Batida cupcake con cocco e limone

batida-cupcake

L’estate fatica ad andare via. Si, lo so che molte/i di voi ora mi odieranno ma io penso che quando una stagione come l’estate termina e arriva l’autunno c’è bisogno di uno strappo netto tra la stagione calda e quella più fredda: addio estate e benvenuto autunno. Tuttavia le temperature ancora alte non ci fanno sentire veramente l’atmosfera autunnale e quindi ho deciso di dare un segnale forte e chiaro con un dolcino che saluti definitivamente l’estate. Come? Scopritelo con me.

ok

INGREDIENTI PER 12 CUPCAKE

80 gr. di burro a temperatura ambiente;

160  gr. di zucchero semolato;

70 gr. di cocco in scaglie;

la scorza di un limone;

1 uovo a temperatura ambiente;

200 gr di farina 00;

1 cucchiaino di lievito per dolci (5 gr.);

180 ml. di latte.

Per la glassa

200 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia;

100 gr. di burro a temperatura ambiente

230 gr. di zucchero a velo setacciato;

20 gr. di cocco il scaglie;

ciliegie da cocktail

ok

PREPARAZIONE DELLE BASI

– accendete il forno a 180° e riempite una teglia da muffin con 12 pirottini di carta, dopodichè montate a crema con il mixer il burro e lo zucchero (circa 3 minuti) fermando almeno un paio di volte il vostro elettrodomestico così da mescolare con una spatola il fondo del cestello. Unite l’uovo  al composto continuando a mescolare a velocità sostenuta. Se il burro cominciasse a separarsi dal resto dell’impasto, aggiungete un cucchiaio scarso di farina e proseguite a versare le uova.

– unite, alternandoli in tre fasi, il latte e la farina precedentemente setacciata insieme al lievito e al sale, iniziando e finendo con la farina mescolando a velocità bassa e quel tanto che basta per amalgamare il tutto. Unite infine 70 gr. di cocco in scaglie e la scorza di un limone. Dividete l’impasto ottenuto nei pirottini avendo cura di non riempirli oltre 2/3 della loro capacità;

ok

– infornate per 18 minuti verificando l’avvenuta cottura con l’infallibile prova stecchino. Sfornate e lasciate i pirottini nella teglia per 5 minuti dopodichè adagiateli su una gratella da forno perché raffreddino completamente;

– mentre i cupcake raffreddano, preparate la glassa montando burro e lo zucchero per circa 2 minuti fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite ora il formaggio mescolando a bassa velocità e per non oltre 30 secondi (NB se la glassa dovesse risultare troppo liquida mettetela in frigo a rassodare per una mezz’oretta).

– Glassate con aria fresca i cupcake ormai freddi spolverizzandoli con le scaglie di cocco e adagiando infine una ciliegia per ciascun dolcetto. Conservate in frigo avendo però cura di lasciarli a temperatura ambiente almeno mezz’ora prima di gustarli.

ok

Adesso che abbiamo salutato a dovere l’estate diamo l’avvio alle vere e proprie ricette autunnali: stay tuned! Alla prossima e keep in touch.

La fragola sta bene con tutto: Cupcake alla fragola e mascarpone

Cupcake fragole e mascarpone

La fragola in pasticceria praticamente é come il nero per la moda: sta bene con tutto. Seriamente, ditemi con che cosa non abbinereste la fragola. Più facilmente riuscireste a dirmi con quali combinazione questo frutto gustoso risulterebbe imbattibile. In un cupcake con una glassa al mascarpone? Taaac, fatto. Ora tocca a voi e quindi diamoci da fare.

ok

INGREDIENTI PER 10 BASI PER CUPCAKE

115 gr. di burro a temperatura ambiente;

115  gr. di zucchero semolato;

2 uova a temperatura ambiente;

120 gr di farina 00;

1 cucchiaino di lievito per dolci (5 gr.);

120 gr. di fragole a dadini;

ok

Per lo sciroppo

40 ml. di acqua;

40 gr. di zucchero semolato;

4 fragole.

Per la glassa

250 gr. di mascarpone;

3 cucchiai di zucchero a velo;

200 ml. di panna da montare freddissima.

4-5 fragole per la decorazione

ok

PREPARAZIONE DELLE BASI

– accendete il forno a 170° e riempite una teglia da muffin con 10 pirottini di carta, dopodichè montate a crema con il mixer il burro e lo zucchero (circa 3 minuti) fermando almeno un paio di volte il vostro elettrodomestico così da mescolare con una spatola il fondo del cestello. Unite un uovo per volta al composto, aggiungete poi la vaniglia continuando a mescolare a velocità sostenuta. Se il burro cominciasse a separarsi dal resto dell’impasto, aggiungete un cucchiaio scarso di farina e proseguite a versare le uova. Unite ora al composto la farina setacciata in cui avrete messo il pizzico di sale e il lievito;

– infarinate le fragole grossolanamente e unitele all’impasto che infine dividerete nei 10 pirottini, avendo cura di non riempirli oltre 2/3 del loro volume. Infornate per 20-22 minuti controllando la cottura con la solita infallibile prova stecchino. Nel frattempo preparate lo sciroppo mettendo a bollire in un pentolino acqua, zucchero e le fragole precedentemente schiacciate con una forchetta. Fate sobbollire per un minuto e mezzo e filtrate così da avere uno sciroppo uniforme;

ok

– non appena avrete sfornato le vostre delizie, spennellatevi sopra lo sciroppo caldo così che venga assorbito immediatamente. Lasciate freddare completamente le basi dei vostri cupcake nella teglia. Mentre attendete che i cupcake siano freddi, preparate la glassa. Montate perciò per una trentina di secondi il mascarpone con lo zucchero a velo e unite infine la panna freddissima montando il composto ad alta velocià sino ad ottenere una glassa uniforme;

– mettete ora la glassa nella sac à poche e decorate i vostri cupcake ormai freddi completando con metà fragola in cima. Conservate in frigo ammesso che ci arrivino e che non li mangiate strada facendo…

Si, la fragola sta bene con tutto ma in questo cupcake é davvero bellissima e strepitosa che quasi viene voglia di non mangiarla. No, vabbé non scherziamo. Alla prossima e keep in touch.

ok

 

 

 

Up and down per gli Stati Uniti: baking reportage targato USA

IMG_3700

Superato lo stordimento da jet lag, eccomi bello bello a raccontarvi le delizie del mio ultimo “viaggio studio” negli Stati Uniti.

Ho trascorso due settimane nel nord est degli U.S.A. iniziando il mio viaggio da Washington. La capitale degli Stati Uniti ha una caratteristica che la rende unica rispetto a qualunque altra grande città americana: è monumentale. Per chi arriva dall’Europa potrebbe non sorprendere ma rispetto alle città statunitensi é unica nel suo genere. Grandi palazzi, monumenti giganteschi e memoriali celebrativi oltre agli immensi edifici governativi. Non c’è solo questo perchè infatti è una gran bella città con quartieri residenziali come Georgetown sede tra l’altro di una prestigiosa università. Proprio in questo quartiere sono andato a colpo sicuro dirigendomi al Georgetown cupcake, un negozio di soli cupcake tutto rosa realizzato da due sorelle nel 2008 e sulla cui esperienza é stata realizzata una serie tv trasmessa anche in Italia.

ok (8)

IMG_3458IMG_3463

Lì ho gustato un cupcake ai frutti rossi e una key lime cheesecake e devo dire che ne sono stato ultrasoddisfatto di entrambi. Non eccessivamente dolci e sofficissimi al tatto. Il viaggio é proseguito poi con toni più vacanzieri lungo il Maryland e il Delaware, due luoghi di pace e meta di ferie per famiglie. Infatti le spiagge sono ampie e l’oceano piuttosto invitante vista la calura. Lì finalmente ho addentato un dolce leggendario, nel senso che ne conoscevo l’esistenza ma non sono mai riuscito ad assaggiarlo: bear claw (artiglio dell’orso) che nonostante il nome inquietante é gustoso e merita di essere riproposto a tutte/i voi.

ok

Bear claw

Proseguendo verso nord sono arrivato in Pennsylvania che non avrei mai immaginato fosse così bella anzi mi ha definitivamente confermato che ciò che più amo degli Stati Uniti é proprio la campagna. Qui ho visitato in particolare la Dutch country, una delle aree di maggior concentrazione della comunità Amish. Vi dirò, é strano vedere persone in calesse o con abiti del diciannovesimo secolo indosso. Non potevo non guardarli e a tratti studiarli perchè da un lato mi sembravano così fuori dal tempo e allo stesso tempo in perfetta armonia e convivenza con quel contesto da cui sembravano tanto estranei. Gli amish sono famosi anche per i loro dolci e la fama è più che meritata, infatti ho provato il celeberrimo whoopie pie alla zucca e al cioccolato.

I Woopie Pies

I Woopie Pies

Il ripieno é di marshmallow e per i miei gusti troppo dolce, tuttavia assolutamente da provare come ho già fatto ma in una nuova versione. Non solo dolci per gli amici Amish ma anche diversi prodotti salati che ho potuto apprezzare ad una fiera nella contea di Lancaster, soprattutto i Pretzel. Le signore che li stavano preparando erano così veloci da impressionare tutti coloro che stavano intorno alla loro postazione di lavoro. Ad ogni modo, mi sono ripromesso che i pretzel saranno la prossima sfida dell’autunno 2015… in chiave dolce, naturalmente.

IMG_3676-1

Prossima fermata Philadelphia, signore/i Philadelphia. Questa città a me è piaciuta un sacco perchè raccoglie tante piccoli aspetti di altre città americane che amo: ha un po’ di Boston, di Chicago e naturalmente di New York. A Philadelphia che cosa potevo gustare se non una cheesecake? Detto fatto, ho assaggiato questa deliziosa cheesecake ai biscotti Oreo davvero gustosa e in un localino per la colazione di quelli che mi rimarranno per sempre nel cuore.

ok (4)

La destinazione successiva dove sono stato per la quarta volta é New York City, che io semplicemente amo. Si, la amo proprio come si fa con le persone cioè completamente sia nei pregi sia nei difetti (ce ne sono, eccome). Questa volta però la Big Apple mi ha dato una delusione perchè a merenda mi sono recato bel bello alla bakery dello Chef Dominique Ansel, il creatore dei cronut (i croissant fritti e farciti a forma di ciambella), e la cassiera mi ha confessato che erano finiti tutti 20 minuti dopo l’apertura. Non so cosa mi abbia trattenuto dallo scoppiare a piangere, ho perciò pensato che dovevo consolarmi con altri delizie sebbene della tradizione francese.

Eclair al caramello salato e  i Kouign amann..... da Dominique Ansel

Eclair al caramello salato e i Kouign amann….. da Dominique Ansel

NY dal punto di vista gastronomico e dolciario offre di tutto. A Long Island nel Queens ho assaggiato una deliziosa red velvet cheesecake presentata in maniera originale e diversa da come io l’ho preparata fin d’ora: una grande sorpresa e una bella ispirazione.

Originale questa Red Velvet di NYC

Originale questa Red Velvet di NYC

A Beacon, nella splendida Hudson Valley a nord di NY, ho assaggiato un brownie senza farina golosissimo e poi gli immancabili cupcake. Anche in questo caso “la grande mela” mi ha sorpreso perché fino a un paio di anni fa i cupcake si trovavano ovunque mentre mi pare che siano un tantinello passati di moda ma sono sempre un piccolo piacere soprattutto se li gusti al Magnolia Bakery come facevano Carrie e le sue amiche.

ok (9)

Il cupcake della settimana era mirtillo e limone, mica robetta. Buono come sempre ma non il mio preferito. Come dite? Qual è allora il cupcake migliore del mondo? Ecco, dunque… no, vabbé proprio non posso.

ok (7)

Al prossimo viaggio e alla prossima freschissima ricetta. Keep in touch.

Coniglietto pasquale dentro un maltesers cupcake.

okAppena tornato da Londra non potevo che mettermi all’opera con una ricetta che mi é stata ispirata dalla mia solita tappa al supermercato. Si, io ho la fissa di fare un giro nei supermarket quando sono all’estero. Proprio a Londra ho trovato dei deliziosi coniglietti di Maltesers® (cioccolatini di honeycomb ricoperti di cioccolato) e mi sono detto “vuoi non farci un cupcake pasquale con questi?” Detto fatto e quindi care/i miei mettiamoci all’opera.

INGREDIENTI PER 14 – 16 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

240 gr. di farina

330 gr. di zucchero

25 gr. di cacao in polvere

1 uovo

150 gr. di olio di semi (non di oliva!)

75 ml di yogurt

75 ml. di latte

150 ml. di acqua bollente

1 cucchiaino e mezzo di lievito in polvere (7 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

ok

Per la glassa

200 gr. di cioccolato amaro

250 ml di panna da montare

115 gr. di Ovomaltina®

50 gr. di formaggio fresco tipo Philadelphia®

35 gr. di zucchero a velo

cioccolatini maltesers al cioccolato

ok

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 190° e inserite i pirottini nell’apposita teglia da cupcake. Con il mixer a bassa velocità mescolate insieme il latte, l’olio, lo yogurt, la vaniglia mentre a parte setacciate la farina, il cacao, il sale, il lievito e lo zucchero;

– unite un terzo del composto con la farina a quello liquido mescolando a bassa velocità, dopodichè versate nel mixer un terzo dell’acqua bollente seguito da un terzo del composto con la farina e via di seguito fino ad aver terminato con l’ultimo terzo delle farine. (NB ricordate di mescolare a velocità medio-bassa e di tanto in tanto di mescolare il fondo del cestello con una spatola);

– infornate per 20 minuti verificando la cottura con la solita prova stecchino, sfornate e lasciate la teglia a temperatura ambiente per 10 minuti prima di togliere i pirottini e adagiarli su una gratella da forno perchè freddino completamente;

ok

– nel frattempo preparate la glassa, sciogliendo a bagno maria il cioccolato ridotto a pezzetti e facendolo leggermente raffreddare a temperatura ambiente. In una ciotola mescolate con il mixer lo zucchero e il formaggio per un minuto circa, aggiungete il cioccolato ormai freddo e mettete in frigo a riposare mentre in un’altra ciotola ancora monterete la panna con l’Ovomaltina;

– delicatamente unite la panna al composto con il cioccolato e con l’aiuto di una sac à poche glassate generosamente. Decorate con un cioccolatino pasquale.

ok

 

Quei coniglietti sono davvero perfetti come decorazione per i cupcake, vero? Spiace un po’ sbranarli ma tant’è. Alla prossima e keep in touch.

 

Cupcake blu crunch ai mirtilli e amaretti

Cupcake mirtilli e amaretti

Fior di programmi televisivi ci insegnano il valore dei contrasti in cucina, dolci compresi. I contrasti sia in termini di consistenze diverse sia in termini di sapori. Io esagero questa volta: consistenze crunchy insieme a quelle più soffici e sapori dolci ad altri più pungenti: et voilà il mio cupcake mirtilli e amaretti, croccanti e morbidi. Come si fanno? Come sono? Mettiamoci all’opera e scopriamolo insieme.

INGREDIENTI PER 16-18 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

210 gr. di farina

140 gr. di zucchero

2 uova

70 gr. di burro

210 ml di latte intero

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

125 gr. di mirtilli freschi

80 gr. di amaretti

IMG_6703

Per la glassa

80 gr. di burro a temperatura ambiente

160 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia

160 gr. di zucchero a velo setacciato

mirtilli freschi per la decorazione

50 gr. di amaretti sbriciolati.

PREPARAZIONE DELLE BASI

– accendete il forno a 180° e inserite i pirottini in carta per cupcake nella teglia da muffin;

– mettete in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale, il lievito e il burro morbido a dadini. Mischiate con una forchetta fino ad ottenere un composto con molte briciole;

– aggiungete ora il latte al composto  e mescolate con l’ausilio di un mixer elettrico a velocità bassa. MISCHIATE SEMPRE IL MINIMO INDISPENSABILE PER AMALGAMARE GLI INGREDIENTI (vi basterà un minuto in questo caso);

– aggiungete ora la vaniglia e l’uovo. Amalgamate a velocità medio-alta per non più di un minuto e avendo cura di mescolare di tanto in tanto il composto con l’ausilio di una spatola, in particolare il fondo della ciotola. N.B. Se mescolate eccessivamente rischierete che risultino duri come il legno quando saranno cotti;

–  infarinate leggermente i mirtilli e sbriciolate grossolanamente gli amaretti;

IMG_6711

– versate l’impasto in ciascun pirottino fino a 2/3 del proprio volume, cospargete ora ciascun cupcake con un po’ di amaretti e qualche mirtillo senza spingerli nell’impasto  ;

– fate cuocere per 20-22 minuti. Vale la regola dello stecchino: se quando lo inserite uscirà asciutto, potete togliere la teglia dal forno;

– lasciate riposare le basi per i cupcake una decina di minuti e poi metteteli a freddare su una gratella. Al tatto li sentirete morbidi e quella é la garanzia che saranno umidi al punto giusto quando li mangerete. Mentre aspettate che i cupcake freddino, preparate la glassa.

– Mettete il burro e lo zucchero a velo setacciato nel mixer che coprirete con un canovaccio per evitare di essere avvolti da una nuvola zuccherina. Mescolate il tutto a velocità media per circa 3-4 minuti finché non sarà amalgamato e inizierà a montare. Aggiungete  a questo punti gli amaretti sbriciolati e amalgamate ancora. Dopodiché unite il formaggio e mescolate a velocità bassa per trenta secondi N.B. Se per qualunque ragione la glassa dovesse risultare lenta, mettetela in frigo a rassodare prima di decorare i cupcake.

IMG_6704

– Armatevi di sac à poche e iniziate a decorare i cupcake ormai freddi con la glassa bella soda. Ornate la sommità delle vostre piccole delizie con un paio di mirtilli: gustate gioiosamente.

Non sono il paradiso? Vabbè non esageriamo però ci vanno molto vicino. Alla prossima e keep in touch.

IMG_6708

 

A Natale o si ama o si odia: Gingerbread cupcake

IMG_6397

Natale divide: c’è chi lo ama e chi lo odia, chi si stressa e chi si eccita, chi ne coglie l’essenza sincera e chi ne vede solo gli aspetti commerciali e ipocriti. Io non so bene dove mi colloco a riguardo: un pò dappertutto. Si, perché mi piace l’atmosfera ma non alcune forzature  che il Natale si porta dietro. Mi piace fare regali ma non sempre e non a tutti i costi. Insomma, c’è confusione intorno al mio concetto di Natale. Spesso sento però la stessa incertezza anche rispetto al gingerbread (pan di zenzero): troppo speziato, poco dolce, ecc. A me piace, ve lo dico subito perché é uno di quei sapori che profumano di Natale e che mi trasmettono il senso della festa. Bando agli indugi e prepariamo dei gingerbread cupcake perché il Natale é alle porte.

IMG_6400

INGREDIENTI (20-22 Cupcake)

140 gr burro morbido

100 gr zucchero semolato

60 gr di melassa

60 gr golden syrup

2 uova

2 tuorli

310 gr farina 00

15 gr. di cacao amaro in polvere

1 cucchiaino di zenzero

1 cucchiaino di cannella

1 cucchiaino di noce moscata

10 gr. di lievito in polvere

un pizzico di sale

240 ml. di latte tiepido.

Ingredienti per la glassa

420 gr.  zucchero a velo setacciato

200 gr. burro morbido

400 g formaggio tipo Philadelphia

1 cucchiaino di scorza d’arancia.

IMG_6414

– Preriscaldate il forno a 180° e inserite i pirottini da cupcake nell’apposita teglia. In un mixer  elettrico montate a crema lo zucchero e il burro (3-4 minuti, circa). Aggiungete ora uova, tuorli, golden syrup, melassa e mescolate per un altro minuto;

– a parte setacciate farina, cacao, lievito, zenzero, noce moscata, sale, cannella mentre scaldate leggermente il latte (60-70°).  Iniziando e finendo con il composto di farina, aggiungetelo alternandolo con il  latte all’impasto nel mixer (verserete pertanto il composto di farina in tre volte e il latte in due);

– distribuite il composto nei pirottini (non oltre i 2/3 del loro volume) e infornate per 20 minuti. Come sempre vale la prova stecchino per verificare la cottura perfetta. Sfornate e lasciate la teglia a temperaruta ambiente per 10 minuti prima di mettere i cupcake su una gratella da forno in modo che freddino completamente;

IMG_6408

– nel frattempo preparate la glassa montando a velocità alta lo zucchero a velo setacciato e il burro insieme alla scorza d’arancia. NB All’inizio azionate il mixer a velocità bassa o almeno copritelo con un canovacci per evitare di trovarvi coperti di zucchero a velo. Quando il composto sarà gonfio e spumoso (5 minuti circa) unite il formaggio e mescolate a velocità bassa quel tanto che basta per ottenere un composto omogeneo (non più di un minuto in ogni caso). NB Se la glassa a questo punto dovesse essere troppo lenta, mettetela in frigo per una decina di minuti in modo che rassodi;

ok

– glassate ora i vostri cupcake e decorateli con dei tenerissimi gingerbread men di zucchero. Divorate festosamente.

E’ migliorato il vostro rapporto con il Natale? Forse non ne avevate affatto bisogno ma di questi cupcake invece si: c’è sempre un buon motivo per gustare un cupcake. Alla prossima e keep in touch.

IMG_6414

Halloween is coming e il ragnetto scopre il cupcake sacher torte

Spider's web cupcake

Spider’s web cupcake

Ebbene si, altro giro altra corsa: Halloween sta arrivando. Non é proprio la mia festa preferita però é divertente vedere mostriciattoli e streghe in giro e preparare dolcetti e scherzetti. La verità é che vorrei pensare a un cupcake in tema con Halloween ma “classy”, insomma una festa pagana ma chic. Ho pensato a un cupcake per un ragno con tanto di ragnatela ma sofisticato. Voglio dire che un ragnetto può anche avere gusti sofisticati come quelli per una Sacher torte. Ed é per questo che ho messo insieme in questi cupcake Halloween, ragni e Sacher torte. Come? Scopritelo con me.

INGREDIENTI PER 12 CUPCAKES

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

100 gr. di farina 00

20 gr. cacao amaro in polvere

140 gr. di zucchero

2 uova

80 gr. di burro

120 ml di latte intero

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino (5 ml) di estratto di vaniglia

marmellata di albicocche

 

Sacher torte per ragni?

Sacher torte per ragni?

INGREDIENTI PER LA GANACHE

75 gr. di cioccolato fondente;

75 ml. di panna;

20 gr. di burro;

50 gr. di cioccolato bianco

PREPARAZIONE DELLE BASI

– accendete il forno a 180° e inserite i pirottini in carta per cupcake nella teglia da muffin;

– mettete nell’impastatrice la farina, il cacao setacciati insieme allo zucchero, al sale, al lievito. Unitevi il burro a dadini e mischiate con una forchetta fino ad ottenere un composto omogeneo e con molte briciole;

IMG_5366

– aggiungete ora metà del latte al composto con farina e cacao e mescolate con l’ausilio di un mixer elettrico a velocità bassa. MISCHIATE SEMPRE IL MINIMO INDISPENSABILE PER AMALGAMARE GLI INGREDIENTI;

– aggiungete ora al resto del latte, la vaniglia e le uova. Dopo aver mescolato questo composto, unitelo gradatamente a quello nel mixer. Mescolate a media velocità SENZA MAI MONTARE L’IMPASTO, altrimenti i cupcake risulteranno duri come il legno. Riempite i pirottini non oltre i 2/3 del loro volume e informate per 20 minuti (vale come sempre la prova stecchino);

– trascorso il tempo di cottura, sfornate e lasciate i pirottini nella teglia  per almeno una decina di minuti  prima di toglierli e farli freddare completamente su una gratella da forno. Nel frattempo preparate la ganache di copertura;

IMG_5374

– fate sciogliere il cioccolato bianco nel microonde, mescolando ogni 15 secondi e mettetelo da parte. Nel frattempo versate in un pentolino sul fuoco la panna e appena inzia a sobbollire versatevi dentro il cioccolato fondente a pezzetti. Spegnete il fuoco e fate sciogliere il cioccolato amalagamando con una spatola il tutto e dopo aver aggiunto il burro;

– praticate un foro nei cupcake ormai freddi, riempitelo con un cucchiaino circa di marmellata e ricopritelo nuovamente per evitare che la marmellata fuoriesca quando lo glasserete. Prendete un cupcake e rovesciatelo a testa in giù, intingetelo nella ganache di cioccolato fondente e fate colare l’eccesso. Quando avrete terminato questa operazione, mettete il cioccolato bianco in una sac à poche nella quale avrete praticato un foro piccolissimo;

IMG_5398

– partendo dal centro del cupcake, create delle spriali concentriche e immediatamente con la punta di uno stecchino tirate delle righe dal centro verso l’estremità del dolce (8 circa) così da generare una sorta di “ragnatela”. Lasciate i cupcake a temperatura ambiente (per nessuna ragione in frigo) per circa mezz’ora, dopodichè gustateli deliziati.

Keep in touch! (Booo)

IMG_5391

Cupcake Woooow cioccolato e lamponi

IMG_0829

Non ho dovuto pensare molto a come battezzare questi cupcake visto che mi é bastato semplicemnte pensare alla reazione che hanno suscitato quando sono stati assaggiati: woow, waaaw, oooohhhh. Detto così, sembra che io frequenti solo personaggi dei cartoni animati ma credetemi il contrasto tra il cioccolato denso e forte (tipo brownie, per intenderci) e i lamponi ha davvero dato una “botta” gastronomica agli assaggiatori sempre disponibili quanto legittimamente critici. I cupcake pertanto non potevo che chiamarli, woooow. Mettiamoci al lavoro quindi e diciamo tutti insieme, woooow.

INGREDIENTI PER 20-24 CUPCAKE

105 gr. di burro morbido;

290 gr. di zucchero di canna;

2 uova a temperatura ambiente;

185 gr. di farina;

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio;

1/2 cucchiaino di lievito;

10 gr. di cacao amaro in polvere;

125 gr. di cioccolato amaro;

150 ml. di latte;

250 gr. di lamponi (tenetene da parte alcuni per la decorazione).

IMG_0845

INGREDIENTI PER IL FROSTING AL CIOCCOLATO

250 gr. di mascarpone;

125 gr. di burro morbido;

125 gr. di zucchero a velo setacciato;

75 gr. di cioccolato fuso e freddato;

15 gr. di cacao setacciato

 

PREPARAZIONE

-Mettete in un pentolino metà dello zucchero, il latte e il cioccolato a pezzetti e scaldate (senza far bollire) così da ottenere un composto omogeneo. Lasciate intiepidire;

– preriscaldate il forno a 170° e mettete i pirottini da cupcake nelle apposite teglie. Montate con il mixer elettrico a velocità alta metà dello zucchero con il burro per due-tre minuti così da ottenere un composto gonfio e spumoso. Nel frattempo setacciate la farina, il cacao, il bicarbonato, il lievito e il sale;

-unite all’impasto del mixer un uovo per volta continuando a montare (tra un uovo e l’altro unite un cucchiaio del mix di farine appena setacciato).  Unite in due volte il composto con la farina a quello nel mixer, avendo cura di amalgamare il tutto con una spatola;

IMG_0838

– unite ora il composto con il cioccolato fuso ormai a temperatura ambiente all’impasto sempre mescolando con una spatola. Versate l’impasto nei pirottini avendo cura di non riempirli oltre i 2/3 del proprio volume. Lasciate cadere (senza spingerli dentro il composto) un paio di lamponi in ogni pirottino e infornate le teglie per 20 minuti (vale la solita infallibile prova stecchino);

– sfornate e fate lasciate il tutto per una decina di minuti a temperatura ambiente, dopodichè togliete i pirottini dalle teglie e fate freddare completamente su una gratella da forno. Nel frattempo preparate il frosting al cioccolato;

– per il frosting, montate il burro con lo zucchero a velo utilizzando il mixer a velocità media. Unite ora il cacao setacciato e il cioccolato fuso ma a temperatura ambiente e montate per un altro minuto. Aggiungete solo a questo punto il mascarpone e montate a velocità bassa per meno di un minuto ma in modo da amalgamare il tutto;

– utilizzate il frosting per glassare  i vostri cupcake ormai freddi decorandoli con un lampone.

IMG_0832

Come dite? Siete senza parole? Sicuri? Una ce l’avete ed è woooooow. Alla prossima e keep in touch.

 

 

 

Ve la dò io l’America… dolcissima

Cupcake

Cupcake

 

Chi segue anche la pagina facebook di mycakeisluka  sa che sono appena tornato da un lungo viaggio negli Stati Uniti. Io sono profondamente convito che se si desidera raccontare con questo blog dolci della tradizione inlgese e americana, bisogna periodicamente andare sul posto a conoscere e assaggiare le nuove tendenze dolciarie senza dimenticare però la tradizione. Non é stato solo un viaggio studio ma anche di piacere e conoscenza di una parte degli Stati Uniti trascurata ingiustamente dalla maggior parte dei viaggiatori, ma molto interessante dal punto di vista culturale e dell’autentica conoscenza degli americani. Mi riferisco alla zona del Midwest e degli stati del sud quali Tennessee, Mississippi, Alabama e Louisiana. Sono zone rurali, cariche di tradizioni e di storia… anche gastronomica sia dolce che salata.

Devo inevitabilmente selezionare le delizie che ho incontrato durante il mio viaggio e per questo già so che farò un torto ad alcune di loro,  proverò a farmi perdonare celebrandole in altri post.

Il mio viaggio ha seguito due strade significative per la storia degli Stati Uniti: la Route 66 e la 61, la cosiddetta Blues Highway proprio perchè segue il corso del fiume Mississippi e perché lì é maturata la musica blues. Per quanto mi riguarda tutto é iniziato a Chicago:, splendida e dall’architettura affascinante e carica di storia ma anche una città con uno sguardo al futuro. Questa prima tappa mi ha permesso di fare la conoscenza, passeggiando per la zona di Wicker park, dei red velvet donut: gente… non potete immaginare

Red velvet donut

Red velvet donut

Il Midwest é luogo da lavoro duro ma  secondo me anche dove ci si sa divertire (a dispetto di quanto invece spesso dicano gli americani stessi). Milwaukee nel Winsonsin spesso é ingiustamente trascurata dagli itinerari turistici sebbene sia gradevole, affacciata sul lago Michigan, ospiti il più grande festival muiscale del mondo (si, del mondo) e abbia la statua di Fonzie del telefilm “Happy days” lungo la passeggiata che costeggia il fiume Milwaukee

Bronze Fonz

Bronze Fonz

In questa bella città io ho anche fatto la conoscenza di questi graziosi biscotti a tema sportivo che sottolineano l’altra grande passione di Milwaukee: la squadra di baseball dei Milwaukee Brewers.

Decorated Cookies

Decorated Cookies

L’esperienza del Midwest mi regala un vero e proprio bagno storico a Cape Girardeau, dove scopro che grandi personaggi e gloriose avventure sono riconducibili a quel territorio e soprattutto al fiume Mississippi. Soprattutto in questa graziosa cittadina del Missouri faccio la consocenza della coppia che gestisce l’elegante bed & breakfast nel quale faccio una delle colazioni più entusiasmanti di questo viaggio: dolci deliziosi e chiacchiere con una coppia californiana che alloggiava lì.

Blueberry cake

Blueberry cake

Cominciando a spostarmi verso sud, cambiano gli scenari e il clima ma anche gusti e sapori: più decisi e intensi, per intenderci. Memphis é uno di quei luoghi in cui la musica la senti ovunque (letteralmente) e dove non puoi che esserne stregato. Non a caso é un luogo importante per the King, Elvis Presley.  Sebbene Elvis  non fosse originario di Memphis,  vi abitava, e precisamente nella tenuta di Graceland nella zona meridionale della città. Non potevo non assaggiare la cheesecake banana e burro d’arachidi così da celebrare a dovere The King e il sandwich di cui andava ghiotto.

Banana e Peanut butter cheesecake

Banana e Peanut butter cheesecake

Questo viaggio si é caratterizzato per luoghi importanti ma anche per date significative: il 4 luglio arrivo a New Orleans. La città é profondamente contaminata dalla cultura europea (spagnola e francese) oltre che da quella creola.  In questa affascinante città della Louisiana ho gustato il più buono pollo fritto della mia vita. So che qui parliamo solo di dolci ma non ho resistito a fare una piccola digressione: era umido, croccante, per nulla unto e soprattutto la porzione era gigantesca . Sempre a New Orleans sono capitato in una bakery specializzata in donut: insomma il trionfo del fritto ma al quale è difficile (secondo me nessuno ci riesce) resistere. FOTO

4 luglio

4 luglio

Fried Chicken

Fried Chicken

Lascio New Orleans a malincuore e lungo la Nathez trace parkway,  la strada anche parco nazionale che mi porta a Nashville, mi fermo a Franklin: sembra il set di un telefilm della ABC. In questa bella cittadina del Tennessee mi fermo alla bakery Merridee’s Breadbasket dove ho assaggiato questa delizia al limone e dove ho pensato che avrei potuto fare domanda di assunzione (sigh).

lemon pie

lemon pie

 

La tappa successiva del mio viaggio è l’elettrizzante Nashville: musica country e stivali. Ho anche mangiato un buon gelato (tutt’altro che scontato negli States) al gusto red velvet… grandioso.

red velvet ice cream

red velvet ice cream

Prima di tornare a Chicago per riprendere il volo che mi riporta in Italia, io faccio una delle cose che meglio mi fa conoscere i luoghi che visito: vado al supermercato. Si, faccio un giro tra corsie e scaffali perchè in questo modo capisco molto delle persone del posto e del loro rapporto con il cibo e con le sue contraddizioni.

Non so se da questo post è stato possibile cogliere quanto questo viaggio (si, un viaggio e non una vacanza) mi sia entrato nel cuore. La sensazione forte che ho ancora é quella di non aver visto luoghi vacanzieri bensì i posti in cui gli americani vivono, lavorano e soprattutto mangiano. Insomma un viaggio studio da tutti i punti di vista.

Ho anche appreso segreti, trucchi e accostamenti che vi racconterò nei prossimi post e nelle prossime ricette per cui keep in touch.

 

Facciamo casino a scuola con l’Eton mess cupcake

Eton Mess Cupcake

Eton Mess Cupcake

Giornata di caldo, fine della scuola, pigrizia estiva: come faccio a farne uscire un dolce? Come? Come? E’ anche una giornata con un pò di avanzi in frigo: panna montata e crema pasticcera in particolare. Che fare? Come creare una delizia inglese senza farne un pasticcio o addirittura un casino? Ecco la parola magica: casino (mess, in inglese).  E allora non ho potuto non pensare all’Eton mess. Si tratta di una merenda classica inglese molto estiva, a base di panna, fragole e meringa. Io ho reso questa dolcezza ancora più golosa creando una crema diplomatica, mescolando panna montata e crema pasticcera. Dopo averne creato una merenda, mi sono chiesto se non potesse anche diventare un cupcake: sure!  Scopriamo insieme come poter fare un dolce mess senza essere messy, mi raccomando.

INGREDIENTI PER 10-12 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

120 gr. di farina

140 gr. di zucchero

1 uovo

40 gr. di burro

120 ml di latte intero

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

INGREDIENTI PER IL FROSTING

400 ml. di panna da montare freddissima

un cucchiaio di zucchero a velo

meringhe

150 gr. fragole fresche

eventuale crema pasticcera

 

Eton Mess Cupcake

Eton Mess Cupcake

PREPARAZIONE DELLE BASI

– accendete il forno a 180° e inserite i pirottini in carta per cupcake nella teglia da muffin;

– mettete in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale, il lievito, la scorza di limone e il burro morbido a dadini. Mischiate con una forchetta fino ad ottenere un composto con molte briciole;

–  mescolate l’uovo e il latte  e  aggiungetene metà al composto con la farina montando con l’ausilio di un mixer elettrico a velocità bassa. MISCHIATE SEMPRE IL MINIMO INDISPENSABILE PER AMALGAMARE GLI INGREDIENTI (vi basterà un minuto in questo caso);

– unite ora la restante metà del composto con il latte, mescolando a velocità medio-alta per non più di un paio di minuti e avendo cura di amalgamare di tanto in tanto il composto con l’ausilio di una spatola. Se mescolate eccessivamente rischierete che i cupcake risultino duri come il legno quando saranno cotti;

–  il composto ora risulta piuttosto liquido? Perfetto. Versate l’impasto in ciascun pirottino fino a 2/3 del proprio volume e infornate per 20-22 minuti. Vale la regola dello stecchino: se quando lo inserite uscirà asciutto, potete togliere la teglia dal forno;

Eton Mess Cupcake

Eton Mess Cupcake

– appena pronti, sfornate e lasciate riposare le basi per i cupcake una decina di minuti dopodiché metteteli a freddare su una gratella. Mentre aspettate che i cupcake freddino preparate il ripieno e il frosting;

– tagliate a pezzetti piccoli le fragole, mescolatele con un cucchiaio di crema pasticcera. Ricavate un foro all’interno dei cupcake ormai freddi (aiutatevi con un levatorsoli) e riempiteli con le fragole a pezzetti. Montate la panna avendo cura che sia freddissima (mettete eventualmente anche la ciotola e le fruste in frigo 15 per 15 minuti), aggiungendo a pioggia lo zucchero a velo.

Eton Mess Cupcake

Eton Mess Cupcake

– mettete la panna in una sac à poche con punta a stella e decorate i vostri cupcake guarnendoli con delle meringhe sbriciolate, qualche fragola e una goccia di crema pasticcera. E adessso… casinoooooo, con gusto mi raccomando.

Allora che ne dite di questo Eton mess cupcake? Ne siete già innamorati? Come dite? Vi piace un casino? Allora ci siamo perchè é proprio l’effetto che devono fare queste piccole e graziose dolcezze. Alla prossima e keep in touch.

IMG_3432