Lo scontro finale a suon di Black forest swiss roll

Black Forest swiss roll

Lo scontro finale di cui voglio parlarvi oggi è quello tra swiss roll e roulade. I due infatti sono praticamente fratelli ma diversi tra loro e per certi versi nemici: la gente spesso li confonde e a loro questo fa montare una certa competizione tra loro. Sono in effetti simili tra loro ma con differenze significative sia negli ingredienti sia nella preparazione che danno alla fine una consistenza e un sapore molto diversi. Swiss roll (come lo chiamano gli inglesi sebbene gli svizzeri ne ignorino l’esistenza) ha tra gli ingredienti la farina che lo rende più elastico e modellabile a differenza dalla roulade. Swiss roll va infatti prearrotolato appena uscito dal forno (si, rovente) e srotolato quando è freddo per farcirlo e riarrotolarlo definitivamente. Viceversa, la roulade non contiene farina e deve raffreddare completamente nella teglia prima di essere farcito e arrotolato. La versione che vi propongo è evocativa di un classico tedesco, la torta Foresta nera che amo in tutte le versioni possibili. Pronte/i con gli ingredienti e un paio di guanti da forno.

ok (5)

ok (2)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

INGREDIENTI (per una teglia rettangolare 20X33)

80 gr. di farina 00;

un pizzico di sale;

95 gr. di zucchero semolato;

3 uova a temperatura ambiente;

15 gr. di cacao amaro in polvere;

un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

250 ml di panna da montare;

4 cucchiai di zucchero a velo;

un cucchiaino di burro per ungere la teglia

350 gr. di ciliegie fresche (tenetene da parte 4 o 5 per la decorazione).

un cucchiaino di cacao in polvere per decorare.

ok (4)

PREPARAZIONE

– Foderate la teglia con carta forno dopo averla leggermente unta con il burro e preriscaldate il forno a 200°. Nel frattempo montate le uova, la vaniglia e lo zucchero fino a triplicare il loro volume iniziale (ci vorranno 4 minuti circa);

– setacciate farina, cacao e sale e uniteli in due riprese al composto appena montato usando una spatola in metallo NB siate delicati ed usate movimenti dal basso verso l’alto per evitare di smontare il composto facendo così perdere tutta l’aria incamerata;
– infornate per 9 minuti e nel frattempo stendete sul tavolo da cucina un altro foglio di carta forno delle dimensioni della teglia cosparso con un cucchiaio di zucchero semolato. Adagiate poi la carta forno su di un canovaccio pulito;

ok

– trascorsi i 9 minuti, sfornate la teglia e rovesciate immediatamente il dolce sulla carta forno “inzuccherata” e delicatamente arrotolate la carta forno e il dolce aiutandovi con il canovaccio. Mettete da parte e fate freddare completamente;

– nel frattempo snocciolate le ciliegie, dividetele a metà e montate la panna (freddissima di frigo, mi raccomando) alla quale aggiungerete lo zucchero a velo. Appena il roll sarà completamente freddo, srotolatelo e farcitelo con la panna e le ciliegie avendo cura di restare a un centimentro dal bordo del rotolo;

– arrotolate nuovamente in maniera piuttosto stretta il vostro rotolo (non preoccupatevi se fuoriuscirà del ripieno) e mettete in frigo per un’ora e mezza. Dopodichè, tagliate una delle estremità del roll così da avere una presentazione più pulita e cosapargete con del cacao in polvere. Impreziosite infine la vostra creatura con delle ciliegie tenute da parte ed, eventualmente, della panna;

– conservate in frigo se mai dovesse avanzarne e gustate gioiosamente.

L’obiettivo di questo post non è decidere cosa sia più buono o facile da realizzare tra swiss roll e roulade ma farveli conoscere. A dire il vero io ho un preferito ma non ve lo posso dire… per ora. Alla prossima e keep in touch

Con le uova avanzate in un attimo si fa la fudge tart ai lamponi

okLo so, é il dramma del dopo Pasqua e Pasquetta: le uova di cioccolata avanzate. Ne mangi un pezzetto (magari due) e poi te le ritrovi che girano per casa fino a Ferragosto. Io ho la soluzione per voi: di classe, veloce e buonissima. Riciclare la cioccolata avanzata in una fudge tart. Fudge é il termine inglese che in questo caso sta ad indicare la consistenza densa  che assume la cioccolata, come fanno le caramelle mou in bocca:  avvolgono il palato. Immaginate la sensazione profonda che dà il cioccolato dopo un morso di brownies, ma dentro un guscio di pasta frolla e con l’aggiunta della nota pungente dei lamponi. Siete ancora lì, vero? Ecco, mettete il grembiule e mettiamoci all’opera.

INGREDIENTI per una tortiera da crostata con fondo estraibile da 25 cm.

Per la pasta

100 gr. di burro a temperatura ambiente tagliato a dadini;

50 gr. di zucchero semolato;

1 tuorlo;

un pizzico di sale;

150 gr. di farina.

ok

Per il ripeno

300 gr. panna;

200 gr. di lamponi freschi;

250 gr. di cioccolato fondente;

75 gr. di burro a dadini;

Per la decorazione

12 lamponi

75 gr. di cioccolato bianco.

Ok

PREPARAZIONE

– preparate la base, mettendo nel mixer il tuorlo e lo zucchero e montate per una trentina di secondi. Unite il burro a dadini e montate ancora per circa un minuto a velocità medio bassa (NB Attenzione a non incorporare troppa aria, altrimenti la pasta in cottura gonfierà troppo riducendo lo spazio per il ripieno). Unite la farina con il sale e amalgamate fino ad ottenere un composto omogeneo che avvolgerete nella pellicola trasparente per farla riposare un’ora in frigorifero;

– trascorsa almeno un’ora, stendete la pasta dello spessore di mezzo cm. e foderate la teglia che rimetterete in frigo per mezz’ora. Preriscaldate il forno a 175° C, bucherellate con una forchetta la pasta che ricoprirete con carta forno sulla quale verserete dei pesi (sfere di ceramica alimentare o ceci secchi). Infornate per 15 minuti, dopodiché togliete la carta forno e cuocete per altri 5-10 minuti finchè la pasta brunisce;

ok fetta1

– sfornate e fate freddare a temperatura ambiente. In un pentolino mettete il burro e la panna e portate a bollore, togliete dal fuoco e aggiungete il cioccolato a pezzetti mescolando fino ad ottenere una ganache densa e omogenea. A parte sciogliete a bagno maria anche il cioccolato bianco;

– mettete sul fondo della tortiera i lamponi e versatevi sopra la ganache e livellate delicatamente la superficie. Mettete immediatamente la cioccolata bianca in una sac à poche e decorate con una S accanto ai lamponi e con l’aiuto di uno stecchino create una marmorizzazione decorativa. Lasciate freddare a temperatura ambiente per un paio d’ore prima di servire o in ogni caso a completamento rassodamento della ganache (se avete fretta fate addensare in frigo per una quarantina di minuti).

ok

Come dite? Avete altre cento uova di cioccolata da far fuori? Che problema c’è: fudge tart come se non ci fosse un domani. Alla prossima e keep in touch.

ok