I love NYC: New York cheesecake con dadolata di fragole

In questi giorni piove che non vi sto a dire. Ho quindi deciso di preparare un dolce in controtendenza: la New York cheesecake accompagnata da una dadolata di fragole. Ok non è frutta di stagione ma ve l’ho detto che si tratta di una versione in controtendenza. Seguitemi ugualmente perché sono così, dolcemente complicato. La New York cheesecake ha la caratteristica di prevedere l’uso della panna acida come topping in modo da creare un contrasto dolce/acido che la rende unica.  Durate queste giornate piovose ho inoltre iniziato a programmare il mio prossimo viaggio negli States e quindi non potevo non dedicarmi a questo classico american treat. Ho però rivisto la ricetta tradizionale con un tocco italian style, se no non c’è gusto, vero? Pronte/i con ingredienti e voglia di dolce.

INGREDIENTI PER UNA TORTIERA APRIBILE DA 24 CM

110 gr. di burro sciolto;

200 gr. di biscotti Digestive;

500 gr. di robiola a temperatura ambiente;

500 gr. di formaggio tipo Philadelphia® a temperatura ambiente;

80 ml di panna da acida;

5 uova a temperatura ambiente

170 gr. di zucchero;

30 ml. di miele (io ho usato il millefiori);

35 gr. di maizena;

1 cucchiaino (5 ml.) di estratto di vaniglia;

2 cucchiaini  di buccia di limone (solo la parte gialla esterna e mai quella bianca!).

INGREDIENTI PER IL TOPPING

– 250 ml. di panna acida;

– 35 gr. di zucchero a velo;

– 1 1/2 cucchiaino di estratto di vaniglia.

INGREDIENTI PER LA DADOLATA DI FRAGOLE

– 250 gr. di fragole fresche;

– 50 gr. di zucchero semolato.

PREPARAZIONE DEL GUSCIO E DELLA CREMA

– Accendete il forno a 180° e intanto frullate nel robot da cucina i biscotti e quando saranno ridotti in polvere aggiungetevi il burro. Distribuite uniformemente il composto sul fondo  e sulle pareti della tortiera foderata di carta forno (fondo e pareti interne mi raccomando!). Infornate ora la teglia per 10 minuti. Questo passaggio impedirà alla base di risultare eccessivamente “inzuppata” quando sfornerete la cheesecake. Trascorsi i 10 minuti, sfornate e lasciate freddare il guscio;

– in un mixer montate per circa due minuti il formaggio, lo zucchero, il miele e la maizena. Dopo il primo minuto, fermate il robot e con una spatola mescolate il fondo del cestello del mixer. Non montate troppo il composto se non volete che cresca eccessivamente in cottura creando delle antiestetiche crepe e rigonfiamenti sulla superficie. Aggiungete un uovo per volta e continuate ad amalgamare il composto con il mixer (quel tanto che basta per incorporare ogni singolo uovo);

– quando avrete unito il quinto uovo, unite il limone e la vaniglia al composto e  amalgamateli per bene. Versate il composto nel guscio ormai freddo e infornate per 15 minuti a 18o°, trascorso questo primo quarto d’ora abbassate la temperatura a 140° e proseguite per 60-70 minuti fin tanto che i bordi esterni della torta saranno ben fermi e il centro ancora “ballerino”;

– Sfornate e, senza spegnere il forno, preparate il topping mescolando la panna acida con lo zucchero e la vaniglia. Versate questo composto sulla cheesecake ancora calda. Infornate per 15 minuti. Spegnete il forno e lasciatevi la torta dentro con lo sportello socchiuso. Dopo circa mezz’ora, sfornate definitivamente la cheesecake e lasciate freddare a temperatura ambiente e dopodiché mettetela in frigo per almeno 4 ore o ancor meglio per tutta la notte;

– per la dadolata, lavate e tagliate a pezzetti le fragole e lasciate macerare con lo zucchero fin tanto che non producono quel “sughetto” delizioso che deve colare dalla cheesecake se no non c’è gusto.

La miglior cheesecake di New York la si trova da Eileen  a Nolita. La miglior cheesecake del web? Che domande, é la mia e d’ora in avanti la vostra se vorrete provare questa ricetta facile, facile.

Alla prossima e keep in touch.

Lascia un commento

10 commenti

  1. Luka…….cosa direeee?? Il tuo blog e le tue ricette parlano da sole!!! E’tutto perfetto e squisito…..sei davvero molto molto bravo……Troppo direi!!! COMPLIMENTI! Io ti ho scoperto solamente oggi….e da oggi verrò sempre a sbirciare per migliorare con le tue tecniche e consigli….. Anch’io ho un blog, ma non è come il tuo… certo, anch’io ho passione, ma scarseggio con il decoro ;P

    Rispondi
  2. lukacip

     /  14 novembre 2012

    Gemma, grazie sono contento che ti piaccia il blog. Se rifai delle mie ricette, fammi sapere come vanno. Ho visto il tuo blog e ogni tanto una sbirciatina mi sa che gliela darò anch’io.
    A.presto

    Rispondi
  3. squirtmarina

     /  19 novembre 2012

    oddio la dadolataaaaaaaa!!!!! golosaaaa!
    La prossima volta sul ns cheesecake ci mettiamo quella!
    http://casasquirters.wordpress.com/2012/10/18/cheese-squirtcake-ai-frutti-rouge/
    …e giovedì esce la ricetta dei bagels, se ti va…

    …stay tuned!!!!

    Rispondi
  4. Complimenti complimenti complimenti….oggi pomeriggio proverò a fare ma delle tue cheesecake…ti farò sapere e se ti va vieni a dare uno sguardo al mio blog http://blog.giallozafferano.it/unabimammaincucina/ dove ti citerò sicuramente se rifaccio la tua cheesecake!!

    Rispondi
    • lukacip

       /  22 aprile 2013

      Debora, il tuo blog é molto molto goloso… complimentoni. Let me know

      Rispondi
  5. debora

     /  22 aprile 2013

    Ciao Luka quando hai tempo vai sul mio blog e spero di essere stata abbastanza brava a renderti giustizia…!!!! La cheesecake è spettacolare!!!

    Rispondi
    • lukacip

       /  22 aprile 2013

      Debora sei un genio! La tua cheesecake é bellissima e solo a guardarla ti fa fare un salto a NYC. Complimentoni

      Rispondi
  6. Barbara

     /  13 luglio 2015

    Caro Luca, ieri mi sono cimentata con questa cheesecake.
    Invece della dadolata di fragole ho messo uno strato di marmellata di arance amare tra il fondo e la crema…ma devo dire che si perde un po’ (anche se l’aroma dell’arancia è inconfondibile).
    Per il mio gusto ridurrei un pochino la quantità di burro da unire ai biscotti ma….sono dettagli!
    Invece ho un dubbio sul topping di panna acida; dopo trenta minuti di forno era ancora cremosissimo e tremolante…per cui ho prolungato la cottura col risultato che si è un po’ troppo brunito in superficie e ha fatto tutte le crepe!
    Di gusto è buonissima ma esteticamente….fa un po’ schifo!
    E’ corretto che il topping risulti cosi liquido? Si rassoda raffreddandosi???
    Grazie dei tuoi consigli e delle tue ricette!

    Rispondi
    • lukacip

       /  20 luglio 2015

      Ciao Barbara, ti rispondo solo ora perchè sono stato due settimane negli Stati Uniti per vacanza e un po’ di studio gastronomico. Rispetto al suggerimento di ridurre il burro mi sembra molto interessante e proverò a rifarla diminuendone la quantità. Rispetto al topping, hai esattamente proceduto come dice la ricetta: “Versate questo composto sulla cheesecake ancora calda. Infornate per 15 minuti. Spegnete il forno e lasciatevi la torta dentro con lo sportello socchiuso. Dopo circa mezz’ora, sfornate definitivamente la cheesecake e lasciate freddare a temperatura ambiente e dopodiché mettetela in frigo per almeno 4 ore o ancor meglio per tutta la notte”. Mi hai dato però una buona scusa per rifare questa delizia e riverificare tutto il procedimento

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: