Un (cupcake) macchiato al banco, grazie.

I coffee shop americani sono una delle mie trasgressioni vacanziere negli Stati Uniti. Raramente il caffè é accettabile ma l’atmosfera é sempre accogliente ed entrarci é una vera coccola mentre da noi é tutto più frettoloso. Ho deciso quindi di celebrare il caffè “macchiato” in chiave cupcake. Provateli insieme a me.

INGREDIENTI PER 30 mini cupcake o 14-16 cupcake normali

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

Per le basi

175  gr. di farina

200 gr. di zucchero

2 uova

75 gr. di burro

90 ml di latte intero

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

10 gr. di caffé solubile

Per la glassa

80 gr. di burro a temperatura ambiente

160 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia

160 gr. di zucchero a velo setacciato

10 gr. di caffé solubile.

Per la salsa al caramello

200 gr. di zucchero semolato

25 gr. di burro

50 gr. di panna.

  • Preparate il caramello, mettete lo zucchero in un pentolino insieme a 4 cucchiai di acqua e fate sciogliere fino a che raggiunge la temperatura di 165° con un bel colore ambrato, togliete dal fuoco e aggiungete il burro dopodichè mescolate velocemente. Unite infine la panna precedentemente riscaldata e amalgamate per bene, fate poi freddare a temperatura ambiente fino a che raggiunga una consistenza spalmabile (NB attenti perchè non appena aggiungerete il burro, il caramello inizierà a schizzare per cui siate accorti. Se il caramello dovesse rapprendersi, riportatelo sul fuco fino a farlo sciogliere di nuovo);
  • accendete il forno a 180° e inserite i pirottini in carta per mini cupcake nella teglia apposita. Mettete in una ciotola la farina, lo zucchero, il sale, il lievito e il burro morbido a dadini, usando i polpastrelli delle mani mescolate fino ad ottenere un composto sabbioso;
  •  a parte mescolate il latte, la vaniglia, le uova e il caffé che ggiungete al composto mescolando con l’ausilio di un mixer elettrico a velocità bassa. MISCHIATE SEMPRE IL MINIMO INDISPENSABILE PER AMALGAMARE GLI INGREDIENTI (vi basterà un minuto in questo caso). Mettete un cuchiaino di impasto per ciascun pirottino e infornate per 10 minuti, verificando la cottura con la solita prova stecchino;

  • sfornate e fate freddare un paio di minuti prima di togliere i pirottini dalla teglia e adagiarli su una gratella da forno perchè freddino completamente. Nel frattempo preparate la glassa mettendo il burro e lo zucchero a velo setacciato nel mixer che coprirete con un canovaccio per evitare di essere avvolti da una nuvola zuccherina.
  • Mescolate il tutto a velocità media per circa 3-4 minuti finché non sarà amalgamato e inizierà a montare. Aggiungete  a questo punto il caffé e il formaggio mescolando a velocità bassa per trenta secondi N.B. Se per qualunque ragione la glassa dovesse risultare lenta, mettetela in frigo a rassodare prima di decorare i cupcake;
  • decorate ora i cupcake con della glassa aiutandovi con una sac à poche con punta a stella e del caramello aiutandovi con un cucchiaino. Gustate con aria di chi aspetta un bar al bancone.

Il gusto deciso del caffé, lo sprint del caramello e la coccola che sta in un cupcake mignon che libera anche da ogni senso di colpa: enjoy your macchiato. Alla prossima e keep in touch.

Voglio emozioni forti con una torta morbida: crumble cake alle pere

Pear Crumble Cake

Pear Crumble Cake

Permettetemi di citare chef Cannavacciuolo (dò per scontato che sappiate di chi stia parlano) secondo il quale un piatto funziona se dà al palato di colui o colei che lo assapora dei contrasti di sapori e/o di consistenza. Questo principio secondo me vale anche per i dolci e ci pensavo proprio quando me ne stavo in un coffee shop di Londra ad aspettare il mio dolce per la colazione: un crumble. Eureka! Il crumble dà croccantezza, la base per la torta morbidezza e la frutta freschezza. Ho fatto qualche aggiustamento rispetto alla torta che ho mangiato a Londra il mese scorso e ve la propongo, Cannavacciuolo permettendo. Pronte/i? Si parte. No, non per Londra ma per la cucina.

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA DEL DIAMETRO DI  20 cm.

60 gr. di burro a temperatura ambiente

140 gr. di farina 00

100 gr. di zucchero

1 uovo a temperatura ambiente

1 cucchiaino (5 gr.) di lievito in polvere

un pizzico di sale

80 ml. di latte intero

3 pere (piuttosto sode e non troppo mature)

Per il crumble

50 gr. di zucchero di canna

20 gr. di zucchero semolato

70 gr. di farina autolievitante (nel caso non l’aveste, usate tranquillamente la farina 00 a cui aggiungerete un cucchiaino raso di lievito per dolci);

40 gr. di burro freddo di frigo

1/4 di cucchiaino di cannella in polvere

Pear Crumble Cake

Pear Crumble Cake

PROCEDIMENTO 

– Accendete il forno a 180° e imburrate e ricoprite di carta forno le basi delle teglie mentre potrete limitavi a imburrare le pareti. Preparate innanzitutto il crumble. Mescolate la farina con la cannella in una ciotola e versatevi il burro molto freddo tagliato a dadini. Con l’aiuto di una forchetta o le punte delle vostre dita, create delle briciole grossolane. Dopodiché versatevi lo zucchero e continuate a formare delle briciole: alcune più grandi e altre più piccole. Mettete da parte fino alla preparazione della torta;

– montate  con il mixer il burro e lo zucchero finché diventa gonfio, chiaro e raddoppia di volume. Ricordate di tanto in tanto di fermare il mixer e mescolare la base del cestello con una spatola. Versate l’uovo nel composto e continuate ad amalgamare ad alta velocità. Fate lo stesso dopo aver versato la vaniglia. Nel frattempo pelate le pere e tagliatele in 8 spicchi ciascuna;

– in una ciotola a parte setacciate la farina con il lievito e versatene un terzo nel cestello del mixer e mescolate il tutto a bassa velocità quel tanto che basta per amalgamare il tutto. Versate ora metà del latte e continuate ad amalgamare sempre a bassa velocità. Proseguite alternando la farina al latte, terminando con la farina e ricordando di non eccedere con la velocità del mixer;

– versate il composto del mixer nella teglia, adagiatevi sopra le pere e ricoprite con il crumble. Infornate per 37-40 minuti e verificate la perfetta cottura con la prova stecchino. Sfornate e fate freddare 10 minuti nella teglia, trascorsi i quali sformerete il dolce che farete freddare su una gratella o direttamente su un piatto da portata;

– divorate!

Pear Crumble Cake

Pear Crumble Cake

Questa torta é molto semplice, umida e saporita anche grazie ai contrasti di sapori e ad un crumble fatto con due ingredienti speciali: la farina autolievitante (che rende le briciole più cicciotte) e lo zucchero di canna che dà una spinta in più con un gusto simile a quello del caramello.

Io di contrasti ne ho messi e non penso di aver lesinato. Voi dite che chef  Cannavacciulo apprezzerebbe? Speriamo perché ha un caratterino. Alla prossima e keep in touch.