BANANA BREAD: CHE VOGLIA DI SVEGLIARSI E FARE COLAZIONE…

Ed ecco il primo post: é dedicato a questa dolcezza da risveglio: il “Banana (o come dicono i londinesi bonana) bread“. Il mio amico Eric qualche tempo fa mi disse: “Perché non provi a fare banana bread: it’s perfect for breakfast”. Qualche tempo dopo vado a Londra e per colazione mi servono Banana bread e  allora eccolo qua. Ora vi metto la ricetta (light ma ugualmente saporita) che dà una nota “vecchio stile” alla colazione. Come per tutte le ricette, un consiglio e una dritta finale. Enjoy.

INGREDIENTI

2 banane e mezzo molto mature

1 yogurt naturale (120 ml)

1/2 cucchiaino da tè di bicarbonato di sodio (diciamo 2, 5 gr per essere precisi precisi)

60 ml di olio di semi di girasole o di semi vari

165 grammi di zucchero di canna (meglio ancora il brown sugar)

2 uova

1 cucchiaino di vaniglia (5 ml.)

130 grammi di farina OO

65 grammi di farina manitoba

2 cucchiaini di lievito per dolci (10 grammi)

un pizzico di sale

Aggiunte a piacere:

un pizzico di cannella

70 grammi di noci spezzettate.

– accendete il forno a 180 gradi e ricoprite una teglia da plumcake 20X10 con la carta forno  (RICORDATE: ungete con del burro sciolto sia la teglia sia la carta e fate sporgere la carta di un paio di centimetri oltre il bordo della teglia così da evitare che l’impasto strabordi);

– schiacciate grossolanamente le banane;

-mischiate in una zuppiera lo yogurt, le banane e il bicarbonato;

– in una seconda zuppiera mischiate l’olio, lo zucchero, le uova e la vaniglia;

– in una terza zuppiera mettete tutte le polveri setacciate: le due farine, il lievito e il sale;

– mettete il contenuto della prima zuppiera (banane, yogurt e bicarbonato) nella seconda e mescolate con una frusta a mano (PER QUESTA RICETTA NON USATE ASSOLUTAMENTE MIXER ELETTRICI O ALTRI APPARECCHI). Amalgamate senza montare: un mantra per quasi tutta la pasticceria americana;

– mettete l’impasto appena mescolato nella terza zuppiera con le polveri e continuate a mescolare (senza montare, of course).

L’impasto risulta liquido e granuloso? Perfetto, ci siete!

Mettete la teglia in forno  (non sbattete la teglia per livellare il composto. Se proprio volete usate una spatola)  per 45-55 minuti: ogni forno ha la sua “personalità e pertanto non esistono tempi universali ma solo dei “range” che variano appunto da forno a forno. Vale, dopo 45 minuti, la prova stecchino: se lo inserite ed esce asciutto il pane é pronto. Lasciatelo intiepidire per 10 minuti e poi sformatelo così potrà freddare completamente. Banana bread si conserva a temperatura ambiente 4-5 giorni ma con questo caldo consiglio la permanenza in frigo e poi a temperatura ambiente già affettato per essere divorato. Come servirlo? Tostato pochi secondi per parte e poi un cucchiaino di miele sopra: croccante fuori e morbidissimo dentro. Ma, solo io sento il profumo?

Consiglio: quando fate del pane come appunto il banana bread o altri che vi farò “annusare” mettete sempre una parte di farina manitoba: ha una percentuale più alta di glutine rispetto alla 00 e dà “spinta” al dolce ma senza esagerare. Sempre un po’ di manitoba con una parte di farina 00;

dritta: la “dritta” per questo dolce é di mettere il forno da statico a ventilato per gli ultimi 15 minuti della cottura! Tutta la cottura con il forno ventilato lo asciugherebbe troppo mentre banana bread deve essere morbido e leggermente umido all’interno.

Lascia un commento

8 commenti

  1. Appena arrivo a casa lo provo e se non trovo il tempo lo ordino da te, my luka.

    Rispondi
  2. lukacip

     /  9 luglio 2012

    Ci riesci, ci riesci e dimmi come va.

    Rispondi
  3. Patrizia

     /  11 luglio 2012

    ma sei un genioooo !!! ti adoro

    Rispondi
  4. viviana

     /  11 luglio 2012

    ma bravo luca…bellissimi …e provocano l’acquolina in bocca!!!
    soprattutto a quest’ora!

    Rispondi
  5. lukacip

     /  11 luglio 2012

    Viviana, sapessi al mattino che acquolina e a pranzo e dopo cena. Bé insomma sempre ;-))

    Rispondi
  6. Scherzi a parte, l’idea di preparare la colazione ed avere voglia di svegliarsi per saltarci sopra è genuina, infantile e trascinante. Non la provo da più di 30 anni… (Natale e compleanni a parte). Ti affitterò

    Rispondi
  7. maddalena

     /  28 settembre 2013

    fatto!!!! grazie mille!!! perchè trovavo sempre ricette con molto burro, questa version mi piace e la faccio spesso. Ho usato però la farina di grano germogliato e solo un pochino di 00, vi confermo che viene benissimo anche con le farine integrali. Inoltre ho aggiunto invece delle noci, l’uvetta 🙂 Davvero delizioso, grazie 🙂

    Rispondi
    • lukacip

       /  28 settembre 2013

      Grazie Maddalenna anche per le tue gustose variazioni che mi sembrano ghiotte e da replicare al più presto. Io al banana bread tostato non resisto. Alla prossima e ancora grazie

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: