Mi confesso con un brownies cheesecake ai lamponi

Raspberrie Brownie Cheesecake

Raspberrie Brownie Cheesecake

Mi confesso. Si, ho una predilezione londinese in fatto di dolci. Si tratta dell’Hummingbird bakery di cui altre volte vi ho parlato. E’ una bakery con diversi store a Londra la cui caratteristica é quella di preparare dolci rigorosamente americani. Un successo da subito e io ne ammiro la tecnica e le ricette golose e irresistibili. Ho voluto quindi rendere omaggio a uno degli ispiratori del mio foodblog con quello che é uno dei loro pezzi forti: un brownies cheesecake ai lamponi. Il più delle volte questo dolce viene preparato mescolando i composti generando una sorta di goloso quadro astratto mentre l’Hummingbird bakery ha deciso di preparalo a strati: scenografico, direi. Io l’ho preparato per voi apportando alcune modifiche alla tecnica di preparazione. Non esitate e preparatevi ad entrare in un mondo di dolcezza di sicuro effetto.

INGREDIENTI PER IL BROWNIES

3 uova;

110 gr. di farina 00;

200 gr. di burro;

200 gr. di cioccolato amaro

250 gr. di zucchero semolato

Solo

INGREDIENTI PER IL CHEESECAKE

400 gr. di formaggio spalmabile tipo Philadelphia® a temperatura ambiente ;

2 uova;

1 cucchiaino di estratto naturale di vaniglia;

150 gr. di zucchero semolato

INGREDIENTI PER IL TOPPING

300 ml. di panna da montare

400 gr. lamponi freschi (di cui 250 gr. per la coulis)

100 gr. di zucchero a velo

PREPARAZIONE

– Accendete il forno a 170° e foderate una teglia rettangolare di cm 30 x 20 con carta forno. Mettete un pentolino sul fuoco sopra il quale adagerete (avendo cura che l’acqua non la tocchi) una ciotola con il cioccolato rotto a pezzi e il burro. Fate sciogliere mescolando di tanto in tanto e lasciate freddare a temperatura ambiente;

– versate lo zucchero nel cioccolato e mescolate. Appena il composto avrà raggiunto la temperatura ambiente, versatevi un uovo per volta e mescolate unendo il successivo dopo che avrete unito completamente il precedente. Setacciate la farina e mescolate quel tanto che basta perché si amalgami. Versate il tutto nella teglia livellando la superficie, lasciate da parte e nel frattempo preparate il cheesecake;

– montate nel mixer elettrico  a velocità medio-bassa  il formaggio, la vaniglia e lo zucchero (fate attenzione a non montare eccessivamente il composto altrimenti l’aria incorporata in cottura rischierebbe di far crepare la superficie del cheesecake). Quando il composto sarà amalgamato, versate un uovo per volta e mescolate ancora sempre a velocità medio-bassa. Versate il composto sul brownie livellandone la superficie avendo cura di non mescolare i due composti;

Insieme 1

– infornate per 30-35 minuti (verificate la cottura inserendo uno stecchino nel dolce che dovrà ancora essere umido e con alcune briciole attaccate). Lasciate freddare a temperatura ambiente così da poterlo mettere in frigo per 2-3 ore prima di guarnirlo con l’ultimo strato;

– preparate la coulis, filtrando in un setaccio a maglie strette i lamponi. Buttate la polpa e tenete da parte il succo. Mettete la ciotola con le fruste una decina di minuti nel freezer prima di montare la panna, anch’essa fredda di frigo. Montate ora la panna con lo zucchero e la coulis ben ferma. Spalmatela uniformemente sul dolce ormai freddo e sformato. Tagliate in quadrati regolari con tagli netti. Su ciascun quadrato adagiate un lampone.

Gustate incredule/i

Io non voglio proporvi una pasticceria piuttosto che un’altra e come saprete cerco di fare scouting di bakery per voi ma allo stesso tempo mentirei se vi dicessi che non ho un palpito al cuore ogni volta che entro all’Hummingbird bakery. Volete palpitare anche voi? Alla prossima e keep in touch.

Tris

Lascia un commento

9 commenti

  1. Grazie per la confessione, ma soprattutto per la ricetta. Confermo: davvero scenografica.
    Ciao Leo

    Rispondi
    • lukacip

       /  20 novembre 2013

      La mia confessione é anche un omaggio alla mia bakery preferita a cui, sotto sotto, mi ispiro

      Rispondi
  2. Very interesting, indeed! ..una curiosità: ma come fa il topping a tenerti così bene? Niente colla pesce, niente gelatine…solo solo panna?? perchè vorrei provare a rifarlo ma temo lo spatascio… e poi il taglio a filo così preciso come si fa?

    Rispondi
    • lukacip

       /  22 novembre 2013

      Benvenuta Ginger Lady. Dunque, per il taglio a filo ho usato un coltello a lama liscia che riscaldavo sotto l’acqua calda e asciugavo subito dopo. Con la lama tiepida, praticavo il taglio e ripetevo l’operazione ogni volta.
      Per quando riguarda la panna ed evitare l’effetto spatascio, insieme allo zucchero a velo aggiungerei un cucchiaino scarso di amido di mais che trattiene l’umidità e dà compattezza alla panna.
      Fammi sapere come va
      Bello il tuo blog.

      Rispondi
  3. Marta

     /  8 aprile 2016

    Ma per buttare la polpa dei lamponi si intende buttarla via ? E se metto il succo nella panna monta lo stesso ?cosa significa 250 per la coulis?il resto dove va ?

    Rispondi
    • lukacip

       /  8 aprile 2016

      Ciao Marta. Si, intendo buttare via la polpa (prevalentemente composta di semi dopo aver setacciato i lamponi) e tenere il succo. Si puoi mettere il succo nella panna purché quest’ultima sia sempre ben fredda prima di montarla. 250 gr. di coulis é la quantità ideale che dovresti ottenere da 400 gr. di lamponi: il resto non dovrebbe essercene perché 250 gr. é già una quantità ambiziosa ma più che sufficiente da ottenere da 400 gr. di lamponi. Fammi sapere com’è andata

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: