Il limone venuto dal Sud: crumble quadrotti al limone

LemonQuadrotti

Chi dice che i dolci americani siano stucchevoli e burrosi ha un po’ ragione, ma solo un po’. Io, come è del tutto evidente, amo i dolci della tradizione americana e inglese ma talvolta sono eccessivamente zuccherini e non mi vergogno di dire che nelle mie ricette li ho alleggeriti rispetto all’apporto di zucchero. Non tanto per una vocazione salutista, che non so neanche dove stia di casa, ma per puro piacere che il troppo zucchero comprometterebbe. A dirla tutta i dolci americani che preferisco sono quelli dal sapore pungente che includono agrumi, rabarbaro o lamponi. Ecco perchè oggi ho quindi  scelto un dolce che appartiene alla cucina dolciaria degli stati del sud degli Stati Uniti che più di tutto rappresenta quel territorio: forte, deciso e intenso. Pronte/i a scoprire come tutto questo si racchiude in questi quadrotti al limone con avena e un crumble croccante? Mettiamoci al lavoro.

ok

INGREDIENTI (TEGLIA 23 X 23 cm.)

180 gr. di farina 00;

90 gr. di fiocchi d’avena;

200 gr. di zucchero semolato;

115 gr. di burro a temperatura ambiente;

mezzo cucchiaino di lievito in polvere per dolci (5 gr.);

25 gr. di cocco disidratato (facoltativo);

un pizzico di sale;

370 ml. di latte condensato zuccherato;

120 ml. di succo di limone;

la scorza di un limone;

1 cucchiaio di zucchero a velo (facoltativo).

Ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 180° e foderate la teglia con carta forno. Montate con le fruste elettriche ad alta velocità per circa 5 minuti  il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite dopodichè la farina, il lievito, il sale e l’avena mescolando con una spatola fino ad ottenere un composto che assomiglierà a delle grosse briciole;
  • stendete e appiattite metà di questo composto nella teglia così da ottenere uno strato uniforme mentre la restante metà la terrete da parte mentre preparerete il ripieno;
  • mescolate quindi in una ciotola il succo e la scorza di limone insieme al latte condensato così da ottenere un composto omogeneo che verserete sulla base stesa nella teglia. Ricoprite ora la crema con la restante parte di impasto avendo cura di creare delle grossolane briciole che ricoprano interamente la crema (un crumble, per intendersi);
  • infornate per 25-30 minuti o comunque fino a doratura, sfornate e fate freddare il dolce completamente nella teglia (orientativamente per un paio d’ore), dopodichè mettete la teglia in frigo per una quarantina di minuti trascorsi i quali tagliate il dolce in quadrotti che servirete a temperatura ambiente. Se volete potete ricoprire con una spolverata di zucchero a velo.

closeup

A parte il fatto che i dolci al limone di qualunque tradizione e origine io li amo sempre e comunque, questa delizia non potrà non avervi conquistato. Così come sono certo che vi conquisterebbero i meravigliosi stati del sud degli Stati Uniti: Mississippi, Tennessee, Georgia, Alabama e molti altri ancora. Alla prossima e keep in touch.

ok

Ve lo do io Ferragosto con i quadrotti alle pesche con crumble all’avena

 

peach crumble bars

peach crumble bars

Anche se non si direbbe, Ferragosto é alle porte. Parlare delle previsioni del tempo é molto british ma nonostante questo a me generalmente annoia. Tuttavia quest’estate non se ne può fare a meno ma in compenso si fa piuttosto in fretta: piove sempre. Stop. Se in tutto ciò devo vedere un aspetto positivo, almeno accendo il forno senza patemi e sudate, in modo da preparare i miei dolcetti anche ad agosto. Tempo permettendo, Ferragosto lo dedicherò a una gitarella fuori porta anche se non mi spingerò  negli Stati Uniti e neanche in Inghilterra. In ogni caso non esiste una scampagnata senza il dolce adatto: veloce da preparare,  pratico da portare e da servire. Si, intendo dire che se fossi in voi non porterei un croquembouche di due metri per concludere la grigliata con gli amici 😉

Ho pensato a questi squares (quadrotti, via) freschi e golosi con pesche e crumble. Che ne dite, li prepariamo insieme?

INGREDIENTI PER LA BASE (TEGLIA 20 X 20 cm.)

125 gr. di farina 00;

45 gr. di fiocchi d’avena;

65 gr. di zucchero di canna;

150 gr. di burro freddo e tagliato a dadini;

mezzo cucchiaino di cannella in polvere;

peach crumble bars

peach crumble bars

INGREDIENTI PER IL RIPIENO

1 uovo;

100 gr. di zucchero semolato;

un cucchiaio di farina (15 gr.);

1 pizzico di sale;

2 grosse pesche (pelate e affettate a dadini non troppo piccoli);

INGREDIENTI PER LA GLASSA

50 gr. di zucchero a velo;

mezzo cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

uno o due cucchiai di panna fresca.

peach crumble bars

peach crumble bars

PREPARAZIONE

– Foderate la teglia con carta forno avendo cura di ricoprire completamente anche i lati. Mettete ora tutti gli ingredienti per la base in una ciotola e con una forchetta  sbriciolate il burro freddo fino ad ottenere un composto simile a delle briciole grossolane. Togliete ora circa due cucchiai di questo impasto e mettetelo da parte mentre il resto lo stenderete uniformemente sulla base della teglia. Mettete la teglia in frigo per una decina di minuti;

– preriscaldate il forno a 170° e quando sarà caldo prendete la teglia dal frigo e cospargetevi sopra le briciole di impasto tenute da parte. Infornate la teglia per 15 minuti e mentre la base cuoce, preparate il ripieno. Montate con il mixer a velocità media l’uovo con lo zucchero per circa un paio di minuti, dopodiché aggiungete la farina e il sale e mescolate ancora. Con l’aiuto di una spatola, amalgamate le pesche nel composto appena montato e, trascorso il quarto d’ora, versate direttamente nella teglia calda senza aspettare che la base intiepidisca. Rimettete la teglia in forno per 32 minuti, trascorsi i quali sfornate la teglia;

– lasciate ora riposare il dolce finché non avrà raggiunto la temperatura ambiente e dopodiché mettetelo in frigo per 3 ore. Trascorso questo tempo, sformate il dolce e tagliatelo a quadrotti che adagerete sul piatto da portata. Nel frattempo preparate la glassa alla panna mescolando velocemente tutti gli ingredienti in modo da ottenere una glassa densa e omogenea che spargerete sulle vostre barrette. Divorate festosamente.

peach crumble bars

peach crumble bars

Siate sinceri: questi dolcetti non sono l’equilibrio perfetto che soddisfa tutti i gusti? Uh, inizia a piovere: addento uno di questi quadrotti e scappo in casa. Alla prossima e keep in touch.

 

 

 

 

Il gusto che ti porta via: Flapjack ai mirtilli

Flapjack ai mirtilli

Flapjack ai mirtilli

Il dolcino inglese protagonista di questo post appartiene a quelli che tradizionalmente vengono serviti per il té delle 5. In realtà io li ho sempre trovati un tantinello “rustici” per i miei gusti e quindi trascurati. Mi é capitato però di assaggiarli alla caffetteria della Tate Modern di Londra (oltre al museo non dimenticate di visitare il coffee shop) e ho dovuto immediatamente ricredermi. Mi sono pertanto ripromesso che anche voi avreste dovuto ricredervi su queste golose barrette, i flapjack: non posso fallire, aiutatemi e mettiamoci all’opera.

INGREDIENTI

85 gr . di farina 00;

1/2 cucchiaino di lievito (5 gr.);

340 gr. di fiocchi d’avena;

200 gr. di mirtilli freschi;

85 gr. di miele;

la scorza di un limone;

120 gr di zucchero;

250 gr. di burro;

120 gr. di noci o nocciole ridotte in briciole;

un pizzico di sale.

Flapjack ai mirtilli

Flapjack ai mirtilli

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 160° e foderate una tortiera 20 X 20 cm con carta forno.  Mettete in un pentolino antiaderetene il burro, lo zucchero, il sale e il miele finchè il burro non sarà sciolto e il composto completamente amalgamato (non portatelo a bollore, mi raccomando) !;

– nel frattempo mescolate l’avena, la farina, il lievito,  la scorza di limone e la frutta secca in una ciotola. Togliete il pentolino dal fuoco e versatevi dentro il composto appena mescolato nella ciotola, amalgamando il tutto. Unite a questo punto, con molta delicatezza, i mirtilli freschi avendo cura di non ridurli in poltiglia ma di lasciarli il più possibile interi;

Flapjack ai mirtilli

Flapjack ai mirtilli

– versate il composto nella teglia livellando delicatamente la superficie ed informate per 45 minuti fin tanto che non avrà assunto un bel colorre bruno. Sfornate e lasciate la teglia a temperatura ambiente fino a completo raffreddamento. Dopodichè mettete la teglia in frigo per un paio d’ore trascorse le quali potrete definitivamente sformare il dolce e tagliarlo a quadrotti che servirete a temperatura ambiente.

Io sono un blogger piuttosto diffidente, ve lo confesso e pertanto prima di ricredermi ho bisogno di molte conferme. No, vabbé tutte storie: voglio mangiare un altro di questi flapjack. Alla prossima e keep in touch.

Flapjack ai mirtilli

Flapjack ai mirtilli

 

 

 

 

Il biscotto esagerato: cookie banana, cioccolato, noci e avena

Banana, walnut, chocolate and oat cookies

Banana, walnut, chocolate and oat cookies

Non so voi ma io dopo le feste non sento che parlare di diete. Come dite? Volete sapere se anch’io sono a dieta? Vabbé, diciamo che ci sto facendo un pensierino. Pensa che ti ripensa ho pensato che se invece di spiluccare tante cose le mettessi tutte in un dolcino forse potrei aggirare il problema della dieta. Ho pensato che l’esperienza americana potrebbe essermi di aiuto. Ricordo infatti l’ultimo viaggio newyorkese quando un cookie, un solo cookie mi dava l’energia per affrontare la giornata, quindi un solo cookie dovrebbe bastarmi per affrontare la dieta. Scopriamolo insieme.

INGREDIENTI PER I COOKIES

225 gr. di cioccolato amaro ridotto in pezzetti

170 gr. di burro a temperatura ambiente

100 gr di zucchero di canna

100 gr. di zucchero semolato

1 uovo

195 gr farina 00

1 cucchiaino di bicarbonato di sodio

un pizzico di sale

1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia

50 gr. di noci a pezzetti

120 gr. di fiocchi d’avena

1 banana matura

INGREDIENTI PER LA GLASSA

80 gr. di cioccolato amaro

60 ml. di panna

Banana, walnut, chocolate and oat cookies

Banana, walnut, chocolate and oat cookies

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno accendendolo a 180° e foderate la leccarda con carta forno. Montate nel mixer il burro e i due tipi di zucchero finché il composto sia gonfio e spumoso (un paio di minuti circa). Unite ora l’uovo e amalgamate ancora per incorporarlo per bene, dopodiché fate lo stesso con la vaniglia;

– unite ora la banana schiacciata e mescolate a bassa velocità  il composto quel tanto che basta perché venga amalgamata completamente. Unite la farina setacciata e il pizzico di sale e mescolate con una spatola (da questo punto in avanti non utilizzate più il mixer);

– unite ora l’avena, il cioccolato e le noci e mescolate. Mettete il composto in frigo per mezz’ora;

– trascorso questo tempo, adagiate delle palline di impasto sulla leccarda utilizzando un porzionatore da gelato o un cucchiaio e, prima di infornare, schiacchiate leggermente le palline con il palmo della mano;

– infornate per 13 minuti, trascorsi i quali sfornate e attendete un paio di minuti prima di mettere i cookies su una gratella da forno perchè freddino completamente. Ricordate che i cookies dovranno essere ben cotti lungo i bordi ma morbidi e soffici al centro. Mentre attendete che i cookies si raffreddino, preparate la glassa;

– per la glassa, preparate la speedy ganache: unite il cioccolato a pezzetti e la panna in una ciotola che metterete nel microonde portandolo al massimo per 15 secondi. Mescolate e ripete per altri 15 secondi e così di seguito fino a che non avrete un composto omogeneo e liscio che metterete in una sac à poche con punta sottile (nel caso non l’aveste potete semplicemente untilizzare un cucchiaino);

– create con il cioccolato delle decorazioni astratte sui cookies ormai freddi. Lasciate a temperatura ambiente finchè il cioccolato non si sarà completamente rappreso. Divorate senza senso di colpa alcuno.

Dunque, questi cookies hanno dentro di tutto e di più e uno solo appaga i sensi in maniera indescrivibile ma il problema é che sono così buoni che uno solo proprio non vi può bastare. La dieta? Ah, si giusto ecco… keep in touch.

Banana, walnut, chocolate and oat cookies

Banana, walnut, chocolate and oat cookies

Una mela al giorno fa l’apple and oat cookie irresistibile

Cookies Apple and Oat

Apple and Oat Cookie

Ho già i primi malanni. Certo, direte voi, vai sempre in giro tra Londra, Parigi e New York. Vabbé però proprio quando ero a Londra sono entrato in un coffee shop di una nota multinazionale (quella con il marchio della sirena su sfondo verde) per una colazione al volo. Oltre a prodotti che già conoscevo, mi ha colpito un cookie sul quale  ho chiesto informazioni.

Si trattadi un biscotto healthy, salutare in altri termini. Prevede infatti l’uso dell’avena e delle mele al suo interno. Li ho assaggiati son rimasto piacevolmente sorpreso e appagato (anche se inizialmente ero scettico perché orientato verso qualcosa di più tradizionale) . Ora che ho un pò di raffreddore e mal di gola ho proprio bisogno di una botta di energia e salute senza rinunciare al gusto e alla voglia di sentirmi di nuovo seduto in quel coffee shop all’uscita della fermata Monument della tube di Londra. Pronte/i a fare questo viaggio salutista-londinese insieme a me? Iniziamo.

Cookies Apple and Oat

Apple and Oat Cookie

INGREDIENTI

90 gr. di zucchero semolato

90 gr. di zucchero di canna

135 gr. di burro a temperatura ambiente

1 uovo a temperatura ambiente

1 cucchiaino (5 ml) di vaniglia

195gr farina (in questo caso meglio la Manitoba altrimenti 00)

60 gr. di fiocchi d’avena

1/4 di cucchiaino di cannella

un pizzico di sale

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

2 mele granny Smith sbucciate e grattugiate finemente

Cookies Apple and Oat

Apple and Oat Cookie

– Accendete il forno a 180° e foderate una teglia o la leccarda con carta forno;

– mescolate con un mixer elettrico il burro, i due tipi di zucchero fino ad ottenere una a crema. Aggiungete la vaniglia e mescolate ancora. Fate lo stesso con l’uovo avendo cura di tanto in tanto di fermare il mixer e mescolare il fondo del cestello con una spatola;

– setacciate la farina e unitevi la cannella, il sale e il bicarbonato. Unitelo in due volte al composto mescolando a velocità medio-bassa. Dopodiché unite a mano l’avena e le mele grattuggiate. Prima di fare quest’operazione, scolate e asciugate quanta più acqua possibile dalle mele;

– mettete della palline di composto della quantità di circa due cucchiai sulla teglia avendo cura di distanziarle di 5-6 cm. le une dalle altre.  Appiattite per bene le palline prima di infornarle;

– lasciatele cuocere per 20-22 minuti (saranno cotte quando i cookies risulteranno dorati ai bordi e morbidi al centro). Lasciateli freddare completamente prima di “aggredirli”.

ok 2 IMG_9432

Io sto già meglio dopo i primi due cookies ma,  per esigenze da foodblogger, devo capire quanti dovrò mangiarne per essere completamente in forma e quindi proseguirò con l’assaggio.  Lo faccio per voi, s’intende 😉

Alla prossima e keep in touch.

Frutta fresca e avena rendon la colazione piena: strawberries oatmeal bars

Strawberry Oatmeal barsIo e la colazione eccessivamente salutista non siamo proprio amici. Non che mi abbia fatto niente di male, nè io a lei ma non mi seduce fino in fondo. Frutta, avena, farina integrale; ecco: non so, qualcosa non torna. Improvvisamente capisco come far quadrare il cerchio (e la colazione): devo mettere tutto insieme con un dolcino american style per la colazione. Ho quindi fatto un mash-up tra diverse ricette e diverse idee e ho messo a punto queste barette con fragole, farina integrale e fiocchi d’avena. Vi va di essere tentati da una golosa ventata salutista? Dai, mettiamoci al lavoro.

INGREDIENTI

115 gr. di burro a temperatura ambiente

200 gr. di zucchero di canna (meglio ancora sarebbe il muscovado o il demerara)

220 gr. di farina 00

150 gr. di farina integrale

1 uov0 a temperatura ambiente

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

mezzo cucchiaino di estratto naturale di vaniglia

180 gr. di fiocchi d’avena

un pizzico di sale

250 gr. di marmellata di fragole + 50 gr. di fragole fresche

Strawberry Oatmeal Bars

PREPARAZIONE

– Accendete il forno a 180° e foderate di carta forno una teglia quadrata da 20 X 20. Montate nel mixer a velocità alta il burro con lo zucchero finché non diventa gonfio e spumoso. Aggiungete l’uovo e la vaniglia continuando a montare;

– intanto setacciate in una ciotola a parte la farina, il bicarbonato e il sale e mescolate il tutto che unirete al composto nel mixer mescolando solo quel tanto che basta perché si amalgami. Dopodiché unite 155 gr. di fiocchi d’avena e mescolate ancora per unirli al composto fin qui ottenuto;

– prendete 2/3 d’impasto e adagiatelo sul fondo della teglia premendo con un cucchiaio o con il dorso delle mani fino a creare uno strato uniforme e compatto. Versatevi sopra la marmellata che spalmerete uniformemente e le fragole fatte a dadini piuttosto piccoli. Ricoprite ora il tutto con il restante composto facendo delle briciole grossolane (un pò come se doveste fare un crumble);

– infornate per 25-30 minuti fintanto che lo strato superiore non brunisca. Sfornate e fate freddare a temperatura ambiente prima di tagliarlo in bars (barrette o quadrotti come meglio preferite). Divorate come se non ci fosse un domani.

Strawberry Oatmeals bars

No, vabbé forse non mi voterò completamente al salutismo ma un’altra porzione di torta ci sta tutta. Alla prossima e keep in touch.

Strawberry Oatmeal bars