Come superare un pregiudizio grazie alla torta meringata ai lamponi

Raspberry meringue pie

Raspberry meringue pie

Se é vero che questo é un blog di soli dolci non vuol dire che io ami qualunque cosa dolce. Intendo dire che ci sono delle preparazioni o degli ingredienti con i quali ho un rapporto conflittuale. Uno dei questi é la meringa: la trovo bella ed elegante quanto stucchevole e respingente. Tuttavia una delle torte inglesi tradizionale é la lemon meringue pie che vi ho raccontato tempo fa. Già in quell’occasione dovetti ricredermi ma ho deciso di dare una rinfrescata ai miei pregiudizi. La versione che ho preparato oggi é una meringa svizzera che ricoprirà una pie meringata ai lamponi. Andiamo a vedere di cosa si tratta.

INGREDIENTI PER 6 tart del diametro di 10 cm.

250 gr. di farina 00

100 gr. di zucchero semolato

110 gr. di  burro freddissimo

un pizzico di sale

5 – 6 cucchiai di acqua fredda

INGREDIENTI PER IL RASPBERRY CURD 

80 ml. di coulis di lamponi

la scorza di un mezzo limone

70 gr. di zucchero semolato

4 tuorli d’uovo

70 gr. di burro

40 gr. di maizena

INGREDIENTI PER LA MERINGA

4 albumi

200 gr. di zucchero a velo

1 cucchiaio e mezzo di maizena

alcune gocce di limone

Raspberry meringue pie

Raspberry meringue pie

PREPARAZIONE

– Iniziate il giorno prima con il curd di lamponi.  Passate al setaccio fine 200 gr. di lamponi così da ottenere almeno 80 ml. di coulis di lamponi che metterete in un pentolino sul fuoco. Nel frattempo mescolate in una ciotola i tuorli, lo zucchero e la maizena e appena la coulis inizia a bollire versatela su questo composto;

– amalgamate velocemente e rimettete sul fuoco finchè sobbollirà e inizierà ad addensare come fareste per una crema pasticcerà. Togliete dal fuoco e versatevi dentro immediatamente il burro a pezzetti. Mescolate in modo da amalgamare il tutto, coprite con della pellicola alimentare a contatto con il curd che quando sarà freddo metterete in frigo per tutta la notte;

– preparate la pasta mettendo la farina e il sale in una ciotola dentro cui metterete il burro freddissimo a dadini e con una forchetta o due coltelli (mai con le punta delle dita!) create delle briciole. Unite lo zucchero e mescolate per bene, dopodiché aggiungete 5 cucchiai di acqua freddissima. Amalgamate il composto (non impastatelo ma semplicemente compattatelo) sul piano di lavoro leggermente infarinato. Avvolgete il composto nella pellicola alimentare e mettete in frigo per 30 minuti;

– trascorsa mezz’ora, stendete la pasta dello spessore di 4 mm. e ricavate dei dischi leggermete più grandi delle tartellette antiaderenti (se volete potete leggermente infarinarle e imburrarle prima di questa operazione). Foderate le teglie facendo spuntare leggermente la pasta oltre il bordo dopodiché mettete le teglie in frigo per un’altra mezzora;

Raspberry meringue pie

Raspberry meringue pie

– accendete il forno a 180° e, trascorsi i 30 minuti previsti, togliete le teglie dal frigo e bucherellatele con i rebbi di una forchetta. Foderatele con carta stagnola sulla quale adagerete qualcosa di pesante come ceci secchi o delle monete che conducono benissimo il calore. Infornate per 10 minuti, trascorsi i quali togliete la stagnola con i pesi e infornate per altri 10 minuti. Sfornate e fate freddare a temperatura ambiente;

– mettete una pentola con dell’acqua sul fuoco finchè non inizia a bollire. Nel frattempo mettete gli albumi  con le gocce di limone in una ciotola e iniziate a montare con un mixer elettrico. Aggiungete lo zucchero e continuate a montare con il mixer (un minuto circa), dopodiché mettete la ciotola sulla pentola avendo cura che l’acqua non la sfiori neanche. Proseguite a montare per circa 8 minuti, fintanto che la meringa sarà lucida e soda. Dopodichè, togliete dalla pentola e unite la maizena avendo cura di amalgamare il tutto per bene. Lasciate intiepidire a temperatura ambiente;

Raspberry meringue pie

Raspberry meringue pie

– distribuite il curd nelle tartellette ormai fredde senza arrivare fino al bordo. Mettete la meringa in una sac à poche e distribuitela sul curd che fiammeggerete con l’aiuto di un cannello o accendendo il forno in modalità grill. Servite a temperatura ambiente senza mai conservare in frigo.

E’ incredibile come si possa passare dal pregiudizio all’amore folle: é proprio quello che é successo tra me e la meringa… aiutata da tutto il resto, in questo caso.  Alla prossima e keep in touch.

Raspberry meringue pie

Raspberry meringue pie

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: