Cheesecake al caramello salato: non una ma dodici volte, si.

MiniSaltedCaramelCheesecake

La filosofia americana del bigger is better non sempre é condivisibile in materia di dolci, per quanto mi riguarda. A volte lo stesso dolce presentato in tante piccole monoporzioni, concilia gusto e coscienza.  Talvolta, ci si sente meno in colpa a mangiare uno o due dolcetti invece che una fetta vera e propria della stessa delizia. Per rendere l’idea di come questa filosofia faccia parte del mio approccio alla pasticceria, ho deciso di raccontarlo attraverso un dolce diviso in 12 piccole porzioni guilt-free: cheesecake al caramello salato. Volete anche voi abbattere i sensi di colpa e gustare non una,
ma due (forse anche tre) piccole cheesecake? Mettiamoci all’opera.

ok

INGREDIENTI PER 12 mini cheesecake

Per la base

120 gr. di biscotti tipo Digestive®

65 gr. di burro sciolto

15 gr. di zucchero semolato

INGREDIENTI PER LA CREMA

450 gr. di formaggio fresco tipo Philadelphia® (rigorosamente a temperatura ambiente);

120 gr. di zucchero semolato;

2 uova;

125 gr. yogurt magro;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

1/4 di cucchiaino di sale;

15 gr. di farina 00;

ok

INGREDIENTI PER IL CARAMELLO SALATO

100 gr. di zucchero semolato;

45 gr. di burro a dadini;

100 ml. di panna liquida (quella da montare mi raccomando, non quella da cucina);

2 gr. di sale (l’ideale é il sale Maldon o il Fleur de sel. Se non l’aveste, utilizzate tranquillamente quello fino)

PREPARAZIONE

  •  Tritate finemente con il mixer i biscotti e amalgamateli con il burro fuso (NB non caldo!) e lo zucchero. Inserite nella teglia per muffin 12 pirottini di carta e distribuite circa un cucchiaio di impasto sul fondo di ciascuno di essi. Premete con il dorso di un cucchiaio così da avere una base compatta e omogenea. Mettete la teglia in freezer per 30 minuti. Preriscaldate il forno a 150°;
  •  amalgamante con un cucchiaio di legno o una spatola il formaggio, lo zucchero, la farina, il pizzico di sale e la vaniglia fino ad ottenere un composto omogeneo. Unite un uovo per volta continuando ad amalgamare e terminate con lo yogurt mescolando il tutto con una spatola. (NB: i trucchi per un’ottima cheesecake sono la temperatura ambiente degli ingredienti soprattutto del formaggioed evitare di incorporare troppa aria quando mescolate così da impedire alle cheesecake di gonfiare in cottura procurando delle antiestetiche crepe in superficie);
  • mettete a scaldare un pentolino con circa due bicchieri di acqua mentre nel frattempo avrete tolto la teglia dal freezer e riempito i pirottini quasi fino all’orlo con la crema. Adagiate la teglia sulla leccarda da forno sulla quale infine verserete l’acqua bollente (NB fate attenzione a che l’acqua non entri in contatto con la crema dei pirottini) creando così una sorta di bagno maria;

ok

  • infornate per 25 minuti avendo cura che il centro delle vostre mini cheesecake sia leggermente tremolante quando le sfornerete. Lasciate freddare a temperatura ambiente per poi mettere la teglia in frigo per almeno 4 ore. Nel frattempo preparate il vostro caramello salato;
  • mettete pertanto in un pentolino antiaderente basso e largo lo zucchero che farete sciogliere a fuoco basso (NB non mescolate lo zucchero finchè non sarà completamento sciolto ma roteate solo di tanto in tanto il pentolino). Quando lo zucchero sarà completamente sciolto, aggiungete il burro e mescolate velocemente. Non appena il burro sarà sciolto, togliete il pentolino dal fuoco e aggiungete la panna (NB mescolate velocemente ma attente/i agli schizzi) e mescolate ad ottenere una salsa densa. Unite infine il sale e mescolate ancora, versate dunque in un barattolo così che freddi e addensi ulteriormente (il caramello salato si conserverà in frigo fino a due settimane). Se il caramello quando aggiungerete la panna tenderà a cristallizzare, rimettetelo sul fuoco per pochi secondi mescolandolo e otterrete la salsa della giusta consistenza o eventualmente aggiungete semplicemente uno o due cucchiai di panna in più e mescolate ancora;
  • togliete ora le minicheesecake dai pirottini e versatevi sopra un cucchiaio scarso di caramello salato: servite senza senso di colpa alcuno. NB (Nel caso non aveste la teglia da muffin, potete usarne una della dimensione di 20 cm. di diametro con le medesime dosi indicate nella ricetta).

ok

Così piccole ed eleganti non possono che essere innocenti: provo a mangiarne un’altra per capire se sono davvero non mi suscitano alcun senso di colpa. Alla prossima e keep in touch.

C’è qualcosa di più inglese della “Apple crumble cake”?

ok

La risposta alla domanda é si, esiste qualcosa di più inglese ma per me la apple crumble cake con crema inglese e una puntina di salsa toffee, é il dolce più britannico che c’è. Ho un ricordo preciso della prima volta che lo mangiai: ero a Londra, of course, da solo, in un coffee shop e fuori pioveva. Detta così la storia prende un taglio triste ma non lo é, credetemi. Il coffee shop in questione é nell’East end vicino alla fermata della metro di Aldgate east e io volevo una coccola gastronomica. Non una di quelle cose chic e raffinate ma rustica e verace come un abbraccio inaspettato magari un tantinello energico ma alla fine piacevole. La risposta stava in una porzione di una apple crumbe cake coperta di custard tart che la mia vinica di tavolo stava gustando e tra poco anche io, anzi anche voi. Quindi pronte/i con grembiule e ciotola che si comincia.

ok

INGREDIENTI (una tortiera 30×30 cm.)

Per la torta

200 gr. di mele (tipo renette o Granny smith);

200 gr. di burro morbido;

180 gr. di zucchero di canna;

un pizzico di sale;

2 uova a temperatura ambiente;

succo di mezzo limone;

200 gr. di farina 00;

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio (5 gr.);

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.);

Per la crema inglese

250 ml. di panna;

3 uova;

50 gr. di zucchero semolato;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

Per il crumble

80 gr. di zucchero di canna;

80 gr. di burro freddissimo tagliato a dadini;

150 gr. di farina;

2 cucchiai di latte freddissimo;

Per la salsa toffee

65 gr. di zucchero di canna;

65 gr. di burro tagliato a dadini;

4 cucchiai di panna.

ok

PREPARAZIONE

– Cominciate dal crumble mettendo farina, zucchero e burro in una ciotola, quindi  lavorate il tutto con i polpastrelli o una forchetta, fino ad ottenere un composto sbriciolato. Unite il latte e compattate il composto in briciole leggermente più grosse e mettete da parte. Pelate e tagliate le mele a fettine sottili, mettetele in una ciotola e irrorate con il succo di limone;

– foderate la teglia con carta forno, preriscaldate il forno a 160° mentre in un mixer montate a crema burro e zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite un uovo per volta e continuate a mescolare a velocità medio alta e alla fine unite la farina, il lievito, il bicarbonato ed il sale setacciati, mescolando il minimo indispensabile per ottenere un composto omogenea;

– versate il composto nella teglia, coprite la superficie con le mele che a loro volta coprirete con il crumble. Infornate per 45 – 55 minuti, tenete presente che in ogni caso vale la prova stecchino. Sfornate e fate freddare per 10-15 minuti prima di togliere dalla teglia e far freddare;

ok

– nel frattempo preparate la salsa toffee mettendo lo zucchero e il burro in un pentolino sul fuoco avendo cura di non mescolare ma semplicemente facendo roteare la pentola. Appena inizierà a bollire unite la panna, mescolate velocemente e togliete dal fuoco;

– per la salsa inglese, mescolate in una ciotola tutti gli ingredienti che metterete poi in un pentolino a fuoco medio – basso finché addensi leggermente (NB non deve in nessun caso bollire!);

– tagliate ora la torta a quadrati, versate su ciascuna porzione  un cucchiaio salsa toffee e uno di crema inglese tiepida: provate resistere se riuscitie.

ok

Dite la verità, volete già la tessera onoraria del fun club “Io amo la apple crumble cake”. D’accordo, vi cedo la mia ma solo in prestito. Alla prossima e keep in touch.

Il dolce per non scordarsi mai di me: Banoffee Whoopie Pies

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

Prima di partire per il mio ultimo viaggio negli Stati Uniti (LINK), ho salutato alcuni amici che avrei rivisto dopo molto tempo: detto così, sembra che fossi in procinto di prendere parte a una missione dall’esito incerto ma, tant’è. Volevo pertanto offrire un dolce che fosse carico di sapore e che gli tenesse compagnia fino al mio ritorno: nella mente e nello stomaco, s’intende. Mi sono orientato sul banoffee (banane e caramello) che di per se é goloso e memorabile in ogni sua forma. Ecco, proprio la forma in cui presentarlo doveva essere “nuova” ed originale e pertanto ho pensato alle whoopie pie. Ricordate i dolci della tradizione hamish che trasmettono subito allegria? Ecco proprio loro ma in pieno stile banoffee. Volete anche voi una dolce e memorabile ricordo? Mettiamoci al lavoro, allora.

INGREDIENTI PER 10 Whoopie pies

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

275 gr. di farina 00

150 gr. di zucchero

1 uovo

75 gr. di burro

125 ml di yogurt magro

30 ml. di latte intero

1/2 cucchiaino di lievito in polvere (2,5 gr.)

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio (2,5 gr.)

un pizzico di sale

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia (5 ml.)

2 banane mature

Per il ripieno

4 cucchiai di dulce de leche (più altri due per farcire ogni singola whoopie pie)

160 gr di mascarpone

80 gr. di burro morbido

60 gr. di zucchero a velo setacciato

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

PREPARAZIONE

– Montate nel mixer a velocità bassa l’uovo con lo zucchero (2 minuti circa) e nel frattempo mescolate in una ciotola lo yogurt, il latte e la vaniglia. Versate il composto appena mescolato nella ciotola dentro il mixer aumentando la velocità. Nel frattempo sciogliete (al microonde) il burro e fatelo freddare;

– versate il burro nel mixer sempre a velocità media e nel frattempo setacciate insieme la farina, il lievito e il sale. Versate il mix di farina appena setacciato al composto nel mixer in due volte amalgamando quel tanto che basta per incorporare il tutto. Unite ora le banane precedentemente schiacciate grossolanamente (non devono essere ridotte in purea). Mettete il composto così ottenuto per 15 minuti nel frigo;

– nel frattempo che il composto fredda, preriscaldate il forno a 180° e foderate una leccarda con carta forno su cui disegnerete dei cerchi di 5 cm di diametro distanziati l’uno dall’altro di almeno 3 cm. Girate la carta forno e create 20 palline di impasto ormai freddo entro i confini di ciascun cerchio. Con le dita inumidite di acqua fredda livellate la superficie di ogni pallina, così da avere un risultato il più regolare possibile. Su ogni pallina mettete alcuni pinoli, precedentemente tostati. Infornate per 10-13 minuti e fintanto che i bordi delle whoopie pies non cominciano a brunire. Sfornate e fate freddare su una gratella da forno;

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

– mentre le woopie pie freddano, preparate la farcitura montando con il mixer a velocità alta, per circa 5 minuti, il burro con lo zucchero a velo così da ottenere un composto gonfio e spumoso. Aggiungete 4 cucchiai di dulce de leche e montate ancora finchè il tutto non sarà amalgamato, dopodichè unite il mascarpone freddo di frigo e montate per un minuto circa (se volete addensarlo,  potete metterlo per una quindicina di minuti in frigo);

– versate un cucchiaino di dulce de leche nel centro di una whoopie pie ormai fredda e farcite il resto con la crema al mascarpone. Coprite esercitando una leggera pressione con un’altra whoopie e via di seguito fino a esaurimento. Divorate senza senso di colpa alcuno.

Io il viaggio, come sapete, l’ho fatto e i miei amici sono mancato molto; ma il gusto di queste banofee delizie gli ha tenuto compagni in pieno mycakeisluka’s style.

Alla prossima e keep in touch.

Banoffee whoopie pie

Banoffee whoopie pie

 

Candy cane cupcake con caramello e menta

Candy Cane Peppermint  Cupcake

Candy Cane Peppermint Cupcake

Se vi chiedessi di chiudere gli occhi e di dirmi la prima immagine che vi viene in mente sentendo la parola “Natale”, che cosa rispondereste? Io vi direi candy cane. Si, quei simpatici bastoncini di colore bianco e rosso aromatizzati alla menta piperita. Non appartengono alla tradizione natalizia italiana mentre lo sono di quella americana ed evidentemente é per questo che io non posso non averli sul mio albero di Natale e in giro per casa durante questo periodo. Ma quest’anno non mi basta. Infatti voglio un candy can anche dentro i miei cupcake e desidero dare un tocco goloso in più aggiungendo del caramello. Mettiamoci all’opera perché non sto più nella pelle

INGREDIENTI PER 10-12 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

120 gr. di farina

140 gr. di zucchero

1 uovo

40 gr. di burro

100 ml di latte intero

50 gr. di caramello o dulce de leche

1 cucchiaino di lievito in polvere (5 gr.)

un pizzico di sale

1/2 cucchiaino di estratto naturale di menta

Candy Cane Peppermint  Cupcake

Candy Cane Peppermint Cupcake

INGREDIENTI PER IL FROSTING (GLASSA)

125 gr. di burro a temperatura ambiente

130 gr. di formaggio tipo Philadelphia® freddo. (Utilizzate quello in panetti piccoli da 80 gr.)

125 gr. di zucchero a velo setacciato

25 gr. di caramello o dulce de leche

1/4 di cucchiaino di estratto naturale di menta

alcune gocce di colorante alimentare rosso

caramelle alla menta

PROCEDIMENTO

– Accendete il forno a 180° e inserite i pirottini di carta nella teglia da muffin. Setacciate nella ciotola del mixer la farina, unite lo zucchero, il lievito,  il sale e il burro morbido diviso a cubetti. Mescolate a bassa velocità fino ad ottenere un composto dalla consistenza simile a quella di grosse briciole;

– in una caraffa a parte mescolate il latte, l’uovo e l’estratto naturale di menta. Versate i 2/3 di questo composto nel mixer, e fatelo lavorare a velocità bassa fermando di tanto in tanto il mixer e mescolando con una spatola il fondo del cestello. Dopodiché unite il restante composto liquido  nel mixer  a velocità media (attenzione a non mescolare troppo il tutto). Dovrete ottenere un composto liscio, omogeneo ma piuttosto liquido. Unite ora il caramello e mescolate ancora quel tanto che basta per amalgamare il tutto;

– riempite i pirottini non oltre i 2/3 del loro volume e infornate per 20- 23 minuti (vale la solita regola dello stecchino per essere sicuri che siano pronti). Sfornate e lasciate la teglia a temperatura ambiente per una decina di minuti prima di togliere i pirottini  e adagiarli su una gratella da forno perché freddino completamente. Nel frattempo preparate il frosting;

– montate a velocità medio alta il burro a temperatura ambiente con lo zucchero a velo setacciato (per evitare di ricoprirvi di zucchero, avvolgete il cestello con un panno pulito per i primi minuti) e montate per almeno 5 minuti. Otterrete un composto gonfio spumoso a cui aggiungerete ora il caramello e l’estratto naturale di menta. Mescolate ancora per un minuto circa sempre a velocità alta;

Candy Cane Peppermint  Cupcake

Candy Cane Peppermint Cupcake

– unite il formaggio e mescolate per meno di un minuto in modo che il tutto sia ben amalgamato. Mettete ora il frosting dentro una sac à poche grossolanamente sporcata con alcune gocce di colorante così da ottenere delle striature rosse quando glasserete i cupcake. Adagiate su ciascun cupcake una caramella alla menta bianca e rossa;

– conservate in frigo per tre giorni al massimo ma dubito che durino tanto.

Siate sincere/i, anche per voi ora l’immagine del Natale é un candy cane. Oppure un cupcake ma pur sempre con un candy cane, mi raccomando. Alla prossima e keep in touch.

Candy Cane Peppermint  Cupcake

Candy Cane Peppermint Cupcake

Festa dolce un pò salata con la chocolate and salted caramel cake

salted caramel chocolate cake

La mia amica Sassa ha compiuto gli anni. Come dite? Quanti? No, non si dice. Anyway, volevo prepararle un dolce originale nella decorazione e nel gusto. Ho pertanto optato per questa torta cioccolato e caramello salato con una decorazione semplice ma d’effetto. La preparazione é un po’ laboriosa ma non delude. Diamoci da fare.

INGREDIENTI PER UNA TORTA DEL DIAMETRO DI 20 cm. (utilizzando tre tortiere da 20 cm)

115 gr. di burro (più un altro cucchiaio per ungere la teglia)

225 gr. di farina 00

225 gr. di zucchero di canna

3 uova a temperatura ambiente

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

1 cucchiaino (5 gr.) di lievito in polvere

un pizzico di sale

200 ml. di latte intero

150 ml. di crème fraîche

225 gr. di cioccolato fondente al sale

gocce di limone

un pizzico di sale Maldon o fleur de sel

INGREDIENTI PER LA CREMA AL CARAMELLO SALATO

450 gr. di zucchero semolato

2 cucchiai di golden syrup

100 ml. di acqua

115 gr. di burro salato

125 ml. di panna

2 cucchiai di crème fraîche

INGREDIENTI PER LA GANACHE

350 gr. cioccolato fondente diviso a pezzetti (70% minimo di cacao)

350 ml. di panna

1 cucchiaio di glucosio

PREPARAZIONE DELLA CREMA AL CARAMELLO SALATO

– Mettete l’acqua, lo zucchero e il golden syrup in un pentolino a fuoco basso e portate a bollore finché il caramello non diventa ambrato (ricordate di non mescolare ma solo di roteare di tanto in tanto il pentolino);

– togliete dal fuoco e con attenzione e cautela versate nel pentolino in burro a dadini, la panna e la crème fraîche: amalgamate il tutto.Lasciate il pentolino a temperatura ambiente così che rassodi (potete tranquillamente prepararlo anche un paio di giorni prima).

salted caramel chocolate cake

PREPARAZIONE DELLA TORTA

– Accendete il forno e preriscaldatelo alla temperatura di 180°, imburrate le teglie e foderatene il fondo con carta forno. Mettete ora il burro, il latte e il cioccolato in un pentolino che metterete sul fuoco medio basso fino a completamento scioglimento del cioccolato. Quando il cioccolato sarà completamente sciolto, versatevi dentro lo zucchero  e la vaniglia. Amalgamate il tutto e mettete da parte fino a far intiepidire;

– separate i tuorli dagli albumi, e montate i rossi d’uovo con la crème fraîche con l’aiuto di un mixer elettrico (circa un paio di minuti).Dopodiché versate il tutto dentro il composto di cioccolato ormai tiepido. Versate il tutto in una capiente ciotola;

– setacciate la farina con il lievito e il sale e aggiungetelo al composto di cioccolato, mescolate delicatamente quel tanto che basta per unire tutta la farina. Montate a neve ben fermi gli albumi a cui avrete aggiunto alcune gocce di limone per facilitare questa operazione. Unite 1/3 degli albumi al composto di cioccolate e amalgamatelo con movimenti dall’alto verso il basso. Procedete ora unendo il resto degli albumi;

salted caramel chocolate cake

– dividete il composto nelle tre teglie e infornate per 25 minuti (vale la solita prova stecchino). Sformate e lasciate le teglie a temperatura ambiente per almeno 10 minuti prima di sformare le torte e farle freddare completamente su una gratella da forno. Nel frattempo preparate la ganache portando gentilmente a bollore la panna con lo glucosio, dopodiché versatevi dentro il cioccolato a pezzetti. Mescolate il minino indispensabile perché il cioccolato si sciolga. Lasciate addensare a temperatura ambiente finchè raggiunga la consistenza della crema al burro;

– se la crema al caramello salato non avesse ancora la consistenza di una crema spalmabile, lasciatela un pò in frigo finché addensi adeguatamente. Poggiate una delle tre torte sul piatto di portata e spalmatevi sopra la crema al caramello. Adagiatevi sopra la seconda torta e spalmatevi  uno strato più sottile di caramello e uno di ganache sulla quale spargerete il pizzico di sale Maldon o fleur de sel. Terminate con l’ultima torta e ricoprite tutto con la ganache. Non dovete essere particolarmente precisi in questa fase perché dovrete ancora concludere la decorazione;

– mettete la ganache avanzata in una sac à poche con bocchetta a punta liscia e praticate delle bolle di glassa una sopra l’altra verticalmente. Con l’uso di una spatola  o un cucchiaio spalmate circa metà di ciascuna bolla. Dopodiché fate la stessa operazione in corrispondenza della striatura appena praticata e via di seguito fino a completare l’intera torta e, se volete anche con il top. Nel caso la ganache dovesse addensare troppo in questa fase, mettetela  pochi secondi nel microonde così che ritorni di una consistenza spalmabile. Le immagini che ho allegato di seguito dovrebbero aiutarvi a capire la tecnica, le ho recuperate cercando su pinterest una foto che spiegasse al meglio il processo e l’ho inserita nella mia board ;

La tecnica "Ombre"

– conservate a temperatura ambiente e cercate di non divorarla tutta.

Soddisfazione generale per questa torta carica di contraddizioni e contrasti come deve essere un compleanno importante. Alla prossima e keep in touch.

Tradizione VS innovazione: pace fatta con la caramel berry upside down

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

Sono sempre combattuto e affascinato dalla tradizione e dall’innovazione. L’upside down cake é una torta tradizionale americana rovesciata, vale a dire la base (generalmente di ananas) diventa il top non appena sfornata. La vidi per caso in una bella vetrina di una bakery in New Hampshire l’anno scorso e la trascurai perché mi ricordava l’unica (dico l’unica) torta che a mia madre riuscisse e pertanto faceva molto frequentemente.  Ho poi deciso di prepararla, utilizzando però i frutti di bosco addolciti da uno strato di caramello, in nome dell’innovazione s’intende.

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA DEL DIAMETRO DI  24 cm.

175 gr. di burro (più un cucchiaio per ungere la teglia)

240 gr. di farina 00

200 gr. di zucchero semolato

140 gr. di zucchero di canna

60 ml di acqua

3 uova a temperatura ambiente

2 cucchiaini (10 gr.) di lievito in polvere

1 cucchiaio di melassa (facoltativo)

un pizzico di sale

40 ml. di latte intero

200 ml di panna acida

1 cucchiaio di melassa

230 gr. di frutti di bosco freschi

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

PROCEDIMENTO 

– Sciogliete un cucchiaio di burro al microonde e ungete la base e i lati della teglia. Dopodiché foderate la base con carta forno. Mettete da parte mentre preparate il caramello;

– in un pentolino mettete 60 gr. di burro, lo zucchero di canna, l’acqua e, se l’avete, la melassa. Mettete sul fuoco medio-basso fino a portare a bollore e fate bollire per un paio di minuti avendo cura di non mescolare MAI con un cucchiaio il contenuto, fate solo di tanto in tanto roteare il pentolino. Appena pronto, versate il caramello sulla base della teglia foderata di carta forno. Mettete da parte e nel frattempo preparate la torta;

– accendete il forno a 180°  e foderate la leccarda con la carta forno, o pellicola di alluminio, sulla quale adagerete la teglia. Setacciate la farina con il lievito, lo zucchero semolato ed il sale e mettete da parte. Versate nella ciotola del mixer  la panna acida, il latte e il primo uovo montando a velocità media. Aggiungete via via le altre uova avendo cura che la precedente sia completamente assorbita. Intanto sciogliete i restanti 115 gr. di burro nel microonde e unitelo al composto nel mixer. Montate per un paio di minuti;

– unite metà del misto di farina al composto nel cestello del mixer e mescolate a velocità bassa, quel tanto che basta per far amalgamare il tutto. Fate lo stesso con la restante metà del composto. Nel frattempo mettete i frutti di bosco sul caramello ormai freddo, avendo cura di non lasciare spazi vuoti, dopodiché versate l’impasto del mixer sui frutti di bosco. Infornate per 50-55 minuti: come sempre vale la prova stecchino;

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

– sfornate e lasciate a temperatura ambiente per circa 15 minuti ma quando la torta è ancora calda passate lungo i bordi la lama di un coltello, così che sarà più facile estrarla dalla teglia. Trascorsi i 15 minuti sfornate e lasciate raffreddare ma sappiate che tiepida è strepitosa. Conservate a temperatura ambiente.

N.B. Se non trovaste la panna acida potete prepararla montando metà parte di panna fresca a cui aggiungerete metà parte di yogurt (preferibilmente greco)ed un un cucchiaino di succo di limone.

Il risultato é incredibilmente umido, dolce e dai sapori contrastanti: insomma eccezionale. No, non é vero che sono combattuto tra innovazione e tradizione:  punto all’innovazione lasciandomi ispirare dalla tradizione.  In realtà non sono così sicuro e credo di dover mangiare un’altra fetta di questa torta per capirlo. Alla prossima e keep in touch.

Caramel  berry upside down

Caramel berry upside down

Son tutte belle le mamme del mondo con i loro Banoffee squares

IMG_9205

La mia amica Barbara ha avuto un bimbo da poco e neanche a dirlo é un amore di piccino. Detto questo io non potevo non dare il mio contributo alle fatiche della mia amica nell’unico modo che conosco: con un dolce. Un dolcino energetico, di conforto ma anche una coccola quando da un lato hai il tuo piccolo da allattare e dall’altro vorresti qualcosa di buono e unico da mangiucchiare. Ho pensato a questi banoffee (vale a dire la crasi tra banana e toffee, il caramello) squares. Sono dolci eleganti che daranno una marcia in più allo spirito e alla gola della mia amica Barbara tutta presa dall’allattamento. Mettiamoci al lavoro che le mamme non aspettano.

INGREDIENTI PER 10-12 SQUARE

100 gr. di burro sciolto;

150 gr. di farina autolievitante (se non la trovaste, usate 145 gr. di farina 00 con un cucchiaino di lievito);

un pizzico di sale;

55 gr. di zucchero semolato;

2 banane

200 ml. di panna da montare

cioccolato in scaglie per decorare

Per il caramello

395 gr. di latte condensato zuccherato

90 gr. di burro a dadini

100 gr. di zucchero di canna

2 cucchiai di melassa o golden syrup (se non lo trovaste, sostituitelo con sciroppo d’acero o miele d’acacia o millefiori).

Banoffee square

PREPARAZIONE

– Accendete il forno a 180° così da preriscaldarlo e foderate con carta forno una teglia quadrata da 20 cm (ricoprite sia la base si i lati). Mescolate il burro sciolto insieme alla farina setacciata, al sale e ai 55 gr. di zucchero semolato. Otterrete un composto morbido simile alla pasta di mandorle. Distribuitelo uniformemente sulla sola base della teglia aiutandovi con un cucchiaio;

– infornate per 20 minuti quando il composto avrà un bel colorito bruno. Sfornate e fare freddare a temperatura ambiente. Mentre la base é in forno preparate il caramello;

– versate in un pentolino il latte condensato, il burro freddo a dadini, ilgolden syrup (o il sostituto) e lo zucchero. Fate sobbollire a fuoco basso mescolando fino a che dimezzerà di volume (da quando bolle ci vorranno circa 12 minuti). Fate freddare a temperatura ambiente;

Banoffee square

– versate il caramello ormai freddo sulla base anch’essa raffreddata e lasciate rassodare in frigo per un’ora e mezza. Trascorso questo tempo adagiate sul caramello le banane, tagliate a dischetti che ricoprirete uniformemente con la panna montata (ricordate che la panna e le fruste con cui la monterete dovranno essere freddissime);

– lasciate in frigo per almeno un’altra ora o fino al momento di servire. Togliete dal frigo e con l’aiuto di un coltello eliminate le estremità più irregolari e dividete il resto in quadrati che ricoprirete con scaglie di cioccolato;

– questi quadrotti si conservano in frigo per tre giorni.

Barbara e il suo piccolino sono stati molto molto soddisfatti da questi quadrotti con caramello e banane ma devo dire che anche chi non é mamma e non sta allettando ha gradito, eccome se ha gradito.

Banoffee square

Alla prossima e keep in touch.

Uk vuol dire Sticky toffee cupcake con glassa al caramello

Sticky Toffee Cupcake

Parto per Londra a far torte, glasse e decorazioni. Come per il precedente viaggio-studio alla Peggy Porschen Academy, anche questa volta vi racconterò tutti i segreti e i trucchi che apprenderò altrimenti che foodblogger sarei? La scuola in questione questa volta sarà la Squires Kitchen  internazionalmente accreditata e professionalmente quotata. Prima di dirci arrivederci, vi ho dedicato questo cupcake ispirato a un pudding inglese: dolce, soffice e carico di tentazioni.

INGREDIENTI PER 14 CUPCAKE 

Tutti gli ingredienti saranno a temperatura ambiente

180 gr. di farina autolievitante

140 gr. di zucchero di canna

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

2 uovo

80 gr. di burro

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

180 gr. di datteri

un pizzico di sale

60 gr. di gherigli di noci tagliati grossolanamente

Union Jack

INGREDIENTI PER LA GLASSA

160 gr. di burro a temperatura ambiente

120 gr. di zucchero a velo setacciato

40 gr. di caramello (più un paio di cucchiai a parte)

IMG_6957

PREPARAZIONE

– Mettete a bagno i datteri in 170 ml di acqua calda per 30 minuti. Accendete il forno a 190° e inserite i pirottini da muffin dentro la teglia apposita. Montate a crema con il mixer a velocità alta per 5 minuti circa, il burro con lo zucchero. Aggiungete un uovo per volta avendo cura di fermare il mixer ogni tanto e mescolare con una spatola il fondo del cestello. Abbiate cura inoltre di aggiungere il secondo uovo solo dopo aver completamente amalgamato il primo. Dovrete mescolare per 2-3 minuti almeno ottenendo un composto chiaro e gonfio;

– unite la vaniglia e mescolate. Mescolate in una ciotola a parte la farina, il sale e il bicarbonato che aggiungerete in due volte mescolando a bassa velocità e quel tanto che basta per amalgamare la farina. Strizzate grossolanamente i datteri e uniteli al composto. Mescolate con una spatola. Unite le noci e mescolate ancora;

– versate nei pirottini e infornate per 16-18 minuti (vale la solita prova stecchino). Sfornate e dopo circa 5 minuti togliete i pirottini e fate freddare i cupcake completamente a temperatura ambiente;

– per il frosting, montate a crema il burro finchè non diventa gonfio e spumoso. Unite il caramello e continuate a montare per un paio di minuti. Unite lo zucchero a velo setacciato e continuate a montare (se desideraste un composto più dolce, unite tranquillamente del caramello);

– spennellate leggermente il top dei cupcake con del caramello e procedete ora con la decorazione usando il frosting al caramello e una sac à poche con punta a stella.

IMG_6955