PER I COLLEGHI CHE…: I WHITE CHOCOLATE CRANBERRY COOKIES

Voglio dedicare questi cookies ai colleghi e alle colleghe d’ufficio (non i miei e le mie, s’intende). Ho quindi realizzato questa delizia mettendo insieme dolcezza, burrosità e una punta acidula: chi ha orecchie per intendere… A seguire gli ingredienti, il procedimento e la prima regola d’oro dei cookies.

INGREDIENTI

100 gr. di cioccolato bianco

125 gr. di burro a temperatura ambiente

125 gr di zucchero muscovado (se non lo trovate, usate quello di canna)

1 uovo

1 cucchiaino (5 ml) di vaniglia

150 gr farina (in questo caso meglio la Manitoba altrimenti 00)

1/2 cucchiaino di lievito in polvere

un pizzico di sale

100 gr di mirtilli rossi disidratati

Avete tutto? Partiamo:

–       Accendete il forno a 180° e tagliate il cioccolato a pezzi piuttosto grossolani;

–       mescolate con un mixer elettrico il burro, lo zucchero fino ad ottenere una a crema. Aggiungete l’uovo, la vaniglia, la farina in cui avrete precedentemente messo il lievito e il sale;

–       l’impasto risulterà piuttosto molle: perfetto! Aggiungete il cioccolato e i mirtilli;

–       con un cucchiaio (se lo avete potete usare quello da gelato) prendete una palla di impasto e mettetelo sulla leccarda da forno che avete precedentemente coperto di carta forno. Distanziateli molto gli uni dagli altri perché in cottura si dilatano (io faccio 8 cookies per ogni infornata);

–       cuoceteli per circa 15 minuti e toglieteli quando i bordi cominciano a scurire ma sono ANCORA MORBIDI AL CENTRO (Regola d’oro n. ° 1 dei cookies). I biscotti infatti continueranno a cuocere una volta fuori dal forno con il calore residuo e induriranno man mano che perderanno la loro umidità. Se li farete cuocere troppo, raffreddandosi diventeranno durissimi;

–       toglieteli dal forno, lasciateli 5 minuti e poi spostateli su una gratella per farli freddare completamente.

Ragazziiii, basta gridare: i biscotti sono pronti

Articolo successivo
Lascia un commento

5 commenti

  1. Mario

     /  14 luglio 2012

    mmmh morbidezza, dolcezza con una punta di acidulo: che bontà e che sfizio 🙂
    grazie Luka per queste tue “perle” di saggezza dolciaria

    Rispondi
  2. Dario

     /  23 luglio 2012

    Si possono sostituire i mirtilli rossi disidratati con quelli freschi?

    Rispondi
    • lukacip

       /  23 luglio 2012

      Dario, direi che sono preferibili i frutti rossi disidratati perché quelli freschi “annacquerebbero” troppo i cookies.
      Ho in mente di provate l’abbinamento di un classico al cioccolato americano, con i frutti di bosco freschi: keep in touch e continua a seguire il blog…

      Rispondi
  3. Ciao Luka, mi piace il tuo blog….soprattutto “le regole d’oro”. A presto, Antonia

    Rispondi
    • lukacip

       /  28 luglio 2012

      Benvenuta Antonia, sono contento che il blog ti piaccia. Conto di mettere quante più regole d’oro conosci nelle ricette che inserirò nel blog. A breve, nuove dolcezze con le relative regole d’oro quindi keep in touch.

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: