Il dolce a stecchetto: brownie al mascarpone

uno

I dolci “dietetici” mi hanno sempre trasmesso una certa diffidenza. Non voglio dire che bisogna mangiare dolci senza controllo ma semplicemente che bisognerebbe gustarli con moderazione: in altre parole, incidere sulla quantità più che sulla qualità. Detto questo però ho voluto prendere uno dei dolci americani più “ricchi” e renderli un po’ skinny riducendo lo zucchero ma conservando ugualmente il gusto e la densità caratteristica. Volete scoprire come? Diamoci da fare.

ok

INGREDIENTI (teglia da 22 X 33 cm)

175 gr. di farina 00;

un pizzico di sale;

1 cucchiaino di lievito per dolci (5 gr.);

4 uova;

200 gr. di zucchero semolato;

170 gr. di burro;

400 gr. di cioccolato fondente (non meno del 68% di cacao);

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

125 gr. di mascarpone.

ok

PREPARAZIONE

  • Preriscaldate il forno a 165° e foderate con carta forno la teglia. Sciogliete a bagnomaria il cioccolato e il burro, avendo cura che l’acqua calda non tocchi la ciotola con il cioccolato. Quando il composto sarà completamente sciolto, mettetelo da parte;
  • mettete nel mixer le uova, la vaniglia, lo zucchero e il mascarpone e montate per un minuto. Nel frattempo setacciate farina, sale e lievito che terrete da parte;
  • unite ora il cioccolato fuso insieme al burro, ormai a temperatura ambiente, e mescolate ancora per circa 15 secondi avendo cura di mescolare il fondo del cestello con una spatola;
  • unite ora la farina setacciata e mescolate con una spatola il tutto. Versate nella teglia e infornate per 20-22 minuti avendo cura di verificare che, dopo aver inserito uno stecchino al centro, esca con qualche briciola di impasto (non liquido ma delle briciole). Lasciate raffreddare il brownie completamente nella teglia (un’ora e mezza o due) prima di tagliarlo a quadrotti. Gustate con gioia, cioccolatosa.

ok

ok

ok

Come vi dicevo, non so se definire questo dolce dietetico ma ha circa metà della quantità di zucchero utilizzata per 400 gr. di cioccolato fondente ed è ugualmente gustoso. Verifico solo con un altro pezzo di brownie ma, sì: sono certo che non ci sia differenza alcuna.

Alla prossima e keep in touch.

Lascia un commento

2 commenti

  1. Nicoletta

     /  30 novembre 2015

    ho provato questa ricetta per portare i brownies alla cena “dopo concerto” del coro … successone! ho fatto una doppia dose per teglia tipo lasagna, li ho solo lasciati in forno qualche minuto in più. Fantastici!

    Rispondi
    • lukacip

       /  1 dicembre 2015

      Ciao Nicoletta, io ho provato un sacco di ricette dei brownies ma concordo con te: questa è una garanzia di successo. L’unico rischio é che in genere ti chiederanno di rifarli e rifarli ancora 🙂

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: