Il limone venuto dal Sud: crumble quadrotti al limone

LemonQuadrotti

Chi dice che i dolci americani siano stucchevoli e burrosi ha un po’ ragione, ma solo un po’. Io, come è del tutto evidente, amo i dolci della tradizione americana e inglese ma talvolta sono eccessivamente zuccherini e non mi vergogno di dire che nelle mie ricette li ho alleggeriti rispetto all’apporto di zucchero. Non tanto per una vocazione salutista, che non so neanche dove stia di casa, ma per puro piacere che il troppo zucchero comprometterebbe. A dirla tutta i dolci americani che preferisco sono quelli dal sapore pungente che includono agrumi, rabarbaro o lamponi. Ecco perchè oggi ho quindi  scelto un dolce che appartiene alla cucina dolciaria degli stati del sud degli Stati Uniti che più di tutto rappresenta quel territorio: forte, deciso e intenso. Pronte/i a scoprire come tutto questo si racchiude in questi quadrotti al limone con avena e un crumble croccante? Mettiamoci al lavoro.

ok

INGREDIENTI (TEGLIA 23 X 23 cm.)

180 gr. di farina 00;

90 gr. di fiocchi d’avena;

200 gr. di zucchero semolato;

115 gr. di burro a temperatura ambiente;

mezzo cucchiaino di lievito in polvere per dolci (5 gr.);

25 gr. di cocco disidratato (facoltativo);

un pizzico di sale;

370 ml. di latte condensato zuccherato;

120 ml. di succo di limone;

la scorza di un limone;

1 cucchiaio di zucchero a velo (facoltativo).

Ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 180° e foderate la teglia con carta forno. Montate con le fruste elettriche ad alta velocità per circa 5 minuti  il burro con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Unite dopodichè la farina, il lievito, il sale e l’avena mescolando con una spatola fino ad ottenere un composto che assomiglierà a delle grosse briciole;
  • stendete e appiattite metà di questo composto nella teglia così da ottenere uno strato uniforme mentre la restante metà la terrete da parte mentre preparerete il ripieno;
  • mescolate quindi in una ciotola il succo e la scorza di limone insieme al latte condensato così da ottenere un composto omogeneo che verserete sulla base stesa nella teglia. Ricoprite ora la crema con la restante parte di impasto avendo cura di creare delle grossolane briciole che ricoprano interamente la crema (un crumble, per intendersi);
  • infornate per 25-30 minuti o comunque fino a doratura, sfornate e fate freddare il dolce completamente nella teglia (orientativamente per un paio d’ore), dopodichè mettete la teglia in frigo per una quarantina di minuti trascorsi i quali tagliate il dolce in quadrotti che servirete a temperatura ambiente. Se volete potete ricoprire con una spolverata di zucchero a velo.

closeup

A parte il fatto che i dolci al limone di qualunque tradizione e origine io li amo sempre e comunque, questa delizia non potrà non avervi conquistato. Così come sono certo che vi conquisterebbero i meravigliosi stati del sud degli Stati Uniti: Mississippi, Tennessee, Georgia, Alabama e molti altri ancora. Alla prossima e keep in touch.

ok

Il dolce a stecchetto: brownie al mascarpone

uno

I dolci “dietetici” mi hanno sempre trasmesso una certa diffidenza. Non voglio dire che bisogna mangiare dolci senza controllo ma semplicemente che bisognerebbe gustarli con moderazione: in altre parole, incidere sulla quantità più che sulla qualità. Detto questo però ho voluto prendere uno dei dolci americani più “ricchi” e renderli un po’ skinny riducendo lo zucchero ma conservando ugualmente il gusto e la densità caratteristica. Volete scoprire come? Diamoci da fare.

ok

INGREDIENTI (teglia da 22 X 33 cm)

175 gr. di farina 00;

un pizzico di sale;

1 cucchiaino di lievito per dolci (5 gr.);

4 uova;

200 gr. di zucchero semolato;

170 gr. di burro;

400 gr. di cioccolato fondente (non meno del 68% di cacao);

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

125 gr. di mascarpone.

ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 165° e foderate con carta forno la teglia. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato e il burro, avendo cura che l’acqua calda non tocchi la ciotola con il cioccolato. Quando il composto sarà completamente sciolto, mettetelo da parte;
  • mettete nel mixer le uova, la vaniglia, lo zucchero e il mascarpone e montate per un minuto. Nel frattempo setacciate farina, sale e lievito che terrete da parte;
  • unite ora il cioccolato fuso insieme al burro, ormai a temperatura ambiente, e mescolate ancora per circa 15 secondi avendo cura di mescolare il fondo del cestello con una spatola;
  • unite ora la farina setacciata e mescolate con una spatola il tutto. Versate nella teglia e infornate per 20-22 minuti avendo cura di verificare che, dopo aver inserito uno stecchino al centro, esca con qualche briciola di impasto (non liquido ma delle briciole). Lasciate raffreddare il brownie completamente nella teglia (un’ora e mezza o due) prima di tagliarlo a quadrotti. Gustate con gioia, cioccolatosa.

ok

ok

ok

Come vi dicevo, non so se definire questo dolce dietetico ma ha circa metà della quantità di zucchero utilizzata per 400 gr. di cioccolato fondente ed è ugualmente gustoso. Verifico solo con un altro pezzo di brownie ma, sì: sono certo che non ci sia differenza alcuna.

Alla prossima e keep in touch.

Le barrette canadesi di Naomi Campbell: Nanaimo bars

Nanaimo Bars

Le Nanaimo bars sono delle dolcezze di origine canadese piuttosto semplici e che non prevedono l’uso del forno. Io in realtà le mangiai una sola volta a Londra pensando bene di chiamarle nel modo sbagliato: Naomi bars. Qualcosa mi dice che Naomi Campbell non abbia mai neanche sfiorato una di queste delizie: peggio per lei, credetemi. Provatele e vi si aprirà un mondo di delizia. Pronte/i a mettervi al lavoro? Iniziamo.

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA QUADRATA DA 23 CM PER LATO

Per la base:

110 gr. di burro sciolto;

200 gr. di biscotti al cioccolato;

70 gr. di  cocco grattugiato

Per lo strato intemedio:

85 gr. di burro;

1 tuorlo;

5 cucchiai di latte intero;

1 cucchiaino di maizena (amido di mais);

2 cucchiai di zucchero semolato

Per lo strato superiore:

50 gr. di burro;

150 gr di cioccolato fondente;

40 gr. di cioccolato bianco.

ok (2)

Procedimento

– Sbriciolate i biscotti finemente nel mixer, unitevi il burro e il cocco e mescolate così da ottenere un composto omogeneo. Versate il composto nella teglia precedentemente foderata di carta forno e distribuite uniformemente sulla base appiattendo con l’aiuto di un cucchiaio. Mettete ora la teglia in frigo a freddare per un’ora;

IMG_4131

– preparate la crema per lo strato intermedio montando nel mixer per circa un paio di minuti il burro mentre a parte mescolate in una ciotola la maizena, lo zucchero e il tuorlo. Scaldate il latte e appena sobbollirà versatelo nella ciotola mescolando rapidamente il tutto evitando che rapprenda il tuorlo. Versate ora il contenuto della ciotola in un pentolino che scalderete a fuoco basso fino a che inizi ad addensare come per una crema pasticcera. Fate freddare a temperatura ambiente per 20 minuti;

– unite ora alla crema il composto di burro che avete montato e mescolate per bene,  versatelo sul primo strato della teglia livellandone la superficie. Mettete di nuovo la teglia in frigo per mezz’ora a rassodare;

IMG_4132

– sciogliete a bagno maria il cioccolato fondente con il burro e a parte, ma sempre a bagnomaria, il cioccolato bianco. Lasciate intiepidire un paio di minuti dopodichè versate il cioccolato fondente sullo strato di crema ormai rassodato e livellate con il dorso di un cucchiaio. Versate delle righe di cioccolato bianco su quello fondente e immediatamente tirate delle righe con la punta di uno stecchino come nelle foto qui sotto;

11800383_839213519519724_4581512626282524146_n (1)11822522_839213529519723_2830755621939928104_n (1)  IMG_4150

 

 

 

– mettete la teglia in frigo per 5-10 minuti, dopodichè incidete la superficie del dolce con un coltello per non oltre un centimetro di profondità creando così i solchi su cui inciderete successivamente per tagliare il dolce in quadrotti. Rimettete ora il dolce in frigo per almeno 4 ore. NB La preincisione eviterà che il cioccolato si spacchi al momento del taglio definitivo dei quadrotti. Trascorse almeno 4 ore, togliete dal frigo e togliete l’intero dolce dalla teglia aiutandovi con la carta forno, dopodichè incidete lungo i solchi praticati in precedenza così da ottenere dei quadrotti di circa 4-5 cm per lato. Gustate con tanta gioia nel cuore.

ok (3)-1

Sono dei quadrotti piuttosto “ricchi” e pertanto uno dovrebbe essere sufficiente per appagare la vostra voglia di dolcezza. Tenete conto che io ho usato un cioccolato fondete al 72% ma se desiderate accentuare il contrasto potete usarne uno più amaro: it’s completely up to U.

Alla prossima e sia a voi che a Naomi Campbell, keep in touch.

 

Metti un brownie-cheesecake a cena

3

Voi portereste mai un brownie fuori a cena? Non intendo come partner per la serata ma come dolce per una cena tra amici. Spesso il brownie è considerato un dolce da merenda e poco elegante. Io sono certo invece che questa versione con cheesecream sia stilosa e non sfigurerebbe durante una cena classy. Non ci credete? Mettiamoci al lavoro e vedrete.

2

INGREDIENTI (teglia da 20 cm)

65 gr. di farina 00;

un pizzico di sale;

1 cucchiaio di cacao amaro in polvere (15 gr.);

2 uova;

250 gr. di zucchero semolato;

115 gr. di burro;

115 gr. di cioccolato fondente;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia.

Per la cheesecream

225 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia;

1 uovo;

65 gr. di zucchero semolato;

un cucchiaino di estratto naturale di vaniglia.

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 160° e foderate la teglia con carta forno. Preparate innanzitutto la cheesecream mescolando con un frullino elettrico a bassa velocità tutti gli ingredienti e riponetela in frigo. NB Mescolate il minimo indispensabile per amalgamare il tutto altrimenti la crema diventerà troppo liquida;

– mettete ora un pentolino con dell’acqua a bollire e adagiatevi sopra una ciotola avendo cura a che l’acqua non tocchi il fondo del recipiente. Mettete nella ciotola in cioccolato a pezzetti e il burro e fate sciogliere delicatamente, dopodichè versatevi dentro la vaniglia, lo zucchero e, non appena il composto sarà intiepidito, unite un uovo per volta. NB mescolate con una spatola e non con una frusta poichè il composto non dovrà essere montato;

– aggiungete ora la farina, il cacao e il sale setacciandoli e mescolate ancora. Togliete circa 120 gr. di impasto e mettetelo da parte e versate il resto nella teglia. Ricoprite ora lo strato di brownie con quello di cheesecream spalmandolo uniformemente con l’aiuto di una spatola;

1

– terminate con i 120 gr. di brownie che avete tenuto da parte versandoli a cucchiate distanziate tra di loro sopra lo strato di cheesecream. Con l’aiuto di uno stecchino marmorizzate il composto. Infornate per 30 minuti avendo cura di verificare la cottura inserendo uno stecchino nel dolce che dovrà però uscire con un po’ di impasto attaccato;

– sfornate e fate freddare completamente nella teglia prima di sformarlo e tagliarlo a quadrotti. Divorate.

4

Che ne dite? E’ un dolce abbastanza elegante? Io quasi quasi gli offro la cena. Alla prossima e keep in touch.

Marshmallows di San Valentino al cioccolato

IMG_6984Se mi si chiede cosa mi viene in mente alla parola San Valentino, io ho l’immagine di persone in lacrime abbracciate a una bottiglia di vino (V. post precedente) o davanti alla televisione che mangiano ghiottonerie consolatorie. Detto questo, non vuol dire che si debba farlo con prodotti scadenti e tristi. Ecco il perché di questi marshmallow fatti in casa a tema Valentine’s day e insaporiti di cioccolato e cacao: tristi si ma alla ricerca dell’allegria. Asciugatevi le lacrime e mettete il grembiule.

INGREDIENTI

250 gr. di zucchero semolato;

1 cucchiaio di glucosio liquido;

3 albumi a temperatura ambiente;

50 gr. di cioccolato fondente;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

2 cucchiai di cacao amaro;

5 fogli di colla di pesce;

1 cucchiaio di amido di mais;

150 ml. di acqua fredda;

2 cucchiai di zucchero a velo.

IMG_6968

PREPARAZIONE

– Mescolate in una ciotola il cacao, l’amido e lo zucchero a velo e mettete da parte. Foderate una teglia 23X23 cm con carta forno e spolverate il fondo con un paio di cucchiai del mix di cacao, amido e zucchero a velo;

– mettete sul fuoco l’acqua, glucosio e lo zucchero semolato e portate alla temperatura di 125° che verificherete grazie ad un termometro ad hoc. Ammollate in acqua fredda i fogli di colla di pesce per almeno 5 minuti;

– quando lo sciroppo avrà raggiunto 110°, iniziate a montare gli albumi a neve nel mixer così che quando lo sciroppo avrà raggiunto la temperatura corretta potrete versarlo a filo continuando a montare velocemente;

IMG_6987

– uno per volta versate i fogli di colla di pesce strizzati e proseguite a montare per 10 minuti. Il composto raffredderà e triplicherà di volume. Nel frattempo sciogliete a bagno maria o a microonde il cioccolato che terrete da parte;

– quando saranno trascorsi dieci minuti e il composto avrà raggiunto la temperatura ambiente, versatevi dentro il cioccolato fuso e mescolatelo grossolanamente con una spatola;

– versate il composto nella teglia, cospargete la superficie con un paio di cucchiai di cacao, amido e zucchero a velo e dopo aver coperto il tutto con pellicola antiaderente fate riposare 3 ore a temperatura ambiente e una in frigo (se volete potete prepararlo la sera prima e farlo riposare tutta la notte a temperatura ambiente);

IMG_6982

– trascorso il tempo necessario, rovesciate il quadrato di marshmallow su una teglia più grande e con un cookie cutter a forma di cuore ricavate delle delizie da rotolare leggermente nel misto di cacao, amido e zucchero a velo. Conservate a temperatura ambiente fino a sei giorni.

Devo dire che questi marshmallow  sono davvero consolatori ma  si prestano anche ad essere condivisi: certo qualcuno con cui condividere ce lo dovete avere, io al massimo porto il dolce. Alla prossima e keep in touch.

ok

Brownie al cappuccino

capuccino 6

“Un cappuccino al banco, grazieeee”. No, scusate volevo dire “un brownie al tavolo uno, grazieeeee”. Che confusione, sarà perché ho fame oppure perchè ho sonno. Anyway, io non sono esattamente uno da cappuccino e cornetto al bar. Intendo dire che il cornetto deve essere un dolce inglese e il cappuccino un caffé americano lungo ma tanto lungo da durare fino a pranzo. Tuttavia riconosco il gusto e il piacere di iniziare la giornata con questo tradizionale abbinamento: cappuccino e cornetto.  Io ho sperimentato un’altra accoppiata per un inizio di giornata carico di sprint: brownie e cappuccino. No, non prima uno e poi l’altro ma tutto insieme. Non ci credete? Mettiamoci al lavoro e vedrete.

IMG_4849

INGREDIENTI (PER UNA TEGLIA QUADRATA 20 X 20)

210 gr. di cioccolato fondente;

120 gr. di burro;

180 gr. di zucchero semolato;

3 uova;

90 gr. di farina 00;

30 gr. di caffè solubile;

2 cucchiai di cacao in polvere;

un pizzico di sale;

200 ml. di panna da montare;

1 cucchiaio di zucchero a velo.

IMG_4847

PREPARAZIONE

– Preriscaldate il forno a 180° e foderate la teglia con carta forno. Nel frattempo mettete il cioccolato e il burro in una ciotola che adagerete su una pentola con acqua bollente, avendo cura che l’acqua e il fondo della ciotola non si tocchino. Appena il tutto sarà amalgamato, mettete da parte e lasciate intiepidire;

– nel frattempo setacciate la farina con il cacao e il sale, dopodichè unite il caffè solubile. A parte mescolate lo zucchero con le uova con una frusta a mano. Quando il composto con il cioccolato sarà tiepido, unite le uova e mescolate per bene. Aggiungete a questo punto il composto con la farina e amalgamate quel tanto che basta per avere un impasto omogeneo;

IMG_4841

– versate il tutto nella teglia e infornate per 23-25 minuti. Ricordate che il brownie dovrà avere una consistenza morbida e pertanto lo stecchino che inserirete per verificarne la cottura dovrà uscire leggermente umido e con alcune briciole di impasto. Sfornate e fate freddare a temperatura ambiente, dopodichè mettete la teglia in frigo per una mezz’oretta;

– montate la panna con lo zucchero a velo e spargetela in maniera omogenea sul brownie ormai freddo e con una forchetta praticate delle righe decorative. Tagliate in quadrotti e cospargete con della polvere di cacao. Divorate e ancora divorate.

IMG_4842

Allora che ne dite? Lasciate il vostro cappuccino e brioche in cambio del mio brownie al cappuccino? Non voglio sapere la risposta nè voglio corrompervi ma sono certo che sarà amore a primo morso. Alla prossima e keep in touch.

 

 

 

Ve lo do io Ferragosto con i quadrotti alle pesche con crumble all’avena

 

peach crumble bars

peach crumble bars

Anche se non si direbbe, Ferragosto é alle porte. Parlare delle previsioni del tempo é molto british ma nonostante questo a me generalmente annoia. Tuttavia quest’estate non se ne può fare a meno ma in compenso si fa piuttosto in fretta: piove sempre. Stop. Se in tutto ciò devo vedere un aspetto positivo, almeno accendo il forno senza patemi e sudate, in modo da preparare i miei dolcetti anche ad agosto. Tempo permettendo, Ferragosto lo dedicherò a una gitarella fuori porta anche se non mi spingerò  negli Stati Uniti e neanche in Inghilterra. In ogni caso non esiste una scampagnata senza il dolce adatto: veloce da preparare,  pratico da portare e da servire. Si, intendo dire che se fossi in voi non porterei un croquembouche di due metri per concludere la grigliata con gli amici 😉

Ho pensato a questi squares (quadrotti, via) freschi e golosi con pesche e crumble. Che ne dite, li prepariamo insieme?

INGREDIENTI PER LA BASE (TEGLIA 20 X 20 cm.)

125 gr. di farina 00;

45 gr. di fiocchi d’avena;

65 gr. di zucchero di canna;

150 gr. di burro freddo e tagliato a dadini;

mezzo cucchiaino di cannella in polvere;

peach crumble bars

peach crumble bars

INGREDIENTI PER IL RIPIENO

1 uovo;

100 gr. di zucchero semolato;

un cucchiaio di farina (15 gr.);

1 pizzico di sale;

2 grosse pesche (pelate e affettate a dadini non troppo piccoli);

INGREDIENTI PER LA GLASSA

50 gr. di zucchero a velo;

mezzo cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

uno o due cucchiai di panna fresca.

peach crumble bars

peach crumble bars

PREPARAZIONE

– Foderate la teglia con carta forno avendo cura di ricoprire completamente anche i lati. Mettete ora tutti gli ingredienti per la base in una ciotola e con una forchetta  sbriciolate il burro freddo fino ad ottenere un composto simile a delle briciole grossolane. Togliete ora circa due cucchiai di questo impasto e mettetelo da parte mentre il resto lo stenderete uniformemente sulla base della teglia. Mettete la teglia in frigo per una decina di minuti;

– preriscaldate il forno a 170° e quando sarà caldo prendete la teglia dal frigo e cospargetevi sopra le briciole di impasto tenute da parte. Infornate la teglia per 15 minuti e mentre la base cuoce, preparate il ripieno. Montate con il mixer a velocità media l’uovo con lo zucchero per circa un paio di minuti, dopodiché aggiungete la farina e il sale e mescolate ancora. Con l’aiuto di una spatola, amalgamate le pesche nel composto appena montato e, trascorso il quarto d’ora, versate direttamente nella teglia calda senza aspettare che la base intiepidisca. Rimettete la teglia in forno per 32 minuti, trascorsi i quali sfornate la teglia;

– lasciate ora riposare il dolce finché non avrà raggiunto la temperatura ambiente e dopodiché mettetelo in frigo per 3 ore. Trascorso questo tempo, sformate il dolce e tagliatelo a quadrotti che adagerete sul piatto da portata. Nel frattempo preparate la glassa alla panna mescolando velocemente tutti gli ingredienti in modo da ottenere una glassa densa e omogenea che spargerete sulle vostre barrette. Divorate festosamente.

peach crumble bars

peach crumble bars

Siate sinceri: questi dolcetti non sono l’equilibrio perfetto che soddisfa tutti i gusti? Uh, inizia a piovere: addento uno di questi quadrotti e scappo in casa. Alla prossima e keep in touch.

 

 

 

 

Il dolce “bye bye darling”: Blondie Carrot cake

Blondie Carrot cake

Blondie Carrot cake

Tempo di viaggi. Come dite? Sono sempre in giro: no, è solo un’impressione credetemi. La verità é che i miei viaggi caratterizzano così tanto questo blog che ritornano spesso nelle ricette e nei racconti dei post. Tra poco sarò di nuovo in viaggio e negli States lungo le “Route 66” e “61”: Chicago, Saint Louis, Memphis, Nashville, New Orleans. Un percorso lungo la musica, il cibo e la storia; non vedo l’ora. Come faccio sempre, vi porterò con me e vi farò un reportage strada facendo. Tra una valigia e l’altra, ho preparato una delizia perchè dobbiamo dirci arrivederci con dolcezza. Si tratta di una via di mezzo tra il blondie (la versione con cioccolato bianco del brownie) e la carrot cake. Curiose/i? Mettiamoci al lavoro insieme che tra poco devo fare il check in.

INGREDIENTI

90 gr. di cioccolato bianco a pezzetti piccoli

120 gr. di burro

120 gr .di zucchero semolato

2 uova a temperatura ambiente

150 gr. di farina 00

1 pizzico di sale

1/2 cucchiaino di bicarbonato di sodio

1 cucchiaino (5 ml.) di estratto di vaniglia

80 gr. di carote

scorza di mezza arancia

1/2 cucchiaino di cannella in polvere

50 gr. di noci tritate grossolanamente

PER LA GLASSA

due o tre cucchiaini di succo di arancia

tre cucchiai di zucchero a velo

alcune gocce di colorante alimentare arancione

carote di marzapane

Blondie Carrot cake

Blondie Carrot cake

PROCEDIMENTO

– Accendete il forno a 180° e foderate una teglia antiaderente 20 X 20 cm con un foglio di carta forno, nel frattempo sciogliete a bagno maria il burro e il cioccolato.  Quanto il composto sarà omogeneo e completamente sciolto, togliete dal fuoco e fate freddare a temperatura ambiente;

– setacciate in una ciotola la farina, il sale, il bicarbonato di sodio e la cannella. Intanto con un mixer elettrico montate per un paio di minuti le uovo e lo zucchero finché il composto non diventa gonfio e spumoso;

Blondie Carrot cake

Blondie Carrot cake

– mescolate le uova e la vaniglia in una ciotola e versatele nel composto di cioccolato e burro ormai freddo. A parte mescolate le carote, le noci tritate e la scorza di arancia. Unite in due volte il composto di farina a quello con il cioccolato;

– quando avrete aggiunto tutta la farina, unite il composto di carote ed amalgamate ancora per bene.  Versate l’impasto nella teglia e infornate per 20 minuti. Vale la prova stecchino che però, in questo caso dovrà uscire leggermente umido dopo che lo avrete inserito nel blondie);

– sfornate il dolce e dopo averlo lasciato 10 minuti a temperatura ambiente sformatelo e fate freddare a temperatura ambiente. Dividete in quadrotti e intanto preparate la glassa mescolando tutti gli ingredienti fino ad ottenere un composto denso che con l’aiuto di un cucchiaio spalmerete sui blondie. Adagiate la carotina di marzapane prima che la glassa solidifichi.

Blondie Carrot cake

Blondie Carrot cake

Delizioso vero? Come dite? Mi devo sbrigare? Cielo, avete ragione l’aereo sta per partire devo correre. Alla prossima e keep in touch.

Blondie Carrot cake

Blondie Carrot cake

 

Vintage vanilla fudge

Fudge alla vaniglia

Fudge alla vaniglia

A settembre andai a Londra per il Cake & Bake show, un grandioso evento che ho aspettato come il Natale. In quell’occasione, oltre a showcooking e masterclass ho potuto anche visitare un mercato dolciario di altissimo livello e di ogni tipo. Mi colpì la grande quantità di pane che veniva preparato con le farine e gli aromi più diversi, sebbene la panificazione tradizionale sia una scoperta recente per gli inglesi. Ho assaggiato molte preparazioni di dolci tipicamente inglesi gluten free di tutto rispetto e molto golosi. Ho infine gustato per la prima volta un dolcino tradizionale come il fudge preparato da un contadino che si fregiava, giustamente, di utilizzare solo aromi naturali. Il suo fudge alla pesca infatti era un esplosione di sapore e di gusto con la consistenza tipica di questo dolce che ricorda vagamente le caramelle mou. Dovete provarle anche voi, scegliamo questa volta un sapore di vaniglia e quindi mettiamoci all’opera.

INGREDIENTI PER UNA TEGLIA 20 X 20

50 burro;

400 gr. panna;

400 gr. di zucchero semolato;

1 cucchiaio di glucosio;

2 cucchiaini di estratto naturale di vaniglia.

Fudge alla vaniglia

Fudge alla vaniglia

PREPARAZIONE

– Foderate la teglia con carta forno avendo cura che sporga dai bordi di un paio di centimetri. Mettete tutti gli ingredienti tranne la vaniglia in un pentolino che metterete sul fuoco fino al completo scioglimento dello zucchero, dopodiché portate a bollore continuando a mescolare con un cucchiaio di legno;

– continuate a mescolare e con l’ausilio di un termometro alimentare controllate la temperatura che dovrà essere di 116° C. Togliete dal fuoco e lasciate il composto indisturbato fino al raggiungimento della temperatura di 110°, dopodiché unite la vaniglia e cominciate a mescolare vigorosamente con un cucchiaio di legno fino a portare il composto a 60°. N.B. Questa fase é piuttosto faticosa ma fondamentale per creare all’interno del fudge i cristalli di zucchero che caratterizzano la consistenza di questo dolce;

Fudge alla vaniglia

Fudge alla vaniglia

– versate a questo punto il composto nella teglia e livellatelo con una spatola, lasciate il tutto a temperatura ambiente una notte intera. Trascorso questo tempo, toglietelo dalla teglia e copovolgetelo così da avere a disposizione la parte più liscia. Rimuovete la carta, e tagliate a quadrettini. Il fudge dura fino a due mesi in un contenitore di latta coperto. N.B. Potete mettere la teglia in frigo una decina di minuti prima di tagliare il fudge per una consistenza leggermente più dura ma non fatevi tentare dall’idea di lasciarlo tutta la notte nel frigoriferò perché sarebbe appiccicoso e non avrebbe la tipica consistenza morbida.

– sbocconcellate il fudge insieme a una tazza di caffè o di tè.

Fudge alla vaniglia

Fudge alla vaniglia

Dite la verità, quanti dolci e quanti sapori vi evoca un quadratino di fudge? E’ per questo che ho deciso di dargli con orgoglio il premio di dolce vintage dell’anno. Alla prossima e keep in touch.

Dolce di “polenta” all’australiana con gli orange square

Polenta Orange squares

Polenta Orange squares

In uno dei miei recenti viaggetti londinesi feci tappa in una libreria che per gli amanti della cucina é una gioia per gli occhi e per il palato. Si, perché questo posto incantevole è anche un caffè. Si tratta di Books for cooks  a Notting Hill non troppo lontano da Portobello Road. E’ un posto dal sapore antico dove si possono tranquillamente trascorrere quattro ore senza accorgersene. Quantomeno a me é successo di passare lì un pomeriggio intero a sfogliare e poi comprare libri di cucina da tutto il mondo. Ricordo in particolare una rivista australiana il cui numero di marzo era tutto dedicato ai dolci con la polenta: la polenta? In Australia? Nei dolci? Ebbene si e ci avevano dedicato un intero numero. Io quindi ho deciso con il mio dolce di celebrare la bellissima esperienza da Books for cooks e una delle delizie che mi colpì sfogliando quella curiosa rivista. Mettiamoci al lavoro.

Polenta Orange squares

Polenta Orange squares

INGREDIENTI per una teglia rettangolare 20X30 cm.

90 gr. di burro a temperatura ambiente;

150 gr. di farina 00;

40 gr. di farina di mandorle;

110 gr. di zucchero semolato;

120 gr. di yogurt magro

85 gr. di farina di mais fioretto;

75 ml. di latte;

un pizzico di sale;

la scorza di un’arancia;

1 1/2 cucchiaino di lievito in polvere;

180 gr. cioccolato fondente;

80 gr. di zucchero  a velo setacciato;

1 cucchiaio di succo d’arancia.

INGREDIENTI PER LE ARANCE GLASSATE

1 arancia;

50 gr. cioccolato fondente;

Polenta Orange squares

Polenta Orange squares

PREPARAZIONE 

– Foderate la teglia con carta forno e mettete una ciotola sopra un pentolino con acqua bollente (l’acqua e il fondo della ciotola non dovranno toccarsi ma al massimo sfiorarsi). Mettete 180 gr. di cioccolato nella ciotola e fate fondere completamente, dopodiché versatelo sul fondo della teglia e livellate per bene. Mettete la teglia nel congelatore per 20 minuti almeno;

– Accendete il forno alla temperatura di 180° e mettete nella ciotola del mixer lo yogurt, lo zucchero semolato, la scorza di mezza a arancia e il burro e montate fino ad ottenere una crema omogenea e spumosa (5 minuti circa);

-setacciate le farine con il lievito e il sale e unitene un terzo al composto nel mixer dopodiché amalgamate il tutto.  Aggiungete metà del latte e amalgamate ancora, proseguite con un altro terzo delle farine, amalgamate ancora e unite il restante latte. Mescolate ancora e terminate con le restanti farine. Queste operazioni dovranno avvenire con il mixer a bassa velocità o ancor meglio con il solo ausilio di una spatola;

– togliete la teglia dal freezer e versatevi sopra il composto del mixer, livellate per bene la superficie con una spatola e infornate per 25 minuti (vale la solita prova stecchino che dovrà uscire completamente asciutto quando lo inserirete nella torta per verificarne la cottura). Sfornate e fate freddare a temperatura ambiente per 15 minuti prima di mettere la teglia in frigo per 40 minuti così da far rapprendere di nuovo il cioccolato alla base;

– mentre il dolce raffredda preparate la glassa mescolando lo zucchero con il succo di un’arancia e la restante metà della scorza. Mescolate fino ad ottenere un composto omogeneo che verserete sulla torta ormai fredda. Lasciate ora rapprendere la glassa a temperatura ambiente per circa mezz’ora prima di tagliare i golosi quadrati;

– per le scorze glassate, tagliate l’arancia a rondelle che asciugherete con carta assorbente prima di adagiarle sulla carta forno. Sciogliete 20 gr. di cioccolato fondete a bagno maria e con l’aiuto di una forchetta ricoprite grossolanamente le fette di arancia. Fate rapprendere pochi minuti a temperatura ambiente le vostre decorazioni e adagiatele su ciascuno quadrotto.

Chi l’avrebbe mai detto che questi australiani sarebbero stati in grado di usare la farina di polenta in maniera così golosa e invece… Alla prossima e keep in touch.

Polenta Orange squares

Polenta Orange squares