò nella regola d’oro dei brownie. Pronte/i con ingredienti e voglia di dolce? Partiamo.

INGREDIENTI

80 gr. di cioccolato fondente (almeno al 70%)

120 gr. di burro

180 gr .di zucchero bianco

3 uova a temperatura ambiente

90 gr. di farina 00

1 pizzico di sale

1 cucchiaino (5 ml.) di estratto di vaniglia

270 gr. di fichi freschi

100 gr. di uva nera

PROCEDIMENTO

– Accendete il forno a 180° e foderate una teglia antiaderente 20 X 20 cm con un foglio di alluminio che esca leggermente oltre i bordi (Regola d’oro). Usate l’alluminio e non la carta forno in questo caso, perché conduce perfettamente il calore e il brownie dovrà essere ben cotto in superficie e alla base, restando morbido all’interno;

– mettete il cioccolato a pezzi e il burro in una ciotola dentro un pentolino con acqua bollente (la ciotola però non deve toccare l’acqua) e fate fondere il tutto. Dopodiché togliete dal fuoco e fate freddare fino a temperatura ambiente;

– montate lo zucchero e le uova, aggiungendone una per volta e fin tanto che il tutto non diventa gonfio e spumoso. Unite la vaniglia e continuate a montare;

– aggiungete l’impasto di zucchero e uova al cioccolato ormai freddo e mescolate bene con una frusta a mano;

– unite la farina setacciata in due volte senza montare l’impasto. Versate il composto nella teglia;

– pulite i fichi ma non spelateli. Privateli del picciolo e tagliateli in 4 spicchi. Tagliate gli acini d’uva a metà e togliete i semi;

– adagiate i fichi e l’uva sulla superficie del brownie e infornate per 35 minuti circa. Vale una speciale prova stecchino. Infatti, per capire quando  il dolce è pronto dovrete inserire un stecchino al centro (evitando una parte con la frutta) e quando uscirà con delle briciole sfornatelo. Il brownie ha proprio la caratteristica di essere morbido, umido e cremoso all’interno.

Non so se ho fatto questo dolce perché l’autunno è il più bel periodo dell’anno, o perché volevo una ragione in più per pensarlo;  in ogni caso provatelo e voglio proprio vedere con quali occhi guarderete questa stagione. Alla prossima e keep in touch.